Stefania Orlando



5
luglio

STEFANIA ORLANDO A DM: MI MANCA TANTO LA TV, MA OGGI SE NON HAI IL SOSTEGNO DI QUALCUNO NON RIESCI A LAVORARE

Stefania Orlando

Ha da poco compiuto diciotto anni di carriera. Dal primo provino sotto l’occhio attento di Corrado, alla lunga collaborazione con Michele Guardì, sino all’improvviso allontanamento dalla tv, abbiamo ‘festeggiato’ insieme a Stefania Orlando, la sua maggiore età nel mondo dello spettacolo. Una Orlando innamorata del suo lavoro ma allo stesso tempo anche una Orlando furiosa per la mancata meritocrazia che oggi più che mai le impedisce di ritrovare un proprio spazio all’interno del piccolo schermo. A consolarla ci sono per fortuna la musica e i numerosi fan che non nascondono il loro affetto e sono pronti a incoronarla nuova icona gay.

Stefania tanti auguri, sei diventata maggiorenne, il 28 giugno di diciotto anni fa debuttavi in tv nel gioco a quiz Si o no.

Grazie, è vero, sono maggiorenne. Qualche giorno fa era il mio compleanno (ride, ndDM).

Com’è iniziato tutto?

Ho avuto la fortuna di avere il battesimo televisivo da Corrado, uno degli uomini in assoluto più straordinari della tv. Ricordo ancora il provino che mi fece insieme alla sua futura moglie Marina Donato. Per me fu una grande emozione, anche se in realtà non avevo nessuna voglia di fare tv. Mi sono presentata  pensando “faccio questo provino, tanto poi non mi prendono”.

E invece…

…fui scelta per questa trasmissione condotta da Claudio Lippi, con il quale ancora oggi ogni tanto mi sento. Uno dei ricordi più curiosi, riguarda il fatto che noi, con Si o No, andavamo in onda dal centro di produzione Palatino, che all’epoca era anche il quartier generale di Non è la Rai. Io e la mia compagna d’avventura Rossella (Zito ndDM), avevamo all’epoca tra i 24 e i 25 anni, e in mezzo a tutte quelle ragazzine così giovani ci sentivamo delle vecchie.  Praticamente ho iniziato con il complesso dell’età.

Avevi anche una carriera avviata come agente immobiliare…

Un agente immobiliare con tanto di patentino, ci tengo a dirlo, perché molti dicono, ah va bè, vendevi le case. Io iniziai a lavorare da giovanissima nel settore immobiliare per mia scelta. In realtà avevo avuto qualche esperienza da modella, sfilando per Gattinoni, Biagiotti ed altri stilisti. Poi però, quando decisi di andare a vivere da sola, mi cercai un lavoro “più serio”, una professione che mi desse maggiore stabilità. Su Porta Portese (giornale d’annunci della Capitale ndDM) trovai  un lavoro in un’agenzia immobiliare. Ci rimasi per sei anni, fu un periodo di grandi soddisfazioni.

E il provino?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,




27
giugno

AMARCORD, LA TV CHE APRIVA PER FERIE: SI O NO

Si o No

C’era una volta, neppure tanto tempo fa, una tv che d’estate apriva per ferie, una tv che non andava in letargo, ma al contrario teneva compagnia al suo pubblico anche in pieno agosto, con varietà, quiz e talk show. Riprende su DM il viaggio nel passato del piccolo schermo, attraverso il ricordo di alcuni tra gli appuntamenti estivi più amati e seguiti dal pubblico.

Partiamo facendo un tuffo indietro di 18 anni, sono le 12.00 in punto di lunedì 28 giugno 1993 e sugli schermi di Canale 5 prende il via la prima edizione di Si o No, il nuovo gioco a quiz ideato da Corrado e dal suo storico gruppo autorale composto da Stefano Jurgens, Stefano Santucci e Corima (pseudonimo usato dallo stesso Corrado per indicare la coppia autorale formata insieme al fratello Riccardo). Archiviato definitivamente Il pranzo è servito, Corrado continua a presidiare (seppur solo come autore) la fascia del mezzogiorno, con un nuovo gioco, la cui realizzazione ricorda non poco lo spirito e le atmosfere del celebre “Pranzo”.

Ulteriore anello di congiunzione tra i due quiz è la conduzione di Claudio Lippi, di ritorno in tv a distanza di un anno. Al suo fianco due giovani e procaci vallette: la debuttante Stefania Orlando e Rossella Zito, già vista in tv nel ruolo di ragazza coccodè ad Indietro tutta. La trasmissione sviluppata su un’idea in parte sperimentata nella primavera dello stesso anno all’interno de La Corrida, vede in ogni puntata 2 concorrenti sfidarsi in una serie di giochi in cui la bravura e l’abilità devono spesso fare i conti con il caso e la fortuna.


5
febbraio

IL LOTTO ALLE OTTO: TIBERIO TIMPERI E STEFANIA ORLANDO PRONTI A TRAINARE IL TG2

La fascia pre-telegiornale è una delle più delicate di tutto il palinsesto. Se Raiuno e Canale5 possono contare su quiz ormai entrati nei cuori dei telespettatori italiani, Raidue “riempie il buco” con una nuova edizione de Il lotto alle otto. Via i telefilm tedeschi e spazio a numeri ed estrazioni per trainare al meglio il Tg2. A sua volta Il lotto alle otto, da giovedì 25 febbraio, potrà contare sul day time dell’Isola dei famosi che dovrebbe rialzare la fascia preserale, spesso sofferente.

Da lunedì prossimo, 8 febbraio, alle 20 in punto, Tiberio Timperi e Stefania Orlando, presenteranno le estrazioni in diretta e giocheranno con il pubblico a casa. Nel corso del programma, per la regia dell’infaticabile Michele Guardì, saranno date inoltre informazioni sul gioco del lotto: dall’interpretazione dei numeri con la ‘’smorfia” ai numeri ritardatari, dalle regole al linguaggio del Lotto, alle storie e curiosità legate alla cabala.

Sospeso nel 2007, Il lotto alle otto torna in onda grazie a una rinnovata collaborazione tra la Rai e i Monopoli di stato e dopo le richieste di numerosi giocatori desiderosi di tornare ad assistere alle estrazioni in diretta: ”Si rinnova la grande fiducia dei Monopoli di Stato nei confronti della Rai, nel rispetto delle regole e dei consumatori – spiega Guardì, autore e regista della trasmissione – batteremo molto sul gioco sicuro e sull’intrattenimento. I giocatori amano vincere e anche se in palio non ci sono cifre enormi, siamo convinti che ci seguiranno’‘.





28
gennaio

DM LIVE24: 28 GENNAIO 2010

DM Live24: 28 Gennaio 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Condoglianze

lauretta ha scritto alle 08:33   edit

Michele Cucuzza apre Uno Mattina con l’annuncio che quest’oggi (ieri, ndDM) Eleonora Daniele non prenderà parte al programma perchè é stata colpita da un grave lutto: la morte del padre. E di questo ci disiace sinceramente!

  • Dite a Garofalo del congiuntivo!

Mari 611 ha scritto alle 16:45

Sto seguendo anch’io la striscia di Amici e mi viene spontaneo un commento: qualcuno dovrebbe avvisare il maestro Garofalo dell’esistenza del congiuntivo!

  • Ecchissenefrega

lauretta ha scritto alle 14:39

Stefania Orlando al Fatto del Giorno racconta di non aver lavorato per più di due anni in televisione perchè in un’intervista raccontò di essere corteggiata da un uomo famoso della tv.

  • E.R. su Rete4

simonevarese ha scritto alle 16:48

Prossimamente su Rete 4 andrà in onda E.R.. Non si sa se in primetime o in daytime. E’ passato poco fa il promo…

  • Un asilo… comico!

lauretta ha scritto alle 17:12

Nella casa del GF, Veronica parlando con Nicola ha sottolineato il fatto che una volta fuori di lì non ha nessuna intenzione di intraprendere alcuna carriera artistica e che il mondo dello spettacolo non l’attira per nulla. Il suo più grande desiderio sarebbe aprire un asilo e poi gestirlo. Io però credo che invece come comica non sarebbe male: bella battuta ha fatto!

  • Valerio Scanu, il più attaccato

lauretta ha scritto alle 15:07

A quanto pare i giornalisti della carta stampata che sono riusciti ad ascoltare le canzoni del Festival di Sanremo hanno dato i loro giudizi, in special modo sui ragazzi provenienti dai talent. Valerio Scanu è stato il più attaccato dai critici (la sua canzone è stata definita antica) mentre hanno espresso tutti un giudizio molto positivo su Noemi. Per Marco Mengoni la critica è un pò spaccata in due. C’é chi ritiene il suo pezzo “imbarazzante” (G. Castaldo de la Repubblica) e chi invece pensa che possa addirittura vincere (S. Mannucci de Il Tempo). Non resta che aspettare!

  • Gran Hermano 11. Vince Angel

lca ha scritto alle 23:19

Il Gran Hermano è stato vinto da Angel. Saray seconda e Pilar terza.


2
giugno

PRESTATI ALLA MUSICA/2, DALLA ORLANDO A SOLANGE PASSANDO PER IL VENTO DI FLAVIA. PERCHE’ IL TRASH NON VA IN VACANZA!

Musica Trash Stefania Orlando Solange Ana Laura Ribas e Flavia Vento @ Davide Maggio .it

L’ondata di maltempo che ha colpito l’Italia, e ci ha destati dall’illusione di una bella stagione arrivata in anticipo, non impedisce a noi di DM di continuare la nostra indagine sui volti del piccolo schermo prestati alla musica, indagando proprio sul filone dei famigerati tormentoni estivi.

Impossibile non cominciare dalla regina dei “prestati ai tormentoni“, la bellissima Stefania Orlando, che dopo Sotto la Luna (…la cera si consuma!) e Marimbaba (…non so quandò si arriverà, ma domani io vado al mare) ci riprova con Su e Giù (video dopo il salto), presentato in anteprima mondiale a Festa Italiana con la sua band degli Orlando Furiosi. E forse sono Furiosi perchè gli fanno suonare questa roba. Testo no-sense, solite sonorità da canzonetta sotto l’ombrellone, coreografia degna del peggiore fra i balli di gruppo, e il gioco è fatto. Vendite non pervenute, nonostante la buona volontà. E se non c’è due senza tre, speriamo che il quarto non arrivi così in fretta. Ma nessun tormentone firmato Orlando può battere quello che ormai è un cult per ogni trash-addicted che si rispetti: stiamo parlando del singolo che dal 2001 accompagna le estati di tanti fan (masochisti, c’è da scommetterci) della bella Flavia Vento.

Ancor prima di tentare la carriera politica infatti, la Vento aveva deciso di mettere i suoi sogni e la sua esperienza al servizio dell’industria discografica, con un pezzo che voleva essere internazionale (cantato in spagnolo e inglese) ma che non ha valicato i confini della cerchia di ricercatori del trash estremo. La sua Moreno, così sospirata da sembrare un continuo lamento petulante, non ha scalato le classifiche nonostante le sonorità da potenziale hit. E la musica fu, per la bella Flavia, come la politica, una parentesi che noi tutti vorremmo dimenticare. Da rimuovere, come fosse un trauma, anche la tragica incursione nel mondo dei tormentoni del chiromante Solange, che dopo la hit degli anni ottanta “Palline Colorate“, con un titolo che è tutto un programma, ci ha riprovato nel 2006.

Dopo il Salto guarda i video e ascolta le canzoni: