Premium Crime



4
febbraio

THE FOLLOWING: UCCIDERE NON E’ MAI STATO COSI SOCIAL

Kevin Bacon e James Purefoy

Un affascinante duello a tinte noir tra un eroe tormentato e una mente eccelsa che ha scelto la via dell’oscurità per elevarsi e fare proseliti. Parliamo di The Following, la serie che si presenta come un evento e ha tutte le caratteristiche per mantenere le ambiziose premesse. Lo stampo, a giudicare dal pilot, è cinematografico, merito di una sceneggiatura ad alto tasso tensivo e inusuale per la televisione generalista a stelle e strisce. Tutto ciò si mescola alla maestria degli interpreti principali Kevin Bacon – all’esordio da protagonista in tv – e James Purefoy (visto in Rome).

Il primo veste i panni dell’agente F.B.I. Ryan Hardy, richiamato all’indagine dopo l’evasione di Joe Carroll (Purefoy), il diabolico serial killer che aveva arrestato 9 anni prima dopo l’uccisione di 14 studentesse in un’università della Virginia dove insegnava letteratura con la passione per Edgar Allan Poe. Esperto nell’analisi dei profili psicologici, Hardy si getta sulle tracce dell’assassino che nel frattempo ha iniziato ad utilizzare i social network per alimentare una sorta di macabro culto degli omicidi seriali, una rete di killer che rischia di spandersi per tutto il Paese “Non mi piace il termine setta. Io preferisco chiamarli ‘amici’ o ’seguaci (followers)”, ripete Carrol.

Per fermarlo e arginare la sua furia omicida che rischia di diventare social, il detective protagonista si fa affiancare dagli agenti Debra Parker (Annie Parisse) e il giovane Mike Weston (Shawn Ashmore). Natalie Zea interpreta Claire Matthews, la donna contesa da Hardy e Carroll in una sfida nella sfida. Come se non bastasse il carisma del serial killer fa proseliti e la prevenzione alla sua lucida follia deve essere a tutto campo in una lotta contro il tempo in cui è difficile capire di chi fidarsi… La “nuova frontiera” dei serial killer conferisce originalità alla serie anche se, unita all’ossessione di Carrol per Poe, affascinante ma forse eccessiva, rischia nel lungo periodo di togliere verosimiglianza al prodotto. In questo senso la scelta di limitare a 15 – pare per volere di Bacon che non ha intenzione di trascurare la sua carriera cinematografica – il numero di episodi della prima stagione è da considerarsi positiva.




25
gennaio

PREMIUM CRIME: NEL 2013 THE FOLLOWING, GOLDEN BOY E THE MENTALIST

Golden Boy

E’ il più giovane dei canali Premium (è nato il 1 luglio del 2011) ma è anche il più seguito (come ci ha spiegato Marco Leonardi). Merito di un’identità immediatamente riconoscibile e ovviamente del successo del genere telefilmico che propone. Parliamo ovviamente di Premium Crime che nel 2013 continuerà la sua programmazione tra le immancabili repliche e qualche stuzzicante prima tv. Vediamo allora cosa andrà ad arricchire nei prossimi mesi il canale “criminale” di Cologno Monzese:

Tra gli esordi in anteprima

  • THE FOLLOWING – L’attesa serie è firmata da Kevin Williamson – già dietro ai successi di The Vampire Diaries, Scream e Dawson’s Creek – e vanta l’esordio telefilmico di Kevin Bacon. I serial-killer dei giorni d’oggi son tutti linkati e il detective protagonista indaga anche sui social network per andare alla radice del Male. Dal 4 febbraio, ogni lunedì, in prima serata.
  • GOLDEN BOY – La parabola di un giovane detective, da semplice recluta a investigatore, dai suoi 26 anni ai 34, è una delle serie più intriganti del 2013 (in Usa debutterà il mese prossimo). Firma un esperto del genere, Nicholas Wooton (già sceneggiatore di Prison Break, NYPD, Law&Order), e vede il quasi-esordio di Theo James nei panni del protagonista. Produce Greg Berlanti, dietro i successi di Brothers&Sisters, Arrow e Dawson’s Creek. Dal 24 maggio, ogni venerdì, in prima serata.

I proseguimenti di culto in prima tv


19
novembre

MAJOR CRIMES: ARRIVA IN ITALIA LO SPIN-OFF DI THE CLOSER, DA STASERA SU PREMIUM CRIME

Major Crimes

Se è vero che il crimine non paga, è anche vero che non conosce confini. Così, a una settimana dalla fine di The Closer, arriva in Italia il suo spin-off Major Crimes. La nuova serie, targata TNT, ha ottenuto un ottimo riscontro negli States con oltre 7 milioni di spettatori al debutto, e verrà trasmessa da stasera su Premium Crime, ogni lunedì alle 21.15. Major Crimes si propone come un passo in avanti rispetto allo stile imposto dalla serie madre, tutto interrogatori e confessioni. Nello spin-off, infatti, si è cercato “di raccontare tutto il meccanismo della giustizia fino alla sentenza“, come ha spiegato James Duff, ideatore della serie.

