Nuova Edizione



29
luglio

POMERIGGIO CINQUE TORNA IL 31 AGOSTO. MARIA CARMELA BALLA E STIRA NEL NUOVO SPOT

Barbara D'Urso

Sono anni che le interlocutrici preferite di Barbara D’Urso nel corso del suo Pomeriggio Cinque sono le signore che girano il sugo e stirano mentre guardano la televisione. Quelle che hanno appena sospirato con Beautiful e con le telenovelas che seguono, e poi godono della sua compagnia nel resto del pomeriggio di Canale 5. Ebbene, per lanciare la nuova edizione, Carmelita si è trasformata in una di loro!




26
giugno

RADICI – L’ALTRA FACCIA DELL’IMMIGRAZIONE: POSTICIPATO ALLA PROSSIMA SETTIMANA IL DEBUTTO DELLA NUOVA STAGIONE

Davide Demichelis

Era previsto per oggi il ritorno di Radici – L’altra faccia dell’immigrazione, ma la finale per lo scudetto di Lega Basket Sassari – Reggio Emilia – in onda in prime time su Rai 3 -  ha fatto slittare il debutto della quarta stagione. Dovremo dunque aspettare la seconda serata di venerdì prossimo, 3 luglio 2015, per vedere di nuovo al lavoro Davide Demichelis.

Radici – L’altra faccia dell’immigrazione: dal 3 luglio 2015 alle 23:00 su Rai 3

Sarà ancora lui a presentare al pubblico i ritratti dei “nuovi italiani” e le loro storie di vita quotidiana, mostrando come vivono gli immigrati e come sono le loro comunità qui in Italia, nonché analizzandone la commozione nel tornare nelle loro terre natali. Dall’interazione fra i protagonisti delle puntate e il conduttore emerge un ritratto della vita locale, della famiglia, dell’ambiente e della cultura dei luoghi da cui proviene ormai un decimo della popolazione italiana.

Lo scopo di Radici è quello di avvicinare il nostro pubblico a Paesi lontani, e al tempo stesso conoscere le radici di nuovi italiani che vivono nel Bel Paese. Quest’anno si andrà alla scoperta di Tunisia, Albania, Repubblica Dominicana, Perù e Filippine. Ma non solo: per la prima volta Radici incontrerà di nuovo i protagonisti delle sue primissime puntate: Rosita Carmina Ruiz, che quattro anni fa ci aveva guidati in Bolivia, e Magatte Dieng, con cui nel 2011 si andò alla scoperta del Senegal. Si andrà a visitare i loro Paesi d’origine ma soprattutto vedremo, a distanza di tempo, Com’è andata a finire la loro vita in Italia, il loro lavoro, la loro integrazione.

Radici – L’altra faccia dell’immigrazione: i nuovi protagonisti


18
maggio

MONICA LEOFREDDI ANNUNCIA IL RITORNO DI “TORTO O RAGIONE”. DURERA’ 2 ORE.

Monica Leofreddi

Il primo pomeriggio di Rai 1 per la nuova stagione televisiva si va delineando. Nella puntata di Domenica In andata in onda ieri – domenica 17 maggio 2015 – Monica Leofreddi ha annunciato a Paola Perego che Torto o ragione? il verdetto finale tornerà a settembre con una nuova edizione riveduta e corretta. Anzi, ampliata e arricchita!

Monica Leofreddi a Domenica In: Torto o ragione diventerà un contenitore

“Torniamo, sì. Stiamo preparando questo contenitore a questo punto di due ore, sempre con Torto o ragione. Ci saranno delle novità, delle cose in più, sarà più ricco. Visto che mattone dopo mattone, insomma, da settembre ad oggi siamo riusciti ad ottenere i nostri risultati con una squadra davvero vincente. Quindi stiamo lavorando”.

Il court show di Rai 1 diventerà dunque una sorta di contenitore ed ospiterà al suo interno altri segmenti dopo quello della Macchina della verità, introdotto un paio di mesi fa per riempire il vuoto lasciato in palinsesto dai Dolci dopo il tiggì di Antonella Clerici. Un riconoscimento importante per la Leofreddi, che lo scorso settembre grazie a Torto o Ragione è tornata alla conduzione Rai dopo qualche anno di lontananza dalle scene.

Ma chi se lo sarebbe aspettato, dopo tutte le vicissitudini affrontate dal tribunale di Rai 1?

Verdetto finale dalla quasi chiusura all’aggiunta di nuovi segmenti





13
novembre

LA CORRIDA: AL VIA I CASTING PER L’EDIZIONE DEL 2014

La Corrida

Oltre un anno fa vi avevamo messi in allerta: uno dei programmi storici del Biscione era pronto a tornare nel 2014 sui vostri teleschermi con una nuova edizione, con tanto di conduttore nuovo ma sempre con quel meccanismo tanto noto che il pubblico ha imparato ad amare tra applausi, fischi e pernacchie. Ci riferiamo ovviamente a La Corrida di Corrado e, dopo quel nostro annuncio, ora torniamo a parlarne.

La Corrida: casting aperti

I motori, infatti, finalmente si stanno scaldando per davvero. E proprio in vista di una partenza nel 2014 Mediaset apre i casting per la nuova edizione, come leggiamo da qualche giorno nei sottopancia che passano durante i programmi del daytime di Canale 5.

“Non sapete cantare, ballare o recitare? Allora scrivete a La Corrida casella postale 57 Roma Settecamini 00131, oppure mandate una email a lacorrida@corima.tv”

L’ultima edizione de La Corrida risale al 2011 e fu condotta da Flavio Insinna, appena approdato a Mediaset. Come tutto il resto della sua esperienza lontano dalla Rai, anche quella con i dilettanti allo sbaraglio non fu delle migliori: il tentativo di rivoluzionare il programma non piacque al pubblico, che gli preferì Ballando con le stelle, né al precedente conduttore Gerry Scotti, che lo giudicò con un’insolita punta di polemica. In che modo e con chi Mediaset intende adesso porre rimedio a quello scivolone?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


2
luglio

ZELIG: FABIO DE LUIGI RIFIUTA. TROPPI IMPEGNI CINEMATOGRAFICI GIA’ PROGRAMMATI.

Fabio De Luigi

La nave di Zelig resta ancora senza timoniere. Il nome di Fabio De Luigi che sembrava il più papabile è stato infatti smentito dal diretto interessato che, intervistato da l Corriere della Sera, ha dichiarato che ha rifiutato il posto di Claudio Bisio alla guida del programma comico di Canale5.

«[...] Con grande dispiacere ho dovuto dire no: un dispiacere pari alla speranza che magari possa ricevere di nuovo questa offerta in futuro». Come mai allora ha rifiutato? «Non potevo prendermi quell’impegno. E’ un progetto che richiede tempo. [...] Ma ho davanti un anno cinematografico intenso: impegni stabiliti da tempo».

L’attore sembrava essere l’erede naturale, seppur non il più entusiasmante, dello storico capocomico del programma, possedendo comunque le caratteristiche adatte per interagire con il cast di Zelig, forte dei suoi precedenti televisivi. Inoltre, sarebbe stato televisivamente interessante vederlo finalmente nel ruolo di conduttore in solitaria di un programma tv dopo una carriera che l’ha visto ottimo ’soldato’ al servizio della Gialappa’s Band con la quale ha lavorato sin dal lontano 1999 e dalla primissima edizione di Mai dire Grande Fratello.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





14
settembre

COLORADO, BELEN RODRIGUEZ E PAOLO RUFFINI AL DEBUTTO. LUI SOGNA DI FARE LA SPALLA, LEI DI DIVENTARE COME LA DE FILIPPI

Colorado, Belen Rodriguez nella prima puntata

Lei è argentina, lui toscano, per la precisione livornese: Belen Rodriguez e Paolo Ruffini promettono scintille alla vigilia dell’undicesima edizione di Colorado. Il varietà comico di Italia 1 si rinnova e punta tutto su una coppia inedita che almeno sulla carta sembra essere ancora più nelle corde del target giovane della rete. A sentirli parlare viene subito l’allegria: Belen si inceppa con il suo italiano sghembo e Paolo è pronto a prenderla in giro da buon toscano per la erre marcatissima: il rischio, come riconoscono loro stessi, è quello di dover andare in onda sottotitolati.

La showgirl argentina è già di casa: Luca Tiraboschi e Maurizio Totti di Colorado Film l’hanno voluta fortemente perchè potesse finalmente parlare al suo target ideale. A Colorado Belen porta la sua bellezza (nella prima puntata di venerdì si presenterà con una totale scollatura sui fianchi), ma anche le sue doti nel ballo e, forse più avanti, nel canto. Per ora si accontenta di mettersi in gioco con sketch comici e le inevitabili gag con Paolo Ruffini e i Fichi D’India. A chi le chiede se il suo arrivo a Colorado non rappresenti un passo indietro nella sua carriera dopo aver calcato il palco dell’Ariston, risponde:

“Sono ancora giovane, un giorno spero di arrivare ai livelli di Maria (De Filippi, ndr), Lorella (Cuccarini, ndr) o della Clerici. Colorado è un programma giovane, mi diverto. Ora in un programma istituzionale mi annoierei. Colorado mi fa più ridere di Zelig perchè è fatto per la televisione mentre Zelig è più teatrale. Io voglio fare simpatia, non voglio far ridere. In Rai sono più rigidi e schematici, a Mediaset c’è più libertà nelle battute“.

Anche per Paolo Ruffini Colorado è la grande occasione. Il passaggio dal cinema alla televisione non sembra spaventarlo, non teme di rovinarsi come altri comici che non sono riusciti ad affermarsi come conduttori. Anzi non si sente un comico e ammette che il suo sogno è sempre stato quello di fare la spalla:


5
settembre

FORUM AL VIA, RITA DALLA CHIESA: “SPERIAMO SIA UN’ANNATA SERENA”. ECCO IL NUOVO STUDIO

Rita Dalla Chiesa e Fabrizio Bracconeri

Dopo un mare di repliche, anche Forum torna in diretta e con uno dei suoi marchi più longevi si accende la nuova stagione di Canale 5. Rita Dalla Chiesa si presenta con un vestito rosa barbie, affiancata dagli immancabili Fabrizio BracconeriMarco Senise. Il programma è giunto alla sua 27esima edizione, e la padrona di casa precisa che va in onda la puntata numero 6.651 (poco più avanti di Beautiful che in Italia ne ha trasmesse 6.147!).

Lo studio T3 degli Elios di Roma è rinnovato, ha colori più chiari e permette al pubblico di partecipare da vicino alle cause dei contendenti. Nell’intervista a DM, la conduttrice ha confessato la sua insofferenza per i grigliati della vecchia scenografia. Il programma può contare su una squadra rinnovata di autori, nonchè un nuovo regista, Massimiliano Papi. Confermato invece lo stacco musicale di apertura: per la prima puntata di oggi è stata scelta “Il mio giorno migliore” di Giorgia.

La Dalla Chiesa in apertura si augura un’annata serena e tranquilla e che i contendenti di Forum possano davvero risolvere i loro problemi. La prima causa della stagione introduce il nuovo giudice Italo Ormanni che deve mediare una disputa tra due fidanzati: la ragazza a insaputa del compagno, dava lezioni di bacio a pagamento. Il ragazzo chiede un risarcimento da 10.000 Euro. Di seguito la fotogallery con il nuovo studio di Forum.


23
novembre

NESSUNA PUPA E NESSUN SECCHIONE PER PAOLA PEREGO

Paola Perego (La Pupa e il Secchione)

Orde di fan ne richiedevano il ritorno e la sua sparizione dai palinsesti è sempre stata un mistero. Uno dei programmi più visti della storia di Italia1, brutalmente accantonato. Ora, però, a distanza di tre anni e mezzo, sembrerebbe esserci uno spiraglio. Nelle intenzioni di Mediaset ci sarebbe, infatti, la voglia di far tornare La Pupa e il Secchione nella primavera 2010 per colmare la vacatio reality del Biscione.

La prescelta designata a destreggiarsi tra pupe e secchioni, sembrerebbe Paola Perego. Reduce dalla discussa cancellazione de La Tribù, i vertici Mediaset avrebbero individuato nell’ex signora della domenica di Canale 5 la padrona di casa del comedy show. La Perego subentrerebbe così a una Federica Panicucci, desiderosa di sganciarsi definitivamente dall’immagine giovanilistica che il reality le aveva rafforzato.

Dunque, tutto pronto per la seconda edizione dello show? Non proprio. Abbiamo, infatti, motivo di ritenere assolutamente improbabile un assenso di Paola Perego per la conduzione del programma. Un rifiuto che, pare, potrebbe coinvolgere in toto la realizzazione dello show. Sì perchè si dice che condicio sine qua non per la riproposizione de La Pupa e il Secchione sia proprio la conduzione della Perego. E non è difficile immaginare i motivi che spingerebbero Paola a rifiutare una tal proposta. Se da un lato, infatti, lo show potrebbe regalarci la Perego in una veste nuova più ironica e giovanile, dall’altra non gioverebbe all’immagine della conduttrice da sempre accusata di fare programmi trash.