L’Aria che Tira



11
settembre

La7 riaccende il daytime. Unica novità Skroll, Myrta Merlino torna a L’Aria che Tira per «odiare l’odio»

myrta merlino

Myrta Merlino

La campanella suonerà alle 7.55 con Omnibus. Poi sarà un susseguirsi di informazione e talk. Oggi, lunedì 11 settembre 2017, primo giorno di lezioni tra i banchi di La7, dove debutteranno i principali programmi d’attualità in palinsesto. Il direttore di rete Andrea Salerno ha sostanzialmente confermato la tradizionale programmazione: oltre al già citato Omnibus ci saranno Coffee Break, L’Aria che tira col ritorno di Myrta Merlino e Tagadà al pomeriggio. Poi Otto e Mezzo con Lilli Gruber. Unica novità, il debutto di Skroll – a cura del vignettista Makkox – dalle 19.30.




8
giugno

L’Aria che tira, La Russa contro La7 e il nuovo conduttore Parenzo: «Siete penosi. Ridateci la Myrta»

L'aria che tira - David Parenzo

L'Aria che tira - David Parenzo

Nemmeno il tempo di iniziare. Da lunedì 5 giugno 2017 David Parenzo sostituisce Myrta Merlino alla conduzione de L’aria che tira, su La7. La giornalista ha salutato la trasmissione a causa di problemi familiari, ed è stata prontamente sostituita dal collega già inviato di Matrix e spalla di Giuseppe Cruciani nel celebre show radiofonico La Zanzara.


1
giugno

L’Aria che tira, Myrta Merlino si ferma: «Ho un problema familiare». David Parenzo la sostituisce

Myrta Merlino, L'Aria che tira

Non ha nascosto l’emozione, Myrta Merlino, quando stamane ha annunciato di doversi fermare prima del previsto. Al termine della puntata di oggi, 1 giugno 2017, con voce commossa la conduttrice de L’Aria che tira ha comunicato al pubblico di dover concludere in anticipo la propria stagione a causa di un “problema familiare”. Da lunedì 5 giugno 2017, a sostituirla nella mattina di La7 ci sarà il collega David Parenzo.





24
novembre

L’ARIA CHE TIRA, CRISTINA FANTONI CADE IN DIRETTA: “E’ COLPA DEL REFERENDUM, NON NE POSSO PIU’!” (VIDEO)

cristina fantoni

Cristina Fantoni si rialza

Piccolo incidente stamattina durante l’abitudinario appuntamento con “L’Aria che tira” di Myrta Merlino su La7. Si stava parlando di temi legati all’eventuale crollo dei mercati in caso di incertezza politica, prodotta dal risultato del referendum del prossimo 4 dicembre 2016. Proprio durante l’analisi in studio dell’argomento, la conduttrice ha dato la linea alla giornalista del TGLa7, Cristina Fantoni, per le anticipazioni del notiziario.


8
febbraio

L’ARIA CHE TIRA, SPECIALE MADRI: MYRTA MERLINO TORNA IN PRIME TIME SU LA7. BERLUSCONI E VENDOLA OSPITI

Myrta Merlino

Coraggiose, imperfette, eroiche, normalissime: le madri sono figure imprescindibili, decisive anche nella società. A loro Myrta Merlino dedicherà la puntata speciale de L’Aria che Tira in onda stasera – 8 febbraio – in prime time su La7. L’appuntamento (intitolato proprio Madri, dal titolo dell’ultimo libro della giornalista) sarà incentrato sull’universo materno in tutte le sue sfaccettature, con uno sguardo all’attualità e alla cronaca, ma anche con testimonianze d’eccezione.





7
ottobre

L’ARIA CHE TIRA SHOCK: PRETE GIUSTIFICA I PEDOFILI. “I BAMBINI CERCANO AFFETTO” (VIDEO)

L'Aria che tira, don Gino Flaim

Don ‘Valvola’ ha svalvolato sul serio. Hanno suscitato indignazione e sconcerto le clamorose parole pronunciate ieri a L’Aria che Tira da don Gino Flaim, collaboratore della chiesa di San Giuseppe e Pio X a Trento. Il sacerdote, soprannominato don ‘valvola’ per la sua passione per l’elettronica, in un’intervista al programma mattutino di La7 ha dichiarato: “la pedofilia posso capirla, l’omosessualità non so“, aggiungendo dichiarazioni shock che gli sono valse una sospensione da parte dei suoi superiori.


14
settembre

MYRTA MERLINO A DM: ACCOPPIEREI L’ARIA CHE TIRA AD UNA PRIMA SERATA MA LASCEREI IL MATTINO SOLO PER UN PROGETTO CHE PRESERVI IL PATRIMONIO CHE ABBIAMO COSTRUITO. E CAIRO HA UN’IDEA…


10
giugno

L’ARIA CHE TIRA STASERA… E’ QUELLA DI SEMPRE. E PER QUESTO FUNZIONA

L'aria che tira Stasera - Myrta Merlino

Un talk che sa stare “sul pezzo”, sempre. Dove si parla, volendo si discute pure, si argomenta soprattutto, ma non si urla. Una trasmissione quasi prettamente politica ma tutt’altro che noiosa; e converrete con noi che anche soltanto questo meriti un plauso ad occhi chiusi. Ma gli occhi li apriamo eccome, perché, come si usa dire, “vedere per credere”. E a vederla, L’aria che tira Stasera, si ha la sensazione… di ogni mattina.

Voi direte: allora L’aria che tira è sempre la stessa? Sì. Ma è proprio questo il più grande pregio del programma di La7, passato (anche) nel prime time del lunedì senza perdere la propria identità rafforzata giorno dopo giorno. Un’identità vincente targata Myrta Merlino, capace di destreggiarsi tra tweet, agenzie, collegamenti ed ospiti spesso fin troppo ingombranti con l’autorevolezza di chi ha dalla sua le qualità per stare in video, di chi con semplicità e schiettezza sa arrivare al telespettatore anche meno informato. E sarà per questo che non ci sorprende sentirla ancora oggi spiegare al pubblico a casa cos’è un hashtag.

L’aria che tira Stasera ha acceso molto di più della vespetta nel promo del programma. Ha messo al centro dell’attenzione il pensiero comune, che non è quello di chi la politica la fa ma di chi la subisce, in positivo o in negativo che sia. E mentre altri più blasonati talk si perdono tra le file delle poltrone del Parlamento, a capire chi fa cosa e chi sta con chi, L’aria che tira è come se scendesse nelle piazze (senza cedere a facili populismi però), tra i comuni cittadini, ad immortalare dal loro punto di vista scandali, successi ed insuccessi vari della politica (e non solo quella). E lo fa, questo è il bello, trattando argomenti ed ospitando personaggi che ritroviamo un po’ ovunque nel panorama televisivo italiano. Tanto per ricordare che conta il come si fanno le cose, più che con chi.


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »