Roberta Bruzzone



26
febbraio

LINEA GIALLA, VITTORIO FELTRI A RAFFAELE SOLLECITO: VOLEVI SC*PARTI MEREDITH? (VIDEO)

Linea Gialla, Raffele Sollecito

Innocentisti contro colpevolisti: un grande classico. Li metti davanti ad una telecamera et voilà, anche il processo Meredith lo si rifà in tv. Come se nulla fosse. Ieri sera, Linea Gialla ha ospitato Raffaele Sollecito, il giovane condannato dalla Corte d’Assise d’appello di Firenze a 25 anni per l’omicidio di Meredit Kercher, la studentessa trovata senza vita nella sua casa di Perugia nel 2007. Il programma di La7 ha approfondito le dinamiche del delitto, mettendo a confronto la criminologa Roberta Bruzzone e il giornalista Vittorio Feltri.

Quest’ultimo, in particolare, ha preso le difese di Sollecito, sostenendo che non vi siano prove per poterlo condannare definitivamente. Al contrario, Roberta Bruzzone ha incalzato il giovane evidenziando una serie di elementi che attesterebbero la sua colpevolezza. Come in un’aula di tribunale, il presunto assassino ha spiegato le proprie ragioni, mentre il ricordo di Meredith finiva in secondo piano. Nell’impeto del dibattimento (tele)giudiziario, Feltri si è anche lasciato andare ad una colorita provocazione. Riferendosi a Sollecito, ad un tratto il giornalista ha domandato:

Io non capisco perché lui doveva uccidere questa qui (Meredith, ndDM). La volevi sc*pare? Io voglio capire. Non ha senso incriminare questo giovanotto per un delitto che non si sa bene… Ma perché doveva farlo? Si stava laureando, stava facendo la tesi, aveva una fidanzata bellissima e va sc*pare questa qui che non era neanche eccezionale, se vogliamo dire…




19
ottobre

MICHELE MISSERI IN ESCLUSIVA A PORTA A PORTA. SCAZZI IN DIRETTA CON LA CRIMINOLOGA BRUZZONE?

Michele Misseri

Finalmente a Porta a porta. Stasera Michele Misseri sarà ospite in esclusiva del talk show condotto su Rai1 da Bruno Vespa. Era ora. Dopo un tour che lo ha portato a rilasciare dichiarazioni a destra e a manca (purché ci fossero un microfono e una telecamera acessi), oggi lo zio della piccola Sarah Scazzi approderà nell’autorevole salotto del Vespone nazionale. All’indomani della consegna ai giudici di un fitto memoriale, Miché racconterà in tv la sua verità sull’omicidio di Avetrana. A occhio e croce - pensate che intuito – Misseri si incolperà del misfatto, ricostruirà le tragiche dinamiche dell’uccisione, si commuoverà e scagionerà dalle accuse la moglie Cosima e la figlia Sabrina.

Tuttavia, convincersi preventivamente che si tratterà del solito show potrebbe essere un errore. Zio Michele ‘la star’, infatti, avrà compreso la visibilità offerta del palcoscenico di Porta a porta, e non è detto che abbia intenzione di rilasciare nuove e clamorose dichiarazioni al cospetto di Vespa. Nel programma di Rai1 si parlerà anche degli ultimi sviluppi del processo per l’omicidio di Sarah e delle prove a carico delle due principali indiziate. Per capire se il momento della verità è ancora così lontano come sembra, a Porta a Porta interverrà il solito parterre di tuttologi ed esperti.

A proposito, è prevista in studio la presenza della criminologa Roberta Bruzzone, la quale nei giorni scorsi è stata accusata da Misseri di averlo “indotto durante un colloquio a dare una versione diversa”. L’esperta, da parte sua, ha replicato parlando di “accuse assolutamente false e infamanti” e ha annunciato di voler tutelare la sua onorabilità professionale nelle sedi opportune. Non si esclude che stasera la Bruzzone e Misseri si confrontino in diretta, scontrando due visioni completamente opposte della tragica vicenda.


3
settembre

MISTERO: PIU’ CRONACA NERA, PERSONAGGI E RUBRICHE PER LA NUOVA EDIZIONE

Mistero

Parte domani sera con un format più vario e alcune novità non trascurabili Mistero, l’appuntamento che terrà compagnia ai telespettatori per otto domeniche in prime time. A fare da cornice alla trasmissione lo scenario delle vecchie Fonderie Napoleoniche di Milano. Stando alla tanta carne che gli autori hanno messo al fuoco nel bazar dell’ignoto i motivi di interesse del programma dovrebbero essere cresciuti, già solo per l’allargamento verso zone del mistero prima inesplorate.

Il concept di base rimane l’indagine sui misteri. Dove c’è ombra e buio e mancano spiegazioni razionali arrivano gli inviati di Mistero. La squadra si rimpolpa, come vi abbiamo raccontato da tempo. Oltre a Daniele Bossari e Marco Berry, che già facevano parte del team investigativo, indosserà i panni della donna dei misteri l’attrice e presentatrice inglese Jane Alexander. A loro il compito di lanciare i reportage delle storie personalmente seguite intervallandole con i pareri degli esperti che aiuteranno a capire un po’ meglio i fenomeni affrontati.

Mistero però espande le sue tinte nere andando a rimestare nella cronaca dei delitti più tetri. Con l’aiuto della criminologa Roberta Bruzzone si andrà a scavare tra gli indizi e le tracce di omicidi e morti che non hanno mai trovato soluzione nelle indagini. Il quarto grado alle prove non riguarderà solo i classici della cronaca italiana, la rubrica promette di avere un respiro più internazionale. Sulla carta niente voyeurismo paesano in sostanza ma saranno le puntate a parlare.





19
agosto

LA CRIMINOLOGA ROBERTA BRUZZONE APPRODA A MISTERO

Roberta Bruzzone impegnata a Chi l'ha visto

Mistero si tinge di nero. Come se non bastassero i filmati sugli alieni e sulle presenze soprannaturali, il programma aprirà  alla cronaca nera nell’imminente edizione autunnale. La criminologa Roberta Bruzzone curerà, in esclusiva per il programma, una rubrica incentrata sui delitti irrisolti che hanno segnato la recente storia del crimine italiano e internazionale.

Anche le iene del paranormale, così le ha definite il direttore di Italia1 Tiraboschi, potrebbero affrontare dunque i casi di Avetrana o di Salvatore Parolisi, giusto per conquistare qualche spettatore in più appassionato di nera? Il Mistero verrà risolto su Italia1 domenica 4 settembre con la nuova investigatrice dell’ignoto Jane Alexander. Un’importante novità alla quale si aggiunge la new entry della criminologa più famosa della televisione.

Portata alla ribalta nell’ultima stagione dai delitti di Avetrana, Brembate e Ascoli Piceno, la Bruzzone ha imperversato nei salotti tv a tutte le ore, tanto da meritarsi una parodia dell’attrice Virginia Raffaele a Quelli che il calcio. L’avvenente criminologa non è però alla prima esperienza da conduttrice: ha già presentato infatti sul canale digitale Real Time il programma Donne Mortali.


29
dicembre

DM LIVE24: 29/12/2010. LA BRUZZONE RIFIUTA L’ISOLA. PER L’INVIATO SI SCEGLIE TRA FILIBERTO, NESCI E BATTAGLIA?

Diario della Televisione Italiana del 29 Dicembre 2010

>>> Dal Diario del 27 Dicembre 2010

  • Nesci, Filiberto, Battaglia

Nedda ha scritto alle 16:48

Secondo Vanity Fair la Ventura vorrebbe cambiare la data di partenza della sua Isola che, partendo il 14 febbraio, sarebbe inevitabilmente schiacciata dal ciclone sanremo in partenza il giorno dopo. Si parla del 3 febbraio, passando al giovedì quindi. Inoltre trapelano le prime indiscrezioni sull’inviato. La Mona vorrebbe il principe Emanuele Filiberto, oppure in alternativa Daniele Battaglia o Domenico Nesci (eh?!).

  • Fede non capisce un tubo

lauretta ha scritto alle 19:30 edit

Al Tg4 interviene Signorini al telefono che però è molto disturbato e dopo aver parlato per quasi 5 minuti ininterrottamente viene ringraziato e congedato da Emilio Fede così: “Signorini, non abbiamo capito un tubo”.

  • La Bruzzone dice NO

lauretta ha scritto alle 20:35

La criminologa Roberta Bruzzone in un’intervista su Gente ha dichiarato che le è stato proposto di partecipare all’Isola dei Famosi ma che ha dovuto rifiutare perchè se lei non mangia può diventare un serio pericolo per gli altri naufraghi.





20
novembre

SINDROME DI AVETRANA, TUTTI NEL GARAGE DI ZIO MICHELE. LA CRIMINOLOGA ROBERTA BRUZZONE RACCONTA LE DONNE KILLER SU REAL TIME

Quarto Grado - Garage Misseri

Il “garage degli orrori” è come tutti se lo immaginano, in disordine e polveroso. Angosciante. Ecco zio Michele Misseri, rovista tra ferri vecchi e trova una cordicella, guarda in volto gli inquirenti. “Sarah era girata di spalle e se ne stava andando, io ricordo che le ho fatto due giri intorno al collo e ho tirato. Si è accasciata” racconta e non fa una piega (guarda il video). Il luogo dell’omicidio è quello vero, i protagonisti pure. Le immagini non lasciano spazio a dubbi: siamo di fronte a un documento “eccezionale“, “imperdibile“, raccolto in presa diretta. A trasmetterlo Quarto Grado di Salvo Sottile durante la puntata di ieri sera e, quest’oggi, il Tg1 nell’ edizione delle 13:30. Si tratta del video del primo sopralluogo effettuato il 15 ottobre scorso dagli investigatori assieme a zio Michè nel garage dove è stata uccisa Sarah Scazzi. Una testimonianza che, per intero, dura quasi trenta minuti. Eccolo sugli schermi: tutti a guardare “l’orco“.

Ho preso un cartone e ho coperto il cadavere di Sarah” spiega Misseri circondato dagli inquirenti e affiancato dall’avvocato Galoppa, suo difensore. Poi conferma che la figlia Sabrina non ha preso parte all’omicidio ma lo ha solo aiutato a pulire il garage, inconsapevole che sul pavimento ci fossero le tracce della nefandezza appena compiuta. Questo accadeva agli inizi di ottobre, oggi Michele ha ritrattato addossando sulla figlia le responsabilità del delitto: è stata lei a uccidere Sarah. Pane per i denti dei tanti talk che in questi mesi hanno riservato una morbosa attenzione alla tragica vicenda, trasformando Avetrana nel set di una fiction senza pudore. Adesso la story continua.

Sull’onda della cronaca Quarto Grado e il Tg1 hanno diffuso le immagini del sopralluogo in cui zio Michele raccontava la sua prima versione dell’omicidio. Sui contenuti di questa testimonianza alcuni programmi tv ci hanno fantasticato per giorni interi, tra ricostruzioni plastici e interpretazioni affidate al primo tuttologo turno. Ora eccolo qui, il documento “esclusivoe il pubblico si appassiona a rovistare sul luogo del delitto, ad ascoltare le parole dell’assassino. Che effetto gli fa?


20
novembre

DM LIVE24: 20/11/2010.

Diario della Televisione Italiana del 20 Novembre 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Fiera dell’assurdo

paolaok ha scritto alle 18:19

A Pomeriggio Cinque la fiera dell’assurdo. L’inviata fuori la porta rossa annuncia che Nando ha fatto rivelazioni molto intime sul suo passato, pare abbia subito delle molestie sessuali da bambino. Nella striscia verrà omesso questo passaggio per rispetto al ragazzo ma la D’Urso annuncia che ne riparleranno… Ma il senso di tutto ciò? O stavano zitti e non dicevano nulla, oppure così non capisco il rispetto come può esserci. La rivelazione molto intima in questo modo è stata data in pasto ai media…

  • Maroni c’è!
AnTo ha scritto alle 18:25

(ANSA) – Roberto Maroni – si legge in una nota della sua portavoce – partecipera’ lunedi’ a ‘Vieni via con me’, dopo la risposta del direttore di Raitre, Paolo Ruffini, che ha accolto la sua richiesta di intervenire al programma di Fazio e Saviano. ‘Ringrazio il ministro – dice il dg della Rai Masi – per la sensibilita’ dimostrata e sono lieto che abbia accettato di partecipare al programma. Colgo l’occasione per segnalare il lavoro concreto svolto in questa occasione dal direttore di Raitre Ruffini’.

  • Donne mortali!

lauretta ha scritto alle 08:43

La dottoressa Bruzzone, criminologa famosa per aver portato la ‘macchina della verità’ in tv e ora coinvolta nel caso Scazzi come consulente di parte, sbarca su Real time con un programma tutto suo dal titolo ‘Donne mortali’.