24
novembre

L’ARIA CHE TIRA, CRISTINA FANTONI CADE IN DIRETTA: “E’ COLPA DEL REFERENDUM, NON NE POSSO PIU’!” (VIDEO)

cristina fantoni

Cristina Fantoni si rialza

Piccolo incidente stamattina durante l’abitudinario appuntamento con “L’Aria che tira” di Myrta Merlino su La7. Si stava parlando di temi legati all’eventuale crollo dei mercati in caso di incertezza politica, prodotta dal risultato del referendum del prossimo 4 dicembre 2016. Proprio durante l’analisi in studio dell’argomento, la conduttrice ha dato la linea alla giornalista del TGLa7, Cristina Fantoni, per le anticipazioni del notiziario.

Nel corso del collegamento, però, il volto del telegiornale del canale terzopolista ha perso l’equilibrio scivolando e scomparendo quindi dall’inquadratura. A questo punto la presentatrice del talk, preoccupata, ha chiesto cosa fosse successo, supponendo un malore. Fortunatamente Cristina subito dopo ricompare in video, rialzandosi evidentemente imbarazzata, e sdrammatizzando spiega:

“Scusami Myrta, sono scivolata… È colpa del referendum, ho parlato del referendum… Non ne posso più, scherzo, scusate.”

Messa da parte la preoccupazione dei primi momenti, la conduttrice ha congedato la giornalista, scherzando su un possibile intervento del programma di Rai3, Blob. Il talk ha poi continuato la normale diretta.

[QUI IL VIDEO DELLA PUNTATA - LA CADUTA AL MINUTO 51]

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Myrta Merlino
La7 riaccende il daytime. Unica novità Skroll, Myrta Merlino torna a L’Aria che Tira per «odiare l’odio»


L'Aria che tira - David Parenzo
L’Aria che tira, La Russa contro La7 e il nuovo conduttore Parenzo: «Siete penosi. Ridateci la Myrta»


Myrta Merlino, L'Aria che tira
L’Aria che tira, Myrta Merlino si ferma: «Ho un problema familiare». David Parenzo la sostituisce


Myrta Merlino
L’ARIA CHE TIRA, SPECIALE MADRI: MYRTA MERLINO TORNA IN PRIME TIME SU LA7. BERLUSCONI E VENDOLA OSPITI

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.