Milo Infante



29
maggio

FRANCESCA SENETTE A DM: “LA BIANCHETTI ALL’ITALIA ALLO SPECCHIO? E IO A DOMENICA IN”

Francesca Senette 

Prosegue la nostra indagine alla scoperta del nuovo, e non ancora definito, palinsesto della seconda rete di Viale Mazzini. Dopo le rivelazioni in esclusiva di Milo Infante (potete rileggerle qui), è il momento di Francesca Senette che torna a fare “quattro chiacchiere” con noi di DM. L’abbiamo incontrata qualche giorno fa nel suo camerino dell’Italia allo Specchio.

  • Allora Francesca, stai attendendo il ritorno di Milo a Milano?

Sicuramente! Intanto lo attendo per un caffè o per una cena che ci siamo promessi a settembre. Milo ha una moglie carinissima e  un bel bimbo. In comune abbiamo anche… lo stesso pediatra!

  • Beh, lo attenderai per una cena o per un caffè però Milo ha reso nota tramite questo blog, la scorsa settimana, l’esistenza di un nuovo progetto per il pomeriggio di Raidue. Alcune testate parlano addirittura di ufficialità per una nuova conduzione in coppia (Infante – Senette) dell’Italia allo Specchio.

Mi informo anche io tramite i giornali e alcuni siti web. Di ufficiale ancora poco.

  • Non ci credo

Te lo giuro. Non so con chi condurrò a settembre.

  • Quindi dai per scontata una coppia alla conduzione del tuo programma.

Per scontata no. Per quanto mi riguarda so solo che Marano (direttore di Raidue, ndDM) mi ha detto che sono confermata, ma magari viene un nuovo direttore che ha idee differenti. Per il momento, a quanto pare, il programma dovrebbe durare dalle 14 alle 16 e, vista la maggiore durata, è auspicabile una conduzione in coppia. Se anche ci fosse questa possibilità, bene.

  • Se l’altra metà di questa coppia fosse Milo Infante, attualmente l’unico papabile?

Non ho mai lavorato con Milo ma è un bravo professionista. Potrebbe essere una buona coppia. Tra l’altro sarebbe una situazione singolare. Anni fa lavoravamo per due emittenti private che si contendevano, in Lombardia, il primato degli ascolti (Telelombardia e Antenna 3). Eravamo colleghi “rivali” ed ora ci ritroveremmo a lavorare insieme.

  • Non temi paragoni con la Leofreddi?




20
maggio

MILO INFANTE IN ESCLUSIVA A DM: CANCELLATO “INSIEME SUL 2″, “TORNO A MILANO. C’E’ UN BEL PROGETTO PER IL PRIMO POMERIGGIO DI RAIDUE”.

Milo Infante

Sono ancora poco chiare le dinamiche che animeranno il nuovo palinsesto di Raidue. Poche sono le certezze, ma allo stesso tempo incontrovertibili sono alcuni ”dati di fatto” da passare al vaglio per la “costruzione” del nuovo assetto della seconda rete di Viale Mazzini. Tra questi è impossibile non annoverare gli scarsi successi di alcune scelte strategiche volte a svecchiare la rete diretta da Antonio Marano. E se chiarezza verrà fatta non appena saranno rese note le nomine RAI, abbiamo pensato di “scovare” proprio quelle poche certezze che, a prescindere dalle nomine, “colpiranno” alcuni programmi e altrettanti personaggi di Raidue. Ad aiutarci nella nostra “indagine”, per primo, è stato Milo Infante che, in esclusiva, ci ha rilasciato alcune dichiarazioni. A partire dalla cancellazione di “Insieme sul 2″, programma di Michele Guardì che l’anno prossimo non troverà spazio nel mezzogiorno di Raidue. 

Non condurrò più Insieme sul 2 – ci dichiara Milo Infante che prosegue – E’ stato necessario prendere atto del “mancato effetto” di alcune coraggiose scelte della rete. Fare informazione in una fascia storicamente dedicata all’intrattenimento e con una controprogrammazione che spazia dalle corazzate come Forum e la Prova del cuoco ai telegiornali nazionali si e’ rivelato più arduo del previsto. Però attenzione a parlare di insuccesso: come prima edizione abbiamo totalizzato un ascolto medio di poco inferiore al 9% con punte dei 14-15. Forse ci voleva più tempo per far crescere il programma. Ma la rete ha altri progetti per il sottoscritto e per Michele Guardì al quale mi lega una profonda e affettuosa amicizia oltre ovviamente alla stima professionale. Quando mi chiedono se mi dispiace lasciare Roma, rispondo che prima di tutto mi dispiace lasciare Michele e Rita (sua moglie)”

  • E a proposito di Guardì, cosa ne sarà del celebre autore?

“Michele è già al lavoro per il nuovo programma del mezzogiorno di Raidue”.

  • Si tornerà, dunque, ad un programma in stile “Piazza Grande”?

Michele ha firmato i grandi successi della televisione italiana. Piazza Grande è sicuramente uno di questi. Ma chi può dire cosa frulli nella testa di Guardì? Vedrete che le sorprese non mancheranno. L’unica certezza è che sarà un programma che tutti guarderanno e, come sempre, da cui copieranno a piene mani“.

  • Quali saranno, invece, i nuovi orizzonti di Milo Infante?

“A quanto pare è destino che resti legato a Milano. C’è un progetto molto bello, potrebbe tornare una coppia che il pubblico ha amato in un programma del primo pomeriggio…

  • Non aveva tutti i torti, allora, Alda D’Eusanio quando ha dichiarato che l’obiettivo è quello di spostare tutte le produzioni di Raidue a Milano.

La stanchezza gioca brutti scherzi. Tutti sanno che non si cancella un programma per produrne uno diverso a Milano. Al limite si chiede al conduttore di trasferirsi.

  • Ti aspetta la Senette per una conduzione in coppia dell’Italia allo Specchio?

E chi ti dice che sarà l’Italia allo Specchio il mio programma? Scherzi a parte, nessuno può realmente dire cosa accadrà nelle prossime settimane. Per carattere non evito di dare risposte alle domande. Ma in questo caso è davvero impossibile fare previsioni

  • In realtà c’è chi è pronto a scommettere che ad attenderti ci sia anche la poltrona da vice direttore del Tg3.

Ti confesso che mi piacerebbe tornare nei telegiornali. Ho lavorato per anni con direttori come Vittorio Feltri e Maurizio Belpietro, e in televisione con il grande Daniele Vimercati. Sono cresciuto con l’esempio della vecchia scuola di giornalismo e rimango un ragazzo all’antica e proprio per questo ti posso dire che è il direttore che propone le assunzioni. E a me, di proposte almeno per ora nessun direttore ne ha ancora fatte. Ma da qui a settembre c’è ancora tempo.


1
ottobre

INFANTE E SENETTE, DUE FLOP A TEMPO DETERMINATO?

Milo Infante @ Davide Maggio .itI contratti a tempo determinato, quando si profila la temuta ipotesi del mancato rinnovo, rappresentano comunemente una delle principali fonti di preoccupazione per i cosiddetti N.I.P. Non sembra andar meglio ad alcuni V.I.P., chiaramente con le palesi differenze (e agevolazioni del caso). In quest’ultima categoria sembrano rientrare i giornalisti televisivi Milo Infante e Francesca Senette verso cui un alternativo direttore Antonio Marano, per rinvigorire il day-time di Rai Due, avrebbe puntato con la realizzazione di due nuovi programmi ideati con l’obiettivo di potenziare, soprattutto in termini di ascolto, i risultati dei predecessori.

Nonostante non sia passato neppure un mese dall’avvio della programmazione, finora, i risultati sono stati sono stati ben lontani da quelli sperati. Infante, spalleggiato da Guardì, avrebbe dovuto non far rimpiangere il carrozzone di “Piazza Grande” (relativi condomini, comitati, fatti vostri e via dicendo), puntando su un intrattenimento “alla Funari”. Tentativo malriuscito, almeno stando agli imbarazzanti dati rilevati dall’Auditel, quasi sempre intorno ad un minuscolo 7%.

Va un pò meglio, ma perennemente al di sotto della soglia di rete, all’ex pupilla di Emilio Fede. Passata in Rai in pompa magna, “Italia allo specchio” della Senette racimola uno share ben lontano da quello raccolto fino allo scorso anno dalla più collaudata “L’Italia sul 2” che portava a casa spesso e volentieri più del 10%.





9
settembre

ALLARME “DAY FLOP” PER RAIDUE: ESORDI PREOCCUPANTI PER LE NOVITA’ IN PALINSESTO

Scalo 76 Cargo - Insieme sul Due - Italia allo Specchio @ Davide Maggio .it

Doveva essere il giorno della svolta e invece la giornata di ieri si è trasformata in un lunedì nero per Raidue. Il tanto atteso restyling del day time della seconda rete di Viale Mazzini ha deluso le aspettative. I dati parlano chiaro: nessuno dei tre nuovi (nuovi?!?) programmi esce a testa alta.

Partiamo da Insieme sul 2: un sudatissimo Milo Infante ce l’ha messa tutta, ha interagito al meglio con le giornaliste in cattedra, ha dato voce alla gente di un piccolo paese di provincia ed è perfino riuscito a non far arrabbiare quel vecchio volpone di Michele Guardì, ma il pubblico ha bocciato il programma (6.49% di share) e ha preferito seguire il ritorno di Forum che ha stracciato senza possibilità d’appello qualsiasi concorrente con un sonoro 28.52%.  La trasmissione non si è allontanata molto dalla “vecchia” Piazza grande: sono sì spariti i giochi, ma è stato confermato lo spazio della rassegna stampa, che alle 11 di mattina può rivelarsi fine a sè stessa. Unica nota positiva la scenografia, curata da Gaetano Castelli, moderna e luminosa ma che poco si addice a un programma dal sapore antico.

Nulla di nuovo neanche per quanto riguarda Italia allo specchio: alla presentazione del programma si era parlato di un  rotocalco per rileggere pacatamente i fatti del giorno, per dare una fotografia del nostro paese con collegamenti e ospiti mirati. Purtroppo solo tante belle parole. Italia allo specchio è la fotocopia dell’Italia sul 2, con meno ospiti chiaccheroni (si poteva evitare di chiamare Mara Maionchi a parlare di alimentazione e diete) e con una nuova conduttrice, Francesca Senette. Una Senette visibilmente emozionata, con la voce spezzata, che si è concessa qualche pausa di troppo. Ma avrà sicuramente modo di migliorare, anche se gli ascolti non sono incoraggianti: la prima puntata ha ottenuto appena il 7.36% di share.

Al termine del post, dopo il salto, le dichiarazioni di Mara Maionchi e Federico Russo a DM:


6
settembre

INSIEME SUL DUE: INFANTE PRONTO AL DEBUTTO CON MONICA LEOFREDDI RELEGATA DIETRO LE QUINTE

Insieme sul 2 @ Davide Maggio .it

Fervono i preparativi nello studio 1 della Rai di Via Teulada. Michele Guardì, dopo quasi vent’anni passati tra “I fatti vostri” e “Piazza grande”, torna con un nuovo programma che ambisce a diventare la versione moderna di quell’Abboccaperta che Gianfranco Funari portò alle vette degli ascolti con un nuovo modo di fare televisione: innovativo, graffiante, provocatorio, ma nello stesso tempo familiare, vicino alla gente e a quelle casalinghe sicuramente poco avvezze alla poltica. Sembra difficile, oggi giorno, riuscire a riproporre un talk show così innovativo, non tanto perchè non crediamo nelle capacità della squadra capitanata dal regista siciliano, ma piuttosto perché in questi decenni abbiamo visto di tutto e forse ci siamo ampiamente abituati a quella che in gergo viene definita una televisione di “rottura”.

Antonio Marano (direttore di Raidue, ndr) ha fortemente voluto questo programma per rinvigorire anche la stantia, vecchia e anacronistica fascia del mezzogiorno all’interno di quel progetto più ampio che vede come obiettivo finale lo svecchiamento della rete cercando di trovare, finalmente, quella linea editoriale che sembrava ormai persa, quel target di riferimento tanto ambito, ma così difficile da individuare tra un’Alda D’Eusanio, un Giancarlo Magalli e una Simona Ventura.

Si fatica, però, a capire come un programma di Guardì possa in qualche modo rientrare nello stesso palinsesto che da lì a poco ospiterà il giovanilistico “Scalo 76” (qui il nostro resoconto della conferenza stampa di presentazione) a sua volta seguito dal restyling de “L’Italia sul 2” (“L’Italia allo specchio”).





3
giugno

PALINSESTI RAI 2008/2009 : RIVOLUZIONE ANNUNCIATA, RIVOLUZIONE MANCATA. LA BALIVO VUOLE FESTEGGIARE ALLA DEAR. LA SENETTE AL POMERIGGIO DI RAIDUE.

Rai - Autunno 2008 @ Davide Maggio .it

Sembrava dovesse essere una vera e propria rivoluzione quella che avrebbe colpito la Rai nella prossima stagione.

Si parlava di cancellazioni eccellenti e clamorose sostituzioni, ma alla fine sembra che ad essere interessati dal “ciclone” sarebbero soltanto :

La Vita in Diretta, fresca di TeleRatto, con l’arrivo di Lamberto Sposini al posto di Michele Cucuzza;

Uno Mattina con l’abbandono di Luca Giurato e l’approdo di Michele Cucuzza;

Piazza Grande cancellato e sostituito da un contenitore affidato a Milo Infante;

Italia Sul 2 soppresso e rimpiazzato da un’edizione quotidiana di Scalo76 e un nuovo programma in via di definizione.

Condivisibili o meno, balza agli occhi come ad esser stata salvata dalla “rivoluzione” catodica della prossima stagione ci sia Caterina Balivo e la sua Festa Italiana, programma senza troppe pretese che traghetta i telespettatori dal telegiornale e sino all’inizio de La Vita in Diretta, passando, naturalmente, per Incantesimo. Ma nonostante il salvataggio, la Balivo non sarebbe ancora soddisfatta.

Forse non conscia dell’imbarazzante e decisamente fortunata scalata che l’ha portata in breve tempo nientemenoche al sabato sera dell’ammiraglia di Viale Mazzini, Caterina Balivo si dice che inizierebbe a sentire stretto e angusto lo studio di Via Teulada da cui, sino ad ora, è stato trasmesso il suo programma pomeridiano. Per questo, stando a quanto ci riferisce qualche gola profonda, la presentatrice napoletana starebbe battendo i piedi per terra affinchè si possa festeggiare, televisivamente parlando, ogni pomeriggio alla DEAR.

 Ancora…

Alla faccia della Lanfranchi, c’è chi scommetterebbe che una delle candidate alla conduzione del nuovo programma del pomeriggio di RaiDue potrebbe essere Francesca Senette.  Titolo al momento più accreditato : L’Italia allo Specchio.

Giancarlo Magalli, invece, orfano di quella che sembrava un’inchiudibile Piazza, rimarrebbe nella famiglia di Michele Guardì e potrebbe approdare alla conduzione di Mattino in Famiglia.    

A farne le spese dunque sembrano essere, per il momento e sino a comunicazioni ufficiali, Monica Leofreddi e Roberta Lanfranchi.


10
febbraio

ITALIA SUL 2 : ANTONELLA ELIA VS ALESSANDRO ROSTAGNO

Antonella Elia @ Davide Maggio .it

Settimana densa di Telerisse quella che si sta per concludere.

Se l’attenzione di tutti si è focalizzata sullo scontro Sgarbi-Cecchi Paone  in quel di Markette, c’è da dire che l’Italia Sul 2 non è stata da meno.

Alessandro Rostagno e Antonella Elia sono stati, infatti, i protagonisti di un animato scontro davanti agli occhi di un impotente Milo Infante che è riuscito ad intervenire solo quando la Elia ha minacciato di mollare due schiaffoni al crudele critico televisivo.

In effetti il giornalista di Libero non gliene ha risparmiata nemmeno una!

Più pungente del solito, Rostagno è arrivato a definire la Elia la TV spazzatura!

Una reazione comunque delicata quella della Elia : i tempi dell’Isola dei Famosi sembrano solo un ricordo.

Se proprio devo essere sincero, questa volta Elia batte Rostagno 1 – 0.

Ecco quanto è accaduto…