24
settembre

Antidoping: una pietra preziosa da incastonare meglio. Alessandro Antinelli perfetto narratore

Alessandro Antinelli - Antidoping

Alessandro Antinelli - Antidoping

Da padrone di casa de La Domenica Sportiva a conduttore di Antidoping, un programma extra-calcio a metà tra inchiesta e approfondimento, della durata di appena mezz’ora, inserito nella domenica di Rai 2 dopo Quelli che il Calcio e l’abbuffata di gol a 90° Minuto. Sembrerebbe più una retrocessione per Alessandro Antinelli, che invece diventa il volto di un piccolo gioiello targato RaiSport.

Antidoping nasce per capire se tutto è come sembra, una sorta di verifica ulteriore della realtà. Il format monitora il mondo del calcio da un’altra inquadratura, andando ben oltre i 90 minuti di gioco. Perché è proprio lontano dal rettangolo verde e dalla zona mista delle ‘chiacchiere da bar sport’ che si consumano spesso vicende e scenari inverosimili, che all’apparenza nulla hanno a che fare con il calcio giocato e invece, purtroppo, ne rappresentano il motore.

Un esempio? L’immigrazione, che riempe di belle speranze i vivai delle società di calcio. E’ questo il tema con il quale Antidoping ha iniziato la settimana scorsa. La puntata, intitolata La Tratta, è partita da Prato, dove un’inchiesta ha scoperchiato un sistema nel quale veri e propri trafficanti di essere umani, nonché esponenti del mondo del calcio (dirigenti, presidenti e procuratori), facevano arrivare irregolarmente in Italia dei baby calciatori. Il programma non ha indagato ma ha fatto scrupolosamente luce su quanto emerso, attraverso un’accurata ricostruzione dei fatti, arricchita da intercettazioni, interviste e testimonianze dirette.

Ma Antidoping porta sotto i riflettori anche le belle storie, come quella del ct della Nazionale campione del mondo nel 1982, Enzo Bearzot, che martedì prossimo avrebbe compiuto 90 anni. Proprio al Grande Vecio del calcio italiano è dedicata la seconda puntata di oggi.

In tutto ciò, Alessandro Antinelli, già conduttore, telecronista e inviato a bordo campo, sembra essersi perfettamente calato nell’inedito ruolo di narratore in studio, dimostrandosi un po’ il jolly di RaiSport. Meriterebbe forse di più, ma Antidoping è comunque una boccata d’ossigeno che ci voleva nel calcio in tv di oggi e una finestra che andrebbe maggiormente salvaguardata da Rai 2, a cominciare magari dalla collocazione. Il traino di 90° Minuto è importante (sebbene si tratti di un programma completamente diverso), ma la fascia preserale è assai impervia e, inoltre, è probabile che il telespettatore tifoso alle 19.00 della domenica sia in cerca di argomenti più caldi direttamente legati a quanto accaduto sui campi di calcio o, viceversa, sia già sazio di pallone.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Riccardo Cucchi
La Domenica Sportiva: Riccardo Cucchi al timone. Alessandro Antinelli conduce Antidoping


Scomparsa - Vanessa Incontrada
Scomparsa: Rai 1 vince facile con la «solita» Vanessa Incontrada


La Strada di Casa - Alessio Boni
La Strada di Casa: Alessio Boni emoziona, la storia è forte e coinvolge


Rosy Abate - La Serie
Rosy Abate riporta in scena il meglio di Squadra Antimafia

1 Commento dei lettori »

1. Srich ha scritto:

24 settembre 2017 alle 22:08

Antinelli è bravo, bello e le telecronache della pallavolo con Lucchetta erano meravigliose, sono contento che non sia la retrocessione che sembrava.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.