Paolo Bonolis



30
aprile

EXPO 2015 IN DIRETTA TV: LO SHOW CON CLERICI E BONOLIS, L’INAUGURAZIONE CON RENZI E PAPA FRANCESCO

Expo 2015 - Giuseppe Sala, Antonella Clerici, Andrea Bocelli

In tv l’Expo 2015 comincia prima. Alla vigilia dell’inaugurazione ufficiale, Rai1 alzerà il sipario sul grande avvenimento con una serata speciale trasmessa in mondovisione e condotta da Paolo Bonolis con Antonella Clerici, in diretta da Piazza Duomo a Milano. Stasera, in prime time, la ’strana coppia’ festeggerà l’inizio dell’Esposizione Universale con uno show che vedrà la partecipazione di grandi artisti del panorama musicale internazionale.

Expo 2015 – The Opening con Andrea Bocelli e Lang Lang

A fare gli onori di casa, accanto ai due conduttori, sarà il tenore , Ambassador Extraordinary di Expo Milano 2015, che si esibirà in concerto. Sul palco saliranno anche il pianista e Ambassador Expo Milano 2015 Lang Lang, un fuoriclasse di soli 33 anni conosciuto e apprezzato in tutto il mondo. Si esibiranno poi il soprano Diana Damrau, il tenore Francesco Meli, il baritono Simone Piazzola, il soprano Maria Luigia Borsi, accompagnati dal coro e dall’orchestra del Teatro alla Scala e dall’Orchestra dell’Accademia Teatro alla Scala. Il coro e l’orchestra saranno diretti rispettivamente dai maestri Bruno Casoni e Marco Armiliato.

Expo 2015 – L’albero della vita in anteprima su Rai1

Lo show si svolgerà ai piedi del Duomo di Milano, dove è stato allestito un grande palco. Sulla piazza saranno disposti 2000 posti a sedere, mentre il restante spazio libero sarà ad accesso gratuito. In platea siederanno i vertici istituzionali italiani, della regione Lombardia e della città di Milano, ma anche i rappresentati delle delegazioni internazionali dei 145 Paesi partecipanti ad Expo 2015. Durante la diretta, ai telespettatori verrà mostrato in anteprima l’Albero della vita, la struttura simbolo dell’Esposizione progettata dall’architetto Marco Balich.

Expo 2015 – La cerimonia di inaugurazione in diretta




8
aprile

EXPO 2015: BONOLIS E CLERICI CONDUCONO SU RAI1 LA SERATA DI PRE-APERTURA DA PIAZZA DUOMO

Antonella Clerici, Paolo Bonolis

Paolo Bonolis e Antonella Clerici di nuovo insieme su Rai1: un evento nell’evento. I popolari conduttori saranno i padroni di casa della festa di pre-apertura dell’Expo 2015 di Milano che si terrà il 30 aprile prossimo nella città meneghina e in diretta sulla rete ammiraglia della tv pubblica. Da Piazza Duomo e in prime time i due presentatori festeggeranno la vigilia dell’apertura dell’Esposizione Universale che l’Italia ospiterà dal primo maggio al 31 ottobre 2015.

Expo 2015: concerto di Andrea Bocelli su Rai1

Sarà uno show all’insegna della musica, innanzitutto. , infatti, si esibirà in concerto, accompagnato dall’orchestra e dal coro del Teatro alla Scala. Il grande tenore, che è testimonial di Expo 2015, avrà davanti a sè, accomodati in platea, i massimi vertici istituzionali italiani (ci sarà il premier Renzi mentre non è confermata la presenza del Presidente Mattarella), della regione Lombardia e della città di Milano, ma anche gli organizzatori dell’Esposizione Universale ed i rappresentati delle delegazioni internazionali, compresi diversi capi di Stato e di governo dei 145 Paesi partecipanti. Al pubblico si uniranno i telespettatori sintonizzati su Rai1.

Expo 2015: Bonolis e Clerici su Rai1 per l’apertura

Per il momento non ci sono ulteriori dettagli sullo show in diretta da Piazza Duomo a Milano, che – come spiegato – sarà affidato a Paolo Bonolis ed Antonella Clerici. I due conduttori torneranno a far coppia su Rai1 dopo l’esperienza del Festival di Sanremo 2005, che li vide assieme sul palco dell’Ariston con esiti scoppiettanti (anche dal punto di vista degli ascolti). Sono passati dieci anni esatti, e stavolta la reunion avverrà sotto il segno di un evento altrettanto speciale. Per Bonolis si tratterà di un eccezionale ritorno in Rai, mentre per Antonella Clerici sarà una conferma nel ruolo di madrina televisiva dell’Expo.


7
aprile

AVANTI UN ALTRO: DAL 12 APRILE DOPPIA CONDUZIONE BONOLIS-SCOTTI

Avanti un altro - Gerry Scotti e Paolo Bonolis

Avanti un altro - Gerry Scotti e Paolo Bonolis

Il valzer di conduttori nel preserale continua. Dopo la staffetta Frizzi-Conti a L’Eredità su Rai 1, nella quale si è inserito eccezionalmente Flavio Insinna il 1° aprile, la concorrenza di Canale 5 risponde – come vi avevamo già anticipato – richiamando “all’ordine” il vero padrone di casa di Avanti un Altro.

Dal 12 aprile Paolo Bonolis torna alla guida del gioco televisivo da lui lanciato quasi quattro anni fa ma… non sarà solo! Il conduttore romano affiancherà Gerry Scotti, già al timone del programma dallo scorso dicembre.

Avanti un Altro: Bonolis e Scotti insieme dal 12 aprile

Ad annunciare la doppia conduzione di Avanti un Altro, a partire da domenica 12 aprile, è Lucio Presta, manager di Paolo Bonolis:

“Dal 12/4 alle 18,35 su Canale 5 Avanti un altro raddoppia con la conduzione di Paolo e Gerry. #pescedaprile? noooo assolutamente Vero!”

ha twittato qualche giorno fa. A confermarlo anche Sonia Bruganelli, moglie di Bonolis, che sulla sua pagina Facebook ha postato una foto del marito con Gerry Scotti e scritto “di nuovo insieme ad AVANTI UN ALTRO!! #Paolo #Gerry #canale5 #doppiaconduzione”.





27
gennaio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (19-25/01/2015). PROMOSSO BONOLIS. BOCCIATE LE INVASIONI BARBARICHE

La scelta dei concorrenti a Forte Forte Forte

Promossi

9 a Paolo Bonolis. Mentre Avanti Un Altro, privato della sua presenza, dà segni di cedimento, il conduttore romano approda trionfalmente a Scherzi a Parte. Il grande successo delle prime due puntate è proprio frutto della fortunata commistione tra la forza di un brand (Scherzi a Parte) e l’appeal di Bonolis.

8 a Beppe Fiorello che si conferma “uomo d’oro” della fiction nostrana.

7 a Le Iene Presentano Scherzi a Parte. Gli ascolti sono stati ottimi ma dubitiamo che il programma, se fosse andato avanti per le canoniche 10-12 puntate, avrebbe retto con quegli scherzi (spesso lunghi e inconcludenti) e quell’impostazione. Perchè stravolgere per la seconda volta un programma che ha sempre funzionato? Voto 0 al cambio titolo.

6 al Ce la Farò di Forte Forte Forte. La scelta finale dei concorrenti di Forte Forte Forte ha fatto impazzare il web, per qualcuno sarà sembrata orribile ma in realtà, oltre ad essere uno dei pochi momenti originali dello show, l’intuizione era più che giusta e in grado di conferire pathos al delicato momento. Peccato che non ci fosse stata una grafica e una regia in grado di coinvolgere lo spettatore, già poco entusiasta del livello dei concorrenti.

Bocciati


19
gennaio

SCHERZI A PARTE: PUPO E BRUNO BARBIERI TRA LE VITTIME DELLA SECONDA PUNTATA

Antonio Razzi e Paolo Bonolis

Dopo l’ottimo riscontro del debutto, che ha visto il programma surclassare la fiction di Rai 1 “Ragion di Stato” con 6.478.000 spettatori e uno share del 26,97%, stasera torna “Le Iene presentano Scherzi a Parte” con la seconda ed ultima puntata.

Scherzi a Parte: ultima puntata in vista di una nuova stagione

Archiviati gli scherzi della prima puntata, che avevano visto protagonisti Amadeus, Paolo Brosio, Antonio Razzi, Alba Parietti e David Parenzo, questa sera lo show si prenderà beffe del cantante e conduttore Pupo, dello chef Bruno Barbieri e del comico e conduttore di Colorado Paolo Ruffini.

Di sicuro l’entità del successo della premiere di Scherzi a Parte è stata inaspettata per la rete, soprattutto dopo gli scarsi risultati della versione 2012 condotta da Luca e Paolo, al punto che il direttore Giancarlo Scheri ha già annunciato una nuova edizione, complimentandosi al contempo con Paolo Bonolis per la sua professionalità e con tutti gli autori.

Lo strascico del successo di Scherzi a Parte, che vede per la prima volta coinvolto Davide Parenti e il suo staff delle Iene fra gli autori, si è ripercosso in parte anche su altri programmi Mediaset. Paolo Brosio (vittima dello scherzo forse più pungente e cattivo), ad esempio,  è stato invitato a Domenica Live per parlare della sua nuova vita religiosa ma anche e soprattutto dello scherzo che lo ha visto in lacrime davanti alle telecamere per una (finta) chiamata di Papa Francesco.





16
gennaio

PAOLO BONOLIS: “IL RESTYLING FUNZIONA, BISOGNA INNOVARE NEL LINGUAGGIO E NEL RITMO”. VOI QUALI PROGRAMMI VORRESTE ‘ATTUALIZZARE’?

Paolo Bonolis

Con quasi 6 milioni e mezzo di spettatori (6.478.000) e il 26,97% di share, il nuovo Scherzi a Parte di Paolo Bonolis e Le Iene è senza alcun dubbio – almeno fino ad oggi – il successo televisivo della stagione in corso. Numeri del genere sembra(va)no diventati quasi un’eccezione per la tv di questi tempi, figuriamoci per la prima serata di Canale 5, che dallo scorso settembre vive un’annata tutt’altro che da incorniciare. Lunedì prossimo, dunque, gli scherzi tornano in onda con la seconda ed ultima puntata, in vista di una inevitabile nuova edizione (già annunciata dal direttore della rete Giancarlo Scheri).

Il conduttore, che nel frattempo si è legato a Mediaset per altri due anni, ha saputo nuovamente brillare in un format che vanta già tredici edizioni (e che mancava da tre anni, dopo la brutta edizione del 2012 targata Luca e Paolo). E in una tv che poco investe e poco rischia come quella di oggi, preferendo puntare sull’usato sicuro (ma non sempre garantito), l’estro di chi sa rispolverare un prodotto, rendendolo “nuovo” e vincente, è quanto di meglio possano desiderare gli addetti ai lavori. E Bonolis lo sa:

“Vorrei ragionarci ancora un po’, ci saranno altre cose (che farò a Mediaset, ndDM) ma la sperimentazione non garantisce l’efficacia commerciale – dichiara il conduttore a Repubblica – La prima cosa che ti chiedono è: ‘E se poi non funziona?’. Questo vale per la Rai e per Mediaset. Chi deve investire denaro cerca garanzie”.

Paolo Bonolis: “Il restyling funziona”


2
gennaio

LE IENE PRESENTANO SCHERZI A PARTE: NEL TENTATIVO DI SALVARLO. 12 e 19 GENNAIO 2015 SU CANALE 5

Scherzi a Parte - Le Iene

Scherzi a Parte - Le Iene

Parliamoci chiaro: le ultime edizioni di Scherzi a Parte non sono andate bene. Il tentativo di rinnovare il programma con la conduzione di Luca e Paolo e uno stile da varietà ad ampio raggio non ha portato in alto gli ascolti, anzi (più bassi di oltre 3 punti rispetto all’edizione precedente). Adesso tocca alle Iene e a Paolo Bonolis tentare di risollevare una trasmissione altrimenti destinata all’oblio.

