6
dicembre

AMARCORD, Che Fine Ha Fatto…CAVALLO PAZZO?

Amarcord Cavallo Pazzo @ Davide Maggio .it

La televisione, come è noto, fin dal suo esordio, ha avuto subito un impatto fortissimo sui telespettatori, sulla gente e nondimeno sulla società tutta. Un impatto a tratti positivo e mirato all’evoluzione e per altri versi devastante, capace nel lungo termine di creare dei veri e propri “mostri”.

Mostri o forse sarebbe meglio dire disturbatori che di quest’attività nel tempo hanno fatto una professione, raggiungendo una sorta di popolarità che ha permesso loro di entrare nel mito o nel massacrante meccanismo del gioco dello sberleffo.

Personaggi pittoreschi, fuori di ogni canone, di quelli che si possono trovare nei vicoli delle nostre città, nella vita di tutti i giorni, negli incontri casuali, in una sfumatura, in una storia non sempre edificante o piacevole da ascoltare ma comunque, in qualche maniera, istruttiva.

Mario Appignani (Cavallo Pazzo) @ Davide Maggio .itUna storia come quella di Mario Appignani in arte Cavallo Pazzo che ben prima di Gabriele Paolini e soprattutto in maniera decisamente diversa, ha dato il via allo strano “lavoro” del disturbatore, che oggi nelle più svariate (e talvolta legittimate) declinazioni accompagna ogni nostra giornata televisiva.

In particolare Cavallo Pazzo ha raggiunto l’apice del “successo” grazie al Festival di Sanremo del 1992. Al grido di “questo Festival è truccato”, Appignagni ha interrotto la kermesse poco dopo il suo inizio, sostenendo per l’appunto che la gara fosse stata manipolata dagli organizzatori e tutto questo sotto gli occhi di un incredulo e ancora disincantato Pippo Baudo.

E non è finita qui, perchè Appignani ha continuato la sua battaglia contro presunte scorrettezze, facendo numerose incursioni in programmi Rai e Mediaset: Festivalbar, Azzurro senza dimenticare il Tg1 e trasmissioni purtroppo registrate, che non hanno permesso al nostro di andare in onda. E ancora a manifestazioni come il Festival di Venezia ma anche negli stadi, con esiti spesso terribili da un punto di vista giudiziario.

Scopri che fine ha fatto Cavallo Pazzo e GUARDA IL VIDEO :

Un “uomo contro” impossibile da fermare che in realtà aveva già dimostrato ampiamente la sua indole in tempi ben lontani da quella piazzata sanremese, che di fatto lo ha portato alla celebrità.

Ad esempio attraverso una banda da lui guidata, Gli Indiani Metropolitani, che negli anni 70 ha spopolato nella Roma politica, assuefatta dalla politica e in forte stato di tensione a causa di contestazioni più blande tipiche di quel periodo.

Disordini ma soprattutto molto divertimento per questa banda metropolitana. Slogan mirati al raggiungimento di obiettivi assurdi, come l’abolizione dell’Altare della Patria, che però hanno trovato il riscontro del popolo per la simpatia con la quale venivano poste. Non più Potere Proletario ma Potere Dromedario e ancora Rendiamo più chiare le Botteghe Oscure: coloriamole di giallo. Il nonplusultra del nonsense ed il trionfo.

Perchè Cavallo Pazzo credeva profondamente nella sua Cultura Sballata come amava definirla lui. Perchè il suo credo nascondeva dei valori ma anche molta sofferenza.

La sofferenza di un’infanzia vissuta in un befrotrofio, le violenze subite da quella Pagliuca poi arrestata proprio per sadismo nei confronti dei bambini orfani, l’abuso di droge ed infine rapporti omosessuali con alti prelati. In piena libertà o forse condizionati dal dolore.

Di tutto questo e molto altro Cavallo Pazzo ha parlato nella sua autobiografia, Un ragazzo all’inferno, libro fortemente promosso da Marco Pannella, che ne ha curato la prefazione ed oggi purtroppo introvabile.

