Sky Atlantic



3
luglio

THE LEFTOVERS: AL VIA SU SKY ATLANTIC LA SERIE SUL “RAPIMENTO DELLA CHIESA”

The Leftovers

Parte questa sera – giovedì 3 luglio 2014 – alle 22:40 su Sky Atlantic HD la serie The Leftovers – Svaniti nel nulla, appena quattro giorni dopo il (tiepido) debutto sull’americana HBO. Le puntate verranno trasmesse in lingua originale e sottotitolate, in una sorta di parallelismo con l’originale che forse arginerà il diffondersi di anticipazioni e non svelerà troppo ai telespettatori che vorranno gustarsela senza ansia. Si fa per dire.

The Leftovers: al via il 3 luglio 2014 alle 22:40 su Sky Atlantic

Perché il mistero è l’elemento principale della serie, prodotta non a caso da Damon Lindelof, co-creatore di quel fenomeno mediatico e non solo che è stato Lost. E l’argomento è di quelli spinosi, che faranno discutere: il “rapimento della Chiesa“, ovvero una dottrina che annuncia il ritorno di Gesù e la sua decisione di portare via con sé alcuni credenti per ricongiungerli a quelli ormai defunti. E infatti la serie è ambientata tre anni dopo il fatale e tragico momento in cui il 2% della popolazione mondiale è letteralmente svanita nel nulla senza lasciare traccia di sé.

The Leftovers: la trama

Le dieci puntate racconteranno sì la ricerca di una spiegazione all’evento, cercata in nuovi culti, sette religiose e infine nella Chiesa, ma soprattutto il dolore di chi è rimasto (i leftovers, appunto), coloro che hanno perso i propri cari e non sanno perché. Protagonisti della storia saranno infatti la frustrazione, l’attesa, la speranza e l’angoscia della comunità di Mapleton, nel New Jersey, che suo malgrado va avanti provando a ricostruire una normalità difficile anche solo da immaginare.

The Leftovers: il cast




25
giugno

VEEP – VICEPRESIDENTE INCOMPETENTE: IL BRACCIO MALDESTRO DELLA POLITICA DA QUESTA SERA SU SKY ATLANTIC

Veep

Nuovo debutto questa sera su Sky Atlantic. Alle 22.10 (dalla settimana prossima anticipa di un’ora) prenderà, infatti, il via Veep, serie satirica statunitense trasmessa dal 2012 sul canale via cavo HBO. Ideata dall’italo-scozzese Armando Iannucci, Veep s’ispira e utilizza lo stesso stile realistico di un’altra serie satirica come The Thick of It, creata dallo stesso Iannucci, e trasmessa dal 2005 al 2009 sulla BBC. Ed è proprio quest’umorismo britannico, inserito in un contesto tipicamente americano, a renderla particolarmente interessante, replicando l’esperimento di successo avvenuto in passato con The Office.

La serie, con protagonista Julia Louis Dreyfus, racconta Washington attraverso le spassose vicissitudini di Selina Meyer, vicepresidente immaginaria degli Stati Uniti, totalmente incapace e inadatta al ruolo, ma anche annoiata e un po’ frustrata per essere costantemente e deliberatamente ignorata dal Presidente.

Una commedia satirica dunque sulla politica a stelle e strisce, vincitrice di 3 Emmy, nel cui cast fanno parte alcuni grandi nomi della comicità made in Usa, tra i quali, oltre a quello della Dreyfus, nota per le sue partecipazioni a show come Saturday night live e Seinfield, anche quello di Tony Hale, storico interprete del ruolo di Buster Bluth in Ti presento i miei.

Veep – Foto


16
giugno

TOP OF THE LAKE – I MISTERI DEL LAGO: AL VIA SU SKY ATLANTIC LA MINISERIE A FIRMA DI JANE CAMPION

Top of the Lake

Una bambina con un segreto che le cresce dentro, che scompare improvvisamente. Un padre duro e violento. Una guru che vive sulla riva di un lago e che ha dato vita ad una comunità per sole donne maltrattate. Una detective con un passato che torna improvvisamente a tormentarla. Un mistero che ha bisogno di essere risolto, per poter chiudere con il passato. Il tutto in una cornice spettacolare ma allo stesso tempo brutale come la natura della Nuova Zelanda. Sono questi gli ingredienti di Top of the Lake – I Misteri del Lago, la miniserie in 7 episodi in onda da questa sera, ogni lunedì alle 22,10, su Sky Atlantic (canale 110).

Trasmessa negli Stati Uniti dal canale via cavo Sundance Channel, Top of the Lake vede dietro la macchina da presa la regista neozelandese, premio Oscar, Jane Campion, che a distanza di vent’anni dal film Lezioni di Piano è tornata a lavorare con Holly Hunter, che nella serie interpreta un ruolo particolare e complesso, quello dell’androgina leader spirituale della comunità Paradise, la criptica GJ. Protagonista della serie è però Elisabeth Moss (Peggy Olson di Mad Men), nei panni di Robin Griffin, una detective specializzata in crimini contro i minori, tornata nella cittadina di Laketop per fare visita alla madre malata di cancro.

Laketop è una cittadina tranquilla, che, come dice il nome, è situata nei pressi della sponda nord di uno splendido lago. Non succede quasi nulla, ma proprio mentre Robin decide di tornare a Sidney per riprendere il suo lavoro, la dodicenne Tui, interpretata da Jacqueline Joe, tenta di affogarsi nelle fredde acque del lago. Perché l’ha fatto? Robin deve assolutamente scoprirlo. Sarà per colpa del padre, il violento Matt Mitcham (Peter Mullan)? O sarà per qualche altro motivo? Forse è colpa della violenza sessuale subita, e del bambino che ora porta in grembo? Quando la ragazzina scompare, Robin capisce che il suo posto è lì, perché solo se la ritroverà e la porterà in salvo potrà chiudere definitivamente con un passato che sembra non abbandonarla mai.

Top of the Lake – Il Mistero del lago – Foto





9
giugno

MASTERS OF SEX: I PIONIERI DEL SESSO SBARCANO SU SKY ATLANTIC

Masters of Sex

Masters of Sex

Senza imporsi limiti e senza tabù, la pay tv americana non guarda in faccia nessuno e se può scandalizzare bè… il problema neanche se lo pone. Come nel caso di Masters of Sex, la nuova serie targata Showtime che ha debuttato lo scorso anno Oltreoceano e si appresta ad arrivare anche nel Belpaese, a partire da stasera su Sky Atlantic.

La serie, la cui prima stagione conta 12 episodi (ed è stata già rinnovata per altri 12), è basata sulla biografia scritta da Thomas Maier Masters of Sex: The life and Times of William Masters and Virginia Johnson. Il titolo, come si intuirà, è un gioco di parole basato proprio sul cognome del famoso sessuologo che, alla fine degli anni 50, iniziò una serie di ricerche sulla sessualità umana – assieme a Virginia, che poi divenne sua moglie – , osservandola direttamente grazie ad una serie di volontari, i quali, nonostante all’epoca l’argomento fosse off limits, si prestarono all’esperimento.

Masters of sex: trama

Inutile elencare gli importanti risultati raggiunti, che ancora oggi sono validi. Piuttosto, la serie narra la vita di tali ricercatori, interpretati da Michael Sheen e Lizzy Caplan, sia dal punto di vista lavorativo, con le loro ricerche e scoperte, che da quello privato, dove inevitabilmente protagonista sarà anche il sesso. Non mancherà poi una galassia di personaggi secondari che influenzeranno la vita dei due, dal rettore sposato (ma gay non dichiarato) Barton Scully (Beau Bridges), i due medici Austin (Teddy Sears) e Ethan (Nicholas D’Agosto) e Libby Masters (Caitlin Fitzgerald), moglie di William.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


6
maggio

GOMORRA – LA SERIE: SU SKY ATLANTIC DEBUTTA TRA LE POLEMICHE LA FICTION ISPIRATA DA SAVIANO

I manifesti a Napoli contro Gomorra, la serie di Sky

I manifesti a Napoli contro Gomorra, la serie di Sky

L’impero del crimine contro l’eroismo della legalità. Una lotta senza quartiere, raccontata nello stile televisivo ma terribilmente vera. Talvolta mortale. Debutta stasera, 6 maggio, su Sky Atlantic HD (canale 110) Gomorra – La Serie, la fiction in dodici episodi ispirata all’omonimo romanzo di Roberto Saviano e realizzata da Sky, Cattleya e Fandango, in collaborazione con La7 e Beta Film. Una produzione attesa e discussa, che porterà sul piccolo schermo il braccio di ferro quotidiano tra malavita e giustizia, partendo dal conflitto aperto tra due famiglie mafiose.

Gomorra – La Serie: trama

Si tratta dei clan più influenti del territorio napoletano, comandati rispettivamente dal boss Pietro Savastano e da Salvatore Conte. La faida in atto è crudele, secondo le logiche della criminalità organizzata. All’indomani di una serie di sanguinosi scontri tra le due organizzazioni criminali, Pietro sembra avere la meglio, ma presto finisce in carcere al 41bis. Sarà Imma, sua moglie, a prendere inizialmente le redini del clan, dopo aver neutralizzato Ciro, ambizioso luogotenente del boss, e il figlio Genny, considerato ancora inadeguato per l’incarico. Questi, però, dopo un lungo periodo in Honduras, si è fatto le ossa ed è tornato a Napoli per prendere il comando. Intanto, uno dei suoi giovani soldati decide di tradire il sistema, mentre un suo alleato di sempre trama per scalzarlo, riaccendendo la guerra con il clan Conte

Il progetto, curato e diretto da Stefano Sollima (già direttore artistico di Romanzo Criminale – La serie) Francesca Comencini e Claudio Cupellini, ha richiesto oltre trenta settimane di riprese ed è stato realizzato da un cast di attori legati al territorio. Anche le location sono state selezionate con attenzione: le scene, infatti, sono state girate per la maggior parte a Scampia, il quartiere difficile di Napoli che lo stesso Saviano raccontò in Gomorra. La scelta di riproporre sul piccolo schermo quelle vicende di malavita ha suscitato polemiche proprio nella città partenopea.

Foto di Gomorra – La Serie © Emanuela Scarpa

Maradona contro Gomorra – La Serie

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





9
aprile

HOUSE OF CARDS: LA POLITICA COME NON L’AVETE MAI VISTA DA STASERA SU SKY ATLANTIC

House of Cards

Kevin Spacey

Se vi chiedete perchè la “casa italiana” di HBO venga inaugurata da una serie Netflix del 2013 – e non ad esempio da True Detective – non sappiamo darvi una risposta precisa. Quello che però possiamo affermare senza timore di essere smentiti è che House of Cards – al via stasera alle 21 sul “nascituro” Sky Atlantic – non ha nulla da invidiare alle serie firmate dal canale cable più famoso al mondo.

House of Cards: Kevin Spacey è lo spietato Frank Underwood

House of Cards tratteggia un ritratto cinico e disincatato di un uomo, raccontato nella sua spietata intelligenza ed impreziosito dalla straordinaria interpretazione di Kevin Spacey (anche co-produttore della serie). L’ambizione, pericolosamente mescolata a vendetta, è il motore che anima le vicende di Frank Underwood, politico protagonista della serie che si muove dietro le quinte di una “torbida” Casa Bianca. L’altissima qualità del thriller politico a puntate è stata premiata con 3 Emmy e un Golden Globe. Diretto da David Fincher, House of Cards è ispirata all’omonimo romanzo di Michael Dobbs (pubblicato in Italia da Fazi Editore), ex parlamentare britannico e co-produttore della serie (qui le sue dichiarazioni nel corso della conferenza stampa di presentazione del canale).

House of Cards: trama e anticipazioni

La storia – come dicevamo – è quella di Frank Underwood (Kevin Spacey), uomo politico che, privato del tanto atteso posto di Segretario di Stato, inizia una vera e propria guerra silenziosa per sabotare il nuovo Presidente degli Stati Uniti e raggiungere la carica a cui ambisce. Un percorso di vendetta in cui Frank, accompagnato e sostenuto dalla non meno cinica moglie Claire (Robin Wright) si muove tra segreti, rivelazioni top secret e scandali talmente importanti che potrebbero sovvertire l’ordine delle cose. Frank arriverà persino ad uccidere…

House of Cards: protagonisti


4
aprile

SKY ATLANTIC, LA CASA ITALIANA DI HBO DAL 9 APRILE AL CANALE 110. ANDREA ZAPPIA: “UN CANALE UNICO CHE SOLO UNA PAY TV POTEVA OFFRIRE”

Sky Atlantic

Il canale che ogni appassionato di serie tv ha sempre desiderato sta finalmente per arrivare. Dal 9 aprile, al canale 110 della piattaforma satellitare di Murdoch, si accenderà Sky Atlantic, nuova casa mediatica privilegiata per produzioni seriali di qualità del panorama europeo e internazionale.

Sky Atlantic: le dichiarazioni di Andrea Zappia

Per l’amministratore delegato di Sky Italia, Andrea Zappia, intervenuto nel corso della conferenza stampa di presentazione, sono tre i motivi che rendono il lancio del nuovo canale un evento. Il primo risiede nel posizionamento unico di Sky Atlantic; il secondo è che si tratta di un’operazione che solamente una pay tv poteva compiere, a conferma della funzione positiva esercitata sull’industry; l’ultimo attiene al completamento di un’offerta di intrattenimento di cui fanno parte Sky Uno e Sky Arte. Il numero uno della pay tv parla di una vera e propria età dell’oro della tv, sottolineando la qualità e la varietà dei prodotti offerti dal nuovo canale unitamente alle diverse modalità di fruizione.

Sky Atlantic: la “casa italiana” di HBO

Disponibile senza costi aggiuntivi per tutti i clienti, Sky Atlantic sarà visibile in HD, On Demand e anche su Sky Go. Per quanto riguarda il palinsesto, il canale 110 ospiterà serie tv da tutto il mondo firmate da grandi marchi come HBO, Sony, 20th Century Fox, Starz e le europee BBC, Canal+, Zdf. In particolare, Sky Italia e HBO, uno dei più importanti brand di intrattenimento a livello mondiale, hanno siglato un accordo triennale per la trasmissione in esclusiva delle produzioni firmate dalla prestigiosa tv via cavo americana.

Sky Atlantic inaugurato da House of Cards

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,


28
febbraio

SKY ATLANTIC DAL 9 APRILE. FINALMENTE!

Kevin Spacey in House of Cards

Sky annuncia il debutto sulla piattaforma di Sky Atlantic HD. Il nuovo, esclusivo canale d’intrattenimento della pay tv si accenderà il 9 aprile e ospiterà, insieme alle fiction prodotte da Sky, anche le produzioni seriali del panorama europeo e internazionale più innovative, storie a puntate caratterizzate da un’alta qualità di scrittura e forme di racconto inedite.

Disponibile senza costi aggiuntivi per tutti i clienti, Sky Atlantic promette di proporre un nuovo modo di vivere le grandi storie a puntate in tv, e di rappresentare nel contempo una alternativa sicura e di qualità per grandi serate da trascorrere davanti al piccolo schermo dando ancora più valore all’abbonamento Sky.

Il nuovo canale sarà la destinazione esclusiva per le più attese ed acclamate serie tv internazionali firmate da grandi marchi come HBO, Sony, 20st Century Fox, Starz e le europee BBC, Canal+, Zdf, solo per citarne alcuni e ospiterà gli innovativi progetti seriali firmati Sky. Per queste caratteristiche, Sky Atlantic sarà un canale unico nel panorama televisivo italiano. Offrirà un’esperienza seriale di altissima qualità, a tutto tondo, andando ad arricchire ulteriormente l’offerta Sky.

Sky Atlantic sarà inaugurato da House of Cards

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,