White Collar



18
dicembre

WHITE COLLAR 6: COLPI DI SCENA E UN FINALE “APERTO” NELL’ULTIMO EPISODIO IN PROGRAMMA STASERA NEGLI USA

White Collar

Mentre Italia 1 sta trasmettendo dal lunedì al venerdì alle 16:40 gli ultimi episodi della quinta stagione, gli spettatori americani di White Collar si stanno preparando ad un series finale che si prospetta molto intrigante. Questa sera, sul canale via cavo USA Network, verrà consumata l’ultima (?) impresa della strana coppia formata dall’Agente Peter Burke e dal brillante truffatore Neal Caffrey, che si trovano a collaborare per la sezione White Collar Crime Unit di New York, divisione dell’FBI che si occupa di crimini non violenti, quali truffe, frodi, falsificazioni e furti d’arte.

White Collar 6, anticipazioni: quesiti risolti e scenari aperti nel series finale

In merito al gran finale di stasera, che coincide con il sesto episodio della sesta e ultima stagione, i due protagonisti della serie crime si pronunciano con interessanti anticipazioni e “sibilline” dichiarazioni.

Tim DeKay, interprete dell’agente Burke, promette:

“Abbiamo in serbo grandi colpi di scena […] molte domande che il pubblico si è posto in tutte le stagioni avranno una risposta”

Se alcuni quesiti lasciati in sospeso troveranno risposta, Matt Bomer – interprete dell’impostore Neil Cafrfey che si offre di collaborare col suo “aguzzino” Burke in cambio della libertà – anticipa:

“Credo che gli sceneggiatori abbiano fatto un lavoro incredibile nel creare una sorta di cliffhanger, offrendo al pubblico qualcosa su cui riflettere […] Hanno davvero lasciato alcuni scenari aperti e riservato molto alla fantasia dello spettatore, e penso che questo sia un elemento ancora più potente di qualsiasi altra cosa scritta su un pezzo di carta”.




29
gennaio

WHITE COLLAR: AL VIA SU FOX LA QUINTA STAGIONE

White Collar

Da questa sera, mercoledì 29 gennaio, torna su Fox l’appuntamento con White Collar. Anche nelle nuove puntate in prima visione assoluta, che compongono la quinta stagione della serie ideata da Jeff Eastin, assisteremo ad un sapiente mix di vari generi: dal poliziesco al dramma, dalla commedia al romanzo sentimentale. Protagonisti di White Collar sono ancora una volta Neal Caffrey (Matthew Bomer), affascinante genio del crimine nonché brillante artista della truffa, e Peter Burke (Tim DeKay), agente speciale dell’FBI nella sezione White Collar Crime Unit, una divisione che si occupa di crimini non violenti quali truffe, frodi, falsificazioni e furti d’arte. Quando Neal evade di prigione, Peter riesce ad arrestarlo. Tuttavia, invece di riportarlo in carcere, decide di sfruttare le sue capacità di truffatore per dare la caccia ad un importante falsario.

White Collar 5 – Anticipazioni

Il quinto capitolo è composto di soli 13 episodi, contro i 14 della prima e i 16 delle altre, questo per permettere a Eastin di lavorare anche all’altra sua serie, Graceland. Nella nuova stagione di White Collar, Neal Caffrey torna in grande stile, con una nuova ragazza di nome Rebecca Lowe (Bridget Regan), e un nuovo responsabile David Seigel (Warren Kolee). Dopo l’arresto di Peter, condannato per l’omicidio del senatore Pratt, e la partenza di Sara per Londra nel finale della quarta stagione, le cose sono andate un po’ avanti e, infatti, è “il momento di ricostruire l’impero” per dirla come Mozzie (Willie Garson), l’uomo di fiducia di Neal. Nella quinta stagione tornerà anche Mark Sheppard che nell’episodio pilota ha dato il volto a Curtis Hagen, meglio conosciuto come “The Dutchman”.

White Collar – Meme ufficiale

Da sempre attenta ai nuovi linguaggi di comunicazione, in occasione della quinta stagione di White Collar, la Fox ha creato un meme generetor ufficiale della serie. I fan potranno editare il proprio messaggio personale utilizzando come sfondo i principali personaggi di White Collar: lo sguardo magnetico di Neal Caffrey, la faccia da duro di Peter Burke, l’espressione furba di Mozzie e tanti altri. Una volta creato il meme, l’utente potrà farlo votare da tutta la community e condividerlo su Facebook e sugli altri principali social network.

