TG La7



31
agosto

TG LA7: ASCOLTI RECORD PER IL TG DELLE 20 DI ENRICO MENTANA. ECCO LA NOSTRA ANALISI DEI DATI.

Ottimo esordio per il Tg La7 condotto da Enrico Mentana

Enrico Mentana vince la sfida dell’auditel: il nuovo Tg La7 ha debuttato con grande successo. L’edizione serale del notiziario, condotta proprio dal direttore, è volata oltre il 7% di share (7.31%) con 1.490.000 spettatori, un picco dell’8.25% di share e una permanenza del 47.97%. Si tratta di un record assoluto per l’informazione della settima rete generalista e i risultati (per l’edizione delle 20) sono ancor più positivi per quanto riguarda il target commerciale e per il pubblico ”giovane” dai 15 ai 34 anni:

Edizione delle 13.30: 2,99% (2,68% target c0mmerciale / 2,23% target 15-34)

Edizione delle 20.00: 7,31% (7,73% target commerciale / 7,50% target 15-34)

Attestato il boom d’ascolti del Tg La7 (con sforo di dieci minuti circa), vediamo come la concorrenza delle edizioni serali del Tg1 e del Tg5 si è comportata con il nuovo competitor Chicco Mitraglia:

19:57:25 20:32:41 TG1 27,70% (23,01% target commerciale /17,32% target 15-34)

19:57:09 20:35:30 TG5 20,95% (23,39% target commerciale / 21,26% target 15-34)

Da segnalare  che, a differenza del TG1 che ha potuto contare sul traino di Reazione a Catena con il gioco finale al 28.67% di share (per l’esatezza il game show di Rai1 alle 19.55 totalizzava il 32.07%), il tg di Mentana ha dovuto risalire da uno share di poco meno del 2% (alle 19.51 lo share era dell’1.54%). I telegiornali delle ammiraglie hanno mantenuto all’incirca gli ascolti delle serate precedenti, quindi Mentana ha potenzialmente allargato la platea dell’informazione italiana delle ore 20. Confrontando i dati di un anno fa (lunedì 31 agosto 2009) le cose però sono cambiate sensibilmente:

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , ,




31
agosto

MENTANA TORNA IN ONDA E MITRAGLIA DAL NUOVO TG: SAREMO CONCORRENZIALI. FELTRI: FARA’ IL BOTTO

Enrico Mentana

Il Mitraglia ha tolto il silenziatore, è tornato a sparare a raffica la notizia. Ratta-tatà: arieccolo, un po’ Chicco ci mancava. Di questi tempi si sentiva il bisogno di un giocatore che scompigliasse le carte in tavola all’informazione televisiva, che mettesse sull’attenti la concorrenza e la provocasse a suon di ascolti. Ieri sera, dal divano di casa, in molti avranno provato un certo piacere a vedere Enrico Mentana  alla conduzione del tg di La7, di cui è direttore dallo scorso luglio. Con l’appuntamento serale delle 20 il giornalista ha inaugurato di persona la prima edizione di un notiziario “mentanizzato”, a sua immagine e somiglianza. Un tg rinnovato, come Chicco comanda.

Faremo un’informazione nel modo più completo, aperto e libero. Cerchiamo di proporci come scelta concorrenziale in questa edicola elettronica delle otto della sera” ha detto in giornalista in apertura. Poi via, sigla e titoli: rissa in sala parto a Messina, scontro nella maggioranza, Gheddafi in visita a Roma… Una scaletta meno ingessata e diversa rispetto a quelle del tg1 di Minzolini e del tg5 di Mimun, che invece aprivano con la visita del leader libico. Tra una notizia e l’altra Mentana si sofferma, commenta e ci mette la firma. Sulla drammatica cronaca di Messina ad esempio dice: “considerarlo un caso di malasanità è dire poco… Chi paga e come?”.

Poi arriva il banco di prova più atteso, quello della pagina politica. Anche qui Mitraglia, come annunciato nei giorni scorsi, non si sottrae dall’analisi e al servizio sul futuro dei finiani all’interno della maggioranza di governo accosta le opinioni di Filippo Facci e Marco Travaglio, due che i gli altri tg  non se li filavano da un pezzo. Per il “Mentana news” la visita di Gheddafi a Roma diventa l’occasione per infiltrare due giornaliste alle sue lezioni coraniche e per spiegare come mai il leader libico sia accolto ogni volta con cotanta riverenza. Il motivo è presto detto: petrolio ed affari. Chicco racconta le cose come stanno, o almeno ci dà la bella impressione di farlo. Di certo suscita interesse, sa tenere il ritmo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


29
agosto

MINZOLINI PUNZECCHIA MENTANA: IL TG1 E’ CONTROCORRENTE, LO SARA’ ANCHE ENRICO?

