Sarah Scazzi



8
ottobre

DM LIVE24: 8/10/2010. LA DALLA CHIESA SI SCUSA, LA SCIARELLI E’ ATTACCATA, JURMAN E’ IN DISACCORDO

Diario della Televisione Italiana dell'8 Ottobre 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • ForumFolies

lauretta ha scritto alle 11:32

A Forum, Rita dalla Chiesa dopo aver aperto la trasmissione cantando e battendo le mani su una canzone di Tiziano Ferro, una volta rientrata dopo la pubblicità e aver ricevuto numerose email di protesta, chiede scusa perchè forse non ha tenuto conto del momento di lutto per l’omicidio di Sarah Scazzi: ”Però a questo punto scandalizzatevi anche per quello che è andato in onda ieri sera: la spettacolarizzazione del dolore”.

  • Disaccordo

lauretta ha scritto alle 14:27

Luca Jurman dalle pagine di Diva e Donna: “Con Maria sono in atto cambiamenti forti, quindi ho accettato di tornare. Mi ero allontanato da Amici perchè non ero d’accordo con la discografia e la sua presenza nella formazione didattica degli studenti che si trovano coinvolti in una sorta di ‘gioco-mercato’ dettato dal business discografico”. Parlando di Xfactor: “Seguo tutto quello in cui c’è musica e talento. Non mi piace, però, il buonismo gratuito: se un ragazzo non ha cantato bene, difenderlo può essere nocivo. Il pubblico non è stupido. Sono in disaccordo con quello che vedo e sento”.

  • Attacchi

lauretta ha scritto alle 20:14

La Sciarelli al Tg La7 tenta di difendere Chi l’ha visto: “Attaccate pure la Sciarelli, ma vi prego, non attaccate il programma”.




7
ottobre

IL FRATELLO DI SARAH SCAZZI A LA VITA IN DIRETTA A POCHE ORE DAL RITROVAMENTO DEL CORPO DELLA SORELLA.

Sarah Scazzi

Solo una riflessione. E nessun commento.

Ieri sera è stata una casualità, una triste casualità, che la mamma di Sarah Scazzi fosse ospite in collegamento da Avetrana di Chi l’ha Visto.

Ma il fratello che oggi è ospite in studio a La Vita in Diretta a poche ore dal ritrovamento del corpo senza vita della sorella?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


7
ottobre

CHI L’HA VISTO?: SARAH SCAZZI E’ STATA UCCISA, LA MADRE APPRENDE LA NOTIZIA IN DIRETTA TV [VIDEO]

Chi l'ha visto? rivela la morte di Sarah Scazzi

Tutti a casa dell’assassino. Accomodati  là, in quel suo salotto troppo piccolo perchè il dolore per una ragazza uccisa a quindici anni potesse restare un fatto privato. La chiamano tv verità. Trasmette emozioni in presa diretta, ti presenta la morte come uno spettacolo in cui il dovere di informazione e la pietà umana si scambiano i ruoli. E’ un un gioco perverso. Ieri sera Chi l’ha visto? ha cercato l’esclusiva giornalistica e si è trovato in mezzo al dramma, unica trasmissione a raccontare l’omicidio della giovane Sarah Scazzi. L’hanno ammazzata, forse è stato lo zio, lo zio ha confessato… Le notizie si susseguivano e l’incubo diventava (tv) realtà, soprattutto per la madre della ragazza, collegata in diretta con Federica Sciarelli dalla casa di zio Michele Misseri, che intanto sotto torchio in Procura ammetteva: l’ho violentata e poi l’ho strangolata.

Può una madre apprendere in diretta tv che sua figlia è stata uccisa? Ieri sera in tanti hanno cercato una risposta a questo interrogativo nel volto impassibile e negli occhi vitrei di Concetta Serrano, che con il passare dei minuti comprendeva la sorte della sua Sarah assieme a milioni di spettatori. La Sciarelli intanto cercava conferme ufficiali sulla morte della ragazza e sull’identità dell’assassino, leggeva dispacci d’agenzia scoraggianti e tornava nuovamente nel salottino, dai parenti impietriti. Una situazione sempre più tesa e paradossale al punto che la stessa conduttrice ha poi chiesto alla signora Concetta se preferiva allontanarsi dalla casa. “E’ meglio” ha detto la madre di Sarah con un filo di voce.

Il confine tra informazione e privacy è così diventato sottilissimo, il dolore di una famiglia, ripreso e amplificato dalle telecamere, ha coinvolto l’intero pubblico. E’ la tv verità, cinica e spietata. Chi l’ha visto? ha spettacolarizzato il dramma o invece ha solo esercitato il suo dovere di cronaca? Dal punto di vista televisivo il programma ha offerto un servizio giornalistico completo, ma in alcuni casi non c’è informazione che tenga: il rispetto della dignità delle persone e il buon gusto devono avere assoluta precedenza. Per questo indugiare sul volto della madre di Sarah e proseguire la diretta dalla casa di quello che si sarebbe rivelato l’assassino sono state scelte discutibili, umanamente insopportabili.