18
gennaio

ASCOLTI TV 2015: RAI1 PRIMA RETE, RAI 2 BATTE RAI3, REAL TIME E RAI YOYO DIGITALI LEADER

Masha, Carlo Conti, Benedetta Parodi, Maria Bouzas

Rai1 conserva la leadership ma senza strafare. Nel 2015 la rete diretta da Giancarlo Leone si conferma la preferita dagli italiani con uno share – in calo rispetto all’anno precedente – del 17.03% nelle 24 ore. Segue Canale 5 che si difende con il 15.41%; un risultato in lieve crescita rispetto allo scorso anno a fronte del persistere di un palinsesto acceso a scacchiera e sulla scia dei risultati monstre del pomeriggio.

Sull’ultimo gradino del podio troviamo Rai2 che con il 6.82% beffa Rai3, al 6.65%, e può dirsi soddisfatta di un’annata fortunata soprattutto dal punto di vista dell’intrattenimento di prima serata (da Made in Sud a Stasera Tutto E’ Possibile passando per The Voice, Boss in Incognito, Pechino Express e il boom della finale dell’Eurovision Song Contest).

Italia1 è quinta con un magro 5.68%, seguita da Rete 4 che, malgrado più di un tentativo di rinnovamento, deve arrendersi alla concorrenza fratricida dei nuovi canali agguantando il 4.61%. Fanalino di coda La7, ancorata al 3.06%.

Ascolti Tv 2015: i canali all digital

Passando alle nuove reti free, Real Time è il primo canale all digital nonchè l’ottavo nazionale con l’1.52% di share nelle 24 ore. La casa mediatica di Enzo Miccio e Benedetta Parodi distanzia la Rai Yo Yo di Massimo Liofredi che, forte di “blockbuster” come Peppa Pig e  Masha e Orso, segna l’1.43%. Iris è terza nel ranking delle digitali con l’1.33%. Il canale diretto da Marco Costa comunque può fregiarsi del titolo di ottavo canale nazionale in prima serata con uno share dell’1.7%, in crescita rispetto all’anno precedente.

Il motociclismo, le repliche dei grandi show di Sky Uno e le seconde serate a base di eros portano a Cielo l’1.27% di share e il quarto posto tra le reti digital natives più seguite a pari merito con DMAX. Ad un soffio, con l’1.26%, troviamo Top Crime (che si piazza, dietro Iris, con l’1.3%, nel ranking dei prime time digitali più visti). Un po’ più staccato il canale cinematografico Rai Movie, con l’1.09%, che batte Rai Premium, ferma all’1% complice una programmazione fatta giocoforza quasi esclusivamente di repliche. Tutte le altre tematiche rimangono al di sotto dell’1% compresa Rai4, da settembre visibile sul canale 104 di Sky.

Ascolti Tv 2015: la classifica delle prime 15 reti free (share % nelle 24 h)

Di seguito ecco un recap dei primi quindici canali free del 2015 (fonte Primaonline).

1 Rai 1 17,03
2 Canale 5 15,41
3 Rai 2 6,82
4 Rai 3 6,65
5 Italia 1 5,68
6 Rete 4 4,61
7 La7 3,06
8 Real time 1,52
9 Rai YoYo 1,43
10 Iris 1,33
11 Cielo 1,27
12 DMAX 1,27
13 Top Crime 1,26
14 RAI Movie 1,09
15 Rai Premium 1,00

[COM'ERANO GLI ASCOLTI NEL 2010]

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Anno Auditel 2010 (Festival di Sanremo)
ANNO AUDITEL 2010: RAI1 LEADER COL 20.7% NELLE 24H, CANALE 5 NON BRILLA NEANCHE NEL TARGET COMMERCIALE (20.1% NELLE 24H). RAI2 BATTE ITALIA1


Adriana Volpe - Mezzogiorno in Famiglia
Ascolti TV: i debutti della nuova stagione 2017/2018 confrontati con quelli dell’anno precedente


Un, Due, Tre... Fiorella!
Ascolti TV | Sabato 23 settembre 2017. La Mannoia chiude con il 20.6%, Che Bella Giornata 11.3%. Il Sabato Italiano 10.6%


Loretta Goggi tale e quale
Ascolti TV | Venerdì 22 settembre 2017. Tale e Quale Show parte dal 22.1%. Crozza non va oltre il 3.5%, battuto da X Factor (4.4%)

4 Commenti dei lettori »

1. IL MIO REALITY ha scritto:

18 gennaio 2016 alle 15:23

Sorpendente Rai 2 come terza rete, avrei pensato che il podio fosse occupato da Rai 3. Debacle per Italia 1 e Rete 4 (italia 1 quasi -1% rispetto Rai 3 o Rai 2). La7 appena sopra il 3%, credo possa fare di più (quanto meno superare il 3,5%).
Credo che il 2016 riservi sorprese per quanto riguarda la classifica delle reti sopra il punto percentuale di share.
Quanto meno mTV8 e Deejay Tv dovrebbero rientrare in questa classifica, staremo a vedere.
Cosa dire su Real Time? Regina delle native digitali, un po’ l’apripista per tutte le reti minori sia tematiche che psudogeneraliste.
Ultima riflessione, il cinema e la fiction pagano in termini di ascolto, quindi chissà che il nuovo canale Paramount che andrà a occupare il 27 (al posto di Sky Tg24 che migrerà sulla cinquantina) non si riveli una sorpresa nel 2016.



2. Mario ha scritto:

18 gennaio 2016 alle 15:26

Che differenza con gli ascolti di 5 anni prima del link a fine post!



3. Groove ha scritto:

18 gennaio 2016 alle 16:48

Una differenza di appena due punti tra Rai 1 e Canale 5, il problema però per la rete ammiraglia Mediaset è di questa stagione televisiva, da settembre a oggi risultati poco confortanti, vedremo se la situazione cambierà. Italia 1 ha assolutamente bisogno di nuovi programmi, quinta rete quando una volta era terza. Real Time è il più forte di quelli nuovi. Comunque con la frammentazione degli ascolti i risultati non saranno più quelli di una volta, quindi è bene che molti inizino a fare un uso diverso della parola flop.



4. Claudio ha scritto:

18 gennaio 2016 alle 20:02

La classifica conferma la forte crisi di Rete 4 e Italia 1.

La prima porta a casa una media di 4.61% di share, dato generoso, che risente di un primo semestre dove la terza rete Mediaset dava segni di risveglio, segni che però si sono affievoliti col tempo e che sempre più di frequente hanno lasciato la rete agonizzare intorno al 3,5%. La media ascolti del 2016 è prevista in ulteriore discesa.

La media di Italia 1 è più fedele ai dati di questi primi giorni del 2016. La rete ha una identità legata al passato piuttosto che a progetti attuali e non è più quel laboratorio dove sperimentare nuove idee in attesa di un possibile successo di pubblico da far esplodere su Canale 5 (è successo per Bim bum bam, Striscia la notizia, Paperissima e Scherzi a parte). Il 2016 potrebbe essere un anno di stabilità ma non sarà semplice confermare il 5,68% ottenuto nel 2015.

Nel 2016 entreranno in classifica (M)Tv8 e Deejay Tv e sarà interessante capire, non tanto quali saranno le reti ad uscire, ma quali ripercussioni subiranno Cielo, Real Time e DMAX. Al momento le strategie di SKY e Discovery nella sostanza non sono ben chiare e il rischio di cannibalizzare prodotti consolidati è concreto. Staremo a vedere.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.