Minzolini "punzecchia" Enrico Mentana

D’accordo, Mentana mitraglia ma ultimamente Minzolini morde. E fa pure male. Il direttore del Tg1 da qualche tempo ha smesso di incassare cazzotti dai detrattori e ha deciso salire sul ring per sferrare qualche colpo. In versione Mike Tyson il Minzo ha “il suo fascino”. Stavolta, galvanizzato da un’estate che ha regalato ascolti incoraggianti al suo notiziario, il giornalista ha lanciato la sfida a Enrico Mentana proprio alla vigilia del suo ritorno in tv, alla conduzione del tg di La7. Le sue frecciate al curaro Minzolini le ha lanciate stamane in un’intervista rilasciata a Libero nella quale ha promosso a pieni voti il suo tg e riservato critiche al Mitraglia. Da sottolineare che la settimana scorsa i due direttori si erano confrontati anche sul palco della kermesse culturale “Cortina Incontra”, ma i toni erano stati certamente più conviviali.

Che significa fare un telegiornale fazioso? Certe volte Enrico non lo capisco proprio. Io faccio un tg equilibrato che dà spazio a tutti. I numeri sono abbastanza chiari”. Minzolini gioca subito il jolly, e alle accuse risponde con i dati d’ascolto di agosto, a suo favore. “Il tg1 ha guadagnato 460mila spettatori in più, mentre il tg di La7 260mila”. Secondo il giornalista la ricetta di questa crescita sta proprio nella sua scelta di prendere delle posizioni chiare, anche attraverso gli ormai noti e criticatissimi editoriali: “Credo di aver dato un’anima al tg1. Abbiamo dimostrato di saper andare controcorrente prendendo posizioni scomode. Voglio vedere se Mentana farà altrettanto”. Le stesse posizioni che il direttore del tg dell’ammiraglia Rai aveva espresso giorni fa in un’intervista di Pierluigi Diaco a Unomattina Estate.

E se Minzolini non dovesse essere d’accordo con il premier Berlusconi? Ammesso e concesso che questo accada, il direttore non ha dubbi e lo rinfaccia: “Lo dirò apertamente, non vedo perché non dovrei”. Poi il giornalista risponde per le rime alle critiche sulla seconda parte del suo notiziario, considerato troppo frivolo. “La ricerca di un equilibrio tra politica e cronaca, anche leggera, è normale. Altrimenti saremmo un tg di nicchia; quello semmai lo è il tg di La7”. Mentana incassa, e porta a casa.





28
agosto

LA 7: ACCORDO CON YOUTUBE PER LA VISIONE DI TUTTI I PROGRAMMI. SI COMINCIA CON IL TG DI MENTANA

I programmi de La 7 e il Tg di Mentana su YouTube

Per La7 si tratta di una svolta. A partire da lunedì 30 agosto, in seguito ad un accordo con YouTube, e per tutta la settimana, l’edizione delle 20 del TG diretto da Enrico Mentana (per saperne di più clicca qui) diventa il primo programma dell’emittente ad essere trasmesso in live streaming dal canale YouTube dell’emittente di Telecom Italia Media.

Si tratta di una partnership inedita in Italia (ma già formalizzata in Gran Bretagna con Channel 4 e Channel 5): i programmi di La7 saranno gradualmente disponibili in forma integrale sul portale di video di Google con l’ausilio di una nuova tecnologia, quel Content ID che consente ai titolari dei diritti d’autore di gestire e valorizzare direttamente i propri contenuti (anche se caricati da altri utenti) sulla piattaforma di video. In poco tempo, anche tutte le altre trasmissioni di punta della rete, da Otto e Mezzo ad Exit, da L’Infedele alla nuova edizione de Le Invasioni Barbariche saranno visibili, oltre che sul piccol schermo, anche sul pc in diretta.

