Sarah Scazzi



24
ottobre

LA SFIDA DELLA DOMENICA: GILETTI E MARIA CARMELA CONTINUANO LA LOTTA ALL’ULTIMO PUNTO DI SHARE SULLA TRAGEDIA DI AVETRANA. LADY TATA DALLA CUCCA, JAMES BLUNT DALLA MONA

Massimo Giletti conduce l'Arena

Si torna sul campo di battaglia domenicale, dopo gli exploit di Massimo Giletti e di Barbara D’Urso registrati la settimana scorsa grazie al giallo di Avetrana. E dopo sette giorni, si torna ancora sul caso Sarah Scazzi. Mentre la Bislacca di Cologno voleva dedicare l’intera trasmissione al delitto di stagione (ma si dovrà accontentare solo di una parte), anche Giletti aprirà la sua Arena su questa vicenda, parlandone con Simona Izzo, l’avv. Daniele Galoppa (difensore di Michele Misseri), il Generale Luciano Garofano, il Prof. Domenico De Masi, Lamberto Sposini, lo psichiatra Luigi De Maio e Stefano Zecchi.

Nella seconda parte del programma riflettori puntati sulla nuova emergenza rifiuti in Campania. Domenica In continuerà con Sonia Grey e i suoi Amori: nella puntata di questo pomeriggio spazio all’amore e al matrimonio tra Sofia Loren e Carlo Ponti. La linea passa poi a Lorella Cuccarini, intervistata in esclusiva per il web proprio da noi, che ospiterà Ornella Vanoni e Anna Tatangelo; l’intervista a colori vedrà protagonista Max Giusti, mentre per il film “Maschi contro Femmine”, interverranno Alessandro Preziosi, Paola Cortellesi, Fabio De Luigi, Giorgia Wurth, Nicolas Vaporidis, Chiara Francini e Sarah Felberbaum. Inoltre il cantautore Francesco Baccini canterà dal vivo “Maschi contro Femmine” brano tratto dalla colonna sonora della pellicola, di cui è autore.

La domenica bislacca proporrà invece un’intervista a Enrico Letta, momenti di spettacolo con Sabrina Salerno e Samantha Fox e un talk dal titolo “Violenza senza fine. E’ necessario il pugno duro?”, oltre che all’immancabile dibattito su Avetrana.




22
ottobre

ARRIVA IL “NO” AD UN PUNTATA MONOTEMATICA DI DOMENICA CINQUE SUL CASO SCAZZI. E MARIA CARMELA “CORTEGGIA” CORONA?

Barbara D'urso

Maria Carmela pare volesse tentare il colpaccio. E che colpaccio. Qualcuno, sicuramente uno sprovveduto, dice che per la prossima puntata di Domenica Cinque avrebbero voluto dedicare tutti e tre i blocchi, manco a dirlo, al caso Scazzi. D’altronde come non condividere la scelta: il giallo di Avetrana è pieno di colpi di scena che alimentano di settimana in settimana la curiosità del telespettatore al pari, se non più, di un giallo di Agatha Christie. Il risultato è sotto gli occhi di tutti: gli ascolti programmi dei programmi di infotainment sono schizzati alle stelle. Uno su tutti, Quarto Grado che dal “rischio chiusura” è volato al 18% di share battendo nientepopodimeno che Io Canto in prima serata sull’ammiraglia.

Ma chiamatela fatalità o, più correttamente, scelta intelligente, pare che non sia arrivato il nulla osta per una puntata monotematica sulle famiglie Scazzi e Misseri. E allora si sarebbe pensato di correre ai ripari. E qui viene il bello. Il bello è Fabrizio Corona che stando ad indiscrezioni sarebbe stato contattato per un’ospitata alla corte di Barbara D’urso per la prossima puntata del contenitore domenicale.

Una scelta difficile da comprendere viste le recenti incomprensioni tra la conduttrice di Canale5 e il Signor Rodriguez culminate in una serie di pesanti accuse rivolte dal manager dei fotografi alla padrona di casa del programma nel corso di una puntata di Pomeriggio Cinque di qualche tempo. Ma d’altro canto, sempre di “scazzi” si tratta.


20
ottobre

OMICIDIO SCAZZI A PORTA A PORTA, BRUNO VESPA RISPETTA LA CRONACA CON IL PLASTICO DELLA CASA DI ZIO MICHELE

Porta a Porta, Plastico Abitazione di Michele Misseri 3

Bruno Vespa è tornato a ronzare sull’omicidio di Sarah Scazzi come solo lui sa fare. Quando il mistero si infittisce e le indagini si aprono a nuovi scenari, il giornalista col pungiglione non esita un attimo: indossa i panni dello Sherlock Holmes mediatico, si sfrega le mani e via a capofitto nella cronaca nera. E se il celebre investigatore inglese si accompagnava al fido Watson per risolvere i casi più intricati, il conduttore Rai si affida invece alla carismatica prensenza di un plastico del luogo del delitto. Anche ieri sera l’invidiatissimo modellino non poteva mancare, era già là al centro dello studio. Una minuziosa riproduzione della casa di zio Michele Misseri (assassino reo confesso di Sarah) dotata di tutti i particolari, dall’inquietante garage degli orrori alle piante del giardinetto. Sherlock Vespa non lascia nulla al caso.

Il giornalista si è avventato più volte su di essa, l’ha scrutata e analizzata, ha mostrato ai telespettatori il tragitto che la povera Sarah avrebbe percorso prima di finire tra le mani di chi l’ha uccisa. “Ecco, questo è il garage dello zio Michele e questa è la sua automobile” spiega Vespa con l’indice puntato, e in un attimo passa dal modellino alla realtà collegandosi con l’inviata ad Avetrana. A questo punto si cerca di ricostruire la tristissima vicenda a partire dai documenti degli investigatori, dalle testimonianze dei protagonisti e dalle incongruenze dei loro racconti. Vespa coinvolge gli avvocati, li mette a confronto, sente il parere dello psicologo Paolo Crepet e della criminologa Roberta Bruzzone che invita a rileggere le verità sinora emerse: potrebbero esserci colpi di scena di un certo rilievo.

Per questo Porta a Porta si sofferma proprio sul profilo di Michele Misseri, della figlia Sabrina, ma anche di Cosima, figura sinora rimasta in secondo piano. Nasconde qualcosa la moglie di zio Michè? A riguardo ci sono ipotesi e indiscrezioni che Vespa elenca e sottopone al beneficio del dubbio; solo le indagini potranno dirci di più. Il giornalista trasmette anche  parte di un’intervista alla mamma di Sarah. “Vorrei una pena certa per chi ha commesso questo orrendo omicidio” dice Concetta Serrano e aggiunge con un filo di voce: “Qualcuno sa cosa è successo davvero. Se vogliono la verità potrà uscire“.





19
ottobre

PORTA A PORTA E L’OMICIDIO DI SARAH SCAZZI: ARRIVA IL PLASTICO DELL’ABITAZIONE DI MICHELE MISSERI

Porta a Porta, plastico casa di Michele Misseri

Puntuale come un orologio svizzero arriva a Porta a Porta il plastico dell’abitazione di Michele Misseri, teatro dell’omicidio di Sarah Scazzi per il quale, com’è noto, oltre allo zio (reo confesso) è stata fermata la cugina Sabrina con l’accusa di sequestro di persona e concorso in omicidio. Il fermo di Sabrina è stato già convalidato allo stato degli atti. Per il GIP, quindi, gli elementi portati dal PM sono validi da costituire l’elemento centrale per fermare Sabrina.

Seguiamo la puntata del talk della seconda serata di Rai1…

Porta a Porta, plastico casa di Michele Misseri 2


19
ottobre

CASO SCAZZI, ORA IL VERO ORRORE SONO I TELEGUARDONI E I GIORNALISTI DA OBITORIO

Sarah Scazzi e Sabrina Misseri

La telecamera si avvicina piano, indugia sui particolari: ecco il garage degli orrori, dove l’orco Michele Misseri ha ucciso la piccola Sarah Scazzi. E tutti lì a guardare, occhi sgranati, a immaginare gli indicibili orrori che il mostro è riuscito a compiere. Lo spettacolo macabro va in onda senza pudore, invadente e morboso, a qualsiasi ora. C’è anche qualcuno che si indigna in diretta -”vergogna, non si fa!“- ma è per finta, perchè in fondo un omicidio come questo non capita tutti i giorni. Così Avetrana è diventata il centro del mondo, tra riflettori e microfoni, luogo di pellegrinaggio dei teleguardoni da obitorio.

Ci avevano scosso e fatto riflettere gli occhi vitrei e l’espressione di mamma Concetta, che davanti alle telecamere di Chi l’ha visto? apprendeva la notizia della possibile morte di sua figlia. Tolleravamo a fatica il dover assistere alle ricostruzioni del delitto sulla base delle ammissioni confuse dell’assassino; da incubo vedere la morte di Sarah alla moviola. E che tristezza le interviste ai familiari distrutti dal dolore, i giudizi sommari di alcuni giornalisti e certe opinioni buttate lì giusto per cavalcare l’evento. Credevamo si fosse toccato il fondo, parlavamo di spettacolarizzazione del dolore ma eravamo solo all’inizio.

Con il passare dei giorni la morte della dolce Sarah è passata in secondo piano, eppure il caso Scazzi non è stato abbandonato per un attimo, anzi ha riempito i palinsesti per soddisfare il voyeurismo dei telespettatori. E non parliamo di poche persone, ma di un pubblico reale e ben nutrito che ha fatto schizzare in alto gli ascolti dei programmi di approfondimento. Gli appuntamenti con Quarto Grado, le “esclusive” di Domenica Cinque e dell’Arena di Giletti, le rivelazioni di Matrix e Porta a Porta e i collegamenti in diretta da Avetrana ogni tre minuti. Il parere del criminologo, della sessuologa e dello psicologo, il commento del giornalista e la reazioni del pubblico in studio. Nonostante gli approfondimenti alla cronaca si potessero esaurire nello spazio riservato ai notiziari, la vicenda è diventata onnipresente. Tutti a parlarci sopra per intere giornate, a ricamare sul dolore oltre misura, senza vergogna.





18
ottobre

LEI MI STA DICENDO CHE…

Lei mi sta dicendo che... Barbara D'urso

A Domenica Cinque, ieri, la d’Urso rivolta al dott. Luce, esperto di linguaggio del corpo: 

Lei mi sta dicendo che…

quando Sabrina parlava del padre, alzava la spalla?

 

Per suggerimenti su questa rubrica potete scrivere a caramariacarmela@davidemaggio.it


17
ottobre

DM LIVE24: 17/10/2010. AUTOCELEBRAZIONI

Diario della Televisione Italiana del 17 Ottobre 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Scopxmi alle 10!

simonevarese ha scritto alle 11:45

Circa un’oretta fa accendo la tv, su Canale 5 trasmettono il film Jerry Maguire. Ad un certo punto Tom Cruise e la tipa sono a letto che ci danno dentro di brutto e lei esclama: “Oh sì, sc..ami!!!”. Scena più che adatta alle 10.30.

  • Autocelebrazioni

Alessio Vinci, conduttore di Matrix, dichiara: “La tragica vicenda di Sarah resa ancor più triste dal coinvolgimento della cugina sta catalizzando l’interesse di tutti gli italiani perchè ci sono ancora molti dettagli da chiarire, e noi li seguiremo fino in fondo, fedeli al rigore giornalistico che la tradizione di Matrix ci impone.” Matrix, nella puntata di ieri, ha raggiunto picchi di ascolto che superano il 50% di share e sfiorano i 3.700.000 telespettatori.

Il conduttore Salvo Sottile dichiara: “Ieri sera abbiamo fatto il nostro mestiere di giornalisti: abbiamo documentato tutta la vicenda in diretta dando conto di quello che stava succedendo ad Avetrana. Siamo stati molto cauti nel dare le notizie e, soprattutto, abbiamo avuto rispetto per il dolore della famiglia di Sarah Scazzi, ma anche per la tragedia che ha colpito famiglia Misseri.”

  • In origine sputavano…

lauretta ha scritto alle 12:22

A Mattina in Famiglia durante lo spazio ‘animali’ viene portato in studio un lama, che però… lascia dei ‘piccoli ricordini’ sulle scarpe dei presentatori. Tiberio Timperi: “e io che credevo che il lama sputasse… a quanto pare fa anche qualcos’altro”. Poi rivolgendosi alla Leone visibilmente schifata: “almeno io c’ho le scarpe marroni!”.


10
ottobre

LA SFIDA DELLA DOMENICA: GILETTI E MARIA CARMELA (ANCORA) SU SARAH SCAZZI. LA CUCCARINI DUETTA CON MARCO MENGONI

Barbara D'Urso

Dopo la prima sfida della domenica con vincitori (Giletti), vinti (Cuccarini) e passati inosservati (Grey) da una parte, e autocelebrati (D’Urso) dall’altra, si torna sul campo di battaglia domenicale. Questo pomeriggio a tener banco ci sarà inevitabilmente la triste vicenda di Sarah Scazzi: ad occuparsene sia l’Arena di Giletti, sia la D’Urso in uno dei talk di Domenica Cinque. Dopo gli ascolti record dei programmi pomeridiani che hanno trattato la tragedia di Avetrana, anche di domenica si spera di ”rubare” qualche punto di share.

Giletti incontrerà anche Barbara De Rossi in un faccia a faccia su carriera e vita privata. A Domenica In – Amori, invece, Sonia Grey Luca Giurato e Maurizio Battista racconteranno il matrimonio di John Fitzgerald Kennedy con Jaqueline Bouvier. Alle 16.35 Lorella Cuccarini torna In…onda e ospiterà Francesca Neri e Fabrizio Bentivoglio protagonisti del film “Una spensierata giovinezza”, Biagio Antonacci e il cast del musical Jesus Christ Superstar (Mario Venuti, Max Gazzè, Matteo Becucci e Simona Bencini). Dopo l’intervista a colori con Orietta Berti, la Cuccarini duetterà con Marco Mengoni, con il quale ha organizzato un flashmob nel centro di Roma.

A Domenica cinque Dario Franceschini si racconterà a Barbara D’Urso, che ospiterà anche Lucilla Agosti, Chiara Noschese e Paolo Meneguzzi. “L’Islam e i matrimoni combinati” e “E’ necessario che i vip facciano coming out?”, saranno i temi dei dibattiti che prendono spunto dalla stretta attualità. Merita di essere evidenziata la presenza di Patrick Ray Pugliese, novità del programma, che nelle vesti di agente 000 andrà ad intervistare Mara Maionchi riguardo il recentissimo coming out di Tiziano Ferro.

 

Quale contenitore domenicale seguirai?

Vedi i risultati

Loading ... Loading ...