Vittorio Sgarbi



17
ottobre

IL TELERECRUITMENT IN DIRETTA!

Paola Perego @ Davide Maggio .it

Dopo l’istituzionalizzazione della telerissa, l’ipocrita Paola Perego e il suo staff si sono spinti oltre.

La nuova trovata è il TeleRecruitment Live! Ovvero come infoltire in diretta il cast del programma, facendo credere all’ignaro telespettatore di essere l’artefice di siffatte scelte.

Pensate… è stato talmente clamoroso il successo dell’esibizione di Iva Zanicchi, la scorsa domenica, che la Perego non ha perso tempo a chiedere all’eterna Zingara di entrare a far parte del cast di Cattiva Domenica.

Ma dico io, sarebbe stato così difficile rendere partecipe il telespettatore di una scelta della produzione piuttosto che inscenare questo siparietto che ha sfiorato il ridicolo?

D’altronde era ben noto che, con l’uscita di scena di quell’altro pezzo d’antiquariato della musica italiana (Orietta Berti), l’offerta musicale del programma avrebbe lasciato parecchio a desiderare e un ampliamento del ventaglio dei “professionisti” si sarebbe reso necessario. A quanto pare, però, se ne sono accorti tardi!

Ma non è finita qui.

Come potevano farsi scappare l’occasione di arruolare anche l’instancabile ricercatore della fama perduta“, Vittorio Sgarbi?

I picchi di audience riscossi dal Professore sono stati determinanti per far giungere a quest’ultimo una proposta con la quale anche il critico d’arte entrerebbe a far parte del cast di Buona Domenica.

Naturalmente non si è dovuto attendere troppo per ricevere la risposta (ovviamente positiva).

Sgarbi, dunque, ce l’ha fatta e avremo il “piacere” di ascoltarlo ogni sacrosanta domenica con la speranza che, riacquistata fama e denaro, ci risparmi quelle falsissime sceneggiate che hanno caratterizzato il “ring”, il momento cult di quello che dovrebbe essere un tranquillo pomeriggio domenicale!




16
ottobre

SGARBI DOMENICALI ALLA RICERCA DELLA POPOLARITA’ PERDUTA

Vittorio Sgarbi @ Davide Maggio .itQuasi superfluo dirVi che Vittorio Sgarbi, domenica scorsa, ne ha combinata un’altra delle sue con la complice assistenza dello staff di Buona Domenica.

Non è mia intenzione proporVi un ulterioriore video delle gag del professore : ormai, quello della telerissa è un appuntamento fisso e ricorre ogni domenica, intorno alle 16, nel contenitore domenicale di Paola Perego.

Volevo, tuttavia, ritornare sull’argomento perchè questa perseveranza del neo assessore alla cultura di Milano mi lascia un po’ perplesso.

Penso, infatti, che sia sotto gli occhi di tutti il desiderio, quasi ossessivo, del critico d’arte di dar spettacolo ogni volta che faccia la Sua bella comparsa in video.

“Spettacolo” del quale si fa, ormai, un gran parlare e che, obiettivamente, sta catalizzando le attenzioni dei telespettatori che cercano di non perdere nemmeno una puntata di questa soap targata Vittorio Sgarbi.

Mi son chiesto, però, se quest’atteggiamento non sia espressione di chi, ormai caduto nel dimenticatoio, stia cercando di recuperare la fama perduta reinventandosi un personaggio che, per quanto fastidioso e disturbatore, riesce, indiscutibilmente, a far parlare di sè.

A quanto pare, avevo ragione e il professore non si è fatto scrupoli ad ammettere la verità in un’intervista rilasciata a Lucignolo : “Era un po’ di tempo che non mi pagavano… [omissis]… Avevo raggiunto, al voltare del secolo, una notorietà, conoscenza della persona, pari a quella del Papa o di Costanzo… [omissis]… L’ho fatto apposta. Ho giocato, in qualche modo, sull’estremizzazione dei simboli.”

Non solo… 

Alla domanda “Adesso, quindi, si è alzata la quotazione?” risponde “Si, buono, tutti elementi positivi”.

