Serie B



30
aprile

SKY: LA SERIE B APPRODA NEL PACCHETTO CALCIO

Sassuolo, protagonista in Serie B

E’ l’unica buona notizia per i tifosi di Palermo, Genoa, Siena (e mettiamoci anche il Torino che non si sa mai) che sono in possesso di un abbonamento al pacchetto Calcio di Sky per vedere le partite della propria squadra del cuore, impegnata in un incandescente finale di stagione con l’unico scopo di salvare la pelle ed evitare la pesantissima retrocessione. Due dei quattro club appena citati infatti sprofonderanno tra i cadetti insieme all’ormai rassegnato Pescara ma lo sconforto dei tele-tifosi per l’abbandono del massimo campionato sarà lenito (almeno in parte) dalla scelta commerciale di Sky relativa proprio alla Serie B.

Come annunciato da Daniele Barone, esperto della categoria, infatti a partire dal prossimo anno la Serie B tornerà ad essere inclusa nel pacchetto Calcio come accadeva fino a qualche anno fa con la conseguenza che i tifosi dei team appartenenti al campionato cadetto non dovranno più sborsare – in aggiunta e indipendentemente dagli altri pacchetti sottoscritti dall’abbonato – i 99€ annuali per l’acquisto del famigerato ticket che permette di vedere le 42 giornate della regular season più gli eventuali play-off e play-out.

Un assaggio della nuova politica di Sky, che sarà definitiva a partire dalla prossima stagione, è già stato concesso lo scorso weekend quando il big match di venerdì sera tra Modena e Sassuolo è stato trasmesso anche sul canale 205 e 251 per gli abbonati al pacchetto Calcio in aggiunta alla consueta partita del sabato pomeriggio che è sempre stata visibile agli abbonati “comuni” non in possesso del ticket. Tutti contenti? Forse gli appassionati di calcio internazionale non dovrebbero e potrebbero cominciare a scuotere la testa.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,




10
agosto

LA SERIE B LANCIA IL SUO CANALE TEMATICO SU EUROPA7 HD

Serie B tv sul circuito Europa 7 HD

E’ confermato! La Lega nazionale professionisti Serie B ha realizzato il proprio canale ufficiale che – con un notevole sforzo creativo e di originalità – dovrebbe chiamarsi Serie B Tv e trasmettere sulla piattaforma Europa7 HD per le prossime tre stagioni sportive. Il palinsesto sarà occupato dalla diretta delle partite del sabato pomeriggio (esclusi gli anticipi e i posticipi del venerdì e del lunedì trasmessi in esclusiva per il dtt da Mediaset Premium mentre Sky mantiene l’esclusiva di tutto il campionato per il satellite) e dei play-off e play-out.

Ma la programmazione della nuova emittente si comporrà anche degli highlitghs in differita delle giornate di campionato e darà ampio spazio anche all’informazione quotidiana della Lega e dei club con produzioni relative ai temi sportivi, sociali ed economici relativi ai territori di appartenenza delle societa’ di B.

Sono giorni di grande fermento per il campionato cadetto: mentre sotto il profilo sportivo le sentenze (non definitive) della Commissione Disciplinare hanno escluso il Grosseto e soprattutto il Lecce (appena retrocessa dalla Serie A e dotata di un notevole numero di supporter), per quanto attiene il mondo delle tv e della comunicazione la nascita della tv della Lega si affianca all’acquisizione da parte di RadioRai della radiocronaca delle partite per il prossimo triennio.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


17
luglio

LA SERIE B SU SKY E MEDIASET PREMIUM FINO AL 2015

Serie B (nuovo logo)

Mancava solo il campionato cadetto per arricchire l’offerta calcistica più completa di sempre e l’annuncio è arrivato qualche ora fa direttamente da Andrea Abodi, Presidente di Lega: la Serie B (che perde lo sponsor Bwin e tornerà a chiamarsi come piace ai puristi) sarà trasmessa su Sky e Mediaset Premium fino al 2015. Si tratta sicuramente di un’ottima notizia per tutti gli appassionati che avranno la sicurezza di poter vedere i match sin dalla prima giornata e di evitare quella situazione di incertezza che ha caratterizzato il torneo nella scorsa stagione, quando le prime tre giornate non furono trasmesse sul digitale terrestre.

Venendo nel dettaglio, sembra che Sky abbia acquisito i diritti per la messa in onda di tutte le partite che saranno visibili in pay per view ad eccezione dell’anticipo del venerdì sera trasmesso anche da Sky Sport1 e Sky Supercalcio, quindi accessibile da tutti gli abbonati al pacchetto Sport o Calcio. Mediaset Premium, invece, si limiterà alla diretta di alcuni anticipi e posticipi a mosaico.

Lo stesso Abodi ha altresì annunciato ufficialmente la nascita della tv ufficiale del torneo cadetto sul digitale terrestre che vede la luce in largo anticipo rispetto a quella dedicato alla Serie A e che probabilmente dedicherà il proprio palinsesto agli highlitghs e rubriche di approfondimento. Sull’argomento, il Presidente di Lega ha dichiarato:

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





7
settembre

LA SERIE B IN ESCLUSIVA SU MEDIASET PREMIUM PER IL DTT: OGNI WEEKEND GARANTITE LE DIRETTE DI BARI, TORINO E SAMPDORIA

Serie B su Premium

Come volevasi dimostrare. In ritardo di tre giornate rispetto all’inizio del campionato e dopo un paio di “fumate nere” la Serie Bwin trova una collocazione sulla piattaforma digitale terrestre, la più scontata e ovvia delle collocazioni possiamo dire senza timor di smentita (considerato il calibro e l’appeal delle altre emittenti in gara). Nella serata di ieri è apparso sul sito ufficiale della Lega Professionisti di Serie B un comunicato ufficiale con il quale veniva fatto sapere che “in esito all’offerta ricevuta e al raggiungimento del prezzo minimo fissato nell’Invito ad Offrire, è avvenuta l’assegnazione a RTI dei diritti audiovisivi per la stagione sportiva 2011/2012 relativi al Pacchetto Silver Live per la piattaforma digitale terrestre“.

Mediaset Premium ha versato nelle casse della Lega circa 3,5 mln di Euro per l’acquisizione del pacchetto Silver, comprendente le dirette o differite integrali di 250 partite della “regular season” oltre alle sei gare dei play-off e alle due dei play-out, con l’unico vincolo per la pay tv del biscione di trasmettere almeno il 50% dei match in diretta. Siamo ben lontani, quindi, dai 5mln di Euro richiesti dalle società cadette per la cessione dei diritti dei match nei precedenti inviti ad offrire.

Le prime tre giornate di campionato erano state trasmesse soltanto da Sky che comunque continua a proporre ai suoi abbonati un’offerta più ricca rispetto a quella del competitor: sul satellite infatti verranno mandati in onda tutte le gare del weekend mentre Premium dovrà accontentarsi degli anticipi e posticipi serali (il venerdì e il lunedì alle 20.45) oltre alle tre partite principali del sabato pomeriggio. Gli abbonati potranno fruire anche della Diretta Premium, prendendo così visione delle immagini provenienti da tutti i campi. La grande novità rispetto allo scorso anno (quando la pay tv di Cologno si accaparrò i diritti della defunta Dahlia Tv) sta nel fatto che la Serie B dovrebbe essere compresa nel pacchetto Calcio, con la conseguenza che gli abbonati non dovranno scucire un ulteriore esborso di denaro per poter vedere le partite della serie cadetta mentre Sky manda in onda i match in modalità pay per view (il costo del pacchetto Serie B è di 99€ per tutta la stagione).


24
agosto

LA SERIE B E’ VISIBILE SOLO SU SKY, NON C’E’ L’ACCORDO PER LA VENDITA DEI DIRITTI PER IL DTT

Logo Serie B

Figli di un dio minore. E’ questa la sensazione dei tifosi di Torino e Sampdoria, solo per citare i nomi delle squadre più blasonate, che  - dopo esser rimasti al buio nel primo turno di Coppa Italia – non potranno vedere l’esordio del loro team nel campionato di Serie Bwin in partenza questo weekend a meno che non abbiano sottoscritto un abbonamento con Sky. Nella giornata di ieri, infatti, sono state aperte in Lega le buste relative alle offerte per il pacchetto Gold Live che consente la trasmissione dei match per la piattaforma digitale terrestre ma nessuna proposta d’acquisto è stata ritenuta all’altezza del valore del prodotto.

Così, al momento, resta Sky l’unica piattaforma in possesso dei diritti per trasmettere le gare della prima giornata del campionato cadetto che partirà domani sera alle 20.45 con l’anticipo di lusso Sampdoria-Padova. Peraltro la pay tv satellitare – ad eccezione degli anticipi serali – offre la Serie Bwin in pay per view (ma a tale metodo di trasmissione sarebbero obbligate tutte le piattaforme per esplicito accordo con la Lega), con la conseguenza che gli abbonati ai pacchetti Sport e Calcio dovranno sborsare ulteriori denari per poter seguire tutte le gare del torneo.

