second season



10
giugno

THE UNIT: LA VITA SEGRETA DELL’ESERCITO AMERICANO, DA STASERA SU RETE 4

The Unit

Un’intensa e coinvolgente miscela tra la vita militare e quella familiare dei soldati, vista dal punto di vista delle loro mogli. Questa, volendo usare poche parole, la descrizione che calza maggiormente per The Unit, telefilm in onda da stasera su Rete 4, in seconda serata. La serie ritorna, così, dopo due anni di assenza sui nostri teleschermi e a poche settimane dalla cancellazione, avvenuta con la fine della quarta stagione, negli States.

The Unit narra le vicende di una squadra speciale militare che conduce operazioni clandestine, in tutto il mondo, per conto del Governo degli Stati Uniti. Il loro obiettivo è quello di combattere e sconfiggere il terrorismo. L’organizzazione è sconosciuta dall’esercito americano e non solo tutte le missioni dei militari sono segrete ma anche tutta la loro vita è segreta. Essi nascondono la loro identità per proteggere le loro famiglie dalle rappresaglie di cui sarebbero oggetto se la verità fosse scoperta.

Le stesse mogli degli agenti dell’unità sono ignare della gran parte delle attività dei loro mariti. A loro non è consentito conoscere informazioni specifiche, come la destinazione dei loro consorti, in cosa consistono le loro procedure di addestramento, la durata e il rischio di ciascuna missione. In più, se ritenute capaci di rivelare l’esistenza dell’unità, possono essere causa d’espulsione per i loro mariti. A riprova della segretezza dell’unità, i membri sono vestiti con un’uniforme da “soldato qualunque” e non ci sono nè nastrini, nè stelle che permettano di individuare i gradi all’interno dell’unità.




26
gennaio

MAD MEN: NON IMPORTA CHI SEI… L’UNICA COSA CHE CONTA E’ COME TI VENDI

Mad Men - il cast @ Davide Maggio .it

Un’America cinica e disincantata nella quale anche i sentimenti possono diventare business. Un’America dove razzismo, sessismo e omofobia sono all’ordine del giorno. E’questo, in sintesi, il poco edificante ritratto della società americana degli anni ’60, alle prese con radicali cambiamenti sociali, che emerge con estremo vigore in Mad Men, telefilm made in Usa in onda ogni domenica alle 21 su Cult con la seconda stagione. Lontani anni luce, insomma, i melensi stereotipi, alla Raccontami per intenderci, tutti italiani, della fiction nostalgia.

Sullo sfondo della New York degli anni 60, sono narrate le vite dei soci di un’agenzia pubblicitaria, la Sterling Cooper di Madison Avenue. Uomini e donne, spietatamente competitivi, per i quali “Non importa chi sei, cosa vuoi o quali siano i tuoi valori. L’unica cosa che conta e’ come ti vendi”.

Il protagonista della serie, il dirigente creativo dell’agenzia Donald Draper (interpretato da un grandissimo Jon Hamm, vincitore del Golden Globe per questo ruolo) non poteva chiaramente essere da meno. Egli è demone per sfuggire ai demoni del passato: figlio illegittimo di una prostituta morta di parto, ha rubato l’identità a un suo commilitone scomparso nella guerra di Corea per cancellare le sue vergognose origini.


4
gennaio

LA CONFRATERNITA’ 2: DAL 8 GENNAIO SU FOX RIAPRE LA CYPRUS-RHODES UNIVERSITY

La Confraternita @ Davide Maggio .it

Curiosi di vedere il luogo dove si formano i futuri leader degli Stati Uniti, coloro i quali avranno in mano le sorti dell’intero pianeta? Ecco per voi: La Confraternita (The Greek).

Il telefilm co-prodotto da Piller/Segan ed ABC Family ritorna su FOX (canale 110 di SKY) con la seconda stagione in prima visione assoluta in Italia ogni giovedì alle 21.15 a partire dall’8 di gennaio.

La Confraternita offre uno spaccato sul mondo dei college americani in cui sesso, alcol e giochi di potere si mescolano, senza soluzioni di continuità, ai buoni sentimenti. Cyprus-Rhodes University è il college che fa da sfondo ad un cast composto da giovanissimi attori. La peculiarità di ciascun personaggio protagonista è l’appartenenza a una delle tante confraternite: Kappa Tau Gamma, Omega Chi Delta e Zeta Beta Zeta, tipiche dei college americani fatte apposta per animare la vita studentesca.