14
giugno

RDS ACADEMY 2016: ECCO GLI OTTO CONCORRENTI (FOTO)

Rds Academy 3 - I concorrenti

I giudici hanno deciso: ecco chi sono gli otto aspiranti speaker radiofonici ammessi all’RDS Academy. Ogni settimana Anna Pettinelli, Matteo Maffucci e Giuseppe Cruciani decideranno chi ha le carte in regola per proseguire nel programma in onda tutti i giovedì alle 23 su Sky Uno HD.  Quattro ragazzi e quattro ragazze scelti tra oltre 6000 candidati: in palio un contratto radiofonico di un anno con RDS (clicca qui per tutte le novità della terza stagione).

RDS Academy 2016: i concorrenti


Federica Minia, 27 anni, di Palermo
Dice di sè: “Sono una ragazza tutta ansia e sapone! Determinata, cocciuta, consapevole delle mie capacità: credo che tutto si possa fare, ma solo con l’impegno, lo studio e la costanza. Ho già lavorato nel mondo della radio e della televisione (si occupava del web a Forte Forte Forte, nddm), ma soprattutto adoro lavorare con la mia voce, non è un caso che sono diventata la voce ufficiale della linea lilla della metro milanese. Adoro ridere, stare in mezzo agli amici e alla gente, ballare, mangiare, guardare film in lingua originale, andare ai concerti, stare sul palco e ascoltare la radio! Nel tempo libero per divertirmi vado in piazza a cantare e suonare l’ukulele”.

Manuel Giancale, 30 anni, di Torino
Dice di sè: “Lavoro come impiegato in una vetreria, ma ho sempre coltivato il sogno della radio. Sono una persona curiosa a cui piace scoprire il perché delle cose. Credo di essere un sognatore ad occhi aperti che risolve i problemi concreti. Adoro inventare momenti unici e raggiungere tutti gli obiettivi prefissati. Sono testardo ma molto disponibile al confronto. Cerco sempre di essere oggettivo e di dare il 110% nel mio lavoro”.

Giulia Fiume, 27 anni, di Catania
Dice di sè: “Sono una guerriera dalle innumerevoli fragilità, una Wonder Woman in “Colazione da Tiffany”. Ho un temperamento vulcanico, perseverante come il suono di un marranzano, dall’interno filante come un arancino, tosta come una mandorla. Ho studiato comunicazione, ma la mia vera passione è quella per il cinema, la televisione e ovviamente la radio. Nella vita sogno un futuro nel mondo dello spettacolo e spero che la radio sia la strada maestra”.

Valerio Scarponi, 22 anni, di San Severino Marche (Mc)
Dice di sè: “Dinamico, simpatico, sgargiante, preciso e forse anche un po’ folle! Amo il mondo della radio da quando ero piccolo grazie a mio padre che è stato speaker radiofonico per quasi 20 anni. Dopo alcune esperienze lavorative nel settore informatico, ho iniziato gli studi all’ Università e mi diletto in una radio privata da circa un anno, cercando di migliorare di volta in volta. Da qualche anno organizzo eventi, presento manifestazioni, e ovviamente amo comunicare con le persone: non solo con le parole ma anche, in pure stile italiano, gesticolando!”.

Giovanni Giudice, 28 anni, di Catania
Dice di sè: “Volevo nascere Frank Sinatra, respirare l’aria dei jazz club e cantare a ritmo di swing. Invece sono nato Giovanni Giudice e canto a ritmo di telefono della doccia. Volevo fare il pianista, lo scacchista professionista e, per un periodo, preso da un raptus di follia, lo sportivo. Ma poi per fortuna ho scoperto le mie vere vocazioni: la curiosità e la chiacchiera facile. E così per la Comunione mia nonna mi regalò un microfono e un amplificatore per chitarra e da allora non ho smesso di parlare. La radio è il mio futuro”.

Chiara De Pisa, 33 anni, di Carpi (Mo)
Dice di sè: “Sono una comunicatrice per indole e necessità. Sono stata definita un’anchorwoman e la trovo una descrizione perfetta! Mi piace dare ed essere una sicurezza. Più un Little John che ti copre le spalle che un Robin Hood che prende i meriti. Non mi perdono gli errori ma per fortuna ho una forte autoironia che consente di non abbattermi, cosi come il coraggio che ho scoperto di avere negli ultimi anni. Sono disordinata, odio la “lentezza” e chi si definisce solare e determinato. Ormai da un po’ di tempo ho tramutato alcuni dei miei sogni nel cassetto in chiari obiettivi da raggiungere. Mi emoziono tanto e spesso, non so mentire e adoro le sfide impossibili”.

Stefano “Stiv” Tirella, 38 anni, di Firenze
Dice di sè: “Amo la vita perché credo la vita ami me. E per me la vita è musica. Da qui il grande sogno di lavorare in radio. Per vivere faccio il DJ e collaboro come produttore musicale con diversi artisti. Lavorare nei locali è quello che mi fa stare bene, trasmettere e ricevere energia dal pubblico è la mia più grande passione, insieme ai miei 3 figli. Adoro entrare in contatto con gli altri: quindi cosa c’è di meglio della radio?”.

Olimpia Camilli, 31 anni, de L’Aquila
Dice di sè: “Mi chiamo Olimpia e sono una factotum! Faccio la speaker, la redattrice, autrice e regista di un mio programma radiofonico. Lavoro da sempre nel mondo della comunicazione come P.R. per eventi d’arte. Con il tempo ho anche iniziato a fare la DJ e curo la comunicazione per diversi club di Roma. Parlare è l’attività che mi riesce meglio! Per il resto passo il tempo con il mio cane, amore vero, mi piace l’arte e leggere, comprare musica e vedere film però a casa, il cinema per me è una roba da prendere a piccole dosi!”.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Standing Ovation
Standing Ovation, le 10 coppie di concorrenti in gara


MasterChef 6 - Barbara
MASTERCHEF 6: LE CONCORRENTI DONNE (FOTO)


MasterChef 6 - Marco M.
MASTERCHEF 6: I CONCORRENTI UOMINI (FOTO)


REAL TIME_JUNIOR BAKE OFF 2_MGR_0975
JUNIOR BAKE OFF 2016: TORNANO I BABY PASTICCERI SU REAL TIME. ECCO CHI SONO

1 Commento dei lettori »

1. Marta ha scritto:

14 giugno 2016 alle 13:53

Che baggianata . Ho visto la prima puntata e si capiva come era già tutto scritto . Tutto finto



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.