Sky Cinema 1



18
novembre

ROMANZO CRIMINALE 2: L’ATTESA E’ FINITA, IL RITORNO DELLA BANDA DELLA MAGLIANA TRA LA VENDETTA DEL LIBANESE E UN’INEVITABILE DISGREGAZIONE DA QUESTA SERA SU SKY CINEMA 1.

Romanzo Criminale 2

L’attesa uccide recitava il promo, trasmesso in estate, di Romanzo Criminale 2. Attesa è un termine che non rende l’idea di quel che hanno aspettato i numerosissimi fan di una serie che ha cambiato il modo di concepire la fiction del Belpaese. Sono passati quasi due anni dalla prima tv dell’ultimo episodio della prima stagione, il 12 gennaio 2009, giorno in cui, il Libanese – vero ed unico leader carismatico della banda – veniva crivellato sotto casa dell’amata madre dai colpi di pistola di due personaggi a volto coperto. Da quel 12 gennaio 2009, il Libanese è morto innumerevoli volte, tante quante le repliche andate in onda su Sky Cinema, Fox Crime, Italia 1, tante quante le migliaia di visualizzazioni su youtube delle scene di un telefilm con un seguito che va ben oltre quello televisivo (comunque alto con 500.000 spettatori di media su Sky).

Adesso l’attesa è finita e questa sera inizia una seconda stagione che ruoterà intorno a due temi fondamentali: la voglia di vendicare l’uccisione del capo e la disgregazione di una banda, i cui componenti non hanno più voglia di remare nella stessa direzione. Il tutto accompagnato da una domanda, apparentemente scontata (tutto fa pensare che i killer siano stati i fratelli Gemito) ma che promette di avere una risposta definitiva soltanto nella fase finale della stagione: Chi ha ucciso il Libanese?

I ragazzi che avevano conquistato Roma sono cresciuti, la parabola discendente della banda è iniziata ed i contrasti e i tradimenti saranno all’ordine del giorno all’interno di queste dieci puntate prodotte dalla Cattleya per Sky Cinema (la prima stagione era stata coprodotta anche da Mediaset, ma il biscione ha deciso di uscire di scena). Il Libanese, capace di tenere unito tutto il gruppo al grido di “Stecca para pe’ tutti“, prima di perdere la lucidità, invaso da cocaina e delirio di onnipotenza, non ha trovato un degno erede e si consumerà lo scontro tra il Freddo, per il quale la vendetta dell’amico diventa una priorità assoluta, e il Dandi che sembra più interessato a mantenere il controllo degli affari.




26
ottobre

TEMPLE GRANDIN: LA STORIA DI UNA DONNA STRAORDINARIA IN UN FILM TV PLURIPREMIATO QUESTA SERA SU SKY CINEMA 1.

La vera Temple Grandin sul palco degli Emmy

Ha commosso il pubblico americano e trionfato nella notte degli Emmy 2010, accaparrandosi ben 7 statuette su 15 nominations (tra le quali, le prestigiose “miglior film per la tv”, “miglior regia”, “migliori attore e attrice non protagonista in un film tv” e “miglior attrice protagonista”), Temple Grandin – Una donna straordinaria è la prima tv che ci propone stasera Sky Cinema 1 a partire dalle 21.

Prodotto dalla tv via cavo HBO - la stessa de I Soprano e Sex and the city – il film racconta la storia della professoressa Temple Grandin, una donna alla quale, sin da bambina, era stata diagnostica una forma di autismo in un’epoca in cui la sindrome era poco conosciuta. Una storia non banale e assolutamente interessante alla luce del rapporto della protagonista con le mucche, con le quali ha sempre avuto una migliore capacità di relazionarsi rispetto agli umani.

Il merito del successo della pellicola è da attribuirsi alla capacità di regista e sceneggiatori di trovare la chiave di lettura adatta all’analisi di un argomento così drammatico puntando sulla voglia di riscatto di Temple Grandin che non si lascia intimidire da ostacoli sociali, incomprensioni e pregiudizi vari che la vita (specialmente nel periodo scolastico) le mette di fronte. La capacità della donna è quella di sentirsi “diversa ma non inferiore” e di riuscire a rendere un punto di forza (e non un limite) il suo diverso modo di sentire e la sua capacità di interagire con le mucche che la porterà ad inventare una particolare “macchina degli abbracci”, in grado di aiutare le persone affette da autismo e ad attivarsi per migliorare la tutela dei diritti degli animali.


1
dicembre

MOANA, L’EVENTO: VIVI COME SE DOVESSI MORIRE DOMANI E PENSA COME SE NON DOVESSI MORIRE MAI

Moana, Sky (Violante Placido)

La trasgressione che diventa sinonimo di libertà, che sovrasta il perbenismo e riesce a imporsi oltre lo scandalo. La continua rincorsa verso tutto ciò che è estremo, tra le mille contraddizioni dei tempi e l’ossessiva ricerca dell’effimero. Le luci e le ombre che hanno consegnato alla storia un’icona libera da tutto e tutti ma prigioniera di sé stessa. Tutto questo è Moana,  la miniserie in due puntate, in onda su SKY Cinema e SKY Cinema HD, stasera e domani alle 21, con cui l’emittente satellitare sembrerebbe aver centrato il bersaglio.

L’idea della fiction, in effetti, riesce perfettamente a conferire all’elitarismo pay le fattezze di evento da televisione generalista. Diretta da Alfredo Peyretti (Gente di mare), si è posta, sin dal principio, l’obiettivo di scavare gli aspetti più intimi di Moana Pozzi, quelli meno esplorati e più nascosti della regina delle pornostar. Una donna che nasce borghese, nella piccola provincia italiana, e che sceglie di ribellarsi ad un’educazione cattolica per condurre una vita estrema e ambiziosa. Una donna che, con intelligenza e savoir faire, ha fatto della rivendicazione della propria identità una missione, e che, per questo, è clamorosamente riuscita a farsi apprezzare anche da coloro i quali, all’inizio, la additavano. Ma la storia di Moana è anche quella di una vita tragica, prematuramente spezzata all’età di trentatrè anni, che la miniserie non ha mancato di raccontare. Allo stesso modo, la fiction è, altresì, un pretesto per narrare il mondo del porno degli anni ‘80, una realtà in fermento e molto diversa da quella attuale.

A prestare volto, ma soprattutto corpo, a Moana è una più che mai splendida Violante Placido, entusiasta del ruolo ricoperto al punto da dichiarare di aver sentito la presenza dell’attrice scompasa affianco a lei per tutte le riprese. Accanto alla Placido troviamo Fausto Paravidino, nei panni del manager Riccardo Schicchi, e Michele Venitucci, in quelli del marito di Moana, Antonio Di Ciesco. Ad interpretare Cicciolina, che recentemente aveva tentato invano di adire le vie legali contro l’uso improprio della sua immagine nella fiction, la giovane Giorgia Wurth

[nggallery id=10]





14
dicembre

SKY CINEMA SI RINNOVA DAL 20 DICEMBRE. ARRIVA ANCHE IL NUOVO CANALE “VOCE”

Novità Sky Cinema - 20 dicembre @ Davide Maggio .it

Una nuova riorganizzazione dei canali cinema urge e Sky ne ha deciso la data: sabato 20 dicembre. Tra 6 giorni esatti la maggior parte dei canali cambierà il proprio nome (e in alcuni casi i contenuti) e sempre dal 20 dicembre entreranno nell’offerta nuovi canali.

L’offerta Sky Cinema sarà composta da 11 canali:

  • Sky Cinema 1 verrà accompagnato da due versioni time-shift, Sky Cinema +1 (l’ex Sky Cinema 2) e Sky Cinema +24. I due canali riproporranno la programmazione di Sky Cinema 1 posticipandola, rispettivamente, di un’ora (nel caso di Sky Cinema +1) e di un giorno (nel caso di Sky Cinema +24) permettendo al pubblico la più vasta elasticità nella costruzione del proprio personale palinsesto. 
  • Sky Cinema HD verrà accompagnata dalla versione +24;
  • Sky Cinema Max, il canale adrenalinico dell’offerta, avrà invece solo la versione +1.
  • Timeshift anche per un prodotto non Sky come Boomerang che, dopo cinque anni dal lancio in Italia, avrà la sua versione +1 al canale 609
  • Sky Cinema 3 cambierà nome in Sky Cinema Family ma non ci sarà alcun cambiamento radicale nella programmazione del canale, dedicato principalmente alle donne e, più in generale, alla famiglia. Tra le novità in programmazione il lunedì successivo ci sarà, non a caso, il ciclo di film “Natale in Famiglia” (lun-dom alle 14).

Passiamo ora alla vera novità che prenderà il via il 20/12. Stiamo parlando di Voce. Scopri Voce dopo il salto: