18
dicembre

CHAMPIONS LEAGUE 2015/2016: GLI ASCOLTI PARLANO CHIARO… E (PURE) IN CHIARO MEDIASET PERDE

Uefa Champions League

L’edizione 2015/2016 della Uefa Champions League ha archiviato la fase a gironi e dà ora appuntamento tra circa due mesi per il via agli ottavi di finale, che vedranno la Juventus opposta ai tedeschi del Bayern Monaco e la Roma agli spagnoli del Real Madrid. Ma che Champions è stata finora per Mediaset, che per la prima volta ha l’esclusiva assoluta della competizione europea per club più importante al mondo?

In attesa della decisiva fase finale, facciamo il punto della “situazione in chiaro“, partendo da un fattore: per il telespettatore tradizionale, quello privo di qualsiasi abbonamento (che sia Premium o Sky), nulla – in termini quantitativi – è cambiato rispetto alla passata stagione, quando le partite dell’ex Coppa Campioni venivano trasmesse dai canali Sport e Calcio della pay tv, ad eccezione del match più importante del mercoledì, garantito in chiaro e in esclusiva proprio da Canale 5. Quest’anno, infatti, Mediaset ha trasmesso l’intera fase a gironi sui canali a pagamento di Premium, mentre almeno un incontro a giornata è finito in chiaro (che quasi mai era il più importante e in alcuni casi riguardava squadre straniere).

Peccato, però, che quest’anno la Champions League free abbia fatto registrare un importante calo d’ascolti, inevitabile e messo in conto per certi versi (vista l’assenza della Juventus), assolutamente inaspettato per altri. Colpa della nuova esclusiva, unita alle discutibili strategie “acchiappa-abbonamenti” (Juventus soltanto in pay, Roma in chiaro a fasi alterne)?

Champions League in chiaro su Mediaset: il confronto con la scorsa stagione

Vediamo, nel dettaglio, gli ascolti registrati in chiaro da Mediaset con la Champions nella stagione in corso e quelli, nell’analogo periodo, di dodici mesi fa (tra parentesi la rete di messa in onda, il totale spettatori e lo share):

Prima Giornata:

15/09/2015 Real Madrid-Shakthar Donetsk (Italia 1 | 1.417.000 – 5.68%)
16/09/2015 Chelsea-Maccabi Tel Aviv (Italia 1 | 1.432.000 – 5.66%)
17/09/2014 Roma-Cska Mosca (Canale 5 | 4.959.000 – 19.14%)

Seconda Giornata:

29/09/2015 Bate Borisov-Roma (Italia 1 | 2.760.000 – 10.04%)
01/10/2014 Atletico Madrid-Juventus (Canale 5 | 7.071.000 – 25.47%)

Terza Giornata:

21/10/2015 PSG-Real Madrid (Mediaset Italia 2 | Auditel sospeso)
22/10/2014 Olympiacos-Juventus (Canale 5 | 6.849.000 – 24.09%)

Quarta Giornata:

04/11/2015 Roma-Bayer Leverkusen (Canale 5 | 4.779.000 – 17.52%)
05/11/2014 Bayern Monaco-Roma (Canale 5 | 6.230.000 – 22.04%)

Quinta Giornata:

24/11/2015 Barcellona-Roma (Canale 5 | 4.529.000 – 16.27%)
26/11/2014 Malmoe-Juventus (Canale 5 | 6.790.000 – 23.80%)

Ultima Giornata:

09/12/2015 Roma-Bate Borisov (Canale 5 | 4.920.000 – 17.74%)
10/12/2014 Roma-Manchester City (Canale 5 | 6.507.000 – 23%)

Vero è che nella passata edizione, come detto, le partite trasmesse su Canale 5 erano in esclusiva, mentre quest’anno i match in chiaro andavano in simulcast anche su Premium. Ma il quadro poco cambia (l’ultima partita della Roma, ad esempio, ha ottenuto 337.000 spettatori e l’1.21% su Premium) e mostra una perdita di appeal non indifferente. Quali sono, secondo voi, le ragioni di un tale crollo?

Inoltre Mediaset, insieme al confronto “interno” con la stagione scorsa, perde persino la sfida (in)diretta con il calcio Rai, entrato nel vivo della meno blasonata Tim Cup. Mercoledì sera su Rai 1 c’era la Juventus (sì, in chiaro!) e il derby della Mole con il Torino ha appassionato 5.334.000 spettatori, che sono valsi a Rai 1 il 20.06% di share. Numeri da Champions, anzi no.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Uefa Champions League
CHAMPIONS LEAGUE 2016/2017: VENDUTA PREMIUM, MEDIASET GARANTIRA’ UN’ITALIANA PER TURNO IN CHIARO


C'è posta per te
2015 IN TV, UN ANNO DI SUCCESSI (PRIMA PARTE)


Sky
SKY VUOLE PREMIUM: OFFERTI A MEDIASET 1,1 MILIARDI DI EURO. PIERSILVIO BERLUSCONI: NESSUNA TRATTATIVA APERTA


Napoli fuori
NAPOLI FUORI DALLA CHAMPIONS LEAGUE: ESULTANO JUVE, ROMA E MEDIASET. BEFFATA SKY!

3 Commenti dei lettori »

1. Sergio ha scritto:

18 dicembre 2015 alle 12:02

strategia commerciale scellerata da parte di mediaset:
pensavano di avere nuovi clienti provenienti da sky per premium e invece non hanno avuto numerosi nuovi abbonati.
Poi la politica del ricatto non ha funzionato: solo se ti abboni con l’easy pay per almeno un anno ti faccio vedere la Juve; non puoi acquistare il singolo evento e non puoi vedere la champions se ti abboni con una prepagata per sei mesi. Inoltre su canale 5 e/o italia uno hanno mandato in onda partite poco interessanti, quindi con pochi ascolti; se avessero mandato in onda ogni tanto la Juve avrebbe fatto boom di ascolti e promuovere il prodotto, oltre ad avere numerosi introiti pubblicitari. Il ricatto continua anche con gli ottavi di finale dove faranno vedere Juve e roma solo agli abbonati.

Dal primo gennaio ai vecchi abbonati verrà aumento il tariffario dell’abbonamento a 40 euro, se non ti va bene devi inviare la disdetta entro il 31 dicembre 2015.



2. ilSole ha scritto:

18 dicembre 2015 alle 12:10

Questi a mediaset sono completamente fuori. Non mi spiego una gestione così bambinesca. Hanno una Ferrari per le mani ma la tengono in garage



3. ISABELLA ha scritto:

18 dicembre 2015 alle 16:25

Il più grande problema di Premium è l’offerta aggiuntiva: va bene l’esclusiva della Champions e poi ? Le esclusive dei campionati esteri li ha Sky . Altri sport proposti? I diritti degli sport più seguiti oltre il calcio li hanno sky o discovery.( hanno avuto per anni il motomondiale).Da considerare poi la qualità delle trasmissioni , specialmente in HD. Quando si costruisce si parte dalle fondamenta non dal tetto!!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.