Stefania Sandrelli



15
marzo

NON E’ STATO MIO FIGLIO: ANTICIPAZIONI SECONDA PUNTATA DEL 16 MARZO 2016

Non è stato mio figlio

Dai fasti del cinema alla familiarità della tv, sembra essere questo il destino di molti attori italiani che, in mancanza di proposte dal grande schermo, trovano una nuova vita lavorativa in televisione grazie alla fiction. Tra questi anche Stefania Sandrelli, protagonista da questa sera su Canale5 al fianco di Gabriel Garko in Non è stato Mio Figlio, serie tv che racconta le vicende della famiglia Geraldi, di cui l’attrice è la matriarca. In sede di presentazione della fiction, la Sandrelli non sembra rimpiangere troppo i tempi in cui a dirigerla erano registi come Germi, Risi, Scola, Bertolucci o Comencini.




26
maggio

UNA GRANDE FAMIGLIA 4 CI SARA’?

Una Grande Famiglia 3

Si conclude questa sera la terza stagione di Una Grande Famiglia, la fiction che dal 2012 racconta ai telespettatori di Rai 1 le vicende della famiglia Rengoni. Una storia ricca di emozione e inquietudine che in questo terzo capitolo è riuscita a mettere nuovamente al centro della narrazione i personaggi ed i loro legami, raccogliendo anche una buona media del 19.5% di share.

Una Grande Famiglia 3: gli attori escludono che ci sarà un quarto capitolo

Con queste premesse verrebbe da dare per scontata la messa in produzione di una quarta stagione, anche perchè il gran numero di personaggi presenti in scena permetterebbe lo sviluppo di ancora tante linee narrative. Invece, stando alle dichiarazioni degli interpreti principali, Una Grande Famiglia 4 non sarebbe nelle intenzioni della Cross Productions e della Rai; la puntata di martedì 26 maggio 2015, dunque, sarebbe l’ultima in assoluto. Ad insinuare questa “paura” sono stati Giorgio Marchesi e Gianni Cavina, rispettivamente Raoul Rengoni e suo padre Ernesto, morto in scena qualche settimana fa. Il primo, intervistato da Tv Sorrisi e Canzoni, ha parlato del suo personaggio e alla domanda se si fosse stufato di interpretarlo ha risposto così.

“No, solo che ho bisogno di fare altro. Inoltre non credo ci sarà un’altra stagione. Anche Stefania Sandrelli ha dichiarato che a un’eventuale quarta non parteciperà. A meno che non scrivano una storia straordinaria nella quale Raoul diventa un serial killer. E allora mi vien da dire che quasi quasi lo rifarei…”.

Ancor più chiaro il commento del patriarca Cavina rilasciato a La Vita in diretta: “Se me ne andavo e facevano la quarta stagione mi sarei arrabbiato, ma essendo questa la fine di una trilogia, uscire di scena da morto probabilmente dà qualche vantaggio“. Al di là di queste dichiarazioni, che potrebbero anche riferirsi a decisioni di massima prese prima della messa in onda, il vero problema per una quarta stagione sarebbe la mancanza di troppi interpreti principali: oltre a Marchesi, anche Stefania Sandrelli aveva dichiarato di volersi fermare al terzo capitolo e cattive notizie arrivano infine da Alessandro Gassman, centralissimo con il suo Edoardo.


30
luglio

UNA GRANDE FAMIGLIA 2, STEFANIA SANDRELLI: I MISTERI IN SOSPESO NON SI CHIARIRANNO COMPLETAMENTE

Stefania Sandrelli

E’ una delle attrici simbolo della fiction italiana, ricordata soprattutto per il ruolo della sfortunata Margherita ne Il maresciallo Rocca. Ma con l’interpretazione di Eleonora Rengoni in Una Grande famiglia, personaggio che le calza a pennello, Stefania Sandrelli sembra aver trovato una nuova chiave di recitazione, a metà tra il dramma e la commedia, decisamente efficace.

