Quarto Grado



19
novembre

SALVO SOTTILE A DM: C’E’ PREGIUDIZIO PER CHI FA INFORMAZIONE A MEDIASET. SE “VIENI VIA CON ME” SI FACESSE A PARTI ROVESCIATE SAREBBE UN MASSACRO.

Salvo Sottile

La riconferma della sua creatura mediatica, Quarto Grado, non era del tutto scontata. Ma da quando si occupa del caso Scazzi non ci sono più dubbi: il programma di Rete4 è diventato un cult del venerdi serà per chi vuole soddisfare la propria curiosità sul tristemente celebre omidicio di Sarah Scazzi. Un risultato meritato per Salvo Sottile che, con educazione e professionalità, ha portato lo scorso 15 ottobre Rete4 al 18% di share in prime time.

Si, sono 6 settimane di ottimi ascolti a due cifre. Sono molto contento. Credo che la formula vincente di Quarto Grado sia aver trovato un linguaggio alla portata di tutti, adatto a far seguire le storie che racconti quasi con immedesimazione. Certo, per la storia di Sarah Scazzi c’è grande curiosità, però forse la nostra cifra stilistica ha fatto la differenza insieme al grande affiatamento della squadra. Siamo molti uniti: mi riferisco a Siria Magri e a Sabrina Scampini che insieme a me sono autori del programma, ma anche ai colleghi Simone Toscano, Ilaria Mura, Elena Colombo, Filomena Rorro  che danno a questo programma anima e corpo.

C’è chi ha sottolineato che Quarto Grado non tiene più fede al suo titolo…

La mission era quella di occuparci di gialli e farlo in modo autorevole grazie a una ricerca meticolosa dei riscontri. Quarto Grado significa cercare una verità ulteriore, non necessariamente sui casi freddi. Il caso di Sarah è uno dei più grandi gialli della cronaca italiana; forse solo il caso Bebawi ha suscitato un interesse simile.

Che ne pensi delle critiche rivolte a coloro che parlano del caso Scazzi?

Non me la prendo mai per le critiche. Non mi è piaciuto, però, che abbiano detto che facciamo ascolti sulla pelle della gente. Noi abbiamo iniziato ad occuparci del caso di Avetrana prima degli altri, due mesi fa, facendo il 4.72%, perchè c’era una ragazza scomparsa ma anche  alcuni aspetti poco chiari. Avevo, tra l’altro, in diretta Sabrina che iniziava già ad innamorarsi della tv. All’epoca non abbiamo inseguito il grande ascolto ma abbiamo raccontato questa storia nel silenzio generale.

Sono stati ospitati da Quarto Grado quasi tutti i protagonisti del caso. Claudio Scazzi non è stato neanche tanto dolce di sale…




19
ottobre

CASO SCAZZI, ORA IL VERO ORRORE SONO I TELEGUARDONI E I GIORNALISTI DA OBITORIO

Sarah Scazzi e Sabrina Misseri

La telecamera si avvicina piano, indugia sui particolari: ecco il garage degli orrori, dove l’orco Michele Misseri ha ucciso la piccola Sarah Scazzi. E tutti lì a guardare, occhi sgranati, a immaginare gli indicibili orrori che il mostro è riuscito a compiere. Lo spettacolo macabro va in onda senza pudore, invadente e morboso, a qualsiasi ora. C’è anche qualcuno che si indigna in diretta -”vergogna, non si fa!“- ma è per finta, perchè in fondo un omicidio come questo non capita tutti i giorni. Così Avetrana è diventata il centro del mondo, tra riflettori e microfoni, luogo di pellegrinaggio dei teleguardoni da obitorio.

Ci avevano scosso e fatto riflettere gli occhi vitrei e l’espressione di mamma Concetta, che davanti alle telecamere di Chi l’ha visto? apprendeva la notizia della possibile morte di sua figlia. Tolleravamo a fatica il dover assistere alle ricostruzioni del delitto sulla base delle ammissioni confuse dell’assassino; da incubo vedere la morte di Sarah alla moviola. E che tristezza le interviste ai familiari distrutti dal dolore, i giudizi sommari di alcuni giornalisti e certe opinioni buttate lì giusto per cavalcare l’evento. Credevamo si fosse toccato il fondo, parlavamo di spettacolarizzazione del dolore ma eravamo solo all’inizio.

Con il passare dei giorni la morte della dolce Sarah è passata in secondo piano, eppure il caso Scazzi non è stato abbandonato per un attimo, anzi ha riempito i palinsesti per soddisfare il voyeurismo dei telespettatori. E non parliamo di poche persone, ma di un pubblico reale e ben nutrito che ha fatto schizzare in alto gli ascolti dei programmi di approfondimento. Gli appuntamenti con Quarto Grado, le “esclusive” di Domenica Cinque e dell’Arena di Giletti, le rivelazioni di Matrix e Porta a Porta e i collegamenti in diretta da Avetrana ogni tre minuti. Il parere del criminologo, della sessuologa e dello psicologo, il commento del giornalista e la reazioni del pubblico in studio. Nonostante gli approfondimenti alla cronaca si potessero esaurire nello spazio riservato ai notiziari, la vicenda è diventata onnipresente. Tutti a parlarci sopra per intere giornate, a ricamare sul dolore oltre misura, senza vergogna.


17
ottobre

DM LIVE24: 17/10/2010. AUTOCELEBRAZIONI

Diario della Televisione Italiana del 17 Ottobre 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Scopxmi alle 10!

simonevarese ha scritto alle 11:45

Circa un’oretta fa accendo la tv, su Canale 5 trasmettono il film Jerry Maguire. Ad un certo punto Tom Cruise e la tipa sono a letto che ci danno dentro di brutto e lei esclama: “Oh sì, sc..ami!!!”. Scena più che adatta alle 10.30.

  • Autocelebrazioni

Alessio Vinci, conduttore di Matrix, dichiara: “La tragica vicenda di Sarah resa ancor più triste dal coinvolgimento della cugina sta catalizzando l’interesse di tutti gli italiani perchè ci sono ancora molti dettagli da chiarire, e noi li seguiremo fino in fondo, fedeli al rigore giornalistico che la tradizione di Matrix ci impone.” Matrix, nella puntata di ieri, ha raggiunto picchi di ascolto che superano il 50% di share e sfiorano i 3.700.000 telespettatori.

Il conduttore Salvo Sottile dichiara: “Ieri sera abbiamo fatto il nostro mestiere di giornalisti: abbiamo documentato tutta la vicenda in diretta dando conto di quello che stava succedendo ad Avetrana. Siamo stati molto cauti nel dare le notizie e, soprattutto, abbiamo avuto rispetto per il dolore della famiglia di Sarah Scazzi, ma anche per la tragedia che ha colpito famiglia Misseri.”

  • In origine sputavano…

lauretta ha scritto alle 12:22

A Mattina in Famiglia durante lo spazio ‘animali’ viene portato in studio un lama, che però… lascia dei ‘piccoli ricordini’ sulle scarpe dei presentatori. Tiberio Timperi: “e io che credevo che il lama sputasse… a quanto pare fa anche qualcos’altro”. Poi rivolgendosi alla Leone visibilmente schifata: “almeno io c’ho le scarpe marroni!”.





11
ottobre

IL VALZER DEI PALINSESTI CONTINUA: ALE E FRANZ AL VENERDI SERA CON QUARTO GRADO. ANTICIPA AL MARTEDI VITE STRAORDINARIE

Ale e Franz si spostano al venerdì sera con il loro "Sketch Show"

Nuovo valzer dei palinsesti in arrivo, sempre in casa Mediaset. Dopo avervi segnalato lo scambio di serate tra Matrix e il Chiambretti Night, anche il prime time è stato “aggiustato” con alcuni cambiamenti che riguardano le reti minori del Biscione. Con l’arrivo dei Cesaroni al martedì sera (dal 19/10), la serata comics di Italia1 con Ale e Franz Sketch show e All stars si sposta al venerdì, già da questa settimana in concomitanza con Io Canto.

E sempre di venerdì troverà la sua nuova collocazione Quarto grado su Rete4, che dopo domeniche deludenti dal punto di vista dell’audience, ieri ha registrato il record d’ascolti (quasi 3 mln con l’11.67% di share), affrontando la vicenda di Sarah Scazzi. Con questo ennesimo cambiamento, si prospetta un venerdì di sole produzioni. Non sarà troppa la concorrenza interna in una sola serata?

Sempre su Rete4 dopo l’esordio ai minimi storici (3.72% di share), cambia giorno anche Vite straordinarie. Il programma condotto da Elena Guarnieri dal giovedì trasloca al martedì. Domani quindi la seconda puntata dedicata a Emilio Fede.


4
settembre

SALVO SOTTILE FA IL ‘QUARTO GRADO’ AI DELITTI IRRISOLTI. RIPARTE DOMANI IL PROGRAMMA DI RETE4

Quarto Grado, Salvo Sottile

Sarà come tornare sul luogo del delitto o mettersi sulle tracce dell’assassino per rivivere ed analizzare da vicino i principali fatti di cronaca nera, quelli che hanno inquietatato e diviso l’opinione pubblica. Domani, 5 settembre, nella prima serata di Rete4 torna Quarto Grado, il programma d’approfondimento giornalistico di Videonews che andrà in onda ogni domenica. Gialli irrisolti, casi di gente scomparsa e di violenze: a raccontarli saranno ancora il giornalista Salvo Sottile  e Sabrina Scampini. Nel corso della trasmissione interverranno, ogni volta, criminologi, grafologi e periti scientifici per dare un’analisi più approfondita e tecnica che vada al di là della semplice cronaca.

La seconda edizione di Quarto Grado racconterà delitti e misfatti dalla parte delle vittime, non solo da quella del killer. All’inizio della trasmissione verrà presentata una ricostruzione del caso della serata poi entreranno in scena gli esperti e, con l’ausilio del moderno touch screen installato in studio, verranno mostrati documenti esclusivi, immagini, interviste e particolari chiave. L’obiettivo è quello di fornire allo spettatore elementi per conoscere meglio la cronaca e arrivare a maturare un giudizio personale. Anche stavolta pare quindi evitato il rischio che il programma si trasformi in una copia sbiadita di Chi l’ha visto o Blu notte, programmi Rai di successo che trattano argomenti simili.

Al centro della prima puntata ci sarà la tematica “uomini che odiano le donne”, con il racconto di due casi drammatici. Salvo Sottile e Sabrina Scampini analizzeranno le vicende di Ramon Berloso, il “killer della balestra”, reo confesso dell’omicidio di due escort, morto suicida incarcere lo scorso 20 agosto e di Gianfranco Stevanin, uno dei serial killer più feroci della storia della cronaca italiana, arrestato nel 1994 e attualmente recluso nel carcere di Sulmona, per aver soffocato 6 donne durante atti di sesso estremo. Nella seconda parte della trasmissione si parlerà di Mauro Romano, il bimbo scomparso a Racale, il 20 giugno 1977, all’età di sei anni, e mai più ritrovato.





7
marzo

QUARTO GRADO: SALVO SOTTILE TRA GIALLI IRRISOLTI E CRONACA NERA

Già la Bislacca di Cologno qualche giorno fa ha provveduto ad esaltare all’interno di Pomeriggio Cinque quello che sarà il nuovo programma di punta della sua amata Videonews. “Quarto Grado”, questo il nome, sarà infatti la nuova scommessa giornalistica del prime time domenicale di Rete 4: a partire da questa sera, il volto noto di Salvo Sottile con l’aiuto di Sabrina Scampini, già autrice della D’Urso nei suoi Mattino e Pomeriggio Cinque, ci accompagnerà nel mondo della cronaca nera.

Gialli irrisolti della cronaca più recente, immagini, interviste e documenti inediti sui grandi e piccoli casi che hanno appassionato e diviso l’opinione pubblica saranno gli ingredienti di Quarto Grado. Con una particolarità: un linguaggio nuovo e semplice, senza inutili ed astrusi tecnicismi. Già altri programmi hanno tentato di ricostruire delitti e misteri, a partire da “Giallo 1″ di Irene Pivetti, ma qui lo scopo è quello di offrire al telespettatore un elemento in più di riflessione, un particolare poco considerato, uno spunto trascurato, per permettergli di arrivare ad un nuovo, personale, grado di giudizio, anche discordante da quello della giustizia. Ogni storia sarà poi raccontata con il contributo di protagonisti, testimoni, esperti e collegamenti esterni grazie agli inviati del programma.

La prima puntata sarà tutta al femminile, proprio a ridosso della festa della donna, con delle storie molto intriganti: la piccola Matilda Borin, la cui vicenda sarà ricostruita con un’intervista esclusiva ad Elena Romani, sua mamma, Antonio Cangialosi, ex fidanzato della donna, e Sonia Marra, per la quale ci saranno in collegamento genitori e fratello. In studio, il criminologo Giuseppe Picozzi darà una mano per entrare nel cuore delle due storie, insieme a Lory Del Santo, mentre Lorena Belardi, zia di Matilda, e Anna Marra, sorella di Sonia, arricchiranno il tutto con la loro preziosa testimonianza.


11
febbraio

DM LIVE24: 11 FEBBRAIO 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Dovere di cronaca

paolaok ha scritto alle 10:30

Per dovere di cronaca di segnalo che ora Veronica bacia sulla bocca anche Cristina…

  • La Masquarade

lauretta ha scritto alle 15:49

Il trono bianco oggi è un mix tra una festa di carnevale e il ballo delle debuttanti!

  • ForumFolies

lauretta ha scritto alle 14:39

Nella sessione pomeridiana di Forum, una coppia (lui con un baffo alla Hitler, lei con una mise da cubista attempata) litigano perchè lui non tollera un senzatetto che lei ospita da un pò a casa! E la Dalla Chiesa attacca col predicozzo tirando in ballo vangelo, comandamenti e previsioni metereologiche!

  • Meglio quelle di Paragone

lauretta ha scritto alle 14:57

Al Fatto del Giorno salta la tanto annunciata telefonata di Sgarbi, entra in studio una mega torta per i 100 giorni di trasmissione e si apprende dagli ospiti che le poltrone di Paragone sono più comode.

  • Tutto, ma proprio Tutto

Davide ha scritto alle 16:08

All’Italia sul 2 i conduttori prendono un po’ in giro Monica Setta. Prima di mandare la pubblicità invitano a non cambaire canale perchè, come dice Monica Setta, dopo diranno TUTTO, MA PROPRIO TUTTO, in questo caso sugli abiti della Clerici a Sanremo! Faranno così perchè sono arrabbiati con la Setta che invita tutti gli ospiti che vorrebbero loro e dà sempre loro la linea con 5/10 minuti di ritardo?

  • Top Secret

lca ha scritto alle 19:07

Prime serate per Videonews su Rete4: i primi di marzo una nuova trasmissione condotta da Salvo Sottile che si chiamerà “Quarto grado” e si interrogherà sugli aspetti irrisolti dei grandi casi di cronaca. Poi arriverà “Vite straordinarie” con Elena Guarnieri e in cantiere ci sono già altre due produzioni per l’autunno. In estate tornerà “Top Secret”.