stefano accorsi



17
febbraio

1992: DA UN’ IDEA DI STEFANO ACCORSI SKY PREPARA LA SERIE TV SU TANGENTOPOLI

Stefano Accorsi, ideatore di '1992'

A vent’anni esatti (era il 17 febbraio 2002) da quello che è stato il primo, simbolico, atto – l’arresto dell’allora presidente del Pio Albergo Trivulzio e esponente del PSI Mario Chiesa - con il quale si fa coincidere l’inizio dell’inchiesta che ha sconvolto l’Italia e frantumato la Prima Repubblica, Sky annuncia che è in fase di scrittura la prima fiction televisiva incentrata su Mani Pulite.

Si chiamerà semplicemente 1992 e racconterà in dieci episodi, uno per ogni mese dell’anno solare, la storia di sei persone comuni che vedono le proprie vicende personali intrecciarsi con l’inchiesta. Nel periodo compreso quindi tra il 17 febbraio e il 15 dicembre – quando Bettino Craxi venne raggiunto dal primo avviso di garanzia – assisteremo alle avventure di un poliziotto che collabora con il pool di Mani Pulite, un pubblicitario decisamente anticonformista che pone le basi per la nascita di un nuovo progetto politico, un reduce della guerra in Iraq che si avvia alla carriera parlamentare, una giovane showgirl che deve trovare nuovi “agganci politici” perchè i precedenti sponsor sono stati coinvolti in Tangentopoli, una rampante giornalista che vuole ad ogni costo primeggiare e una giovane che si ribella alla famiglia finchè suo padre non viene travolto dallo scandalo.

L’idea creativa è di Stefano Accorsi mentre ad occuparsi della produzione sarà Wildside, che ha già lavorato alla realizzazione del ‘telepanettone’ Un Natale per due (con Brignano e Gasmann,  trasmesso da Sky il 25 dicembre) e del film di Boris oltre ad aver collaborato con la Taodue per la fiction di Canale5, Benvenuti a Tavola – Nord vs Sud, ex Famiglia Italiana.




12
agosto

FESTIVAL DI SANREMO 2010: A.A.A. CERCASI VALLETTO PER ANTONELLA CLERICI

Sanremo 2010 (Antonella Clerici, Dj Francesco, Fabio De Luigi, Stefano Accorsi, Luca Argentero)

La lunga strada verso il palco dell’Ariston, tutta lastricata di toto-nomi e tele-veleni montati forse un po’ pure ad arte, sembra abbia portato la Clerici a destinazione. Mentre si attende a breve la definitiva ufficializzazione di Antonella al Festival di Sanremo, il Giornale, dando per certa la cosa, si spinge più avanti, in cerca del partner maschile che calcherà con la prima il prestigioso palco nel 2010 per l’edizione numero 70. Non più “un uomo per una sera”, ma uno fisso, visto anche che sono sfumati alcuni precedenti contatti; su tutti, quello Christian De Sica, che sembrava quasi fatto.

Quattro, ad oggi, i nomi più papabili: due attori, un conduttore ed un comico, tutti in lizza per fare da spalla alla Antonella nazionale. Iniziamo dal nome che ci sembra più adatto, Fabio De Luigi (pensate quindi quanto adatti siano gli altri).

Volto Mediaset, De Luigi vanta una lunga militanza con la Gialappa’s ed una, più breve, tra le iene. In realtà, però, il comico, anche attore di teatro e testimonial di detersivi, è anche e soprattutto conosciuto al grande pubblico per le sue felici incursioni nella recitazione. Ricordiamo, in particolare, le prime due edizioni di Love Bugs e l’appuntamento, ormai stabile, con i cinepattoni natalizi. Proprio per questa sua poliedricità, potrebbe essere la giusta spalla per la conduttrice. E, male che vada, riesumare un suo vecchio cavallo di battaglia, quel cantante Olmo ideale per risvegliarci dal torpore fra una malaugurata esibizone paludata ed un’altra. 


19
febbraio

SANREMO SI CONFERMA CAMPIONE D’ASCOLTI. MESSI FUORI GARA, ALMENO PER IL MOMENTO, NICKY NICOLAI E CONSORTE, ALBANO E SAL DA VINCI

Festival di Sanremo 2009 (Paolo Bonolis e Eleonora Abbagnato)

Orfano di Benigni, il Festival continua a veleggiare verso “magnifiche sorti e progressive”. Nonostante la sovrapposizione con la corazzata di Amici, Sanremo tiene e si accaparra uno share più che lusinghiero (41,6% nella prima parte e 44,78 nella seconda).

Chiamato a confermare gli ascolti boom della prima serata e dimostrare che essi non fossero frutto esclusivo degli attesissimi interventi di Mina e Roberto Benigni, Paolino ce la mette tutta e, da gran mattatore, confeziona una seconda serata piacevole e vincente.

Suggestiva l’apertura affidata a una toccante contaminazione fra Mozart e i Pink Floyd, affascinante, e non così spocchiosa come ci si attendeva, l’etoile Eleonora Abbagnato che ha vestito meravigliosi abiti dei conterranei Dolce & Gabbana, godibili i momenti comici con cui la rodata coppia Bonolis e Laurenti ha condito la lunga serata. Emozionante l’omaggio a De Andrè, nel giorno del suo compleanno, portato in scena dalla PFM, che accompagnata da Claudio Santamaria (bellissima voce) e Stefano Accorsi (apprezziamo le buone intenzioni, ma continui pure a fare l’attore), hanno eseguito due magiche “poesie” del mai troppo compianto autore genovese (Bocca di rosa e Il pescatore). Il pubblico dell’Ariston, tradizionalmente imbalsamato, ideali cavie per lo studio della crioconservazione post portem, ha, entusiasticamente, partecipato a quel toccante tributo.





18
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2009: IL “MENU” DELLA SECONDA SERATA

Sanremo 2009 (Nir Lavi, Eleonora Abbagnato e Paolo Bonolis)

Tutto pronto per la seconda serata del Festival della Canzone Italiana. Ecco, come promesso, la scaletta della serata anche se non è stato ancora reso noto l’ordine di uscita degli artisti. 

La serata si apre con l’Orchestra del Festival diretta dal maestro Bruno Santori  e dal coro Jubilate diretto da Paolo Alli che proporrà musica barocca, polifonica e canti gregoriani mentre scorreranno le immagini del film Amadeus

La gara canora prevede:

  • l’esecuzione delle 13 tredici canzoni degli ARTISTI, con votazione della giuria demoscopica del Teatro Ariston grazie alla quale le 10 canzoni più votate saranno ammesse alla Quarta Serata;
  • l’esecuzione delle restanti 6 canzoni delle PROPOSTE 2009 con votazione della giuria demoscopica del Teatro Ariston. La graduatoria stilata in base ai voti ricevuti nella serata verrà “secretata” e non sarà resa nota.

Madrina della serata: Eleonora Abbagnato vestita da Dolce & Gabbana;

Ospite maschile: Nir Lavi vestito da Ermanno Scervino;

Nel corso della puntata gli attori Claudio Santamaria e Stefano Accorsi si proporranno nell’insolita veste di cantanti, insieme alla Pfm, per “Buon Compleanno Faber”, un tributo a Fabrizio De Andrè.

Ma Sanremo quest’anno è anche… letteratura: cinque grandi scrittori hanno infatti interpretato il Festival con brani che saranno letti da altrettanti attori famosi. Un “Caro Sanremo…” di Paolo Giordano sarà letto, questa sera, da Alessandro Haber.

Buon visione.


21
giugno

AMARCORD, Che Fine Hanno Fatto…GLI INTERPRETI DEGLI SPOT?

Pubblicità @ Davide Maggio .it

Fin dal primo Amarcord abbiamo visto quanto il panorama televisivo degli anni 80, sia stato vario e soprattutto ricco di programmi e telefilm decisamente degni di nota, non solo per i loro contenuti ma anche per lo stile innovativo con il quale si presentavano. Ed anche la pubblicità non era da meno. Spot avvincenti, coloriti, dallo slogan accattivante che avevano come protagonisti personaggi fortemente caratterizzati. Dei veri e propri show che miravano a conquistare il grande pubblico, riuscendo nel loro intento.

Niente a che vedere con quanto avviene oggi. Gli spot negli anni 80 privilegiano un unico grande aspetto che può perfettamente raccontare la loro “epopea”: la creatività.

Erano sufficienti una piccola e semplice idea ed un buon estro artistico ed il gioco era fatto.

Tanti sono i personaggi che in quel periodo sono saliti alla ribalta proponendo dei piccoli tormentoni che ancora oggi non lasciano indifferente chi ha vissuto quel periodo. Attori improvvisati che oggi nella vita fanno tutt’alto ma anche future star.

Vediamo che fine hanno fatto alcuni di loro (I video sono disponibili nella seconda parte del post).