Scherzi a Parte: la nuova formula delle Iene

Solo due le puntate previste, il 12 e il 19 gennaio in prima serata, con gli scherzi interamente ideati e realizzati dalla redazione del programma di Davide Parenti. I telespettatori potranno seguirli in tutte le loro fasi: ideazione, organizzazione, scelta dei complici, sopralluoghi e reazioni delle vittime. Come sempre gli scherzi saranno pensati su misura per la vittima, in base alle sue paure, le sue manie o debolezze ed ognuno avrà obbligatoriamente un colpo di scena finale.

Le novità più grosse si avranno proprio nella conduzione: Paolo Bonolis non sarà il classico presentatore ma un narratore, che introdurrà ogni scherzo con un monologo e lo accompagnerà durante il suo svolgimento, per poi ospitare la vittima in studio una volta finito. Lo studio sarà essenziale, fatto di una pedana circolare con sopra una panchina e per tetto un cielo stellato. Non ci saranno showgirl, vallette, balletti e moine, sarà tutto improntato allo scherzo come nelle primissime edizioni e in un consecutivo faccia a faccia tra la vittima di turno e Bonolis.


31
dicembre

PAGELLE TV DEL 2014: I PERSONAGGI (PROMOSSI)

Pagelle TV 2014

Pagelle TV 2014

10 a Carlo Conti. Non accende le copertine come le colleghe donne, sta in silenzio, macina risultati (positivo il bilancio di Si può Fare, notevole il successo de L’Eredità e Tale e Quale Show) e di tanto in tanto si mette in gioco. Nel 2015 si prepara a vivere la sfida più grande, quella del Festival di Sanremo. I primi indizi sul suo operato fanno ben sperare in una riuscita per la kermesse. Gigante buono.

8 a Vanessa Incontrada. L’italo spagnola è ritornata alla ribalta. Se nel 2015 la vedremo ad Italia’s got talent, nelle vesti di conduttrice, è la fiction a far salire le sue quotazioni: Un’Altra vita, di cui era protagonista assoluta, è la serie più vista di quest’autunno (la seconda del 2014) con ascolti da capogiro e anche il dimenticabilissimo Angeli si piazza al primo posto nel ranking delle fiction più seguite di Canale 5. Versatile.

7 a Paolo Bonolis. Si dosa forse troppo e ha pretese elevate, da numero uno. Ma Avanti un Altro è il suo pane e il confronto vinto a mani basse con Scotti impreziosisce il suo valore. Faraone pigro.

7 a Maria De Filippi. Il serale di Amici è stato tutto fuorché brillante, ma ha lanciato i Dear Jack; se Uomini e Donne over dà i primi segnali di stanchezza la versione young ha ritrovato smalto, C’è Posta per Te sarà sempre uguale a se stesso eppure ha ripreso la sua marcia in pompa magna, mentre Tú sí que vales, con tutti i suoi limiti di originalità, ha saputo colmare il vuoto lasciato dal ben più blasonato Italia’s got talent. L’arguta De Filippi riesce a cadere sempre in piedi. Certo, qualche dubbio sul persistere della sua egemonia a Mediaset lo abbiamo: Amici dirottato su Real Time, il serale incastrato al sabato sera, le star annunciate e mai arrivate, e lo “sgambetto” di Rising Star fanno pensare… Ma questa forse è un’altra storia. Imperatrice in lotta.

7 a Mara Venier. Il 2014 si era messo male per la conduttrice veneta, dopo il siluramento senza troppe spiegazioni da parte di mamma (matrigna) Rai. A cambiare il verso del suo anno sono arrivate le ospitate a Tú sí que vales che le hanno altresì spianato la strada per un ruolo da opinionista all’Isola dei Famosi 10. Certo, l’auspicio è che torni a condurre, però, in questo caso, meglio vedere il bicchiere mezzo pieno. Araba fenice.