Un Posto al Sole



12
agosto

SERENA ROSSI HA TROVATO UN POSTO AL SOLE IN TV

Serena Rossi

Per anni l’abbiamo vista in Un posto al sole vestire i panni di Carmen Catalano, ma ora Serena Rossi il posto al sole sembra averlo trovato per davvero. La giovane attrice, abbandonata dopo 7 stagioni la celebre soap opera di Rai3, appare infatti sempre più lanciata nel mondo della fiction. Reduce dal successo di Ho sposato uno sbirro 2, le cui repliche stanno andando in onda in queste settimane su Rai1, Serena si prepara ad entrare nel cast dell’attesissima serie tv di Canale 5 Il Clan dei Camorristi. Otto puntate a firma di Taodue in onda nel 2012.

In attesa di recitare al fianco di Stefano Accorsi e Giuseppe Zeno, l’attrice che qualche anno fa nel film tv La vampa di Agosto riuscì a far perdere la testa al Commissario Montalbano, continuerà a essere un volto di Rai Fiction: nei prossimi mesi la vedremo impegnata su Rai1 in Dove la trovi un’altra come me?, miniserie in due puntate diretta da Giorgio Capitani con protagonisti Gabriella Pession, Daniele Pecci e Giorgio Lupano. Sempre per la tv di Stato, ricoprirà il ruolo di una ragazza madre in Che Dio ci aiuti, nuova serie tv prodotta da Lux Vide che avrà per protagonisti una strana coppia di detective composta da una suora e un poliziotto, interpretati rispettivamente da Elena Sofia Ricci e Massimo Poggio.

Un periodo d’oro dunque per Serena Rossi, che in questi giorni festeggia a Formentera i suoi successi professionali in compagnia del fidanzato e collega Davide Devenuto. Tra giochi d’acqua ad alto tasso erotico e passione alle stelle, la ventiseienne napoletana ha regalato a curiosi e paparazzi uno dei topless più belli dell’estate.




21
giugno

RAI3, PALINSESTO AUTUNNO 2011: NIENTE VIENI VIA CON ME PER FAZIO MA DEGLI SPECIALI DI CHE TEMPO CHE FA AL LUNEDI. CONFERMATI BALLARO’ E REPORT

Rai3

Se, in vista del prossimo autunno in tv, Rai2 si è privata di Annozero, la terza rete della tv di Stato rinuncia al programma che nella passata stagione ha rappresentato l’evento televisivo dell’anno, toccando ascolti record: Vieni via con me. Lo show del duo Fazio-Saviano, infatti, non sembra aver trovato i favori per una seconda edizione. Ma, messa da parte questa “mancanza”, dalla presentazione dei palinsesti emerge una Rai3 che si vede confermare tutti i suoi cavalli di battaglia, onorando un’annata che l’ha vista in netta crescita. Restano, dunque, ben saldi al loro posto Floris, la Sciarelli, la Gabanelli e Fazio.

E partiamo proprio dal prime time, con il lunedì sera diviso tra il cinema italiano e gli speciali di Che tempo che fa: oltre ai grandi film nostrani, infatti, guadagna la prima serata di inzio settimana anche Fabio Fazio (saldo al comando della sua creatura negli appuntamenti consueti dell’access del sabato e della domenica). Sarà con tutta probabilità ancora la serata del martedì quella dedicata agli approfondimenti politici, d’attualità e d’economia con Giovanni Floris e il suo Ballarò, mentre torna al servizio dei cittadini Federica Sciarelli al timone di Chi l’ha visto?. Trova conferma anche Edoardo Camurri e il rinnovato Mi manda Raitre, mentre il sabato sera sarà nelle mani di Piero Angela con Superquark. Confermati nell’appuntamento domenicale Milena Gabanelli con Report e Riccardo Iacona con Presadiretta. La novità è invece rappresentata dall’arrivo di The Defenders, serie americana in prima visione tv.

