9
giugno

CARLO CONTI E’ IL NUOVO DIRETTORE ARTISTICO DI RADIO RAI. “FARO’ UN PO’ MENO TELEVISIONE”

Carlo Conti

Infaticabile, instancabile, poliedrico e, in definitiva, onnipresente: Carlo Conti, attuale volto di punta di Rai 1 nonchè a capo della nuova era del Festival di Sanremo iniziata nel 2015, da oggi – giovedì 9 giugno 2016 – è anche il nuovo direttore artistico di Radio Rai.

Carlo Conti dalle radio private alla direzione di Radio Rai

Una sorta di ritorno alle origini, per Conti, che alla fine degli anni ‘70 iniziò la sua carriera artistica proprio nelle radio private, fondandone in seguito una e debuttando sul piccolo schermo proprio con un programma musicale, ovvero Discoring, un’appendice di Domenica In.

Questo amore è rimasto sempre primario per il conduttore, anche quando la sua carriera ha virato sull’intrattenimento puro, e difatti alcuni dei suoi più grandi successi sono stati caratterizzati da un’importante componente musicale, per esempio I migliori anni con i suoi ospiti internazionali e Tale e Quale Show, con le imitazioni dei più grandi artisti italiani e non.

L’approdo al Festival di Sanremo, rimandato per anni da parte della Rai per ragioni mai del tutto chiarite, sembrava il massimo punto d’arrivo, oltretutto accompagnato dalla conduzione di altri eventi musicali quali i Wind Music Awards, Con il cuore – Nel nome di Francesco e le varie serate dedicate a Il Volo e ai Pooh. E invece oggi il direttore generale della Rai Antonio Campo Dall’Orto ha annunciato nel corso di una conferenza stampa che per Conti si sono aperte le porte di Radio Rai, che dal 1924 si occupa della realizzazione dei programmi radiofonici dell’azienda pubblica.

Carlo Conti: l’uomo dai mille impegni

Conti, che è reduce da una stagione televisiva molto intensa ed impegnativa, dovrà trovare il modo di gestire anche questo nuovo e prestigioso incarico; dopo la nascita del figlio Matteo (e l’imminente chiamata alle armi dell’Ariston) il conduttore decise di condividere la gestione de L’Eredità con l’amico Fabrizio Frizzi, per non essere troppo vincolato con il daytime di Rai 1. A cos’altro dovrà rinunciare adesso il neo direttore? Questo il suo commento a caldo, rilasciato ai microfoni di Un giorno da pecora.

Farò un po’ meno televisione. [...] E’ come se avessi incontrato la prima fidanzata, la radio, che ti ha detto “andiamo a cena”. La moglie, la televisione, che per fortuna è molto intelligente ha detto “vabbè, se si tratta di andare a cena… vacci”.[...] Non c’è da rilanciare (Radio Rai, nota di DM), va fortissimo, c’è da assestare, c’è da migliorare in certi aspetti. [...] Una cosa che mi piacerebbe molto è dall’alto dei miei 54 anni cercare di trasferire l’esperienza radiofonica di questo zuzzurellone [...] ai tanti tecnici e tanti speaker anche giovani.[...] Ci ho pensato molto e abbiamo discusso molto, perchè non era facile accettare questa responsabilità però, ripeto, l’amore per questo mezzo è tale che non potevo dire di no”.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Carlo Conti
RADIO2, CARLO CONTI CAMBIA MUSICA: CANCELLATI MU E BABYLON. CATERPILLAR SI SPOSTA. POLEMICHE SU LILLO E GREG


Carlo-Conti
Rai 3: arrivano Carlo Conti, Manuel Agnelli e Antonio Albanese. Gramellini conduce Cyrano


Angelo Teodoli
Rai 1: nuovo show per Benigni, tornano i David di Donatello con Carlo Conti. Si tratta per la Champions


Conti de filippi tale e quale show
C’è Posta per… Carlo Conti

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.