20
ottobre

MOMENTI DA (NON) DIMENTICARE : LA CHITARRA SPACCATA DAI PLACEBO A SANREMO 2001

Placebo (Sanremo 2001) @ Davide Maggio .it

Il Festival di Sanremo del 2001 è stato già di per se pietoso.

La conduzione di Raffaella Carrà, Megane Gale ed Enrico Papi è stata decisamente deludente e ha consegnato al pubblico una delle peggiori edizioni che la storia della kermesse canora ricordi.

Ad aggravare ancor di più le serate del Festival ci fu un “incidente di percorso” accaduto nella puntata di venerdi 2 marzo.

Il leader dei Placebo, Brian Molko, ”pensò bene” di spaccare la propria chitarra su uno degli amplificatori presenti sul palco, sino a farlo cadere.

Un gesto consuetudinario per il leader del gruppo inglese ma sicuramente nuovo e poco gradito al pubblico del Teatro Ariston che manifestò il proprio disappunto fischiando a più non posso. 

Ciò che segue è quanto dichiararono i Placebo in merito alla vicenda :

Ci sembrava la reazione più adatta, a quel tempo – ricorda Molko – Non dormivamo da due giorni e l’unica maniera per restare svegli era bere fin dal pomeriggio. E poi eravamo scazzati perchè nessuno ci aveva detto come era il Festival. Ci sembrava di essere finiti in mezzo a una sciarada. A nessuno gliene fregava assolutamente niente di noi. Quando venne il nostro momento, c’erano in platea tutti questi vecchi grassi in giacca e cravatta, con le loro donne in abito da sera. Qualcosa ha fatto click nella mia testa ed è scattata una reazione primordiale. Vaffanculo tutta ’sta roba, mi sono detto; non dovrei nemmeno essere qua! La sola cosa che mi è rimasta impressa nella memoria era la gente che dallla sala mi gridava: “Pezzo di merda”…

Un pizzico di “brio” in una serata decisamente piatta, come le altre!

Questo il video…



Articoli che potrebbero interessarti


Loredana Bertè (Sanremo 2008) @ Davide Maggio .it
SANREMO 2008 : LOREDANA BERTE’ ESCLUSA PER PLAGIO. ECCO LA CANZONE ORIGINALE


Mario Appignani (Cavallo Pazzo) @ Davide Maggio .it
AMARCORD, Che Fine Ha Fatto…CAVALLO PAZZO?


La vita in diretta, Alba Parietti
Sanremo 2018, Miccio vs Parietti: «Bella, tu di vestire non ne sai nulla. Alle quattro del pomeriggio ti vesti come a Capodanno» – Video


Tommaso Pini - Intervista a DM
FESTIVAL DI SANREMO 2017, TOMMASO PINI (NUOVE PROPOSTE) A DM: “BASTA PREGIUDIZI, ORMAI VENIAMO TUTTI DAI TALENT!”

15 Commenti dei lettori »

1. azaria ha scritto:

21 ottobre 2007 alle 23:03

grazie Davide, ho capito! Buona serata daia and michael roby



2. sempreinpista ha scritto:

22 ottobre 2007 alle 13:07

Non glielha mica ordiano il medico di andare al festival di san remo… giusto? se non gli andava bastava nn andara. io trovo che certe cose, certi luoghi, certe situazioni siano da rispettare ed andare al festival e spaccare una chiatarra come facevano negli anni 60 i gruppi che in comune avevano solo droga e alcool trovo che sia fuori luogo. bastava nn andarci.



3. emy ha scritto:

22 ottobre 2007 alle 14:34

tanto non me ne fregava di quel festival che ignoravo ci fosse anche Megane Gale.. ma poi hanno fatto finta di niente o qualcuno ha detto qualcosa?



4. Noumeno1978 ha scritto:

22 ottobre 2007 alle 17:57

Infatti, sarebbe stato carino vedere cosa ha detto la Gale in quelloccasione…. ma molto probabilmente avr preferito non aggiungere nulla. Peccato, fu un brutto flop per la Carr che, in quel periodo, anche solo col suo show del Sabato, faceva in pratica più ascolti delle serate di quel festival.