White Collar – Foto


23
settembre

DMLIVE24: 23 SETTEMBRE 2013. 16 ANNI INCINTA SU MTV, LA PELLE CHE ABITO SU IRIS, WHITE COLLAR SU TOP CRIME

Matt Bomer (Neal) - White Collar

Matt Bomer (Neal) - White Collar

Il DM Live 24 è un post pubblicato ogni giorno (a mezzanotte circa) nel quale, tramite i commenti, vengono raccolte in tempo reale le segnalazioni degli utenti su qualunque programma in onda e, più in generale, in relazione a qualsivoglia notizia televisivamente rilevante. I più interessanti verranno pubblicati nel DM Live 24 del giorno successivo.

16 anni incinta su MTV

tinina ha scritto alle 16:12

Dal 29/9 alle 21.10 prenderà il via su MTV la versione italiana di “16 anni incinta”. (Fonte Promo MTV)

La Pelle che Abito in prima tv su Iris

Presentato in concorso al Festival di Cannes 2011, “La pelle che abito” è la prima visione di culto che Iris offre ai suoi telespettatori, lunedì 23 settembre in prime-time, all’interno della rassegna “Director’s cut” dedicata a Pedro Almodóvar.

Basata sul romanzo “Tarantola” di Thierry Jonquet, l’opera a tinte thriller del pluripremiato regista spagnolo è, secondo la critica, quella che meglio delinea il tocco auto-referenziale del suo autore. Tanti i temi affrontati, come in una sorta di puzzle dell’imprevedibilità dell’esistenza: rapimenti, stupri, tradimenti, incidenti tragici, suicidi, cambiamenti di sesso inaspettati, follia, amori morbosi, omicidi e bugie. Nel cast, Antonio Banderas nei panni del dott. Robert Legard, protagonista della pellicola. Eminente chirurgo plastico, l’uomo è preda di una pazzia totale e incontrollata da quando la moglie è morta in un incidente automobilistico. Da allora Legard si dedica a ricerche per creare una ‘nuova pelle’: una vera e propria corazza contro qualsiasi aggressione…

“La piel que habito” ha vinto quattro Goya per Miglior attrice (Elena Anaya), Miglior attore rivelazione (Jan Cornet), Migliori musiche e Miglior trucco e/o acconciature. Nel 2012, Bafta la eletto il Miglior film non in lingua inglese.

White Collar debutta su Top Crime

“White Collar” – serie che vede protagonista il sex symbol Matt Bomer – debutta su “Top Crime”, dalla 1° stagione e in doppio audio, dal prossimo 23 settembre, ogni lunedì, in prima serata.

Neal Caffrey (Bomer) è un giovane e affascinante genio della truffa, suo malgrado consulente dell’agente dell’Fbi Peter Burke (Tim DeKay). Entrambi lavorano per la ‘White Collar Crime Unit’, una divisione dell’Agenzia che si occupa di crimini non violenti.





30
gennaio

WHITE COLLAR 4: IL CRIMINE E’ GLAMOUR E IL TRUFFATORE PURE

White Collar

Non ne avrebbe bisogno, vista anche la già avvenuta conferma per una quinta serie, ma con il traino del secondo ciclo di episodi di Homeland – Caccia alla spia, stasera parte su Fox la quarta stagione di White Collar, la serie tv dedicata ai crimini “radical chic e intellettuali”. Quelli da colletti bianchi, appunto. Insomma, qui parliamo di quadri di Monet contraffatti, mica di serial killer che si imbrattano le mani di sangue e poi, per lavarsele, usano un grezzo sapone di Marsiglia. Che di estratti di calendula e biancospino nemmeno a parlarne.

La storia è quella del super fascinoso nonché stiloso Neal Caffrey, criminale della categoria Robin Hood, Lupin, Diabolik praticamente quelli che, va bene il crimine, ma prima di tutto la classe. Finalmente catturato dal suo eterno inseguitore, Peter Burke (Tim DeKay), Neal commuta la sua pena diventando consulente dell’FBI e passa dalla parte dei buoni, usando le sue “competenze” per smascherare i truffatori, per lo più miliardari, che vestono su misura e vivono in case con viste spettacolari. E Neal è, nell’aspetto, esattamente uno di loro.