E così ha trascorso la sua vita tra dolore, piccole rivincite, lotte continue quasi mai vinte per un mondo diverso, privo di riformatori per esempio, una realtà parallela nella quale era possibile leggere tutta la poesia di un alieno di nome Mario Appignani, molto più sensibile, molto più autentico di quanto si potesse immaginare.

E con quello stesso spirito Mario Appignagni si è spento nel 1996, a causa di un cancro. E con lui Cavallo Pazzo, senza sapere, probabilmente, che quel suo spirito apparentemente così chiassoso ma in realtà tanto delicato, una traccia l’avrebbe lasciata anche al di là dei riflettori.

[Per il video si ringrazia AS Roma Ultras

Nel 2001 è uscita la biografia di Cavallo Pazzo, curata da Marco Elfer ed intitolata “La gara è truccata” – Cavallo Pazzo – Il guastatore



Articoli che potrebbero interessarti


Federico Rizzo @ Davide Maggio .it
AMARCORD, Che Fine Hanno Fatto…GLI INTERPRETI DI NONNO FELICE?


NonSoloModa Contemporaneamente @ Davide Maggio .it
AMARCORD, Che Fine Hanno Fatto…LE CONDUTTRICI DI…NONSOLOMODA?


Luna @ Davide Maggio .it
ASPETTANDO SANREMO 2009: CHE FINE HANNO FATTO LE NUOVE PROPOSTE DEL FESTIVAL DEL 2000? 6^ PUNTATA


Doppio Slalom @ Davide Maggio .it
AMARCORD : DOPPIO SLALOM

14 Commenti dei lettori »

1. sanjai ha scritto:

6 dicembre 2007 alle 19:13

ragazzi io non conosco questo tipo…davide o avanguard non avete un video da postare?



2. Avanguard ha scritto:

7 dicembre 2007 alle 00:08

Sanjai Davide procurer presto un video riguardante Cavallo Pazzo dal momento che è un suo fan ;-)



3. Graziano ha scritto:

7 dicembre 2007 alle 09:21

Cavallo pazzo è stato un mito della tv italiana, credo al pari di molte star o presunte star.



4. sanjai ha scritto:

7 dicembre 2007 alle 10:54

@avanguard:oh bene…io cavallo pazzo proprio non lo ricordo…!!



5. Davide Maggio ha scritto:

7 dicembre 2007 alle 14:01

@ sanjai : purtroppo sono introvabili sia video che immagini di Cavallo Pazzo, un personaggio di gran lunga molto più importante di Paolini. Ha fatto la storia, strano che non lo ricordino in molti. Cera una sorta di terrore in quegli anni perchè riusciva ad intrufolarsi negli studi televisivi e a saltare addosso ai conduttori :-)



6. Capitano Sal ha scritto:

7 dicembre 2007 alle 18:19

qualche tempo fa su you tube ho rivisto il filmato di sanremo 92,peccato non lo si possa più trovare! cavallo pazzo aveva una vera passione per Baudo,credo che sia intervenuto anche in altre sue trasmissioni! a proposito di disturbatori,che fine ha fatto il signor Pimo Pagano,che nel 95 voleva buttarsi dalla balaustra dellariston?



7. sanjai ha scritto:

7 dicembre 2007 alle 19:23

ma come non esistono ne foto ne video…mannaggia!!! @capitano sal:pino pagano non molto tempo fa fu ospite di matrix proprio in una puntata dedicata ai disturbatori!



