25
ottobre

Massimo Giletti: «Ancora non so come si chiamerà il mio programma su La7». E sul flop di Domenica In…

Massimo Giletti

Manca poco al debutto di Massimo Giletti su La7, fissato per mercoledì 8 novembre 2017. Una sfida del tutto inedita per il conduttore, che ha sgomberato il campo in Rai dopo quasi trent’anni di permanenza, di cui gli ultimi dodici al timone de L’Arena.

Ai microfoni di Radio Cusano Campus, rompe il silenzio, parlando del ‘cantiere ancora aperto’ per il suo nuovo programma, destinato al mercoledì sera della rete di Urbano Cairo:

“Sarò molto emozionato, dopo 27 anni di Rai, per fortuna non sono arido come altri. Il format? Non è detto che si chiami ‘Buoni o Cattivi’, probabilmente la parola Arena ci sarà dentro. Ancora non so come si chiamerà il format, ci sono diverse fughe di notizie in questo senso ma nulla è deciso”.

Poi, racconta di essere al lavoro con la sua squadra di fedelissimi autori (che l’hanno seguito dopo l’abbandono in Rai) sui contenuti, privilegiando inchieste su sprechi e privilegi, ma di non essere in possesso di precise conferme sul resto:

Io la macchina non ce l’ho ancora, stiamo lavorando per chiudere lo studio in tempo utile, sono come un pilota che naviga ma ancora a livello virtuale. Avremo uno studio molto bello. Avremo una grande scenografia”.

Infine, chiamato ad esprimersi sulla nuova Domenica In delle sorelle Parodi, afferma:

“Io ho fatto una scelta, non commentare per una questione di educazione e anche di rispetto verso Cristina Parodi, con cui ho un grande rapporto. Non è a me che si deve chiedere come mai c’è questo tracollo di risultati, in tanti programmi Rai, visto che non è solo Domenica In che non funziona. Non chiedetemi cosa penso, non sono io che devo rispondere ai 4 milioni di persone che seguivano l’Arena, è un altro che deve rispondere e dire perché si è scelto di non fare più informazione, di fare qualcosa d’altro”.

Allo stesso modo, conclude su Fazio, riservando attestati di stima per “uno dei più grandi professionisti della televisione italiana”. Insomma, un Giletti equilibrato che ha voglia di scendere in campo nella nuova arena televisiva e di tornare a fare il proprio mestiere.

Domani, intanto, Giletti sarà ospite de La7 a Piazza Pulita.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Giletti La7
Massimo Giletti al TgLa7 con Enrico Mentana. Ecco il singolare promo del nuovo programma – Video


Massimo Giletti, TgLa7
Massimo Giletti debutta a La7: «Questa rete mi dava più certezze di libertà di racconto. Il servizio pubblico lo si può fare ovunque»


Massimo Giletti
Massimo Giletti a La7: «Rifarò L’Arena. Se fossi rimasto in Rai avrei abdicato alla mia dignità»


Massimo Giletti, Mara Venier
L’Arena chiude: Giletti «non sapeva nulla». La solidarietà al conduttore dai colleghi vip

2 Commenti dei lettori »

1. ciak ha scritto:

25 ottobre 2017 alle 13:40

ha ragione



2. Ale ha scritto:

25 ottobre 2017 alle 15:06

Ah beh non spara a zero sulla RAI perche’ ha un contratto di soli 2 anni con LA7 e sicuramente prevede di rientrare nel settembre 2019 in RAI quando ci sara’ una nuova governance e sicuramente un nuovo DG.
Anche perche’ i FLOP di Baudo, Carra’, Bonaccorti, e molti altri che erano da diversi anni in rai e poi sono passati a Fininvest (ora Mediaset) a qualcosa sono pur serviti; mica pirla il Giletti.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.