paolo calissano



18
agosto

DM LIVE24: 18 AGOSTO 2012. CALISSANO: IN ITALIA NON MI FANNO LAVORARE. LA NOTTE DELLA TARANTA SU CIELO

Diario della Televisione Italiana del 18 Agosto 2012

>>> Dal Diario di ieri…

  • Calissano: “In Italia non mi fanno lavorare”

Critico Tritatutto ha scritto alle 22:28

Dopo la storia di droga di qualche anno fa in cui è morta una donna brasiliana che si trovava con lui, Paolo Calissano ha voltato pagina. Lontano dalla tv italiana lavora soprattutto in Sud America ed Europa. Scrive soggetti per fiction e a “Vero” racconta: “Non recito in Italia perché è il prezzo che devo pagare per i miei errori, che oggi non rifarei, ma spero di riconquistare presto il pubblico”. “Il mio allontanamento dalla tv italiana non è stata una libera scelta – racconta – ma una costrizione. Non posso incolpare nessuno, fa parte del prezzo che devo pagare per gli errori commessi nella mia vita privata”. Ora Paolo ha fatto pace con se stesso: “E con il mio passato, sento l’esigenza di scrivere, ho deciso di proporre i miei progetti a vari produttori. Spero che uno dei tanti soggetti diventi una fiction”. Indietro non si torna: “Non farei più certe scelte sbagliate, che riguardano la mia vita privata e che hanno danneggiato anche la mia sfera professionale. Ma non devo niente a nessuno perché gli errori che ho commesso li ho pagati tutti, e ora devo solo dare il meglio di me stesso per riconquistare il pubblico”. Calissano è di nuovo innamorato: “Ma non rivelo di chi. E’ una persona che amo e che contribuisce alla mia serenità”. [tgcom24.it]

  • La Notte della Taranta su Cielo

Sarà CIELO, canale 26 del digitale terrestre, a trasmettere in esclusiva sabato 25 agosto dalle ore 22.00 in diretta da Melpignano (LE) il grande concerto conclusivo della 15a edizione de LA NOTTE DELLA TARANTA, il più grande festival musicale dedicato alla valorizzazione della pizzica salentina capace di attirare ogni anno oltre 400.000 spettatori.




2
febbraio

MCS : PROSEGUE L’ “OPERAZIONE RIABILITAZIONE” DI PAOLO CALISSANO

Paolo Calissano @ Davide Maggio .itMaurizio Costanzo ci riprova. Per la seconda volta!

Ieri, durante la terza puntata del ritrovato Maurizio Costanzo Show, il padrone di casa ha proseguito l’ “operazione riabilitazione” di Paolo Calissano, ormai libero grazie all’indulto.

Quella dell’anchorman più famoso d’Italia sembra una vera e propria sfida con se stesso. Una sfida che sinceramente trovo fuori luogo, farcita di un mielismo da far cariare i denti anche a portatori sani di… dentiera!

Non sono sicuramente tra coloro che prosegue una condanna nei confronti di un reo anche dopo che quest’ultimo ha pagato, col carcere, per ciò che ha fatto.

Trovo, infatti, la “condanna sociale” ben più grave, ben più pesante e soprattutto di gran lunga più ingiusta (nella stragrande maggioranza dei casi) di qualsiasi altro tipo di condanna “tradizionale”.

Ma da qui a fare di quest’uomo un personaggio da far tornare sulle scene a tutti i costi ce ne passa.

Per quanto, infatti, sia lodevole il percorso “depurativo” (del corpo e, a quanto pare, anche dell’anima) dell’ex attore di Vivere, è altrettanto vero che tornare a calcare un palcoscenico non è un diritto nè, tanto meno, un fatto dovuto o, ancora peggio, una pretesa da soddisfare!

Siamo in pratica sempre alle solite. Se nel nostro paese si è al centro di uno scandalo, il mondo dello spettacolo è pronto a ripagare con una dose di… successo immeritato per il semplice fatto di fare… audience!

Se invece bestemmi sei fuori dai giochi per tutta la vita!

In questo caso c’è stato anche un morto, diamine!

E’ vero che sbagliare e poi capire i propri sbagli (per non commetterli più) è raro e, per alcuni aspetti, va premiato ma Paolo Calissano ha tutto il tempo per tornare a… Vivere, professionalmente parlando, senza la sponsorizzazione di Maurizio Costanzo.

C’è bisogno del pubblico che se ne avrà voglia e se ne dovesse sentire la mancanza avrà modo di richiamare a gran voce il “Lapo dei poveri”.

[Segnalato su Libero.it : 62]