8. Avanguard ha scritto:

10 dicembre 2007 alle 01:17

Capitano Sal non saprei ma non è escluso che in futuro tenti di scovarlo :-)



9. Mario Degrassi ha scritto:

20 febbraio 2008 alle 14:51

Anchio ero stato divertito dallo show di Cavallo Pazzo al Festival del 1992, però per ragioni di elementare correttezza potreste precisare che, oltre a “”Questo Festival è truccato”", aggiunse anche “”Lo vince Leali”", cosa che poi non avvenne affatto visto che Fausto Leali, che interpretava il brano “”Perché”", si piazzò solo al nono posto… quindi, se il suo voleva essere un divertente show fuori programma, solo il primo a dire che è riuscito nellintento, se invece voleva essere una denuncia di presunti trucchi presenti al Festival, il suo è stato un fallimento totale, visto che il cantante da lui indicato come “”vincitore truccato”" poi non vinse assolutamente…



10. "Staff de ""Il Filtro""" ha scritto:

25 febbraio 2008 alle 23:13

Salve, abbiamo fatto un link verso il vostro sito. In caso di dubbi o domande siamo a disposizione Saluti Lo staff de “”Il Filtro”" http://ilfiltro.blogspot.com/



11. REDVYNILE ha scritto:

30 aprile 2008 alle 17:11

aprile 2008 USCITO UN LIBRO SU CAVALLO PAZZO sempre di Elfer pieno zeppo di notizie ma soprattutto è il senso del contesto che ne esce che importa.30 anni(luce)di distanza. Non facile trovare editore piccolo ma distribuito ELFER “”ASSALTO ALLA DILIGENZA”" ED.MEMORI EURO 18



12. As Roma Ultras ha scritto:

20 giugno 2008 alle 16:27

Per chi, come me, è della Roma, Appignani alias Cavallo Pazzo rappresenta un modo di interpretare il tifo e la protesta, che va al di l della semplice fama da “”disturbatore”"…Paolini a confronto è solo una faccia da schiaffi (per essere gentile…) dietro una telecamera! Lunico video reperibile in rete è visualizzabile su questo sito http://www.asromaultras.it/cavallopazzo.html e fa riferimento ad una delle note sgaloppate sul prato dellOlimpico. Saluti!



13. Davide Maggio ha scritto:

20 giugno 2008 alle 17:11

@ AS Roma Ultras : non immagini quanto sia contento di questo video. Avevamo cercato in ogni dove perchè volevamo reperire il video della sua invasione al Festival di Sanremo. Grazie per il contributo



14. manolo fontana ha scritto:

18 agosto 2009 alle 09:18

innanzi tutto mi presento sono il nipote di mario figlio della sorella fratini maria buon giorno poi vorrei salutare redvynile che altri nn e che marco erler detto nuvola rossa compagno di infanzia di mario appignani il quale da grande amicone una volta morto mio zio a riscosso un grande successo con il suo nome soprattutto economico e per questo voglio dirgli bravo!!!! questo e il rispetto per un compagno che ti ha guidato nella tua vita bravo complimenti tu si che sei un amico!!!! mav……scusate. veniamo a noi io ero molto attaccato a mio zio gli volevo e gli voglio ancora un bene dell anima perche io so benissimo che anche se e molto che ormai ci ha lasciato sono sicuro che lui da li su ora mi accompagna in ogi scelta della mia vita mi segue e mi protegge e io per questo vorrei chiedere a tutti coloro che ricordano cavallo pazzo come un mostro quello che rompeva le scatole l indisciplinatoecc… che lo ricordassero come cavallo pazzo il benefattore perche si e vero faceva casini ma e la sua indole lui viveva ogni giorno della sua vita come se fosse l ultimo e combinava guai ma nn era affatto cattivo poi lo dice il nome stesso CAVALLO PAZZO voi avete mai provato a domare un cavallo impazzito nn credo ci riuscireste lui era cosi gli piaceva la sua vita spericolata per questo vorrei chiedere un grande saluto ufficiale per MARIO APPIGNANI alias CAVALLO PAZZO ricordiamolo cm un buono.CIAOOOOOOOOO ZIIIIIIII SEI STATO,LOSEI ORA E LO SARAI PER SEMPRE UN GRANDEEEEEEEEEEE TE VOJO BENE ZIIIII SALUTI DA PULEDRO PAZZO COME MI CHIAMAVI TU CIAO AUG CAPO INDIANO ciao a tutti e grazie di avermi ascoltato



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.