Teletubbies



24
luglio

I TELETUBBIES TORNANO DOPO 14 ANNI IN UNA VESTE RINNOVATA. RAI YOYO ACQUISISCE TUTTI I DIRITTI

Teletubbies

Sono stati in produzione per soli quattro anni, dal 1997 al 2001, ma sembra ci siano sempre stati. Soprattutto perchè non sono mai più andati via da quel tubo catodico al quale si ispirano le loro figure. Il riferiemento è ai Teletubbies, i personaggi creati dalla Ragdoll Productions, protagonisti della serie tv dedicata ai più piccoli e scritta con l’ausilio di esperti di pedagogia e psicologi.

Teletubbies: in arrivo una nuova serie con grafica rinnovata

Tinky Winky, Dipsy, Laa-Laa e Po hanno fatto impazzire tanti bambini con le loro storie buffe, le parole ripetute all’infinito e la capacità di insegnare giocando. E adesso questi quattro pupazzoni che hanno dei teleschermi al posto della pancia sono pronti a tornare con degli episodi nuovi, in una grafica rinnovata e realizzati in tecnologia Cgi, ovvero con le immagini generate direttamente dal computer. Le nuove puntate saranno sessanta e dureranno dodici minuti ciascuna, e dovrebbero arrivare sulla CBeebies inglese entro la fine dell’anno. E in Italia?

Teletubbies: Rai Yoyo acquisisce i diritti delle repliche e dei nuovi episodi

Così come le vecchie serie – spesso riproposte in replica e sempre presenti sul sito ufficiale per la visione online – anche i nuovi episodi verranno trasmessi da Rai Yoyo, il canale dell’azienda pubblica dedicato ai bambini in età prescolare. Anzi, il canale 43 del dtt ha da poco siglato un accordo con la società di broadcasting internazionale Dhx Media, acquisendo tutti i diritti tv sui Teletubbies, sia quelli passati che quelli futuri.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,




13
agosto

DE AGOSTINI LANCIA DeASUPER PER I TWEENS, E SU DeAKIDS LO ZECCHINO SHOW CON OSSINI E IL BABY FEDERICO RUSSO

Massimiliano Ossini

Solo sul satellite se ne contano 20 (compresi i canali “+1″) e poi ci sono quelli in onda sul digitale terrestre. Eppure, anche se ne abbiamo decisamente troppo, i loro ascolti sono quasi sempre degni di rilievo. Sarà per questo che De Agostini Editore dopo DeAKids ha deciso di lanciare un nuovo canale.

A breve, infatti, sul canale 625 di Sky DeAKids si sdoppierà e arriverà DeASuper,  la rete che “fa scoprire ai ragazzi cosa c’è di super nella vita di tutti i giorni”. Uno sdoppiamento che va nella direzione di separare il pubblico dei kids da quello dei tweens: la rete, infatti, punterà su un target di più adulto o se preferite “meno bambino” (target compreso tra gli 8 e i 12 anni).

Non solo il lancio di un nuovo canale. Il gruppo di Novara ha in serbo molte soprese per i baby telespettatori di DeAKids, canali 601 e 619 della piattaforma Sky. Impossibile non menzionare Lo Zecchino show, game che da ottobre, metterà in gara le più belle canzoni dello Zecchino d’Oro. Il programma sara’ condotto da un’inedita coppia di conduttori, Massimiliano Ossini e Federico Russo, il tredicenne attore della serie “I Cesaroni“, e avrà una giura d’eccezione composta da Roberta Lanfranchi (che già per DeAKids ha cantato la sigla del telefilm “Mega Mindy”), dalla conduttrice musicale Carolina di Domenico e di volta in volta da un ex concorrente o vincitore dello Zecchino d’Oro. Per quanto riguarda le produzioni d’importazione si segnalano ”Teletubbies everywhere“, “Fragolina dolce cuore” e una nuova serie dedicata all’astronomia dal titolo “C’era una volta lo spazio” creata da Albert Barillè, lo stesso creatore di “Esplorando il corpo umano (Siamo Fatti Cosi’)”.

Per saperne di più sulle produzioni originali della “tv del fare“ leggi dopo il salto: