19
marzo

CIAO DARWIN 7: LA RESURREZIONE E’ COMPIUTA

Ciao Darwin 7 - Paolo Bonolis

Ciao Darwin è tornato. Ancora quello di sempre, ma come sempre in ottima forma. La settima edizione ha preso il via con una puntata che ha visto contrapporsi i normali e i diversi, capitanati da Orietta Berti e Rebecca Di Pasquale. E se il programma non ha offerto praticamente alcuna novità, si è rivelato comunque una piacevole conferma, raggiungendo, a dire il vero, picchi di quello che in gergo definiscono “trash” che non ricordavamo da tempo. Un Paolo Bonolis in gran spolvero, personaggi al limite dell’incredibile e tanta, tanta carne in vista. Questi gli ingredienti della prima puntata, che ha letteralmente fatto impazzire i social (119.000 unicii) – con un elevatissimo numero di cinguettii divisi tra chi (tanti) non conteneva le risate e chi invece faceva notare che, forse, la mano era un po’ scappata – e soprattutto ha portato lo share di Canale 5 oltre il 25%.

Tra le prove di coraggio, il defilè, e il viaggio con la macchina del tempo (che ha portato due improbabili concorrenti nel mondo horror), Ciao Darwin si è ripresentato con gli stessi e immancabili punti fermi di sempre. Il che non è necessariamente un male, sebbene qualche piccola variazione l’avremmo gradita. La ciliegina su una torta “iper calorica” sta nella veste, quasi vintage, che il programma ha giocoforza indossato. Già dalla sigla le ballerine si sono esibite praticamente seminude, la Madre Natura poi era bellissima e decisamente maggiorata. Durante la prova “A spasso nel tempo”, poi, la regia di Roberto Cenci non ha risparmiato primissimi piani di conturbanti fondoschiena e generosi décolleté arrivando a calcare (troppo?) la mano. Ciao Darwin riscopre una tv di pancia che sembrava passata, con l’ostentazione di canoni che riprendono un genere, quello di un varietà da molti dato per morto e sepolto ma evidentemente ancora vivo, seppur con gli adattamenti richiesti dai giorni nostri (si vedano anche i diversi balletti nell’arco della serata, coreografati da Marco Garofalo, dove sensualità e bellezza femminile erano ancora le protagoniste assolute).

Tra le note di demerito, la totale assenza di peli sulla lingua di Bonolis nei confronti dei partecipanti. Non è certo una novità, anche ad “Avanti un altro” la presa in giro del concorrente era uno dei punti peculiari. Ma, nelle prime prove della serata, i commenti sono sembrati un tantino pesanti. Solo per citare alcune parole di Bonolis: Salvate la vacca – sembra una cernia col casco – spinga, ciccione – sembra un cacio cavallo – sembra un centipede umano”. La presenza di Luca Laurenti, invece, è sembrata meno incisiva del solito (forse a causa della sempre più strabordante incontenibilità di Bonolis).

Per la cronaca, la prima puntata si è conclusa con la vittoria dei “diversi”. La prossima sfida vedrà contrapporsi il mondo dei bucatini (con Maddalena Corvaglia a fare da capitano) a quello degli integratori (con Francesca Cipriani); la ricerca dell’uomo del terzo millennio continua.



Articoli che potrebbero interessarti


Ciao Darwin 7 - Prova di coraggio
CIAO DARWIN 7: PAOLO BONOLIS DENUNCIATO PER MALTRATTAMENTO DI ANIMALI


Ciao Darwin 7 - La Risurrezione
CIAO DARWIN 7: STASERA LA QUARTA PUNTATA. CI SARA’ ANCHE TINA CIPOLLARI


Ciao Darwin 7 La Resurrezione
CIAO DARWIN 7: STASERA SI SFIDANO I BELLI E I BRUTTI


Ciao Darwin 7 - Paolo Bonolis e Luca Laurenti
CIAO DARWIN 7 STASERA AL VIA. NELLA PRIMA PUNTATA ORIETTA BERTI (PER I NORMALI) VS REBECCA DEL GF (PER I DIVERSI)

9 Commenti dei lettori »

1. Deddo ha scritto:

19 marzo 2016 alle 11:46

La vedo dura per il programma di Pausini-Cortellesi.. Ciao Darwin è una macchina da guerra e la Rai non è più quella dei grandi Varietà.



2. IvY ha scritto:

19 marzo 2016 alle 12:44

Troppo contenta per il ritorno di Ciao Darwin.
Ieri sera è stato molto divertente soprattutto perchè la coppia Bonolis Laurenti è tornata a valorizzarsi di più rispetto a quanto faceva in Avanti un altro, in cui Laurenti ha un ruolo defilato, vista la diversa natura del programma.
E poi quando è iniziata la mitica sigla di Renato Zero mi sono un pochino emozionata!



3. Lorenzo ha scritto:

19 marzo 2016 alle 12:47

Ciao Darwin il vero ed unico varietà della televisione italiana!!!! Tutto perfetto e se devo trovare un neo … Avrei aggiunto una prova inedita,una novità!



4. BohBeh ha scritto:

19 marzo 2016 alle 14:02

è tale e quale alle vecchie edizioni, mancava solo il gioco degli abbinamenti (quello di Califano e il “topo nelle mutande”)

vero vincitore della serata è il mistico/Gesù attaccato alla fionda. “vi amerò per sempre”.



5. Nostrese ha scritto:

19 marzo 2016 alle 14:06

Ci meritiamo programmi del genere ..
Volgarità senza ritegno… Ignoranza senza limiti … E un conduttore sbrodolone che si lamenta di un certo tipo di TV ma che evidentemente quando vede il conto in banca cambia idea ….
Andiamo avanti così .. Facciamoci del male …
Rai



6. xxxxx ha scritto:

19 marzo 2016 alle 14:40

Erano sei anni che lo stavo aspettando, finalmente mi son fatto due risate!!!. Ad ogni modo, volevo farvi due appunti:
-Lavacca era il cognome di una delle concorrenti, non era un insulto…
-i commenti di Bonolis sono probabilmente la cosa più divertente del programma e voi li bocciate???? Ma daiiiiii
@Nostrese: ti ricordo che la tv italiana è molto meno trash di quel che si pensa… Prova a guardare, ad esempio, la versione ungherese del gf (dove c’era un ragazzo italiano che si faceva masturbare da tutti, uomini e donne), o alcune versioni internazionali di IGT… In confronto a Ciao Darwin non è niente.



7. BohBeh ha scritto:

19 marzo 2016 alle 17:12

@Nostrese: sinceramente tu e gli altri avete stra-stancato con questa storia del “meritarci” una certa televisione. mica possiamo passare 24 ore su 24, 7 giorni su 7, a discutere di unioni civili, scie chimiche e olio di palma.



8. bonni ha scritto:

19 marzo 2016 alle 19:38

preferisco i “primissimi piani di conturbanti fondoschiena” a dei brutti uomini nudi dell’isola (e in questo sito si mostrano anche le parti comunemente nascoste dal sole) e ai ballerini sempre semi nudi (chissà perchè) proposti nel pomeriggio ad amici di cui però non si lamenta nessuno. Basterebbe un pò di coerenza e di leggerezza….



9. Enzo ha scritto:

19 marzo 2016 alle 20:48

Chissa perchè avete sentito l’esigenza di far notare le nudità…siete dei moralisti anche voi? E tutti i nudi maschili che imperversano ogni giorno in tv nessuno ne parla?



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.