Skyuno



28
ottobre

FABIO CARESSA RACCONTA LA VITA DEI MILITARI ITALIANI IN BUONGIORNO AFGHANISTAN, DA QUESTA SERA ALLE 22.00 SU SKYUNO.

Fabio Caressa, Buongiorno Afghanistan su Sky1

C’è chi dice che dopo il trionfo azzurro ai Mondiali di calcio del 2006 si sia montato la testa ed abbia creduto di essere stato uno degli artefici della vittoria, chi non apprezza il suo modo ansiogeno di condurre una telecronaca e chi, invece, sostiene che sia il migliore nel suo ruolo. Potrà piacere o no, ma va dato merito a Fabio Caressa di non essersi cullato sugli allori del pallone, materia in cui eccelle, ma di voler sperimentare altri generi televisivi a differenza della stragrande maggioranza dei suoi colleghi.

Così, dopo l’esperienza di Com’è fatto il calcio – in onda a maggio su Discovery Channel – nella quale spiegava in termini scientifici diverse teorie calcistiche, parte questa sera alle 22.00 su Skyuno Buongiorno Afghanistan: Diario di Fabio Caressa. Si tratta di un vero e proprio reportage giornalistico costruito sulla base delle due settimane che il telecronista di punta della squadra di Murdoch ha trascorso nella base di Herat e tra le provincie di Farah, Bala Murgab, Balabaluk e Shaft a Shindand.

Con questo documentario il giornalista cerca di mettere in luce gli aspetti meno evidenti della missione in Afghanistan -  il racconto nudo e crudo della guerra e degli attentati kamikaze è affidato a telegiornali e programmi di approfondimento – come la vita nei carceri femminili, l’organizzazione degli aiuti alimentari, il lavoro dei volontari che spiegano agli indigeni dettagli e obiettivi della, chiamiamola così, “missione di pace”.




1
ottobre

SKYUNO: LA PROGRAMMAZIONE E’ GENERALISTA, L’AUDITEL MENO. A SETTEMBRE RECORD PER MIKE E ALESSANDRA AMOROSO

Skyuno

Il satellite, si sa, è un lusso perché permette di soddisfare i propri interessi grazie alla miriade di canali tematici presenti sulla piattaforma. Il canale 109 del telecomando Sky, però, costituisce un’eccezione: da quel canale vanno in onda i programmi di Skyuno, che risulta essere l’unico canale del bouquet Sky a rivolgersi ad un pubblico generalista come dimostra il variegato palinsesto dell’emittente, nel quale possiamo trovare – come si legge sul sito internet – “il meglio dello spettacolo e dei reality show nazionali ed internazionali“.

Skyuno inizia la propria programmazione in pompa magna il 1°aprile 2009, prendendo il posto del vecchio canale SkyVivo, con la messa in onda della prima puntata del “Fiorello Show” che ha ottenuto un ascolto di 1.015.000 telespettatori ed il 3,53% di share. Si tratta di un risultato eccellente, che le successive puntate dello spettacolo non riusciranno a raggiungere.

In effetti, gli ascolti del canale 109 non sembrano essere adeguati alla qualità dei programmi mandati in onda. Abbiamo fatto un’analisi (che non tiene conto però del canale +1):  dal primo al 29 settembre Skyuno  ha totalizzato in prime time sul totale individui uno scarno 0,07% (che aumenta di circa un punto nel target commerciale 15-64 anni). I migliori risultati raggiunti in questo slot si sono avuti l’8 settembre con l’Allegria Day che ha totalizzato lo 0,30% sul totale individui (0,45% t.c.) e lunedì 27 quando la rete, con lo speciale su Alessandra Amoroso, ha raggiunto lo 0,11% (0,14 t.c.). Leggermente migliori i risultati ottenuti nelle 24 ore dove Skyuno riesce a raggiungere lo 0,11% sul totale individui (0,14 t.c.).


8
settembre

ALLEGRIA DAY: SKYUNO RICORDA MIKE BONGIORNO A UN ANNO DALLA SCOMPARSA

Mike Bongiorno con Fiorello

La guida tv di oggi, mercoledì 8 settembre, non dovrebbe essere la “solita” guida tv. E’ l’anniversario della morte del papà della tv generalista, Mike Bongiorno ma, scorrendo la guida tv, sembra che questa ricorrenza interessi a pochi.

Solo Skyuno, infatti, ricorda in modo completo e dignitoso il Re del telequiz, offrendo a tutti gli abbonati l’Allegria day: per dodici ore, dalle 10.30 alle 23, l’intera programmazione della più generalista tra le reti satellitari sarà dedicata al ricordo di Mike. Si tratta, di un racconto del presentatore offerto dal compagno di giochi (e di spot) Fiorello, dal “rivale” Pippo Baudo e dal compagno di viaggio (in una memorabile puntata del programma Milano-Roma) Fabio Fazio. Tre ricordi degli amici più cari, alcuni dei quali registrati direttamente dal figlio dell’artista scomparso, come  i più attenti potranno notare nel corso della messa in onda di quest’oggi.

Non solo il racconto dei colleghi. Nell’Allegria day ci sarà spazio anche per i ricordi di famiglia con immagini domestiche; per la trasmissione di una puntata rieditata del cult Rischiatutto (grazie alle teche RAI), il quiz che più di ogni altro ha contribuito ad accrescere la popolarità di Mike; e per le immagini  inedite dei casting delle vallette del “Riskytutto”, il programma che doveva segnare l’approdo del presentatore nella pay-tv. Non mancheranno nemmeno le puntate di Cash Taxi (ultima ospitata di Mike Bongiorno in televisione) e Sei più Bravo di un ragazzino di 5^ che vedevano ospite il conduttore italoamericano. Sarà dato spazio, dunque, all’uomo, al padre, al professionista e ai suoi programmi storici.





13
maggio

IL RAGAZZO DELLA VIA GLUCK: ADRIANO CELENTANO, VERSIONE CARTOON, APPRODA DA GENNAIO SU SKYUNO

Che fosse in cantiere un progetto su un film d’animazione dedicato ad Adriano Celentano lo sapeva già da ottobre (qui i dettagli), ma non si conoscevano ancora i reali tempi di realizzazione. Oggi, forse, l’attesissima risposta è arrivata. Claudia Mori, infatti, conferma la notizia al Giornale di Brescia: “Andrà in onda a Gennaio su Sky uno Il Ragazzo della Via Gluck”.

La serie animata, composta da 26 puntate, sarà prodotta dal Clan Celentano e potrà contare su uno staff di tutto rispetto: i disegni porteranno la firma del fumettista Milo Manara, che per la prima volta si cimenterà con i cartoni animati; a creare l’alter ego del cantante, invece, ci penserà un vero re dell’animazione, qual è Enzo D’alò. Le storie, invece, vedranno cimentarsi  Vincenzo Cerami (sceneggiatore de “La vita è bella”).

L’unica volta che abbiamo avuto la possibilità di vedere il Molleggiato in versione cartoon è stato per il video della canzone “Che t’aggia dì” in coppia con Mina, dove i due erano rappresentati da dolci paperi innamorati. In questo caso, però, la presenza di Milo Manara fa supporre che lo stile si avvicini più ad un manga giapponese che ai paperi della Tigre di Cremona.


11
marzo

GUZZANTI TORNA IN TV SU SKY. DOPO FIORELLO, MURDOCH PUNTA ANCORA SUI CAVALLI DI RAZZA.

Poker d’assi per Sky. Dopo Fiorello, Lorella Cuccarini e Lucio Dalla, Murdoch scopre le carte con Corrado Guzzanti soffiando il piatto alla Rai per la seconda volta. Manca solo la firma e il passaggio di Guzzanti a Sky sarà ufficiale. Il ritorno del comico di razza in tv, e precisamente su SkyUno, è previsto per settembre con un progetto ancora top secret. Tutto quello che sappiamo è che avrà carta bianca sul come e sul quando, la sua creatività non avrà linee di confine da rispettare: 

[...]Di sicuro non si tratterà soltanto di una prima serata televisiva, Corrado Guzzanti potrebbe avere diverse fasce orarie a disposizione, finestre a piacimento su SkyUno: dipende tutto dalla sua creatività. La tv satellitare non mira a un unico passaggio settimanale come le tv generaliste. Come si è potuto vedere con Fiorello, senza l’ansia e i condizionamenti dell’Auditel, a Sky importanti personaggi televisivi (ultimo Lucio Dalla) possono dare il meglio, vengono messi in condizione di sperimentare davvero”, questo il messaggio della tv satellitare a La Repubblica. 

E mentre il comico-attore-imitatore manda a dire “Sto lavorando. No comment, per ora”, parte la toto scommessa sul possibile repertorio: l’ipotesi più gettonata è quella della trasposizione in tv del suo spettacolo teatrale “Recital” che lo ha tenuto impegnato nei mesi scorsi. C’è anche chi dice che rivedremo il portfolio di imitazioni per cui Guzzanti è famoso, e c’è chi spera di assistere a performance comiche tutte nuove. Quel che è sicuro è che l’artista, icona della satira targata Raitre, è pronto a riguadagnare il palco televisivo con buona pace dei suoi fans. 

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





5
marzo

NURSE JACKIE – TERAPIA D’URTO: I DOTTORI NON CURANO FANNO SOLO LA DIAGNOSI. L’INFERMIERA CATTIVA DA STASERA SU SKYUNO

“I dottori non curano, fanno solo la diagnosi… Siamo noi che curiamo”. Questo è il refrain di Jackie Peyton, anticonvenzionale infermiera che sbarca in tv da stasera, alle 21 su Skyuno. Jackie fuma troppo, getta organi nella spazzatura, sniffa antidolorifici e anfetamine, fa sesso con il farmacista per farsi concedere le ricette. Ma ciò nonostante riesce ad essere un’ottima infermiera, spesso molto più brava dei medici che non esita a trattar male. Per questo motivo, quando si parla di Jackie è impossibile non pensare al Dr. House: proprio come il più famoso medico, la nostra fa di cinismo e scorettezza i sui marchi di fabbrica. Tutto il contrario, insomma, dello stereotipo dell’infermierina buona; non a caso l’irriverente personaggio ha suscitato una serie di proteste, da parte della Nysna (Associazione Infermiere dello Stato di New York), prontamente respinte al mittente dalla produzione che ha sempre invitato non confondere fiction e realtà.

 Polemiche a parte, Nurse Jackie, in onda su Showtime, ha convinto pubblico e critica  statunitensi. Oltre 1.35 milioni di telespettatori hanno seguito l’episodio pilota; un risultato che ha un significato particolare per il canale: è il miglior debutto di sempre per una serie tv. Un tale successo è anche frutto della straordinaria bravura  della protagonista che riesce ad essere credibile malgrado un “passato ingombrante”. A prestare il vosto alla spietata Jackie troviamo, infatti, Edie Falco, alias Carmela Soprano, moglie del più famoso Tony.

Accanto a Jackie, tra le corsie dell’All Saints Hospital di New York City, troviamo la dottoressa Eleanor O’Hara, il farmacista Eddie Walzer (con cui Jackie ha una relazione), la studentessa Zoey; l’infermiere gay Mo-Mo e il dottor Fitch Cooper che quando è nervoso non riesce a fare a meno di toccare il seno alle colleghe.


