2
novembre

I GIORNI DELLA RICERCA: RAI E AIRC INSIEME CONTRO IL CANCRO. DOMENICA SPECIALE EREDITA’ CONDOTTO DA CONTI E FRIZZI CON INCURSIONE DELLA CLERICI

Antonella Clerici

Da oltre vent’anni RAI e AIRC uniscono le loro forze durante I Giorni della Ricerca (2-8 novembre 2015) per informare l’opinione pubblica sui risultati ottenuti per la cura del cancro, per presentare le nuove sfide che si prospettano e coinvolgere il pubblico a donare per sostenere i progressi della migliore ricerca oncologica italiana. Una collaborazione che ha consentito negli anni di raccogliere più di 86 milioni di euro per il finanziamento dei 5.000 ricercatori sostenuti dall’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro e nello stesso tempo ha contribuito a superare quelle barriere culturali per cui non era possibile parlare apertamente di cancro, soprattutto all’interno dei programmi televisivi e radiofonici.

Cinquant’anni fa, quando nacque AIRC, nella maggioranza dei casi, chi si ammalava di cancro sapeva di avere i giorni contati. Oggi, sempre più pazienti vengono curati  e la diagnosi può essere accolta con la speranza e la fiducia di vincere la malattia. In Italia in particolare si guarisce di più, come testimoniano gli ultimi dati che pongono il nostro Paese al vertice in Europa per le guarigioni: in 20 anni gli italiani che hanno sconfitto il cancro sono aumentati del 18% tra gli uomini e del 10% tra le donne, e sono circa 3 milioni le persone che  attualmente convivono con una precedente esperienza di cancro: oltre il 5% della popolazione (*Fonte: AIOM e AIRTUM, I numeri del cancro in Italia 2014).

Dietro questi numeri ci sono tante storie della ricerca. RAI darà spazio alle voci e ai racconti dei ricercatori e di coloro che – con la loro esperienza personale – possono testimoniare l’efficacia delle terapie: come Cristian, trentasette bolognese a cui all’età di 8 anni venne diagnosticato un linfoma non Hodgkin con solo il 10% di probabilità di guarigione. Oggi Cristian è il protagonista dell’immagine dei Giorni della Ricerca per testimoniarne i risultati. Insieme a lui la volontaria Chiara e la ricercatrice napoletana Anna Chiara.

Può sembrare strano, ma di quel periodo ricordo soprattutto il sorriso del personale e dei parenti; il calore di quelle persone riscaldava gli ambienti dell’ospedale allora grigi e freddi – racconta Cristian – Oggi grazie ai progressi della ricerca più del 70 per cento dei bambini colpiti da linfoma si salva. È importante ricordare che anni di sforzi compiuti nella ricerca e nella sensibilizzazione di chi ancora ha paura di ciò che non vuole accettare, ovvero la malattia, sono serviti a qualcosa”.

Il Presidente AIRC Pier Giuseppe Torrani ricorda l’importanza della collaborazione con RAI e sottolinea il significato di questo 2015 per l’Associazione:

Mi fa piacere che sia proprio la Rai a chiudere l’anno speciale del Cinquantesimo di AIRC. In questi 50 anni AIRC ha distribuito oltre 1 miliardo di euro per progetti e borse di studio in tutta Italia, un risultato straordinario – reso possibile anche dalle donazioni del pubblico della RAI negli ultimi vent’anni – che consente oggi a 5.000 ricercatori di lavorare con continuità a progetti per la prevenzione, la diagnosi e la cura del cancro (…)”.

I Giorni della Ricerca: le dichiarazioni di Clerici, Conti e Mirabella

Antonella Clerici, Carlo Conti e Michele Mirabella sono i tre ambasciatori AIRC in RAI, da tempo impegnati a per promuoverne la missione presso il grande pubblico.

Ho ricevuto il testimone di madrina di AIRC da una grande donna, Sandra Mondaini - ricorda Antonella Clerici – Ho accettato con entusiasmo, sentivo di doverlo fare anche in ricordo della mia mamma che ho perso proprio per questa malattia”.

Da 5 anni ho scelto di essere al fianco di AIRC – prosegue Carlo ContiAnche per me Sandra Mondaini e Raimondo Vianello, storici testimoni dell’Associazione, sono stati un esempio e uno sprone. Sono cresciuto con il tabù che di cancro non si doveva parlare. Anche quando il mio babbo è morto per un tumore ai polmoni –  avevo appena 18 mesi – si parlava solo di un male ‘incurabile’”.

Dal 1998 conduco ogni anno uno Speciale Elisir, un appuntamento ormai diventato un’istituzione in RAI,  per presentare i risultati e le sfide della ricerca oncologica – conclude Michele MirabellaLa conoscenza è la prima difesa contro la malattia. Per questo nel mio lavoro ho cercato di dare risposte alle tante domande dei telespettatori.”

Informazione, storie, approfondimenti ma anche sperimentazione e nuovi linguaggi: AIRC presenta, in collaborazione con il mensile Focus, Pillole di Scienza, miniserie di brevi video divulgativi con protagonisti Aldo, Giovanni e Giacomo, Giulia Michelini, Paola Minaccioni, Stefania Rocca, Carla Signoris e Nicolas Vaporidis. Un progetto che, attraverso sette clip con grafiche accattivanti, si pone l’obiettivo di raccontare le parole della ricerca in un modo nuovo e coinvolgente.

I Giorni della Ricerca: gli speciali appuntamenti in tv e in radio

Tutte le principali trasmissioni Rai si occuperanno dell’iniziativa, ve ne segnaliamo alcune.

LA PROVA DEL CUOCO: Antonella Clerici, madrina della campagna,  ha aperto la sua cucina a Andy Luotto, attore, chef e sostenitore di AIRC, che per tutta la settimana sarà il giudice della sfida “Chi batterà gli Chef”. Da lunedì a venerdì, LA VITA IN DIRETTA dà spazio alle storie di chi ha avuto un’esperienza di malattia e oggi può dire “Io, grazie alla ricerca, ce l’ho fatta!”.

Ogni sera, da lunedì a domenica, Fabrizio Frizzi a L’EREDITA’ ricorda l’importanza di partecipare da protagonisti ai progressi della ricerca, coinvolgendo il pubblico a donare e richiamando, in alcune domande del gioco, le tappe fondamentali della lotta ai tumori. Gran finale, domenica 8 novembre con una puntata speciale, con la straordinaria doppia conduzione di Fabrizio Frizzi e Carlo Conti e l’incursione in studio di Antonella Clerici. Si sfidano per AIRC sei concorrenti vip d’eccezione: Enzo Iacchetti, Francesca Fialdini, Daniela Ferolla, Elisa Isoardi e Sergio Friscia. L’intero montepremi sarà devoluto ad AIRC per finanziare i giovani talenti e i migliori progetti della ricerca oncologica nel nostro paese.

Carlo Conti, ambasciatore di AIRC nelle case degli italiani attraverso la radio e la televisione, prosegue poi il suo personale impegno  a TALE E QUALE SHOW, in onda venerdì 6 novembre in prima serata. Oltre coinvolgere la giuria e il cast per richiamare l’attenzione del pubblico a partecipare con una donazione alla missione di AIRC, ospita in studio i tre volti della campagna: Anna Chiara, Cristian e Chiara, per ricordare che rendere il cancro sempre più curabile non è un sogno, ma l’obiettivo quotidiano di 5000 ricercatori AIRC.

Anche il programma di medicina di Rai1, BUONGIORNO BENESSERE, sabato 7 dedica una puntata ad AIRC. Ospiti di Vira Carbone sono Alessandra Fabi dell’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena e la truccatrice Valentina Zatti, per presentare il progetto “Insieme più belle”, dedicato alle donne che desiderano contrastare gli eventuali effetti collaterali, estetici, causati dai farmaci oncologici.

Domenica 8 novembre dalle 6:30 alle 24:00 la staffetta RAI raggiunge il suo massimo momento di comunicazione e di coinvolgimento partendo con UNO MATTINA IN FAMIGLIA. Tante le trasmissioni della domenica coinvolte nella maratona, come MEZZOGIORNO IN FAMIGLIA, QUELLI CHE IL CALCIO, L’ARENA, DOMENICA IN fino alla puntata speciale dell’EREDITÀ e allo SPECIALE ELISIR.

Il momento conclusivo della campagna “RAI per AIRC” è il tradizionale appuntamento con Michele Mirabella e con il suo SPECIALE ELISIR, in diretta in prima serata dalle 21:45 su Rai3, interamente dedicato all’approfondimento delle più importanti novità nel campo della ricerca e della cura del cancro. In studio con Mirabella, per illustrare i risultati ottenuti in cinquant’anni di ricerca per la cura del cancro, Federico Caligaris Cappio nuovo direttore scientifico di AIRC dal gennaio 2016. Intervengono inoltre: Antonio Moschetta, dell’Università degli Studi di Bari, su dieta e tumore al colon; Lucia Del Mastro, dell’Ospedale San Martino di Genova, per fare il punto sui tumori femminili; Michele Milella dell’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena di Roma per un focus su prevenzione e cura dei tumori maschili; Pier Paolo Di Fiore dell’Università degli Studi di Milano per guardare, oltre il presente, alle sfide aperte nel futuro della ricerca. La blogger Andrea Delogu e il giornalista Gerardo Greco sono i protagonisti di un insolito test sulla sana alimentazione preparato per loro dalla biologa nutrizionista Anna Villarini, dell’Istituto dei Tumori di Milano. Oltre la scienza, ampio spazio è riservato alle toccanti testimonianze di persone che hanno superato l’esperienza di malattia. Nello studio di Elisir, accanto a Mirabella, c’è anche Federica Sciarelli, ambasciatrice di AIRC, per testimoniare la sua fiducia nella ricerca e coinvolgere il pubblico a partecipare da protagonista, con una donazione, alla storia dei successi sulla malattia.

Per tutta la settimana anche RADIO1, RADIO2, RADIO3, ISORADIO, insieme ai GR RAI danno voce ai protagonisti della ricerca, con interviste e approfondimenti, nelle principali trasmissioni. L’informazione generale è garantita da programmi storici come Radio Anch’io (Radio1) e Tutta la città ne parla (Radio3) e dal contributo di Voci del mattino e Italia sotto inchiesta (Radio1). L’informazione scientifica si avvale dell’esperienza di La radio ne parla, Life-Obiettivo benessere (Radio1) e di Radio3 Scienza (Radio3). La sensibilizzazione culturale è protagonista nelle trasmissioni di Radio2, nei programmi sportivi di Radio1 e in Fahrenheit, Hollywood Party e Radio3Suite (Radio3).

Anche le testate giornalistiche televisive danno un importante contributo informativo. TG1, TG2, TG3 e RAINEWS ricordano i principali appuntamenti e raccontano i successi scientifici più recenti. I TGR, con tutte le redazioni regionali, danno voce alle eccellenze dell’oncologia italiana attraverso le storie e i successi di ricercatori finanziati da AIRC sul territorio. A RaiSport il compito di coinvolgere il pubblico dei tifosi attraverso l’iniziativa “Un Gol per la Ricerca” sui campi della Serie A, sabato 7 e domenica 8.

I Giorni della Ricerca: come donare

E’ possibile fare una donazione con una chiamata da telefono fisso o inviando un SMS al numero unico 45509, attivato dal 30 ottobre al 17 novembre dai principali gestori di telefonia fissa e mobile Telecom Italia, Infostrada, Fastweb, Tiscali, Vodafone, TWT, TIM,WIND, 3, PosteMobile e CoopVoce. In alternativa è possibile donare con: carta di credito chiamando il numero verde AIRC 800 350 350 o su www.airc.it; bollettino postale sul conto corrente 30 72 72 intestato ad AIRC; bonifico bancario sul conto intestato ad AIRC presso UBI Banca (senza commissioni) IBAN | IT23Q 0542801602 000000009390.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


I GIORNI DELLA RICERCA: RAI E AIRC INSIEME CONTRO IL CANCRO. DOMENICA SPECIALE EREDITA' CONDOTTO DA CONTI E FRIZZI CON INCURSIONE DELLA CLERICI
L’EREDITA’ IN PRIMA SERATA PER SOSTENERE LA RICERCA SUL CANCRO


Alice Taticchi Miss Mondo Italia 2009
L’Eredità: la campionessa Alice Taticchi ha vinto Italia’s Next Top Model – Foto


frizzi-a-leredità-2017
L’Eredità e le gaffe epiche: perchè Rai1 seleziona concorrenti ignoranti?


nemicamatissima - cuccarini parisi
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (2-8/12/2016). PROMOSSI L’EREDITA’ E LA CUCCARINI, BOCCIATI NEMICAMATISSIMA E CULTURA MODERNA

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.