Nessun cambiamento di rilievo nel daytime: oltre a Che tempo che fa, ritroveremo gli appuntamenti mattutini con Agorà di Andrea Vianello, Le Storie di Corrado Augias e Apprescindere di Michele Mirabella. Nel pomeriggio, dalle 16.00 alle 19.00, torna Geo e Geo con Sveva Sagramola e senza Massimiliano Ossini, mentre alle 20.35 c’è la soap napoletana Un Posto al Sole. Confermati anche tutti gli appuntamenti del weekend: In 1/2 ora con Lucia Annunziata, Alle falde del Kilimangiaro con Licia Colò e Tv Talk con Massimo Bernardini. E poi un’altra annata in compagnia di Telecamere, Passepartout, Racconti di vita e il Gran Concerto.


31
maggio

UN POSTO AL SOLE: IN ONDA PER TUTTA L’ESTATE, SENZA SPIN OFF E CON IL RITORNO DI MARINA TAGLIAFERRI

Marina Tagliaferri

Buone notizie per tutti i fan di Un posto al sole, la storica soap opera  di Rai3 che, giunta al suo quindicesimo anno di vita, continua ad appassionare ogni sera una media di oltre 2.000.000 di telespettatori. Contrariamente al passato, la soap non andrà in vacanza ma proseguirà con episodi inediti per tutto il periodo estivo, limitandosi ad una pausa di appena due settimane, da lunedì 15 a venerdì 26 Agosto.

Accantonato definitivamente il fallimentare esperimento dello spin off Un posto al sole d’estate che, dal 2006 al 2009, aveva provato a subentrare con scarso riscontro di pubblico al classico appuntamento con la soap madre, per l’estate 2011 il celebre Palazzo Palladini rimarrà dunque “aperto per ferie”, offrendo  a tutti i suoi fedeli spettatori nuove avventure ma soprattutto un gradito ritorno.

In vista del parto di sua figlia Angela (Claudia Ruffo), tornerà nel cast di “Upas” Giulia Poggi, uno dei personaggi storici della soap. La donna, ex moglie di Renato Poggi (Marzio Honorato), rientrerà a Napoli dopo un’assenza durata quasi tre anni. Era, infatti, l’autunno del 2008 quando il personaggio interpretato da Marina Tagliaferri, presente sin dalla prima puntata, obbedendo alla sceneggiatura, fu costretto ad uscire di scena per seguire in Albania un nuovo amore. 





14
aprile

UN POSTO AL SOLE VICINO ALLA SUA NAPOLI: DA DOMANI ANCHE L’EMERGENZA RIFIUTI NELLA SOAP

Patrizio Rispo

Il successo ultra decennale di Un Posto al Sole, la soap opera targata Rai 3 (anche ieri 2.692.000 spettaori col 9,65% di share) va ricercato in molti aspetti: la genuinità dei personaggi, la semplicità di storie e vicende quasi mai banali e scontate, ma soprattutto la capacità di riuscire a stare sempre al passo coi tempi, oltre che col calendario. Ed è sull’affascinante collina napoletana di Posillipo, tra le famiglie che abitano Palazzo Palladini, che ruotano tutte le dinamiche della soap, alle quali da domani si aggiugerà l’emergenza rifiuti che colpisce tutt’ora la città di Napoli.

Il tentativo, oltre quello di rimarcare agli italiani un problema ancora irrisolto, è di mandare un messaggio a tutti i cittadini partenopei, spronandoli a reagire e invitandoli ad una collaborazione generale per la raccolta differenziata. Portavoce di questa iniziativa è Raffaele Giordano (interpretato da Patrizio Rispo), il portiere di Palazzo Palladini, diventato anche personaggio televisivo grazie al suo amore calcistico per la squadra del Napoli. E proprio dal canale sportivo col quale collabora, si rivolge ai suoi concittadini:

“Tutti quanti insieme dobbiamo imparare ad amare di più questa città, perché il riscatto e l’orgoglio partenopeo non vanno cercati solo in una partita di calcio”.

Un appello che sicuramente verrà apprezzato non soltanto dai napoletani, ma da tutti coloro sono vicini a questa emergenza. Ne è convinto Fabio Sabbioni, produttore creativo della soap, orgoglioso di far emergere non soltanto le problematiche della vita di tutti i giorni, ma anche le eventuali possibili soluzioni:


16
giugno

RAI3, PALINSESTO AUTUNNO 2010: SI CONFERMA RETE DI SERVIZIO CON UN NUOVO DAYTIME E IL RITORNO DI GNOCCHI E BAUDO.

Raitre conferma, anche per l’inizio della prossima stagione televisiva, il suo ruolo di rete di servizio pubblico, con un occhio perennemente rivolto all’informazione e al sociale senza per questo rinunciare all’intrattenimento. Tra molte conferme e qualche novità la sorella minore tra le reti Rai dal prossimo settembre torna con la sua spiccata vocazione al talk, soprattutto politico, arricchendo la sua squadra con qualche nuovo ingresso e rinunciando, a sopresa, a qualche programma storico.

Day time: E’ proprio la tv del mattino che ci offre le novità più interessanti, con un nuovo programma condotto da Andrea Vianello che, orfano di Mi Manda Raitre, cancellato dal palinsesto, ogni giorno a partire dalle 9:00 dal lunedì al venerdì ci proporrà un nuovo programma sempre dalla parte dei cittadini. A seguire Michele Mirabella con un nuovo talk show che avrà come filo conduttore, in occasione dei festeggiamenti per i 150 anni dell’unità d’Italia, l’anima “nazionale” degli italiani, e le confermatissime Storie di Corrado Augias. Il pomeriggio confermati i telefilm e la programmazione per ragazzi mentre alle 16.00 ci sarà la nuova edizione, sempre condotta da Sveva Sagramola, di Geo & Geo che quest’anno si amplia fino alle 19.00. Il sabato pomeriggio è all’insegna di Tv Talk, settimanale di critica televisiva che cambia collocazione oraria.

Access prime time: oltre al tradizionale appuntamento con Blob e le storie all’ombra del vesuvio di Un Posto al sole, da settembre parte  Zaum un nuovo “blob” tematico. Il weekend tornerà a farci compagnia Fabio Fazio e la sua compagine, Littizzetto inclusa, di Che tempo che fa.





7
aprile

UN POSTO AL SOLE: LA SOAP DI RAITRE FESTEGGIA LE 3000 PUNTATE

Era il 21 ottobre 1996 quando partì su RaiTre l’esperimento ideato da Giovanni Minoli (con Wayne Doyle, Adam Bowen e Gino Ventriglia) per risollevare il Centro di Produzione Rai di Napoli. Basata sul format australiano Neighbours, la soap di RaiTre Un posto al sole è riuscita incredibilmente ad entrare nel cuore degli italiani creando negli anni un appuntamento imprescindibile per oltre due milioni di telespettatori.

E il prossimo 9 aprile, la soap coprodotta da RaiFiction, Grundy Italia e CPTV Rai di Napoli festeggerà con tutto il cast (e con i graditi ritorni di Angela Poggi, Filippo Sartori e Carmen Catalano rispettivamente interpretati da Claudia Ruffo, Michelangelo Tommaso e Serena Rossi) il traguardo delle 3000 puntate. Politica, cronaca nera, temi rosa e problematiche sociali: Un posto al sole è una delle poche soap italiane che è riuscita in 14 anni di programmazione ininterrotta a descrivere Napoli a 360 gradi,  con i suoi pregi e i suoi difetti, catturando, nonostante la marcata impronta “meridionale”, un pubblico eteorogeneo (ottimi i risultati nel target AA e tra gli uomini).

Media in share tra l’8 e il 10%, punte di oltre il 13%, 16 mila contatti quotidiani sul sito ufficiale e 46 milioni di contatti annui: UPAS, come viene simpaticamente definita dai fans, è un marchio ormai consolidato, rivelatosi un vero e proprio trampolino di lancio per diversi artisti nostrani (Lorenzo Flaherty, Serena Autieri, Laura Chiatti e Gabriele Muccino – per citarne alcuni).


25
gennaio

DM LIVE24: 25 GENNAIO 2010

DM Live24: 25 Gennaio 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • La Sacra Famiglia

lauretta ha scritto alle 14:51

E con oggi abbiamo completato la famiglia in tv. All’Arena di Giletti Giacomo Celentano si racconta e spiega che lui ha velleità artistiche (dice che è al suo secondo cd) e ha voglia di mettersi in gioco senza però l’aiuto dei genitori. Benvenuto nel club!