Con una sceneggiatura così glamour, l’ambientazione della serie non poteva essere nessun’altra città se non New York. La vita della persona onesta però non è facile. Ed essendo tutto relativo, per noi la tentazione è quella di non farci fare una fattura per evitare di pagarci l’Iva, per Neal Caffrey è quella di rubare un’intera collezione d’arte. E così la storia si sviluppa tra piccole ricadute e successivi ripensamenti, dovuti per lo più alla speciale amicizia nata tra Neal e Peter, e tra l’ideazione e progettazione di acuti piani anti-crimine, così acuti che Neal lo potremmo considerare l’evoluzione fashion di MacGyver.


28
luglio

WHITE COLLAR: UN ‘PROVA A PRENDERMI’ IN VERSIONE SERIALE DEBUTTA IN CHIARO SU ITALIA1

White Collar

Meno efferati di omicidi e rapine ma anch’essi riprovevoli sotto il profilo sociale, i crimini dei colletti bianchi (frodi, corruzioni, truffe, falsificazioni) – commessi cioè da persone di alta estrazione sociale nell’ambito del proprio lavoro – sono una delle piaghe dell’epoca moderna. La White Collar Crime Unit della FBI opera con il precipuo scopo di neutralizzare questo tipo di misfatti ma laddove non riesce con le proprie forze a scongiurare le minacce allora diventa opportuno “risolvere i crimini peggiori affidandosi al criminale migliore“. Il claim della serie illustra perfettamente l’argomento intorno al quale ruota White Collar, in partenza questa sera alle 22 su Italia1.

Peter Burke (Tim DeKay) è un esperto agente dell’unità FBI summenzionata che, dopo tre anni di inseguimenti e faticose indagini (una storia che ricorda vagamente quella del film Prova a prendermi), riesce finalmente ad arrestare il genio della truffa Neal Caffrey (Matt Bomer) che viene condannato a quattro anni di reclusione. A pochi mesi dalla fine della pena però Caffrey evade per cercare Kate, la donna di cui è innamorato, scomparsa dopo un colloquio in carcere, ma viene ben presto riacciuffato da Peter Burke.

E’ proprio in quest’ultima occasione che scocca la scintilla tra l’inseguitore e l’inseguito: Caffrey rivela all’agente importanti informazioni su un pericoloso criminale contribuendo alla sua cattura e diventa consulente dell’FBI in cambio della semilibertà, indispensabile per poter rintracciare la desaparecida fidanzata. Nel cast del telefilm gli spettatori italiani avranno il piacere di imbattersi in una vecchia conoscenza, quella Tiffani Amber Thiessen, che dopo aver fatto sognare gli adolescenti in Bayside School (la dolce Kelly) e in Beverly Hills (dove interpretava la perfida Valerie) è alle prese con un ruolo più maturo nei panni della moglie di Peter Burke.





8
aprile

WHITE COLLAR: IL FASCINO CRIMINALE DEI COLLETTI BIANCHI DA STASERA SU FOX CRIME

Frodi, corruzioni, truffe telematiche, tutto quello che in gergo si chiama ”finanza creativa”: la criminalità spesso assume un volto non violento. E a commettere i reati non sono i “delinquenti da strada” ma individui di estrazione sociale medio – alta. Sono i cosiddetti “colletti bianchi” che, nell’ambito di remunerate professioni e proprio grazie alle loro posizioni di prestigio, si arricchiscono illecitamente. A difendere i cittadini dalle loro malefatte, con lo scopo di stanare i criminali in giacca e cravatta è sorta l’Unità Criminale White Collar del FBI.

Dopo la messa in onda del primo episodio sul web, parte da stasera ore 21.55 su Fox Crime, White Collar, nuova serie statunitense che volge lo sguardo su una realtà nuova per la fiction,  quella dei crimini dei colletti bianchi. Ideata da Jeff Eastin, White Collar mescola vari generi: dal poliziesco al dramma, dalla commedia al romanzo sentimentale. Protagonisti del telefilm, in onda Oltreoceano su Usa Network, un poliziotto vecchio stampo, Peter Burke (Tim DeKay: Ncis, Csi Miami) ed un astuto e a affascinate mago della truffa, Neal Caffrey (Matt Bomer: Tru Calling, Chuck).

I due si trovano inaspettatamente a collaborare quando Neal fugge dal carcere, in cui era rinchiuso, per capire che fine ha fatto la fidanzata, misteriosamente scomparsa dopo l’ultimo colloquio. Una volta scoperto, infatti, che della donna non c’è traccia, si lascia facilmente catturare dall’agente Burke per proporgli un patto. Il truffatore aiuterà l’agente nelle sue indagini, svelando i trucchi del mestieri, in cambio della tutela in semilibertà, in questo modo potrà continuare agevolmente le ricerche della fidanzata scomparsa.