MATTEO DONDI –  KINDER

Matteo Dondi @ Davide Maggio .itMatteo Dondi @ Davide Maggio .it

Ha esordito a soli due anni, interpretando uno spot per la linea CasaGarden della Chicco. A sceglierlo era stato il maestro del cinema Pupi Avati. In seguito ha preso parte a ben 186 spot per Sidis, Perlana, Monopolino, Standa, Cluedo Junior, Maxibon e Ferrero. Ed è stato proprio lo spot del Kinder Fetta al Latte a renderlo celebre (“ma io ho fame” era la sua celebre battuta). A causa di un brutto incidente della madre, ha dovuto abbandonare l’attività a 12 anni. Oggi si occupa di musica, è batterista dei Desdinova e spera che questo possa diventare il suo lavoro. Ha 21 anni.

[ link : Blog di Matteo Dondi ]

LUCA LEVIS – MAGO GALBUSERA

Luca Levis (Mago Galbusera) @ Davide Maggio .itLuca Levis @ Davide Maggio .it

E’ stato il secondo interprete del Mago Galbusera. Il primo era un mimo che non ha avuto grande successo. Luca Levis è stato testimonial della Galbusera per cinque anni (1981/1986), nel corso dei quali è diventato un vero e proprio mito per grandi e piccini. Indimenticabile la sua parrucca, il frac giallo e i suoi pattini di fuoco. Nel 1986 è stato rimpiazzato, anche a causa del suo spirito libero che non gli ha facilitato i rapporti con le varie case di produzione. Oggi è pilota di linea nell’aviazione commerciale, è felicemente sposato e ha due bambini. E’ stato intervistato da LaPina nel corso della trasmissione che conduce su Radio DeeJay ed ha partecipato al programma Meteore ma la sua apparizione non è mai andata in onda dal momento che lui ha lasciato lo studio durante le registrazioni. Ha 47 anni.

SARA SACCHET – NUVENIA POCKET

Sara Sacchet @ Davide Maggio .itSara Sacchet @ Davide Maggio .it

Studentessa dell’ISEF e appassionata di paracadutismo, Sara Sacchet ha interpretato lo spot della Nuvenia (la ragazza che si buttava dall’aeroplano) in onda dal 1985. E’ stata scelta grazie ad un amico del suo attuale marito, Pio Geminiani, paracadutista che lavorava in ambito pubblicitario. Oggi è mamma e moglie felice ed insegna educazione fisica. Finiti lanci e competizioni, colleziona numerosi titoli : è giudice-arbitro internazionale ed è stata  Capo Giudice-Arbitro ai Mondiali di Paracadutismo, fa parte del Consiglio Direttivo della Federazione Italiana di Paracadutismo Sportivo (di cui suo marito è Vice Presidente) ed è il Delegato Italiano alla Federazione Aeronautica Internazionale. Anche lei come Luca Levis (che è amico e collega del marito) è stata invitata a Meteore ma ha rifiutato di partecipare. Ha 42 anni.

VINCENZO DE TOMA – PENNELLI CINGHIALE

Vincenzo De Toma @ Davide Maggio .it

Noto attore caratterista milanese, ha dato vita all’imbianchino che trasportava con una bicicletta (dotata di rotelle proprio per permettere il trasporto di un oggetto tanto ingombrante) un pennello enorme, bloccando così il traffico di Milano. Indimenticabile la sua gag con il vigile. L’attore ha partecipato a diversi film comici come Il Bisbetico Domato, Il ragazzo di Campagna, Lui è Peggio di Me e Yuppies 2, affiancando a questo la sua attività di attore teatrale. Ha concluso la sua carriera recitando in Ricky e Barabba. Si è spento nel 1999 all’età di 78 anni.

STEFANO ACCORSI – MAXIBON

Stefano Accorsi @ Davide Maggio .itStefano Accorsi @ Davide Maggio .it

Lo spot diretto da Daniele Lucchetti ha lanciato Stefano Accorsi, eleggendolo Mister MaxiBon. Il famoso slogan ‘du gust is mel che uan’ è diventato un tormentone e ha permesso a Stefano di farsi notare da registi e produttori. In precedenza aveva girato un film con Pupi Avati, Fratelli e Sorelle, vincendo un Premio come Miglior Attore Esordiente e aveva recitato Pirandello a teatro. In seguito ha presto parte ai film “Voci Notturne” e “Jack Frusciante è Uscito dal Gruppo”. A consacrarlo la pellicola “L’Ultimo Bacio”. E ancora ”Le Fate Ignoranti”, “La Stanza Del Figlio”, “Santa Maradona”, “Un viaggio chiamato amore” e l’acclamato “Romanzo Criminale”. Ha vinto un David di Donatello ed una Coppa Volpi. E’ stato legato a Giovanna Mezzogiorno ed oggi è il compagno di Letitia Casta, dalla quale ha avuto un figlio nel 2006. Ha due film in uscita nel 2008 e oggi ha 36 anni.

[Per alcune notizie si ringrazia spot80.it]