5. sanjai ha scritto:

22 ottobre 2007 alle 19:15

…forse avranno esagerato ma gli organizzatori di quel sanremo devono solo ringraziare i placebo…perchè quel sanremo si ricorda solo per la chitarra che hanno spaccato!



6. Gil ha scritto:

22 ottobre 2007 alle 19:31

@DM Ciao Davide, parlate della chitarra distrutta, niente sullesibizione di quel ditino medio nel primo ritornello? Eheheheh Si potrebbe avere una copia del filmato? E da collezione … se non per altro, per una Megan stupenda più che mai!



7. sephiroth ha scritto:

22 ottobre 2007 alle 20:09

hanno fatto benissimo,se non li hanno avvertiti che era sanremo.sono abituati a vedere metallari e rokettari e vedere gente ben vestita li ha fatti scattare



8. Marco ha scritto:

22 ottobre 2007 alle 21:17

A me quelledizione del Festival piacque…



9. Ruben ha scritto:

22 ottobre 2007 alle 21:46

Io avrei sfasciato quella testa di cavolo di Molko sullamplificatore di acciaio però,quella chitarra vale molto più di lui,rockettaro da strapazzo,non vale 1 miliardesimo al cubo di Jimmy Hendrix.



10. LoSchiano ha scritto:

27 ottobre 2007 alle 21:41

Non centra niente ma volevo scriverlo in qualche punto e lo scrivo qua!! Cosa ne dici se tra i momenti da (NON) dimenticare inserisci quando Alessandra Canale piange e saluta nel suo ultimo comunicato delle trasmissioni trasmesse in rai!! boo… non so è solo uno spunto! XD



11. Graziano ha scritto:

27 ottobre 2007 alle 23:15

Serata mitica!



12. _LeThAl_DoSe_ ha scritto:

20 maggio 2009 alle 12:44

Finalmente qualcuno che ragiona!
Brian Molko è un mito, il festival non è all’altezza dei Placebo!
Detto questo pace e amore!



13. Michele.. ha scritto:

26 giugno 2009 alle 12:45

Ma perche non dava a fuoco tutto l’ariston!! Mi faceva un piacere enorme…poi almeno sono stati gli unici ke hanno risvegliato un po il festival xk mi sa ke c’era da addormentarsi x tutti sti incompetenti ke si esibivano…e gia i PLACEBO NN SONO ALL’ALTEZZA DI SANREMO!!”



14. Viviana Pascale ha scritto:

11 settembre 2009 alle 20:30

E’ stato un gesto esagerato.. su questo non ci sono dubbi.. ma più altro NON CAPITO dal pubblico “solito” di Sanremo. Coloro che organizzano il festival e decidono gli artisti stranieri da invitare dovrebbero prestare più attenzione. Per quanto riguarda i Placebo avrebbero dovuto informarsi circa i loro precedenti,ma soprattutto mettere al corrente il gruppo, dell’eventuale reazione “fredda” del pubblico,perchè non conosce,perchè non comprende,perchè totalmente fuori dal loro mondo,e con le loro idee decisamente redrogade. Ma non mi permetto di giudicare neanche il pubblico.. d’altronde io in questo momento della mia vita,ho 20 anni,e adoro i Placebo,li trovo sbalorditivi perchè credo che stiano dando un ottimo contributo alla storia della musica,ma magari anch’io sulla soglia della sessantina,non avrò più questa mente lucida e attuale,per tollelarare certe cose. Ad ogni modo,io credo che non siano da incolpare.. oltrettutto Brian ha anche chiesto scusa per questo gesto e ha fornito le sue ottime ragioni. Mettetevi un pò nei suoi panni.. credete che sia stato carino per lui,cantare una canzone di quel calibro e trovarsi davanti gente impassibile e schifata..?? perchè parliamo anche di questo.. sono convinta che siano state proprio le espressioni sui volti del pubblico a suscitare quella reazione. A mio modesto parere, i Placebo non sono un gruppo tale da poter salire sul quel palco.. non sarebbero mai apprezzati per il loro valore o quanto meno occorre un’informazione più giusta e dettagliata ai componenti del gruppo per prepararli a ciò che li aspetta. Il gelo.
Brian tranquillo.. ai tuoi concerti non accadrà mai una cosa del genere! ;)



[...] davidemaggio [...]



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.