Attraverso l’ agreement La7 porta avanti un processo di crescita che passa non soltanto attraverso l’acquisizione di volti noti  ma anche, e soprattutto, per mezzo dello sfruttamento delle nuove tecnologie. E chissà che i nanoshare non possano essere rimpinguati dal numero delle visualizzazioni dei programmi sul rinnovato canale YouTube dell’emittente, come auspicato dal responsabile multimedia della tv di Telecom Gianluca Visalli, il quale, esprimendo un giudizio sull’accordo, parla proprio dell’obiettivo di “ampliare la total audience non solo televisiva ma anche multipiattaforma“.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,


27
agosto

TG LA7: DA LUNEDI AL VIA LA VERA SFIDA DI MENTANA

Nuovo logo TG LA7

Un telegiornale concorrenziale e non alternativo. Questo il leit motiv emerso dalla conferenza stampa che Enrico Mentana ha tenuto oggi a Roma, per lanciare le novità del suo telegiornale.  Ha inizio ora la vera e propria sfida per l’ex direttore del TG5, dopo che negli ultimi due mesi sono state poste le basi per un nuovo telegiornale che avesse nei contenuti (le notizie) il suo punto di forza. E’ lo stesso Mentana a raccontare i perchè del cambio di rotta:





26
agosto

LA7: DAL 30 AGOSTO L’INFORMAZIONE PERNO DEL NUOVO PALINSESTO. MINZOLINI: “MENTANA E’ UN PROBLEMA DI MIMUN”

Enrico Mentana, direttore Tg La7

Segnatevi questa data: lunedì 30 agosto 2010. Per La7, la rete cenerantola nonchè settima generalista, si apre una nuova fase. Tra telefilm, film e produzioni di prima serata, l’informazione sarà il fulcro del nuovo palinsesto con nuovi orari per il Tg e la conduzione del neo direttore del notiziario Enrico Mentana. Vediamo nel dettaglio la programmazione de La7, indirizzata a consolidare i buoni ascolti estivi e incrementare qualche decimale di share.

Per i più mattutini già alle 6 andrà in onda la prima edizione de Tg La7 con meteo, oroscopo e traffico. Alle 7 segue la consolidata rubrica Omnibus con all’interno un’edizione del Tg alle 7.30. Alle 9.55 la replica di In onda (sostituita poi da Otto e mezzo?), seguita da telefilm fino alla nuova collocazione del Tg alle 13.30, in concorrenza diretta con il Tg1 di Minzolini.

Nel pomeriggio film e telefilm (in attesa di una striscia pomeridiana) fino alle ore 20 con il rinnovato Tg e Chicco Mentana alla conduzione. In access ancora informazione con In onda e da fine settembre Otto e mezzo con Lilly Gruber. Il restyling del notiziario e gli ottimi ascolti registrati nelle ultime settimane (stabilmente sopra il 4%) non preoccupano però il direttore del Tg1 Augusto Minzolini. Dopo il salto le sue dichiarazioni in merito.


21
agosto

DM LIVE24: 21 AGOSTO 2010. ELIO PUNZECCHIA, MENTANA RINNOVA, ADDIO COLONNELLUCCIO.

Diario della Televisione Italiana del 21 Agosto 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Fattore Elio

lauretta ha scritto alle 09:53

Il neo giudice di XFactor, Elio, intervistato da Vanity Fair, parla della sua collega Anna Tatangelo: “Se hanno scelto anche lei è perchè vogliono che si vada da un estremo all’altro, io e lei siamo agli antipodi. Non ascolterò mai le sue canzoni e non avrò mai un suo disco in casa, e altrettanto farà lei. Esprime un mondo che non m’interessa conoscere, ma condivido la scelta della produzione, perchè ignorarlo? Purtroppo finora ha gia detto due, tre cose che mi hanno fatto rizzare i capelli in testa, e temo che non saranno le ultime. Io valuto il valore sulla base di dati oggettivi. Lei fa come Simona Ventura: giudica a pelle e questo non lo sopporto. È un modo di fare superficiale, che mortifica, chi dall’altra parte, si gioca tutto. La Tatangelo voleva bocciare un candidato perchè cantava in falsetto e così ci siamo scontrati. Poi ha 23 anni e sembra che ne abbia 37″. Prosegue poi con un giudizio sui ragazzi usciti dai talent: “Dei tre vincitori di XFactor mi è piaciuto solo Mengoni, anche se butta via il suo potenziale. Meglio Giusy degli Aram e meglio i Bastard di Beccucci. Di quelli di Amici, Alessandra canta bene, Scanu mi sembra solo un prodotto infiocchettato per le ragazzine che urlano. La musica è arte, cosa diversa da quella che fanno loro o uno come Marco Carta. Per Scanu credo sia più importante farsi belle foto, piuttosto che mettersi compleamente in gioco. Non voglio fare del razzismo culturale: Scanu canta bene, ma non vuol dire nulla. L’artista deve avere il compito di far star bene gli altri attraverso la musica (..)”.

