stefano pesce



20
gennaio

IL TREDICESIMO APOSTOLO 2 – LA RIVELAZIONE: TUTTI I PERSONAGGI

Il Tredicesimo Apostolo 2 - Claudio Gioè e Claudia Pandolfi

Il Tredicesimo Apostolo 2 - Claudio Gioè e Claudia Pandolfi

Dopo il buon riscontro della prima stagione, il 20 gennaio 2014 torna su Canale5 Il Tredicesimo Apostolo con il secondo capitolo dal sottotitolo La Rivelazione. La fiction Mediaset, prodotta da Taodue e diretta dal regista Alexis Sweet, ha ancora una volta per protagonisti Claudio Gioè nel ruolo di Padre Gabriel Antinori, un gesuita esperto in fenomeni paranormali, e Claudia Pandolfi nella parte della dottoressa Claudia Munari, una psicologa scettica e razionale. La seconda serie sarà come la precedente ricca di effetti speciali ed immersa in atmosfere gotiche e soprannaturali.

Demoni e spiriti la faranno da padroni, mentre la profezia, in barba al titolo La rivelazione, pur divenendo di episodio in episodio più definita, non verrà rivelata. Ne Il Tredicesimo apostolo 2 – La rivelazione si ripartirà da dove tutto era rimasto sospeso: Padre Gabriel è davvero l’Eletto che rovescerà la chiesa o riuscirà a cambiare il suo destino? In attesa di scoprirlo, vediamo insieme i principali personaggi di questo nuovo capitolo.

Gabriel Antinori (Claudio Gioé)

Gabriel rifiuta di sottomettersi alla Profezia, ma il suo potere paranormale è reale e lui stesso non ne conosce ancora appieno le potenzialità, né riesce a controllarlo. Ossessionato dalla ricerca di Serventi e di sua madre, in cerca di risposte sulla sua origine, ha abbandonato la docenza all’università. Le esortazioni degli studenti e del confratello Isaia lo convincono a tornare a insegnare e a occuparsi ancora di casi misteriosi per la Congregazione della Verità. Ma per Gabriel il dilemma più difficile sarà come conciliare i sentimenti immutati per Claudia e il suo ruolo all’interno della Chiesa.

Il Tredicesimo Apostolo 2 – La Rivelazione: Foto




15
agosto

DISTRETTO DI POLIZIA 9: AL X TUSCOLANO ARRIVANO TULLIO SOLENGHI E NATASHA STEFANENKO

Ah commissà! Semo in pericolo!”.. “fèrmate o sparo!”: quanti ricordi, ispettore Mauro Belli! Probabilmente il ritorno del poliziotto interpretato da Ricky Memphis in “Distretto di Polizia” sarebbe invocato da molti fans ancora speranzosi, ma forse è meglio evitare “sedute spiritiche mediatiche” e lasciare il corpo e lo spirito dell’ispettore ovunque essi siano, perché di nuova “riesumazione-a-favor-di-sequel” proprio non ce n’è bisogno.

Dopo la terza epopea di “Capri”, proviamo a vedere cosa ci riserva la nona di “Distretto di Polizia”.

Anche in questo caso, grosse novità sul fronte “Trama & Personaggi”. Fuori Enrico Silvestrin (il suo personaggio Alessandro Berti era partito per l’America alla fine dell’ottava serie) e Max Giusti dopo qualche puntata; Luca Benvenuto (Simone Corrente) diventerà commissario effettivo del X Tuscolano e tanti giovani attori al suo fianco: Giulia Bevilacqua (alias Anna Gori), Anna Foglietta, Stefano Pesce, Alessandro Mario, Flavio Parenti. Due “new entries vip” per rinverdire l’ennesima annata del commissariato: Tullio Solenghi, nei panni di un pubblico ministero, e Natasha Stefanenko, nel ruolo di una criminale (stranamente) russa.


24
ottobre

AMICHE MIE, UN “SEX AND THE CITY” ALL’ITALIANA?

Amiche Mie @ Davide Maggio .it

In tempi in cui la fiction sta ottenendo i minimi storici in casa Mediaset, la rete ammiraglia del Biscione punta proprio su un serial tutto italiano per recuperare la leadership negli ascolti. E’ questo il principale obiettivo dei 12 episodi da 50 minuti, in onda per 6 serate di prime time, della serie “Amiche mie”.

Prodotta da Mediavivere ed interpretata da Margherita Buy, Elena Sofia Ricci, Luisa Ranieri e Cecilia Dazzi, la commedia porta in scena un poker di primedonne del piccolo e grande schermo dirette da Paolo Genovese e Luca Miniero ed affiancate da un variegato cast di tutto rispetto: Barbara Bouchet, Franco Neri, Elena Russo, Stefano Pesce, Gaia Bermani Amaral, Pino Quartullo, Massimo Poggio e Franco Castellano.

La trama, ambientata a Milano, narra la storia di quattro amiche più o meno quarantenni che si ritrovano alle prese con le gioie e dolori di una nuova fase esistenziale da cui trarranno l’insperata contatazione che, in fondo, i quarant’anni non sono un traguardo ma soprattutto un punto di partenza. Le vicende ruotano intorno al Dottor G., un affermato ginecologo/sessuologo, interpretato da Guido Caprino che incarna il classico “uomo perfetto” e che offre il punto di vista maschile su tutte le talvolta grottesche problematiche amorose del gentil sesso.