6
novembre

SCHERZI.TV: CON FRANK MATANO, LAMENTECONTORTA, L’INVASIONE DELLE WEB-STAR ARRIVA SU SKYUNO

LAMENTECONCORTA FRANK MATANO SKYUNO SKY SCHERZI.TV

Con lo sbarco di un video di Laura Scimone a Quelli che il Calcio, potremmo dire che è ormai ufficiale quanto avevamo quasi profetizzato in seguito all’ospitata di Rosaria Mannino a C’è Posta per Te: i fenomeni del web piacciono così tanto da non poter essere ignorati dalla tv.

E’ il caso di Francesco “Frank” Matano, in arte “Lamentecontorta“, che grazie ai suoi scherzi telefonici filmati e caricati su youtube, è arrivato a farsi notare prima dalle Iene, e poi, come vi avevamo anticipato, dalla piattaforma satellitare di Sky. Il ventenne ha dalla sua una faccia che buca lo schermo, una simpatia che ha già conquistato moltissimi fans sia su youtube che su facebook, e un’intraprendenza notevole, che lo ha portato a comparire prima su Italia1 come Iena, poi a Scalo76, ospite di Francesco Facchinetti, e adesso su Skyuno, dove esordisce con un programma tutto dedicato ai suoi scherzi. Il giovane italo-americano conquista così un primo spazio tutto suo nel piccolo schermo, anche se, è innegabile, le potenzialità per progetti più ampi sono notevoli.

In attesa che il programma cominci con una sua programmazione regolare, Skyuno ha deciso di far conoscere Francesco al grande pubblico, e di “testare il terreno” con delle pillole promozionali; in onda da lunedì, infatti, vedremo a rotazione degli spezzoni di alcuni suoi scherzi telefonici, con relative reazioni delle malcapitate vittime, che serviranno a creare l’attesa per il nuovo prodotto che, c’è da scometterci, piacerà molto al popolo della rete. E proprio gli internauti non hanno mancato di dare il proprio appoggio alla nuova avventura de “Lamentecontorta“, che si chiamerà (molto banalmente) Scherzi.Tv.


4
novembre

HUNG: BELLO, DISPERATO E SUPERDOTATO. SU SKYUNO LA PROSTITUZIONE SI DECLINA COSI’.

HUNG SUPERDOTATO ESCORT SERIE TV SKYUNO

Nel Belpaese si fa sempre più viva la convizione che, fra escort e transessuali dediti alla prostituzione, il tema del mestiere più vecchio del mondo sia destinato ad essere al centro dell’attenzione ancora per molto.

E se i media non fanno altro che sviscerare l’argomento, condendo talk e contenitori con storie più o meno piccanti o morbose, i cieli di Sky sembrano voler cavalcare la scia del sesso a pagamento in modo, permetteteci di dirlo, decisamente “più alto“. Approda su Skyuno il 12 novembre, infatti, una serie tv che per la sua qualità si è già fatta apprezzare negli Stati Uniti, dove la HBO ha proposto una stagione iniziale, per poi confermarne una seconda a soli quattro episodi dalla messa in onda del primo. Il titolo è Hung, che in italiano significa superdotato. E il sottotitolo scelto per la messa in onda nel bel paese è proprio “ragazzo squillo“; l’universo della prostituzione, infatti, questa volta è osservato dal punto di vista di un ragazzo etero, che una vita difficile spinge ad una scelta alquanto inusuale.

Ray, il protagonista della serie interpretato da Thomas Jane, è un ex-campione di basket, costretto da un infortunio a ripiegare sul lavoro di allenatore di una squadra di liceo. Come la carriera, anche la vita sentimentale di Ray va a rotoli: il divorzio da sua moglie e l’abbandono dei figli non aiutano a sopportare il peso di una vita che sta mettendo lo sportivo a dura prova. E’ proprio questa serie di sventure, complice anche un incendio che devasta la sua casa, a spingere Ray a dare una svolta alla propria esistenza, frequentando un seminario dal titolo “Tira fuori l’imprenditore che c’è in te“. E quale miglior investimento se non quello di puntare sul dono di natura della propria “dotazione personale”?