L’attrice, impegnata fino a settembre con le riprese della seconda stagione della saga di Rai 1 (qui tutte le novità), dà vita ad una madre che vive per la propria famiglia, una chioccia pronta a sbranare chiunque osi mettersi di mezzo tra lei e i propri figli. Una donna forte, decisa, che però ha le sue fragilità e i suoi dolori, che cura proprio grazie all’amore della famiglia. Un ruolo bellissimo nel quale però la Sandrelli non intende restare ingabbiata, come leggiamo sulle pagine di Tv Sorrisi e Canzoni: l’attrice ha firmato l’opzione solo per la terza stagione perché “non è pensabile che si immoli anni e anni per uno stesso prodotto”. Quanto alla trama di Una Grande Famiglia 2, non si sbottona troppo:

“Diciamo che il figlio tornato (Edoardo, interpretato da Alessandro Gassman, ndDM) spiegherà le sue ragioni, e che i rapporti familiari si riveleranno preziosi. Si instaura una specie di rete di sostegno, nel bene e nel male, e si prova a risolvere i problemi, con qualcuno che non ce la fa o che rinuncia.[...]Va detto che durante le otto puntate trascorrono appena tre mesi della storia.”





24
aprile

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (16-22/04/2012). PROMOSSI SIANI E SANDRELLI, BOCCIATA DOMENICA CINQUE

Belen Rodriguez

9 a Stefania Sandrelli, protagonista di Una Grande Famiglia. Dai tempi de Il Maresciallo Rocca in materia di fiction televisiva l’ex sex symbol del cinema italiano non ne sbaglia una o quasi.

8 ad Alessandro Siani. Il comico napoletano, fresco di ospitata ad Amici, meriterebbe una vetrina televisiva di prestigio.

7 ad Alvin. Il “valletto” di Silvia Toffanin appartiene ad una giovane generazione di conduttori che ha fatto del garbo la sua cifra stilistica. Un programmino su La5, glielo si potrebbe anche concedere.

6 ad una Maria de Filippi divisa tra Sky e Mediaset. Beffa per l’azienda di Cologno, mezzo colpaccio per la conduttrice. Ma siamo nel campo della fantatelevisione.


15
aprile

UNA GRANDE FAMIGLIA: DA QUESTA SERA SU RAI1 LE VICENDE DI CASA RENGONI, CON SANDRELLI, GASSMAN E ROCCA

Una Grande Famiglia

La famiglia torna protagonista in tv. Non allargata in stile Medico in famiglia o I Cesaroni ma decisamente più tradizionale. Da questa sera alle 21,30 su Rai1 prende il via Una grande Famiglia, fiction in 6 puntate incentrata sulle vicende de I Rengoni, una stirpe d’industriali della Brianza. La serie, prodotta da Magnolia per RaiFiction, vede alla regia Riccardo Milani mentre la sceneggiatura porta la firma di Ivan Cotroneo, Stefano Bises e Monica Rametta, i tre artefici del successo di Tutti pazzi per amore, di cui proprio Milani aveva diretto le prime due stagioni. 

Girata tra Milano, Bergamo, Como e Monza, la fiction vanta un nutrito cast di grandi attori, raro per una produzione italiana: da Stefania Sandrelli a Gianni Cavina, passando per Alessandro Gassman, Stefania Rocca, Valentina Cervi e Piera Degli Esposti. Una Grande Famiglia si presenta come un romanzo familiare dei giorni nostri, nel quale i toni della commedia romantica si fondono con quelli del drama e del mistery. Attraverso gli intrecci di affetti, i segreti e i dolori dei Rengoni, si raccontano le inquietudini e le contraddizioni dell’Italia toccando temi come il lavoro, l’adozione, la fede e  il divorzio.

Grande soddisfazione è stata espressa dal direttore di RaiFiction Fabrizio Del Noce che, durante la conferenza stampa di presentazione della serie, ha dichiarato:

“Sono molto soddisfatto ed è merito degli sceneggiatori che hanno realizzato una storia molto intersecata con temi forti, odi ed amori, classico, e mistery. Una serie dal finale aperto, che darebbe la possibilità di realizzare un eventuale sequel.





27
gennaio

DM LIVE24: 27 GENNAIO 2012. E’ MORTO LINO PROCACCI, 6 APPARTAMENTI (VALORE 5 MLN EURO) PIGNORATI A LAURENTI, STEFANIA SANDRELLI BALLERINA PER UNA NOTTE, BAR REFAELI DA CHIAMBRETTI, CUCCARINI VS VENIER AD ATTENTI A QUEI DUE, UNO MATTINA A SANREMO

Diario della Televisione Italiana del 27 gennaio 2012

>>> Dal Diario di ieri…

  • E’ morto Lino Procacci

Francesco Amico ha scritto alle 01:58

E’ morto questa sera prima delle 23 il regista Lino Procacci, aveva 88 anni ed era malato da tempo. Originario di Abeto, in provincia di Perugia, negli anni 50 dopo la laurea in giurisprudenza si traferì a Roma dove iniziò dapprima la carriera di attore e poi di regista. Il debutto in televisione nel 1954 con “Jazz il bandito”. In seguito altre trasmissioni storiche come i collegamenti esterni di “Campanile sera” di Mike Bongiorno, “Il teatrino di Walter Chiari”, “A che gioco giochiamo” con Corrado nel 1969 e la lunga serie di “Ieri e oggi” di cui ha curato la regia dal 1967 al 1979. Nel 1976 inizia la sua collaborazione con Corrado, con il quale inventa “Domenica in..”, curandone la regia fino al 1982 quando il contenitore domenicale passò nelle mani di Pippo Baudo. Nel frattempo iniziò la collaborazione con TeleMilano 58, la futura Canale 5, per la quale guidò la regia di “I sogni nel cassetto”, il primo quiz di una televisione commerciale, condotto da Mike Bongiorno. In seguito diresse per Bongiorno la prima edizione di “Superflash” e per l’amico Corrado “Ciao gente” nel 1983, la prima “Buona domenica” nel 1985 e “Il pranzo è servito” dal 1982 al 1986 per quasi 1000 puntate. L’ultima apparizione televisiva di Procacci nel 2004 invitato da Pippo Baudo allo spettacolo per i 50 anni della televisione.

  • Hai capito Luca Laurenti!

AnTo ha scritto alle 10:58

Sei appartamenti in zona corso Buenos Aires, a Milano, per un valore totale di cinque milioni di euro, presto potrebbero non essere più di Luca Laurenti, spalla comica in televisione di Paolo Bonolis. Il pignoramento lo ha disposto l’Agenzia delle entrate Equitalia contesta al comico il mancato pagamento di imposte Irap per due milioni di euro sulla sua proprietà milanese di Corso Buenos Aires tra gli anni 2000 e 2005. Equitalia ha quindi pignorato i suoi sei appartamenti milanesi, che hanno un valore complessivo di 5 milioni di euro. Lo riporta il quotidiano «Repubblica Milano». Si tratta di tasse dichiarate, rende noto il giornale, ma non versate dal popolare personaggio televisivo, in seguito a un contenzioso avviato da lui e dalla moglie, Raffaella Ferrari, fin dal 2007, che trascinandosi fino a oggi ha fatto lievitare la somma. Corriere.it

  • Stefania Sandrelli ballerina per una notte a Ballando con le Stelle

Reuccio ha scritto alle 12:52

Stefania Sandrelli sarà il ballerino per una notte. Fonte: sito di Ballando

  • Bar Refaeli al Chiambretti Sunday Show

pippo ha scritto alle 15:37

Ospite da Chiambretti domenica prossima la super top model Bar Refaeli . (fonte il twitter di mediaset)

  • Cuccarini VS Venier ad Attenti a Quei due

Alessandro ha scritto alle 17:29


4
agosto

LA FICTION SI FA IN FAMIGLIA: “GRANDE” PER RAI1, “ITALIANA” PER CANALE 5

Famiglia Italiana (via La Repubblica)

Famiglia e tv, un binomio sempre più imprescindibile. Negli ultimi cinquant’anni la televisione, con la sua ingombrante presenza, ha rivoluzionato il modo di comunicare, influenzando non poco la vita familiare, dettando e modellando atteggiamenti e opinioni, ma sopratutto riducendo gli spazi di dialogo tra le mura domestiche. Una televisione sempre più invadente che allo stesso tempo sembra però non poter fare a meno della famiglia, ampiamente rappresentata in tutte le sue sfaccettature in decine di film e serie tv. Dalla celebre e “classica” Famiglia Benvenuti del 1968, ai più recenti e alternativi Cesaroni, le famiglie continuano a popolare con successo il piccolo schermo. Anche nella prossima stagione non mancheranno fiction e film tv, pronti a narrare le vicende di vari nuclei familiari.

Tra gli appuntamenti più attesi dei prossimi mesi, la serie drammatica Una Grande Famiglia, fiction in 6 puntate prodotta per Rai 1 da Magnolia, con la regia di Riccardo Milani e la sceneggiatura di Ivan Cotroneo, Monica Rametta e Stefano Bises (autori con cui il regista ha già firmato il successo di Tutti pazzi per amore). La fiction che vede nel cast Stefania Sandrelli, Valentina Cervi, Alessandro Gassman, Stefania Rocca e Primo Reggiani, sarà ambientata nei distretti industriali del Nord Italia e  racconterà la saga familiare dei Rengoni.

I Rengoni sono lo specchio della perfetta famiglia italiana. Eleonora ed Ernesto hanno fondato un’azienda solida e cresciuto cinque figli. Edoardo, che ha sostituito il padre nella gestione della società; Raoul, che si dedica al recupero di ragazzi in difficoltà; Laura, avvocato di successo; Nicoletta, ricercatrice universitaria e Stefano, il più giovane, che oscilla tra la passione per le auto e un impiego insoddisfacente nell’azienda di famiglia. L’unità familiare è però improvvisamente spezzata da un evento tragico che porterà a galla le difficoltà dell’azienda, i rancori tra i membri della famiglia e alcuni fantasmi del passato.


9
settembre

TI LASCIO UNA CANZONE: DOMANI AL VIA LA QUARTA EDIZIONE CON LA “SFIDA OBBLIGATA” ALLA FICTION IL PECCATO E LA VERGOGNA

Antonella Clerici conduce per la quarta volta Ti lascio una canzone

Mancano poco più di 24 ore ore alla prima vera sfida della nuova stagione tv. Antonella Clerici e i talenti della canzone in formato tascabile contro i belli della fiction Gabriel Garko e Manuela Arcuri. Una sfida  evitata dalla Rai, che ha spostato Ti lascio una canzone dal mercoledì sera, ma voluta fortemente da Mediasetrimandando quasi all’ultim’ora l’annunciata prima puntata di C’è posta per te e programmando la quarta puntata della fiction Il peccato e la vergogna. In quanto a risultati d’ascolto la Clerici non poteva trovare avversario più temibile e sulla bionda conduttrice bruciano ancora le ferite di un anno fa dovute  alla soppressione di Tutti pazzi per la tele, proprio per un Garko bello e dannato ne L’onore e il rispetto.

Ma “Ti lascio una canzone” non è “Tutti pazzi per la tele” e la Clerici debutta domani sera con la quarta edizione di uno dei suoi più grandi successi, per poi proseguire al sabato sera dal 18 settembre. Riuscito comunque l’intento di anticipare il debutto del fratello Io Canto, il baby talent show di Rai1 andrà in onda dall’auditorium di Napoli e punta su un cast in gran parte rinnovato. Protagonisti assoluti saranno 35 giovani interpreti di età compresa tra i 7 e i 15 anni, provenienti da tutte le regioni d’Italia, che canteranno le canzoni che hanno segnato la storia della musica italiana. Ad accompagnarli un’orchestra dal vivo di 30 elementi, diretta dal maestro Leonardo de Amicis.

Novità in giuria dove siederanno Stefania Sandrelli e Massimiliano Pani, in qualità di commentatori fissi della trasmissione. Ospiti della prima puntata saranno Dionne Warwick e Gigi D’Alessio, voce simbolo della città partenopea, riguardo la quale la Clerici ha voluto affermare il suo profondo affetto: “Napoli è una sede fantastica, il problema era avere anche il quotidiano della ‘Prova del cuoco’ da Roma: io lavoro anche dietro le quinte, non solo in onda. Per fortuna siamo tornati al sabato sera“. Polemiche a parte, la quarta edizione può decollare, ma le novità non sono finite.


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »