5
ottobre

Claudio Lippi critica Bonolis e la Perego. Lucio Presta: «Coglione ingrato»

Claudio Lippi

Claudio Lippi

Claudio Lippi non si risparmia. Né sul lavoro, dove è attualmente impegnato come concorrente a Tale e Quale Show 2017 e presto sarà nel cast della nuova Domenica In, e neppure nel ricordare con una certa amarezza gli anni in cui ha condiviso il video con Paolo Bonolis e Paola Perego. Ed è proprio alle sue dichiarazioni sui due conduttori che l’agente Lucio Presta ha velenosamente replicato.

Claudio Lippi: «Bonolis egocentrico, con la Perego ero un pesce fuor d’acqua»

Domenica 15 ottobre 2017, debutta la nuova edizione di Domenica In, affidata a Cristina Parodi. Nel cast, insieme alla sorella Benedetta, anche Claudio Lippi. Per il conduttore milanese si tratta di un ritorno nel contenitore domenicale di Rai 1 dopo la non esaltante esperienza nella stagione 2003/2004, quando il programma era condotto da Paolo Bonolis. Ed è proprio di quella Domenica In e del conduttore di Chi ha incastrato Peter Pan? che Lippi non ha affatto un bel ricordo:

“Per dieci anni sono praticamente sparito. Tutto comincia nel 2003 quando feci una orrenda Domenica In con Paolo Bonolis. In quello studio mi trovavo malissimo. Bonolis era troppo egocentrico e tra noi non c’era feeling”

dichiara al Quotidiano Nazionale. Ma non solo. L’anno dopo tornò a fare Buona Domenica su Canale 5 con Maurizio Costanzo, ma quando nel 2006 la trasmissione passò nelle mani di Paola Perego, qualcosa non funzionò. Come è noto, Lippi abbandonò a stagione in corso non senza polemiche:

Il programma venne affidato a Paola Perego e tutto cambiò. Sembravo un pesce fuor d’acqua ma soprattutto non mi riconoscevo in quel tipo di trasmissione troppo urlata e chiassosa. Cercai di ragionare assieme alla squadra di lavoro, visto che firmavo il programma anche come autore. Cercai di impormi e di far prevalere le mie ragioni ma niente. Alla quinta puntata dissi basta e me ne andai. Non potevo varcare né la soglia della sede Rai di Viale Mazzini né quella di Mediaset a Cologno Monzese. Sul mio nome c’era il veto più assoluto”.

Lucio Presta contro Lippi: «Coglione ingrato»

Acqua passata? Probabilmente sì, ma evidentemente c’è sempre tempo e spazio per ricordare e rivangare. Per carità, è legittimo sostenere di non trovarsi a proprio agio in un programma, ma per quale motivo riportare alla luce vecchi dissapori, peraltro superati? Ricordiamo che fu la stessa Perego, nel 2010, ad ospitare Lippi più volte nel programma del pomeriggio di Rai 1 Se… A Casa di Paola, proprio a riprova della pace fatta tra i due.

Lucio Presta, agente della moglie Paola Perego, ma anche di Paolo Bonolis, ha così affidato a Twitter una reazione piuttosto piccata:

Ne ho conosciuto di coglioni ingrati ma questo batte tutti.

E’ intervenuta a riguardo la stessa Perego che, sempre su Twitter, ha condiviso nel vero senso della parola il pensiero del marito/agente su Claudio Lippi:

Grazie per come interpreti anche il mio pensiero



Articoli che potrebbero interessarti


Paola Perego
SANREMO 2014: PAOLA PEREGO CONDURREBBE IL FESTIVAL SOLO CON PAOLO BONOLIS E … LUCIO PRESTA DIETRO LE QUINTE


Paola Perego, Lucio Presta
Paola Perego, Arcobaleno Tre cita in giudizio Rai1 per Parliamone Sabato. «Danni d’immagine, economici e biologici»


Simona Ventura - Estate 2017
L’estate dei personaggi TV: ecco come si preparano alla nuova stagione


Lucio Presta, Paola Perego
Parliamone Sabato, Lucio Presta vs Gregorio Paolini: «Nessun chiarimento con me fino a quando non sarai leale con Paola Perego»

10 Commenti dei lettori »

1. Pechinese ha scritto:

5 ottobre 2017 alle 14:06

Bonolis egocentrico? Lampante. Perego che fa trasmissioni troppo urlate e chiassose, e non va mai d’accordo con un partner che sia uno? Assodato. Lucio Presta che spara col kalashnikov a chiunque gli tocchi la moglie? Risaputo (ma se la tenesse a casa?).

Il problema è che se Lippi continua a dire nelle interviste che il Re è nudo sparirà dalla televisione anche per i prossimi cento anni, e non è detto che ci sia sempre un gentiluomo come Carlo Conti a tendergli la mano. Non posso dire che non lo capisco, e provo anche molta simpatia per lui, ma per il suo bene impari a dosare con più parsimonia la sua sincerità ….



2. Felicity ha scritto:

5 ottobre 2017 alle 15:30

Ovviamente chi non lecca il c… alla moglie e al pupillo della sua agenzia ,in automatico è un co….ne!



3. Alex ha scritto:

5 ottobre 2017 alle 15:33

“Se a casa di Paola” non era un programma del sabato pomeriggio bensì un programma quotidiano del pomeriggio di Raiuno. Ed è vero che Lippi ci andò più volte e sembrava molto contento di esserci visto che non lavorava da anni.



4. Pechinese ha scritto:

5 ottobre 2017 alle 16:22

Mi spiace che il mio primo commento sia stato cancellato, e non ne capisco il motivo. Comunque Lippi ha detto solo la verità, e Presta che diventa verde ogni volta che si tocca la moglie ha pure un pò stancato ….



5. Fabio Fabbretti ha scritto:

5 ottobre 2017 alle 16:30

@Pechinese nessun commento cancellato. Era soltanto in moderazione, come spesso accade per i commenti di utenti nuovi



6. Pechinese ha scritto:

5 ottobre 2017 alle 20:26

@Fabio Fabbretti ok, grazie … :)



7. claudio75 ha scritto:

5 ottobre 2017 alle 20:58

Il tempo di mettere nero su bianco un altro flop della sig. PEREGO e non sentiremo parlere per un po lei, il marito, e il re mida a cui gia il programmma l hanno chiuso



8. vicky ha scritto:

5 ottobre 2017 alle 21:00

Lippi sarebbe il caso di stare a casa altro che Reazione a Catena.
Sei noioso e ripetitivo. Sono anni che fai finta di cadere.Basta.



9. Fabio Fabbretti ha scritto:

5 ottobre 2017 alle 21:08

@Pechinese di nulla ;)



10. Reytel ha scritto:

6 ottobre 2017 alle 22:48

L’eleganza non si PRESTA…



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.