  • Mentana Revolution

simone varese ha scritto alle 12:09

Dal 30 agosto Enrico Mentana condurrà l’edizione delle 20 del suo TGLa7. Si calerà nel ruolo di anchorman dopo ben sei anni dal suo addio al TG5.

lauretta ha scritto alle 20:21

Mentana rivoluziona La7: ecco il nuovo palinsesto. Vuole che i Tg diventino “i momenti di punta” per qualità e ascolto, nel palinsesto. Così scrive Mentana nel (finora) riservato ordine di servizio che ridisegna la tv “7 giorni su 7″: notiziario filmato dalle 6, rassegna stampa alle 7, tg alle 7.30, dalle 7.50 Omnibus, poi uno spazio per Enrico Vaime e alle 10 per Antonello Piroso. Alle 12.30 c’è Life, alle 13.30 il nuovo Tg, scrive Mentana, “completamente trasformato” che sfiderà Rai e Mediaset anche alle 20. I volti della 7? Eccoli: Edgardo Gulotta, Andrea Pancani, Gaia Tortora, Andrea Molino, Pina Debbi, Tiziana Panella, Armando Sommajuolo e Alessandra Sardoni. Oltre, va da se, allo stesso Mentana. (Panorama)
 
  • Cattivo tempo

lauretta ha scritto alle 14:28

Il colonnello Mario Giuliacci dalla sua pagina di Facebook: “Secondo la direzione del TG5, per una maggiore audience nel meteo delle 13.30 e delle 20.30, occorre una bella e giovane presentatrice, non importa se non meteorologa. L’operazione è partita con una fase sperimentale di 10 giorni. Gran parte dei meteorologi laureati in Fisica (come me) che per anni dato lustro al meteo della rete verranno quindi rottamati o quasi…Probabilmente non mi vedrete più su Canale 5…”. Corazzon invece si sfoga sul settimanale Diva e Donna: “In realtà tutto è successo dopo la mia partenza per le vacanze, quindi anche io sono uno spettatore esterno. Quello che mi sembra evidente è che il TG5 sta seguendo una tendenza che è di tutto il mondo della Tv: dare spazio, per le previsioni del tempo, più che a meteorologi professionisti, a belle ragazze, a volti che si ritengono più adatti al pubblico televisivo. Come ha sempre fatto Fede al Tg4, come succede anche a Sky e di recente in altri TG (..)”.


14
agosto

TG LA7, MOSSA A SORPRESA DI ENRICO MENTANA: L’EDIZIONE DELLE 12.30 SI SPOSTA ALLE 13.30

Il TG La7 di Enrico Mentana si spostrà dalle 12.30 alle 13.30

Va cauto Enrico Mentana. Nonostante gli ottimi risultati raggiunti dal Tg La7 grazie al suo recente arrivo alla guida del telegiornale, preferisce evitare toni trionfalistici prematuri, sopratutto quando poi si parla di terzo polo, definizione tanto abusata negli ultimi anni. Sulle pagine dell’Avvenire dichiara:

 «è sbagliato pensare che stia nascendo un terzo polo dell’informazione: siamo un’alternativa a Rai e a Mediaset ma è ridicolo che una persona fino a poco tempo fa ‘disoccupata’ possa rivoluzionare un sistema statico. È possibile invece rappresentare una valida alternativa».

«Il meglio deve ancora arrivare» annuncia, infatti, il neo direttore. E il meglio si potrà “toccare con mano” da settembre quando il telegiornale verrà spostato dalle 12.30 alle 13.30. La sfida è di quelle ardue: dal vecchio competitor Studio Aperto alla nuova competizione diretta con il Tg1 di Minzolini anche se l’ex conduttore di Matrix non vuole paragoni e lo considera solo uno stimolo per conquistare una platea piena e decisamente più numerosa.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,