Si sente l’assenza sul mercato di Dahlia Tv che lo scorso anno aveva fatto della trasmissione del campionato di B uno dei fiori all’occhiello della sua programmazione. Il fallimento della piattaforma svedese, come ricorderete, ha causato l’accaparramento dei diritti del torneo cadetto da parte di Mediaset Premium che si è però limitata a mandare in onda le sole partite di Torino e Atalanta oltre a quelle serali, per un totale di sole 4 dirette settimanali contro le 11 gare previste in un weekend calcistico.





1
aprile

MEDIASET PREMIUM ACQUISTA I DIRITTI DELLA SERIE B: SI PARTE STASERA CON TORINO-GROSSETO. PREVISTI SCONTI PER GLI EX ABBONATI DAHLIA.

Torino Calcio, da questa sera visibile su Mediaset Premium

Inizia con Torino-Grosseto, anticipo serale della 34^giornata, l’avventura del campionato di calcio di Serie B su Mediaset Premium. Fino al termine della stagione regolare, quindi, compresi gli eventuali play off e play out di fine torneo gli incontri principali della lega di B saranno trasmessi sui nuovi canali (tutti già sintonizzabili sul multiplex Mediaset 1) denominati – con un notevole sforzo di fantasia – Premium Serie B1,2 e 3.

Leggendo il comunicato ufficiale della pay tv digitale terrestre si evince però come l’offerta non sia delle più esaustive: ad andare in onda saranno soltanto anticipi e posticipi del venerdì e del lunedì, le due migliori gare del sabato pomeriggio e la ‘diretta premium’ che permetterà di seguire in tempo reale le azioni più interessanti e i gol provenienti dai vari campi. A conti fatti, si tratta di una diretta integrale di sole 4 partite settimanali (sulle 11 giocate) e della trasposizione video dello storico ‘Tutto il calcio minuto per minuto’.

I tifosi di Torino e Atalanta possono comunque dormire sonni tranquilli: le partite delle loro squadre saranno sempre trasmesse dai canali pay del Biscione. La Lega di Serie B ha dunque preferito la proposta d’acquisto di Mediaset Premium a quella di Europa 7 HD: una soluzione che consente di riparare solo parzialmente al black-out sul campionato causato dal fallimento di Dahlia, detentrice a inizio stagione dei diritti.


12
gennaio

DAHLIA TV ABBASSA LA SARACINESCA E VA IN LIQUIDAZIONE. INTERVIENE MEDIASET PREMIUM?

Dahlia TV

Dahlia TV in liquidazione

Era nell’aria già da tempo ma mancava solo la decisione da parte della società. Dahlia TV, la pay tv italo-svedese (l’83% della società è in mano ad AirPlus, il resto a Telecom Italia Media e Filmmaster) nata dalle ceneri di La7 Cartapiù e concorrente sul digitale terrestre di Mediaset Premium, chiuderà ufficialmente baracca e burattini e andrà in liquidazione, in altre parole verrà sciolta.

La decisione, a quanto pare piuttosto sofferta, è stata presa dal Consiglio di Amministrazione dopo un’attenta valutazione del panorama televisivo a pagamento, in cui è entrata con buoni propositi ma ne è uscita, dopo la nuova assegnazione delle squadre di Serie A per il biennio 2011-2012 da parte della Lega Calcio, con le ossa rotte (solo 300 mila abbonamenti, l’obiettivo per coprire i debiti pare fosse di 350 mila). Tante le preoccupazioni sullo scioglimento della società, a partire dal destino delle otto squadre di calcio di Serie A assegnate (Cagliari, Catania, Cesena, Chievo Verona, Lecce, Parma, Sampdoria e Udinese) e di Serie B che potrebbero così sparire dagli schermi del digitale terrestre.

Proprio per questo e per salvaguardare le famiglie abbonate e i lavoratori è intervenuto anche il Ministro Paolo Romani, anche se al momento non è chiaro che fine faranno i 150 dipendenti (molti dei quali sotto contratto con Filmmaster Television, “corpo produttivo” di Dahlia) che in virtù di ciò hanno immediatamente chiesto un incontro con il Ministero dello Sviluppo Economico.