L’intervistatrice incalza… ”Allora diciamo grazie alla Mussolini?!?” e l’assessore… “In un certo senso, si!“.              

Con quest’intervista/confessione, mandata in onda durante lo “Speciale Lucignolo” di domenica sera, quello che un tempo era uno dei personaggi culturalmente più stimolanti adesso è a tutti gli effetti assimilabile all’ultimo dei concorrenti di un vip-reality show alla disperata ricerca della popolarità perduta!

Godetevi l’intervista…

[Quasi dimenticavo. Nello studio dell'assessore, dove l'intervista è stata realizzata, fa bella mostra di sè un ritratto del Duce]


9
ottobre

LA RISSA INNALZA SHARE : IL NUOVO INGREDIENTE PER UNA BUONA DOMENICA?

Buona Domenica 2006/2007 @ Davide Maggio .it 

La giornata di ieri è stata, televisivamente parlando, densa di spunti di riflessione e di critica.

Ho pensato di dedicare a quattro momenti diversi altrettanti post che si succederanno nel corso del giorno (sperando di farcela).

Partirei con Buona Domenica che, purtroppo, continua a non volersi togliere di dosso l’appellativo di Cassonetto che ho avuto modo di darle in tempi non sospetti.

Il telespettatore ha dovuto sorbire (e subire), ancora una volta, le scelte sbagliate di una televisione assetata di ascolti; un’ulteriore manifestazione di quel trash eccessivo che ha visto la sua prima manifestazione sulla scena televisiva con Maurizio Costanzo.

Se, però, Maurizio Costanzo (del quale si dirà più avanti) ha avuto il buon gusto di rendersene conto e di tornare sui suoi passi abbandonando il timone di quella che ormai era diventata una “Cattiva Domenica”, gli “eredi” non hanno imparato la lezione.

Già la scorsa settimana ho avuto modo di manifestare le mie perplessità sulla nuova conduzione. Ma a quanto pare, col passare delle puntate, le scelte diventano sempre più discutibili.

Non si può soprassedere sul momento più trash della trasmissione. Si chiama “il ring” ed è, come avrete probabilmente constatato, uno spazio che si pone un fine precipuo, naturalmente disconosciuto dall’allegra combriccola del pomeriggio domenicale targato Canale5 : il raggiungimento di una RISSA INNALZA SHARE!

Come poteva non far gola a Buona Domenica uno dei momenti più “forti” degli ultimi anni della televisione nostrana? Parlo, ovviamente, di quella che è stata, a mio parere, una rissa realmente spontanea (Sgarbi vs Mussolini a La Pupa e Il Secchione) che ha rappresentato, per il contenitore domenicale, l’occasione migliore istituzionalizzare un nuovo genere televisivo : la rissa innalza share, per l’appunto! 

Il nobilissimo siparietto, trasmesso ieri, ha visto come protagonisti nuovamente Vittorio Sgarbi e la Sua, ormai storica, nemica Alessandra Mussolini.

Per una visione obiettiva di quanto accaduto, diamo uno sguardo a quanto è successo. Poi commentiamo.

Non Vi nascondo che mi è davvero venuto da sorridere pensando alla scelta fatta dagli autori del programma.

Ma come…la scorsa settimana Vi siete lamentati del linguaggio usato dal “professore”, riservandogli quasi un atteggiamento di sprezzo e di disgusto e poi, come se una sola puntata chiarificatrice non bastasse, lo invitate nuovamente ”piazzandogli” addirittura come controparte Alessandra Mussolini?

Questo significa prendersi letteralmente gioco di chi sceglie di passare un pomeriggio in “compagnia” di questi 6 celeberrimi “professionisti” della tv italiana.

Come poter infatti non prevedere una reazione come quella che ha avuto Vittorio Sgarbi, un ormai poco credibile ma meritevole d’esser ”portatore sano di picchi di audience” non indifferenti?

E’ legittimo, allora, immaginare che lo scontro sia stato voluto, il linguaggio forte anche e la bagarre ancora di più!

Ma che, la Perego, inerme per quasi tutto lo “show”, si sia indignata per le parole “dispensate” da Sgarbi e abbia dichiarato, con fare ipocritamente moralista - “quando si parla di ebrei e di fascismo mischiato a bulli, pupe, divertimento e televisione, scusatemi, io chiudo” - beh, dal sorriso m’ha fatto passare alle risate vere e proprie.

Risate amare, però! Quelle risate di compassione di chi non può far altro che accettare passivamente ciò che rappresenta l’esempio più calzante di una televisione immorale macchinata dall’audience e dal denaro. 

[Post segnalato su Libero.it, Davide ringrazia]





8
ottobre

TELERISSE : SGARBI vs MIKE

Il servizio mandato in onda da Striscia la Notizia nella puntata di questa sera (7 ottobre) mi ha dato il “la” per proseguire la saga delle “(trash) chicche televisive”, ovvero momenti trash divenuti dei veri e propri cult della televisione italiana.

Dopo la recente lite Sgarbi – Mussolini a La Pupa e il Secchione, è iniziata questa rassegna che ha visto protagonista Alessandra Mussolini nei Suoi exploit a Porta a Porta con Vladimir Luxuria e l’ex (per fortuna) ministro Katia Belillo e Vittorio Sgarbi, preso a sberle, nella famosa lite con Roberto D’agostino a L’Istruttoria di Giuliano Ferrara nel lontano 1991.

Oggi proseguiamo sempre con un’altra storica lite che vede protagonista sempre il Professore : quella tra Mike e Vittorio Sgarbi a Telemike

Per incrementare il materiale presente in questa categoria, Vi invito, qualora lo vogliate, a contattarmi per suggerirmi alcune “chicche del passato” oppure per inviarmi direttamente dei file audio/video che vorreste ”regalare” ai lettori di davidemaggio.it.

A.A.A.

Vi informo anche che sono alla ricerca di un’altro “momento storico” : la memorabile litigata tra il nostro Mike e Antonella Elia. Durante la registrazione di una puntata de La Ruota della Fortuna, la  cara valletta al momento della consegna del premio, una pelliccia Annabella, esulta come un’invasata poichè la vincitrice, da brava animalista, si rifiuta di indossare ciò che aveva vinto… Immaginate cosa sia successo!!! La scena, ovviamente, fu tagliata ma il fuori onda è semplicemente fa-vo-lo-so!!!


27
settembre

SGARBI – MUSSOLINI : E’ RISSA!

La Pupa e il Secchione Momenti Cult @ Davide Maggio .it

In un fuori onda dell’ultima puntata de La Pupa e il Secchione (che vedremo giovedi), l’ormai irrefrenabile astio tra i giurati Alessandra Mussolini e Vittorio Sgarbi è sfociato in una rissa in cui, oltre ad esser volati paroloni non proprio eleganti, i due si sono… PRESI A BOTTE!

Il motivo a base della rissa? Sgarbi dice di non voler essere toccato da una “fascista”.

Non so Voi ma io inizio a pensare che il critico d’arte inizi a esagerare. E’ impazzito!

Oltre alla simpatica gag del mac scaraventato per terra, adesso è protagonista di una rissa con una donna.

Alla faccia del galantuomo!!!

Ho il video tra le mani!

La qualità purtroppo è molto molto scarsa e il contenuto è in gran parte “bippato” ma tuttavia molto comprensibile.

Godetevi il video. I commenti sono aperti…





16
settembre

TELERISSE: SGARBI VS D’AGOSTINO (1991)

Vittorio Sgarbi, attualmente assessore alla Cultura al Comune di Milano, è balzato nuovamente agli onori della cronaca per il Suo ennesimo show durante la puntata di giovedi scorso de La Pupa e il Secchione (cliccando vedrete il video della “performance”).

Al tempo stesso, Roberto D’Agostino è sempre sulla cresta del… web grazie al Suo favoloso ”pseudo blog” Dagospia.

Per questo, ho pensato di riproporVi un video cult di qualche anno fa relativo alla rissa televisiva tra i due personaggi durante “L’Istruttoria”, trasmissione quotidiana di approfondimento di Giuliano Ferrara.