30
novembre

ROCCO SCHIAVONE: ANTICIPAZIONI ULTIMA PUNTATA – 7 DICEMBRE 2016

Rocco Schiavone

Dopo Il Commissario Montalbano e I vecchietti del “BarLume”, un nuovo investigatore “marchiato Sellerio” ha esordito in tv. Su Rai2 ha, infatti, preso il via Rocco Schiavone, serie con protagonista il Vicequestore nato dalla penna di Antonio Manzini, da tempo affermato scrittore e amato giallista della storica casa editrice siciliana, al pari di Andrea Camilleri e Marco Malvaldi. In sede di presentazione della serie, che vede come interprete principale nei panni di Schiavone l’attore Marco Giallini, Manzini ha dichiarato di essere molto entusiasta di questo debutto televisivo:

“Se la Rai ha deciso di realizzarci una serie vuol dire che siamo avanti. Un Vicequestore che fuma erba! Per questo siamo su Rai 2! Senza canna, andavamo su Rai 1! Schiavone è giudice e poliziotto insieme e non esiste nulla di più antidemocratico. Loro hanno voluto farlo e io sono felicissimo. Ognuno di noi si immagina un viso. Per me Rocco non ha mai avuto un volto, non ha uno specchio. Il fatto che Marco Giallini abbia accettato questo personaggio mi rende felice. Io, grazie a Dio, non lo conoscevo personalmente ed è stato meglio, ha aiutato la mia fantasia. Percepisco amore e rispetto nei riguardi di questo personaggio”.

Anche per Il direttore di Rai Fiction Tinny Andreatta la serie, realizzata con Cross Productions, rappresenta un importante traguardo:

“E’ un traguardo aver realizzato un nuovo racconto crime contemporaneo, moderno sotto il profilo visivo. L’innovazione e l’internazionalizzazione sono oggi la nostra grande scommessa”.

Di seguito le anticipazioni e le trame della fiction puntata per puntata.

Rocco Schiavone – Anticipazioni sesta ed ultima puntata – 7 dicembre 2016

Pulizie di Primavera

L’omicidio di Adele, avvenuto nell’episodio precedente, ha sconvolto Rocco nel profondo. Per il Vicequestore è infatti l’occasione di rivivere l’esperienza devastante dell’omicidio di sua moglie Marina, avvenuta anni prima. Messo in discussione dai suoi capi, depresso e sconvolto, Rocco si ritira in un residence, incapace di tornare al suo lavoro di tutti i giorni. Nel frattempo Enzo Baiocchi, l’uomo che in cerca di una vendetta personale verso Rocco ha ucciso Adele per errore, si è rifugiato in Abruzzo dal suo complice. Sa che Schiavone e i suoi amici non rimarranno ancora molto a leccarsi le ferite e presto inizieranno a cercarlo per tutta l’Italia. E infatti di lì a poco Rocco, Sebastiano, insieme ai due compagni di una vita, Brizio e Furio, uniscono gli sforzi per trovare l’uomo che ha ucciso Adele e vendicarsi. Parte così una caccia all’uomo senza quartiere che dalla Valle d’Aosta ai vicoli di Trastevere, passando per la costa Adriatica, impegnerà i quattro amici per giorni. Lentamente le strade di Rocco e di Enzo Baiocchi finiranno per incrociarsi di nuovo. Ma la parola fine sembra ancora lontana dall’essere scritta. I fantasmi di una vita sono tutti in piedi davanti a Rocco.

Rocco Schiavone – Anticipazioni quinta puntata – 30 novembre 2016

Era di Maggio

Era di maggio prende il via tre giorni dopo gli eventi che concludono l’episodio Non è stagione. Perché l’indagine che lì si era aperta non si è ancora conclusa. C’è poi il fatto più grave, l’assassinio di Adele, una cara amica del vicequestore, uccisa da un killer mentre dormiva nel letto di Rocco. Costretto a scavare nel proprio passato il vicequestore cercherà di chiudere il cerchio una volta per tutte.

Rocco Schiavone – Anticipazioni quarta puntata – 23 novembre 2016

Non è Stagione

I Berguet, ricca famiglia di industriali valdostani, hanno un segreto, Rocco Schiavone lo intuisce per caso. Gli sembra di avvertire nei precordi un grido disperato. È scomparsa Chiara Berguet, figlia di famiglia, studentessa molto popolare tra i coetanei. Inizia così per il vicequestore una partita giocata su più tavoli: scoprire cosa si cela dietro la facciata irreprensibile di un ambiente privilegiato, sfidare il tempo in una corsa per la vita, illuminare l’area grigia dove il racket e gli affari si incontrano. Intanto cade la neve ad Aosta, ed è maggio: un fuori stagione che nutre il malumore di Rocco. E come venuta da quell’umor nero, un’ombra lo insegue per colpirlo dove è più doloroso.

Rocco Schiavone – Anticipazioni terza puntata – 16 novembre 2016

Castore e Polluce

Nel cimitero di Aosta si registra il ritrovamento di un cadavere che ha del metafisico. Un morto nascosto sopra la bara di una nobildonna del posto. Partono le ricerche di Rocco e dei suoi agenti per cercare di capire l’identità del cadavere misterioso. Vengono coinvolti patologi forensi e quant’altro, ma non se ne viene facilmente a capo. Intanto la storia con Nora procede in maniera grigia e dimessa. La Pasqua è vicina, e i turisti iniziano ad affollare la città alpina. Sopratutto tre impavidi rocciatori, architetti appassionati di montagna, hanno deciso di scalare il Polluce, vetta che supera i 4000 metri di quota. Sembra una gita come tante. Invece nel freddo e nella solitudine di quei ghiacciai perenni, accade il disastro. Uno dei tre cade da una parete e dopo un volo di centinaia di metri si fracassa a terra. Rocco interroga i due compagni di cordata, ma all’esame delle carte e del cadavere, qualcosa non quadra. Il sospetto che non si tratti di un incidente comincia da subito a prendere forma.

Rocco Schiavone – Anticipazioni seconda puntata – 11 novembre 2016

La Costola di Adamo

Secondo caso per il controverso vicequestore Rocco Schiavone nella gelida Aosta.  Una donna, una moglie che si avvicinava all’autunno della vita, è trovata cadavere dalla domestica. Impiccata al lampadario di una stanza immersa nell’oscurità. Intorno la devastazione di un furto. Ma Rocco non è convinto. E una successione di coincidenze e divergenze, così come l’ambiguità di tanti personaggi, trasformano a poco a poco il quadro di una rapina in una nebbia di misteri umani, ambientali, criminali. Per dissolverla, il vicequestore Rocco Schiavone mette in campo il suo metodo annoiato e stringente, fatto di intuito rapido e brutalità, di compassione e tendenza a farsi giustizia da sé, di lealtà verso gli amici e infida astuzia. Soprattutto, deve accettare di sporgersi pericolosamente verso il mondo delle donne, a respirare il carattere insinuante, continuo, che assume la violenza quand’è esercitata su di loro.

Rocco Schiavone – Anticipazioni prima puntata – 9 novembre 2016

Pista Nera

Semisepolto in mezzo a una pista sciistica sopra Champoluc, in Val d’Aosta, viene rinvenuto un cadavere. Sul corpo è passato un cingolato in uso per spianare la neve, smembrandolo e rendendolo irriconoscibile. Poche tracce lì intorno per il vicequestore Rocco Schiavone da poco trasferito ad Aosta: briciole di tabacco, lembi di indumenti, resti organici di varia pezzatura e un macabro segno che non si è trattato di un incidente ma di un delitto. La vittima si chiama Leone Miccichè. È un catanese, di famiglia di imprenditori vinicoli, venuto tra le cime e i ghiacciai ad aprire una lussuosa attività turistica, insieme alla moglie Luisa Pec, un’intelligente bellezza del luogo che spicca tra le tante che stuzzicano i facili appetiti del vicequestore. Davanti al quale si aprono tre piste: la vendetta di mafia, i debiti, il delitto passionale. Difficile individuare quella giusta, data la labilità di ogni cosa, dal clima alle passioni alla affidabilità dei testimoni, in quelle strette valli dove tutti sono parenti, tutti perfettamente a loro agio in quelle straricche contrade, tra un negozietto dai prezzi stellari, un bar odoroso di vin brulé, la scuola di sci, il ristorante alla mano dalla cucina divina.



Articoli che potrebbero interessarti


Giampaolo Morelli è L'Ispettore Coliandro
L’Ispettore Coliandro – Il Ritorno: anticipazioni ultima puntata di venerdì 24 novembre 2017


Gomorra 2 - La Serie
GOMORRA 2: ANTICIPAZIONI EPISODI 11 e 12 – MARTEDÌ 14 GIUGNO 2016


Non dirlo al mio capo
NON DIRLO AL MIO CAPO: ANTICIPAZIONI SESTA ED ULTIMA PUNTATA DI LUNEDI 30 MAGGIO 2016


La Dama Velata
LA DAMA VELATA: ANTICIPAZIONI SESTA ED ULTIMA PUNTATA – 16 APRILE 2015

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.