Major Crimes, che è già stato rinnovato per la seconda stagione negli Stati Uniti, arriva in Italia con i 10 episodi di cui è composta la prima stagione. Per il momento, non si hanno notizie di un suo approdo sulle reti Mediaset free (Rete4 e Italia1), che in passato hanno invece trasmesso The Closer dopo l’anteprima pay. La serie racconta il tormentato passaggio di testimone, alla guida del dipartimento di Polizia di Los Angeles, tra Brenda Leigh Johnson (Kyra Sedgwick) e Sharon Raydor (Mary McDonnell), con la prima che lascia dopo sette anni il suo posto all’antagonista di sempre.

Infatti, il nuovo capo della Polizia non è affatto amato dai colleghi, che si troverà a coordinare, per aver in passato aspramente criticato il lavoro del Distretto. Riuscirà, comunque, Rayden a riportare ordine nel dipartimento di Polizia di Los Angeles? Questo è il nucleo del racconto di Major Crimes, in cui il nuovo commissario si troverà a gestire la squadra di poliziotti, composta da Louie Provenza (G.W. Bailey), Andy Flynn (Anthony Denison), Michael Tao (Michael Paul Chan) e Julio Sanchez (Raymond Cruz), che nutre rancore nei suoi confronti.





27
aprile

PERSON OF INTEREST: J.J. ABRAMS “SI INVENTA” UNA MACCHINA PER LA PREVENZIONE DEI CRIMINI, DA STASERA SU PREMIUM CRIME

Person of interest

Parte stasera su Premium Crime, con l’episodio pilota trasmesso anche in chiaro su Italia2 per ingolosire il pubblico non abbonato, l’ennesima fatica del creatore di Lost J.J. Abrams. Stiamo parlando di Person of Interest che in comune la serie cult degli anni 2000 ha altresì la presenza nel cast di Michael Emerson, il quale – smessi i panni di Ben – interpreta l’eccentrico miliardario Harold Finch, esperto di informatica e costruttore di una Macchina per il Governo degli Stati Uniti in grado di prevenire futuri attacchi terroristici.

Ben presto si scopre però che l’invenzione è utile anche per prevedere reati comuni (furti, rapine, omicidi) pur con qualche difetto di funzionamento: infatti la Macchina non individua l’identità delle persone coinvolte nel crimine e nemmeno chiarisce se i soggetti indicati siano vittime o colpevoli. L’unica informazione svelata è solamente il codice di previdenza sociale di una persona che sarà coinvolta in un crimine che si compierà entro 48 ore dal rilascio di questo codice.

I soggetti individuati diventano così dei “sorvegliati speciali”, le person of interest di cui al titolo della serie, e saranno costantemente monitorate attraverso telecamere, pc, cellulari finendo insomma per essere spiate 24 ore su 24. Finch deve rendere operative e funzionali le informazioni fornite dal programma di prevenzione e decide quindi di ingaggiare Reese (James Caviezel), un ex agente della CIA creduto morto per individuare i futuri criminali in base agli elementi forniti dal software.


30
gennaio

ALCATRAZ: SU PREMIUM CRIME LA NUOVA SERIE DI J.J. ABRAMS. SARA’ L’EREDE DI LOST?

Alcatraz - Il cast

Qualcuno l’ha già etichettato come il successore di Lost. Su Premium Crime, da questa sera alle 21.10, approda in anteprima e in contemporanea con gli USA, Alcatraz, la nuova serie in 13 episodi firmata da J.J. Abrams. Per l’occasione Mediaset Premium, trasmetterà il primo episodio anche in chiaro, visibile in modalità free-view sul canale 309 del digitale terrestre (Premium Anteprima). Il pilot sarà inoltre visibile ai non abbonati su Premium Play da domani per i prossimi 15 giorni.





26
gennaio

MEDIASET PREMIUM FA INCETTA DI SERIE TV PER IL 2012. ALCATRAZ E SMASH DEBUTTANO FREE

Smash, la serie di Steven Spielberg su Mediaset Premium

Se i diritti per la trasmissione delle partite di calcio sono un terreno fertile per la battaglia tra le due maggiori pay tv italiane, non è meno combattuta la ‘guerra’ delle serie tv. Sky nell’ultimo anno ha potuto garantire alcuni dei titoli più attesi (Glee, Flash Forward e Terra Nova tra gli altri) grazie al pacchetto dei tre canali Fox e nonostante il contratto oneroso con cui Mediaset si era aggiudicata la library di Warner e Universal. Ma il gruppo di Cologno per il 2012 ha notevolmente potenziato i magazzini di Premium, rifornendolo di titoli e autori piuttosto chiacchierati.

Si parte da Alcatraz, ultima creatura di J.J.Abrams, che sta incuriosendo buona parte del pubblico in attesa di vedere l’episodio pilota il prossimo 30 gennaio su Premium Crime. Da un altro colosso del cinema e della tv come Steven Spielberg, arriva la serie evento Smash, un musical che mostra il dietro le quinte di uno spettacolo teatrale a Broadway, e che segna il ritorno sul piccolo schermo di Debra Messing (Will&Grace) e, per cinque episodi, di Uma Thurman. La serie sarà in onda sul canale Mya dal 19 febbraio. In entrambi i casi, sia per Alcatraz che per Smash, i debutti saranno free, cioè visibili da tutti sul canale 309 del digitale terrestre.

Il 6 aprile su Premium Crime debutta Person of Interest, dai produttori esecutivi J.J. Abrams e Jonathan Nolan (fratello del più famoso Christopher Nolan). Tra i protagonisti Michael Emerson, l’enigmatico Benjamin Linus di Lost. Il 4 maggio sarà la volta di 2 Broke Girls che andrà ad occupare la seconda serata di Mya. Si tratta di una fortunata sitcom sulla vita, le aspirazioni e le delusioni di due  cameriere di una tavola calda di Brooklyn, una di umili origini e l’altra proveniente da una famiglia agiata ma caduta in rovina. La serie sarà preceduta in prima serata da Suburgatory, la storia di un padre che si trasferisce dal centro di New York in periferia con la speranza di dare un futuro migliore alla figlia sedicenne.


8
luglio

DM LIVE24: 8 LUGLIO 2011. MORGAN VS FACCHINETTI, RUSH SU PREMIUM CRIME, LA ALLEGRETTI DIETRO AL BANCONE

Diario della Televisione Italiana dell'8 Luglio 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • Morgan VS Facchinetti

lauretta ha scritto alle 15:21

Morgan intervistato da Top: “Un giorno mi chiamò Francesco (Facchinetti) e gli ho detto “Ho parlato col direttore di Raidue Massimo Leofredi, che è mio amico, e mi ha detto che Xfactor non lo vuole fare. Siccome credo che te ed io siamo comunque stati, in un modo o nell’altro, un’immagine simbolo di quel programma, che senza di noi perde, perchè non facciamo insieme un talent che lo migliori? Proponiamogli un format dove facciamo lezione ai ragazzi, coinvolgendo anche dei vocal coach. Lo facciamo anche meno competitivo e più indirizzato alla musica. E senza le restrizioni di un format originale. Lo facciamo interamente alla Rai, che ha davvero tutte le risorse per poterlo costruire”. Mi ha detto: “Benissimo, adesso sono in vacanza, appena torno dall’Arabia Saudita ci vediamo e andiamo a proporla perchè è un’idea che spacca!” e sapete com’è andata a finire? Non l’ho più sentito. Però ho letto sui giornali che condurrà quel programma. Farà Star Accdemy”.

  • Rush

VincenzoB ha scritto alle 18:07

Dal 7 Luglio arriva su Premium Crime la serie poliziesca Rush.

  • Dove voleva andare?

VincenzoB ha scritto alle 18:08


17
giugno

HIRO CHIUDE E SI TRASFERISCE SU PREMIUM NET TV. PREMIUM CRIME E PREMIUM CINEMA COMEDY AL POSTO DEI +1 DI JOI, MYA E STEEL

Hiro

Hiro

Dal 31 luglio Hiro abbassa definitivamente la saracinesca e si trasferisce dal giorno dopo sulla piattaforma, di fatto ancora in fase di sperimentazione, Premium Net TV diventando a tutti gli effetti un canale on demand. Doveva “trainare” l’intero pacchetto Fantasy, su cui non si è mai realmente investito a livello pubblicitario, con le sue serie esclusive dal Giappone e dagli States per il classico pubblico “commerciale” Mediaset, e invece sarà il primo a sventolare bandiera bianca, come d’altronde si poteva facilmente ipotizzare dando un’occhiata al palinsesto delle ultime settimane e al trattamento riservatogli durante le partite di calcio.

Vista anche la graduale scomparsa della programmazione per ragazzi all’interno di Italia1, l’unico punto di riferimento in quel di Cologno sarà Boing, che, in attesa di conoscere ulteriori dettagli, dovrà probabilmente spartirsi la maggior parte delle anime trasmesse da Hiro con il nuovo Italia2, a cui spetteranno quelle prettamente maschili, e La5, per un pubblico femminile. Mentre sulla neonata piattaforma on demand potrebbero finire esclusivamente le ultime novità.

E non finisce qua. Abbandoneranno l’etere anche le versioni +1 di Joi, Mya e Steel, probabilmente ritenute poco utili vista la disponibilità delle serie su NetTV e OnDemand, per far posto dal primo luglio a Premium Crime (si accenderà alle ore 21.15 con la nuova serie in esclusiva assoluta Law & Order: Los Angeles) il cugino di FoxCrime, e Premium Cinema Comedy (inaugurato da Checco Zalone con Cado dalle nubi), la controparte targata Mediaset di Sky Cinema Comedy. Scomparso, almeno per il momento, SyFy, che quindi continuerà a trovar posto all’interno di Steel.