  • Boom

Mattia Buonocore ha scritto alle 15:12

Boom di ascolti (10 milioni e 700 mila) per Scommettiamo Che tedesco condotto da Michelle Hunziker. Il motivo? Tra gli ospiti Eros Ramazzotti.

  • Italia’s Got Talent

lca ha scritto alle 15:47

In primavera torna Italia’s got talent: previste sei nuove puntate.

  • Domenica Cinque come un talent: tutti eliminati

Phaeton ha scritto alle 15:50

Ma perchè tutti devono andare via da Domenica5? Prima Bruno, poi Platy, e i Modulo Project e ora la band di Vittorio Gucci… sembra un talent questa Domenica 5.

  • Un Posto al Sole

lca ha scritto alle 16:05

Un posto al sole: torneranno nei mesi prossimi Carmen (anche se è pronta a dire addio ufficialmente; il suo personaggio potrebbe morire) e Filippo. A dire addio (o arrivederci?) è anche il personaggio di Viola. Un probabile ritorno è anche quello di Angela, la figlia di Renato Poggi e di Giulia Poggi.

  • Terapia d’urto

lauretta ha scritto alle 20:12

Claudio Amendola ospite a Domenica 5 ha raccontato un aneddoto un pò sui generis. Ha detto che quando il figlio Rocco aveva all’incirca due anni gli fece sparire tutto dalla sua cameretta, letto, giocattoli, vestiti e quando il bambino se ne accorse e di conseguenza piangeva disperato, lui gli raccontò che erano stati i laziali a portarsi via tutto. L’ha chiamata “terapia d’urto”.


11
luglio

ROMA FICTION FEST, IN UN ECCESSO DI PREMIAZIONI LA FICTION ITALIANA RIMANE A BOCCA ASCIUTTA: FAVINO RIFIUTA IL PREMIO, PREMIATA SOLO “NON PENSARCI”. ALESSANDRA MASTRONARDI E GABRIEL GARKO I MIGLIORI ATTORI (PER I LETTORI DI SORRISI. E PER FORTUNA)

Roma Ficton Fest 2009 - Eric Dane e Justin Chambers

Si chiude stasera la terza edizione del Roma Fiction Fest, un’edizione segnata dal successo di pubblico (battuto ogni record di presenza con più di quarantamila spettatori) e dal trionfo, in qualità di miglior miniserie e prodotto in assoluto, di Burn up, thriller ambientalista della BBC. A tenere banco, però, a poche ore della cerimonia di chiusura, è il clamoroso gesto di Pierfrancesco Favino che, premiato nel corso della serata di ieri come migliore attore in una miniserie, per la fiction Pane e Libertà, nell’ambito del concorso Fiction italiana edita (qui tutti i vincitori), ha ringraziato ma ha rifiutato il premio, in segno di protesta per la scomparsa del Fondo Unico per lo Spettacolo. Un gesto forte, questo, ma compreso persino da Gesualdi, presidente della fondazione Lazio per lo Sviluppo dell’audiovisivo, vista la validità della motivazione addotta, e che siamo sicuri non mancherà di far discutere.

Ma Roma Fiction Fest è soprattutto sinonimo di premi e premiazioni, davvero un’infinità: più di cinquanta i riconoscimenti assegnati che, purtroppo, finiscono solo per nuocere, svilendo la manifestazione. Per quanta riguarda il Concorso Internazionale, quello più prestigioso, i cui premi saranno consegnati stasera, oltre a Burn up, a farla da padrone, con quattro premi, Buddenbrooks, coproduzione austriaca, tedesca e francese. Tre premi, invece, per Burn Up, e per il francese La Journee de la Jupe. A bocca asciutta o quasi la fiction italiana premiata solo con Non Pensarci, vincitore di un premio speciale.

Oltre ai suddetti riconoscimenti, stasera saranno assegnati i premi dei lettori di Tv Sorrisi e Canzoni che hanno scelto, udite udite, Alessandra Mastronardi e Gabriel Garko come migliori attori, I Cesaroni come miglior serie lunga, Belli Dentro e Un posto al sole, rispettivamente, come miglior sitcom e soap operas.