24
gennaio

SERIE TV NEWS: THIS IS US, PRISON BREAK, HOUSE OF CARDS, AMERICAN CRIME STORY, IL TRONO DI SPADE

Il ritorno di House of Cards in America (data nel formato Usa)

Parole d’ordine: ritorni illustri. Oltre a una gradita sorpresa per il cast di This is Us, le ultime news segnalano infatti la vicina ricomparsa sul piccolo schermo di Prison Break, che si preannuncia già seguitissima, e di House of Cards, rivelata da Netflix con un colpo di genio che fa sorridere, ma un po’ inquieta. Il Trono di Spade si preparerebbe intanto a riportare in vita uno dei suoi (tanti) personaggi defunti, mentre Ryan Murphy si proietta (forse troppo?) nel futuro, deludendo però qualche fan.

RINNOVI E CANCELLAZIONI

This is us: confermato per almeno altre due stagioni

La notizia suonerà scontata, visto il successo ottenuto fin dal primo trailer. Quel che forse non ci si aspettava è che This is us potesse ottenere non solo un rinnovo per una seconda stagione, assicurandosene già una terza. La serie rivelazione della nuova stagione televisiva, capace di spiazzare tutti con la sua inconsueta semplicità, tornerà così per altri due capitoli, ciascuno composto da un minimo di 18 episodi. La decisione di NBC ha meravigliato il cast stesso, la cui reazione è stata filmata dal creatore Dan Fogelman e postata su Twitter.  

A BREVE SUI TELESCHERMI…

Prison Break: il trailer svela la data di debutto

In fatto di visualizzazioni non è da meno Prison Break. Il secondo trailer del sequel ha infatti collezionato oltre 42 milioni di clic nel giro di 24 ore. Un record mai ottenuto prima da uno show di Fox, che con il video ha annunciato sui social la data di debutto. La quinta stagione, composta da 9 episodi, si riaffaccerà sul piccolo schermo il prossimo 4 aprile, riunendo il cast originale, compresi i due protagonisti Dominic Purcell e Wentworth Miller. Il filo conduttore del revival si concentrerà proprio sul personaggio di Miller, Michael Scofield, che in chiusura dell’ultimo capitolo sembrava essere morto in un’esplosione.

House of Cards 4 dal 30 maggio

Chissà cosa accadrebbe se Frank Underwood s’imbattesse in Donald Trump. Di certo non si farebbe rubare la scena, anzi. A mezz’ora dalla cerimonia di insediamento del nuovo presidente, Netflix ha rilasciato un primo teaser della quinta stagione, fissandone l’esordio per il prossimo 30 maggio. La clip, accompagnata dalla battuta finale dell’ultimo capitolo (Noi creiamo il terrore), non fa presagire nulla di buono. Sullo sfondo di un cielo burrascoso, sventola una bandiera americana capovolta (segno di grave pericolo), mentre un coro di bambini recita il giuramento di fedeltà. A rendere l’atmosfera ancor più inquietante, una strana coincidenza: la pioggia si è realmente abbattuta sull’investitura trumpiana.

LE ALTRE NOVITÀ, TRA RUMOR E CONFERME

American Crime Story: non sarà Lady Gaga a interpretare Donatella Versace

La partecipazione di Lady Gaga alla terza stagione di American Crime Story resta un semplice rumor. A confermarlo alla Television Critics Association, lo stesso creatore Ryan Murphy, smentendo la notizia che avrebbe visto la cantante vestire i panni di Donatella Versace nel capitolo della serie incentrato sull’omicidio del fratello Gianni. “È un’amica, ma sarà molto impegnata quest’anno”, ha spiegato Murphy, rivelando un’incompatibilità tra i progetti della star e il calendario delle riprese, che dovrebbero durare cinque mesi e spostarsi al di fuori dei confini americani. Riparte così la caccia al volto che potrebbe interpretare la stilista italiana, per il cui ruolo Lady Gaga era stata indicata come unica pretendente.

American Crime Story: in progetto una stagione sullo scandalo Clinton-Lewinsky

Archiviata la questione Lady Gaga, Ryan Murphy non ha perso tempo. Secondo The Hollywood Reporter lo showrunner starebbe pensando a un quarto ciclo di American Crime Story, destinato a esplorare lo scandalo Clinton-Lewinsky. Come ormai consuetudine, la sceneggiatura trarrebbe ispirazione da un bestseller, basandosi sul libro A Vast Conspiracy e tornando così ad attingere dalla bibliografia dell’avvocato-scrittore Jeffrey Tobin, dopo il successo di The People v. O. J. Simpson. Ad ogni modo, la stagione non debutterebbe prima dei capitoli relativi all’uragano Katrina e all’omicidio Versace (previsti per il 2018, a soli sei mesi di distanza l’uno dall’altro). Che Murphy stia forse esagerando con i progetti futuri?

Il Trono di Spade 7: un ritorno illustre dal mondo dei morti? (SPOILER)

Un’altra resurrezione non stupirà certo gli spettatori de Il Trono di Spade, che potrebbe riportare in vita uno dei suoi personaggi. Pur avendo l’imbarazzo della scelta (considerate le abituali stragi stagionali), David Benioff e D.B. Weiss avrebbero optato per il malvagio Walder Frey, nell’ultimo finale brutalmente ucciso da Arya Stark. Il sito Watchers on the Wall ha intercettato la notizia dall’agenzia dell’attore David Bradley (recentemente visto ne I Medici), che ne avrebbe confermato la presenza nella settima stagione. In attesa di scoprire la verità, le congetture non hanno atteso a rincorrersi. Mentre alcune ipotesi lo confinerebbero a qualche flashback, altre teorie vedrebbero invece Arya Stark impossessarsi del suo volto per completare la propria sanguinosa vendetta.



Articoli che potrebbero interessarti


This is Us
This is Us 2 ci sarà: NBC conferma la seconda e la terza stagione


Antonio D'Amico e Gianni Versace, Ricky Martin
American Crime Story 3: Ricky Martin sarà Antonio D’Amico, il compagno di Gianni Versace


di-padre-in-figlia
Serie tv e fiction: tutte le novità di aprile


Sarah-Paulson
Serie tv news: Il Trono di Spade 7, True Detective, Lucifer, Feud, The Knick, Bones e Grey’s Anatomy

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.