Virginia Mouseler



17
ottobre

MIPCOM 2014: 10 FORMAT DA TENER D’OCCHIO, 8 FORMAT CHE FARANNO PARLARE. ENDEMOL CLONA I CANI, IN SPAGNA SI VENDE L’ANIMA (VIDEO)

Virginia Mouseler

E’ appena terminato il MipCom 2014 di Cannes. Come ogni anno, Virginia Mouseler - Ceo dell’osservatorio Tv The Wit – ha presentato i format internazionali più “chiacchierati”. Ne abbiamo selezionato alcuni dividendoli in base al potenziale e alla capacità di far parlare per alcune trovate “estreme”. Noterete come la tendenza di quest’anno sia il game, che si mixa anche con altri generi.

MipCom 2014: 10 Format da tener d’occhio

DATING SHOW

Love Prison (A+E Networks): coppie conosciute su internet si incontrano per la prima volta su un’isola deserta…

TALENT SHOW

Tumble (BBC Worldwide): sorta di Ballando con le stelle applicato alla ginnastica artistica. E’ già andato in onda quest’estate sulla BBC senza infiammare l’auditel.

GAME SHOW

Heaven Or Hell (Fremantlemedia): format tedesco che prevede uno studio diviso in due parti, Paradiso e Inferno. I concorrenti devono rispondere correttamente a 10 domande per evitare di trasferirsi all’Inferno dove si sottoporanno ad una prova divertente o disgustosa.

Trash or Treasure (Zodiak Rights): una coppia deve scoprire un oggetto, tra otto, che ha il valore di 100 mila dollari. Sul modello di Affari tuoi, la coppia deve eliminare gli oggetti – dal valore differente – uno per volta.

Don’t Ask Me Ask Britain (Sky Vision): squadre di concorrenti sono chiamate ad indovinare i pareri della nazione, espressi in diretta tramite un’app. Esempio: “chi è il miglior James Bond?”.




9
ottobre

MIPCOM 2013: ECCO I TREND DELLA TELEVISIONE MONDIALE. C’E’ ANCHE MISSION

mipcom 2013

Paolo Bonolis

C’è anche “il programma più recensito nella storia della televisione senza che sia stato ancora realizzato” (Leone dixit) tra i format presentati al MipCom 2013 di Cannes. Parliamo di Mission che cavalca appieno i trend della nuova televisione mondiale. Nella panoramica stilata, come ogni anno, dall’esperta Virginia Mouseler di The Wit tra le tendenze, infatti, spicca: “Come affrontare un ambiente completamente diverso da quello cui siamo abituati“.

MipCom 2013 – Le Tendenze della Tv mondiale

Alla stessa famiglia, del discusso programma di Rai1, appartengono “Utopia” (Talpa, Paesi Bassi, non ancora trasmesso), in cui 15 persone hanno un anno di tempo per costruire una nuova società con risorse limitate. Prevista un’eliminazione e una sostituzione al mese. In “The Village” (Dorimedia, Israele) cinque famiglie in 30 giorni devono costruire un villaggio in un’area disabitata. “The Kamaras Love You” (Eyeworks) racconta un “soggiorno” di tre settimane in una tribù africana, dove sei dei membri principali sono in realtà degli attori. Tra le tendenze, anche la tv sociale, rappresentata dall’inglese “Why Don’t You Speak English?“, in cui quattro immigrati si trasferiscono in altrettante famiglie inglesi per imparare la lingua e poter sopravvivere in Uk.

Si fa estremo, invece, il dating show con il danese “Married at First Sight“, in cui alcuni single accettano di sposare un perfetto sconosciuto selezionato da un team di esperti. Dalla Scandinavia (Novergia per la precisione) arriva pure “The Love Nest” che vede uno scapolo condividere una lussuosa villa con quattro ragazze. In “Manos Al Fuego” (Chilevision) delle coppie testano le loro relazioni sottoponendosi ad alcune tentazioni. Per quanto riguarda la cosiddetta “feel good tv”, si segnala “Buddy for Hire” di Talpa, che riprende le dinamiche di “Quasi amici”, avvicinando un giovane con poche aspirazioni a un disabile. The Wit ha segnalato poi, sul fronte quiz/game show, l’italiano “The Thing”, pilot di Banijay, nel quale i concorrenti devono individuare un oggetto misterioso.

MipCom 2013: Paolo Bonolis presenta Blue Box Entertainment