Massimo Giletti



30
aprile

DOMENICA IN: EMANUELE FILIBERTO AFFIANCHERA’ LA CUCCARINI?

Emanuele Filiberto di Savoia

Che Lorella Cuccarini, conduttrice unica di Domenica in, fosse un rischio è cosa assodata. La nostra sa cantare, ballare e presentare ma da il meglio di sè solo quando è in coppia, senza contare la difficile missione che l’attende. Affiancarle un partner diverrebbe, quindi, quanto meno auspicabile; sarà per questo motivo che a Viale Mazzini hanno già pensato ad una spalla. Peccato, però, si tratti di un nome assai discutibile.

Ad affiancare, infatti, la più amata dagli italiani, secondo quanto riportato dal settimanale Panorama, potrebbe essere Emanuele Filiberto. Dopo i Raccomandati e Ciak si Canta, dunque, si aprirebbero, per l’ennesima volta, le porte di Raiuno al rampollo di casa Savoia che sì piace ad un certo tipo di pubblico, ma che non ha ancora, o non avrà mai, la maturità artistica necessaria per ciò che gli viene proposto. Di fatto la “liceità” della presenza di Filiberto dipenderà dal suo ruolo perchè tra co-conduttore e semplice membro del cast la differenza è abissale.

Il “principino”  conduttore è l’ennesima indiscrezione che va ad aggiungersi al tam tam di voci sulla prossima Domenica in, non ultima quella che vorrebbe Luca Barbareschi produttore di un talent show all’interno del programma (cosa, per la verità, smentita dallo sciockante conduttore). Al momento, solo Cuccarini e Giletti sembrano essere, per il dì di festa di Mamma Rai, le uniche certezze, peraltro non trascurabili.




20
aprile

RAIUNO, AUTUNNO 2010: CLERICI A LA PROVA DEL CUOCO (E IN PRIME TIME), ISOARDI A LINEA VERDE. SPOSINI, VENIER E BALIVO IN LOTTA PER IL POMERIGGIO, CUCCARINI AL POSTO DI BAUDO. I SOLITI IGNOTI SOSTITUISCONO AFFARI TUOI

Antonella ClericiGrandi manovre in quel di Viale Mazzini. Il Direttore di RaiUno Mauro Mazza sta infatti studiando in questi giorni il nuovo palinsesto della prima rete Rai, a partire dal complesso e affollato daytime. Tante le pedine da sistemare, tante le richieste da accontentare: tra conferme e smentinte dei giorni passati, è Laura Rio de Il Giornale a fornire un quadro semi-ufficiale della nuova RaiUno targata Mazza.

Partiamo dalla tanto discussa Prova del Cuoco: a partire da settembre Antonella Clerici (qui la nostra intervista), forte del successo di Sanremo e di Ti lascio una Canzone, tornerà finalmente tra i suoi amati fornelli, sostituendo in toto la Grazia di Del Noce Elisa Isoardi (qui la nostra intervista). Nessuna co-conduzione quindi, come molti dei nostri lettori hanno auspicato: la Isoardi dovrà dire addio all’appuntamento quotidiano con i telespettatori e accontentarsi della sistemazione domenicale a Linea Verde, ma non è chiaro se in solitaria o in coppia con Massimiliano Ossini. Come da DM anticipato, invece, raddoppia Maurizio Costanzo, la cui creatura Bontà sua si evolverà in Bontà Loro e si allungherà di trenta minuti a scapito di Festa Italiana, alla cui guida potrebbe arrivare Mara Venier qualora non ci si metta d’accordo per La vita in diretta. Il destino di Caterina Balivo, in bilico tra RaiUno e RaiDue, sembra quindi essere in mano alla conduttrice veneziana.

In forse anche Lamberto Sposini a La vita in diretta, che pare non voglia dividere la poltrona con nessuno, men che meno con Mara Venier. Se Sposini lascia, al suo posto arriverà certamente un altro giornalista, ma date la trattative in corso al momento non ci è dato sapere come si risolverà l’impasse. Grandi cambiamenti anche alla domenica pomeriggio:


18
marzo

DOMENICA IN: SI AFFACCIA ANCHE L’IPOTESI CLERICI. MA A DM RISULTA CHE…

Si susseguono senza sosta le indiscrezioni sulle trattative per la prossima stagione televisiva, quella dell’ondata nuova in casa Raiuno targata Presta. Il settimanale Diva e Donna arriva in scena a “complicare” il già intricato valzer di conduzioni nel palinsesto dell’ammiraglia. Secondo la rivista sarà infatti l’accoppiata Clerici- Costanzo a reggere il contenitore domenicale della prima rete, tornando alla formula unica e congedando i protagonisti dello spezzatino di Domenica In.

Contestualmente, sempre secondo il settimanale, per Massimo Giletti sembra probabile un trasloco al sabato pomeriggio per provare a frenare il competitor Amici, che da anni stacca nettamente qualsiasi rivale gli venga contrapposto. Colui che in tutta questa situazione si trova come il proverbiale vecchietto della canzone è Baudo, per il quale, lasciata Domenica In, si accenna ad una nuova avventura con il genere giallo, non meglio precisata.

La Mole Antonelliana ormai sembra essere il perno di tutte le prossime mosse della rete (oltre all’ipotesi Domenica In, si parla del suo ritorno tra i fornelli de La Prova del Cuoco o, in alternativa, dell’approdo al contenitore del day time dell’ammiraglia): per quel che ci risulta, invece, l’ipotesi Clerici-Costanzo a Domenica In, pur rispondendo a verità, è precedente a quella della Cuccarini con Maurizio Costanzo che al momento rimane la più accreditata.





12
marzo

CIAK SI CANTA: AL VIA QUESTA SERA CON PUPO ED EMANUELE FILIBERTO. PER MAURO MAZZA LA SCELTA DEI CONDUTTORI E’ A TUTELA DI PINO INSEGNO

“La programmazione di Raiuno viene immaginata e decisa in base a nostre scelte, in base all’armonizzazione con il palinsesto Rai, in base a quello che presumiamo possa incontrare i favori del pubblico. Non viene mai condizionata dalla programmazione altrui. E questo è in premessa, vi risultano altrove spostamenti all’ultima ora? Cambi di giorno?”

Quale modo migliore per inaugurare la conferenza stampa di Ciak si Canta se non con una frecciatina alla concorrenza e, in particolar modo, al competitor targato Bonolis-Laurenti spostato dal sabato al venerdì? E’ un Mauro Mazza convinto quello che abbiamo visto alla presentazione della seconda edizione del varietà nostalgia targato LDM. Un Mauro Mazza che rivendica fortemente la scelta, “non dell’ultima ora ma delle ultime settimane”, della “coppia del momento” Pupo ed Emanuele Filiberto, il cui duplice successo non poteva non essere considerato dalla direzione di rete. Come non poteva non essere considerato il clamoroso flop di Pino Insegno, “professionista eccellente, persona adorabile e mio amico”, che Mazza intende tutelare in tutti i modi, essendo “d’ora in avanti nella squadra di RaiUno”, proponendolo nei prossimi mesi in altre trasmissioni (tra cui lo stesso Insegnami a sognare, “la cui idea originaria è assolutamente da preservare”, e – aggiungiamo noi – il quiz Reazione a Catena).

Non c’è due senza tre: al settimo piano di Viale Mazzini (a parte le perplessità di alcuni consiglieri) la speranza è che Pupo ed Emanuele Filiberto riescano nell’impresa di bissare il successo di Sanremo e de I Raccomandati portando a casa l’ennesimo “bottino” degli ascolti. Non sarà comunque una “sfida” semplice dal momento che, oltre alla forte concorrenza (“Questo non fa altro che motivare ancora di più la nostra conduzione e il nostro impegno. Io ormai sono abituato, ho sempre avuto delle gatte da pelare: dalla De Filippi a I Cesaroni” Pupo dixit), la coppia dovrà vedersela con il rischio sovraesposizione. Un rischio che comunque non preoccupa al momento gli “Stanlio e Ollio” del 2010, convinti che il pubblico sia ormai affezionato al “sincero rapporto d’amicizia instauratosi”.


7
febbraio

SANREMO 2010, LA PAROLA A GIAN MARCO MAZZI: MORGAN NON SARA’ IN GARA E NON SARA’ SOSTITUITO, POSSIBILE PERO’ LA SUA PRESENZA COME OSPITE. RISOLTO INTANTO IL “CASO BRUNI”

Il dado è tratto, o quasi. Nell’”Arena” di Massimo Giletti si parla del “caso Morgan“, del recente caos mediatico e dell’eventuale ri-ammissione del giudice di X factor all’imminente edizione del Festival di Sanremo. Ospiti del talk-show opinionisti vari ed eventuali (tra gli altri Jo Squillo, Lamberto Sposini, Marino Bartoletti e Cristiano Malgioglio) che si cimentano  in digressioni e riflessioni, ma la vera voce di rilievo della giornata è quella del direttore artistico di Sanremo Gianmarco Mazzi, unico depositario (in questa sede) delle principali decisioni prese a proposito del ribelle Castoldi.

Morgan non parteciperà al Festival“: è questa la decisione presa congiuntamente dagli alti vertici Rai e dalla direzione artistica del Festival e non ci sono al momento ulteriori margini di trattativa. Troppo clamore, troppi dissensi, troppo gravi i fatti di cui si è parlato per poter riammettere il cantante in gara, e anche sulla sua eventuale sostituzione del cantante il “NO” di Mazzi è fermo e perentorio: “E’ una forma di rispetto artistico nei confronti di Morgan e nei confronti del nostro lavoro“, ha chiosato il direttore e si conclude così l’epopea mediatica della settimana.

Molto meno definita invece la scelta relativa ad un’eventuale ospitata di Morgan durante la kermesse. Una decisione “al vaglio” dei vari dirigenti e quindi uno scenario tutt’ora aperto e possibile, soprattutto considerate le potenzialità di audience che tale evento potrebbe avere sulla kermesse. Sull’argomento il direttore Mazzi è stato molto evasivo, ma la sua “non risposta” è suonata un po’ come una mezza ammissione, con buona pace di tutti i detrattori e i moralisti ad oltranza.





4
febbraio

MORGAN, PARTE LA GARA ALL’OSPITATA. QUESTA SERA DA VESPA A “PORTA A PORTA”, BALLOTTAGGIO DOMENICALE TRA VENTURA E GILETTI

Partito “in salita” e con molti detrattori già schierati con il fucile puntato, a pochi giorni dall’inizio il Festival di Sanremo 2010 ha trovato con il “caso Morgan” la dinamite necessaria per far saltare gli schemi e generare il beneamato rimbombo mediatico, che tanto piace all’italico popolo festivaliero. L’intervista shock in cui il cantante dichiarava di fare uso abituale di cocaina, l’inevitabile “levata di scudi” politica e mediatica; poi le accuse, le scuse e infine l’esclusione del cantante dalla gara canora per volere degli alti vertici Rai e della direzione artistica del Festival: in questi giorni tutti parlano di Morgan, tutti giudicano Morgan e soprattutto tutti lo vogliono.

Se infatti l’indignazione collettiva è stata automatica e repentina, è stata (e sarà) altrettanto repentina la curiosità morbosa del pubblico e degli addetti ai lavori pronti a sviscerare il caso in ogni sua sfaccettatura, nel nome della critica e dello share. Ieri la prima intervista ufficiale (post-bufera) a “Radio Gioventù” con Pierluigi Diaco e il ministro Giorgia Meloni che aveva aspramente ammonito il cantante come esempio da “non seguire”; questa sera lo sbarco del giudice di X Factor in tv sulle poltrone di Porta a  porta. In seconda serata su Raiuno come sempre, Bruno Vespa accoglierà il baudelairiano cantante sulla via della sentita (?) redenzione e proverà a darne un’immagine più reale e verosimile di quella consegnata ai media negli ultimi giorni.

Ambitissimo e corteggiatissimo, Morgan inoltre potrebbe “fare bis” nella giornata di domenica; a contenderselo “L’Arena” di Giletti e “Quelli che il calcio” dell’amica/collega Simona Ventura. Il primo è al momento favorito nel toto-ingaggio, ma non è escluso che l’amicizia della conduttrice con il Castoldi possa avere la meglio sulle varie gerarchie di rete e consegnare così alla Ventura un autentico “colpo acchiappa-audience”.


4
gennaio

DM LIVE24: 4 GENNAIO 2010

DM Live24: 4 Gennaio 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Ma un tempo si volevano così bene?

lca ha scritto alle 15:59

Giletti all’Arena ha elogiato quella che una volta era la sua nemica numero uno: Mara Venier. Non è la prima volta che lo fa (basti pensare alla Perego).

  •  

    Distretto revolution

lca ha scritto alle 16:12

Dopo Marco Giallini e Lucilla Agosti anche Caterina Guzzanti entra in Distretto di Polizia 10. Come si sa dovrebbe tornare anche Claudia Pandolfi, che torna dopo quattro anni ed è diventata magistrato. Solo con il grande ritorno della Pandolfi Distretto merita di essere rivisto. Spero in un ritorno anche di altri vecchi personaggi!

  • Delirio

lauretta ha scritto alle 09:30

Dopo appena poche ore dall’allontanamento di Massimo e Carmela dalla casa del GF, gia’ ci sono i primi equilibri (e forse anche i nervi) che saltano. Infatti Sarah e Veronica (e non solo loro) a quanto pare ora si sentono molto più libere di fare come vogliono, tant’e’ vero che stanotte si sono infilate nel letto di George (e di Carmela), dove poi si e’ aggiunto anche Alberto, mandando su tutte le furie mara! Una Mara scatenatissima, senza peli sulla lingua, arrabitatissima perchè profanato il letto dell’amica si e’ addirittura azzardata a dire a Veronica: ”dopo che te li sei sbattuti tutti nella casa ora anche nel letto di Carmela?”. E la discussione si e’ protratta fino all’alba con toni accesissimi. Credo che a questo punto il GF possa anche stappare 10 bottiglie in regia per la scelta (a quanto pare azzeccatissima) di mandare i due in Spagna!

  • Solo per la Gialappa’s?

lauretta ha scritto alle 12:32

A quanto pare, provini ancora aperti per il GF! Oggi (ieri, ndDM) casting a Milano (Borgo del tempo perso/karma), il 5/1 a Catania, il 14 e 15/1 a Roma (Roma Sposa). Ora mi chiedo: “ma a questo punto tutto ciò serve ai fini del gioco o solo a fornire materiale alla Gialappa’s”?

  • Le Berte

lauretta ha scritto alle 20:47

Al GF Carmen chiede a Maicol: ”ma tu e le tue amiche davvero vi chiamate le berte fuori?”. Lui fa cenno di no con la testa! Quindi lunedi la Marcuzzi ci ha raccontato un’altra balla!


7
dicembre

DM LIVE24: 7 DICEMBRE 2009

DM Live24: 7 Dicembre 2009

>>> Dal Diario di ieri…

  • Un esilarante Costanzo all’Arena

Sarà che il passaggio in RAI gli ha fatto bene, ma ieri Maurizio Costanzo, ospite dell’Arena (insieme ad una De Filippi in differita) è stato semplicemente esilarante. A un certo punto, tra le altre cose: “Se po levà la D’Urso da qua. Come mai c’è la D’Urso? Stiamo qua. E stiamo qua”. A.A.A. video cercasi!

  • Cadute internazionali

 

  • Tronfio, tronfio, tronfio

lauretta ha scritto alle 15:35

Morgan, ospite dalla Ventura si autocelebra: “sono il vincitore di X Factor per la terza volta, mi ci devo ancora abituare”. Occhio Morgan che potresti anche esplodere.

  • Complimenti a Rete4

Markos ha scritto alle 17:18

Complimenti a Rete 4! Oggi alle 14:05 sono partiti dei documentari sulle due Prime Guerre Mondiali, focalizzando l’attenzione sul nostro paese. Mi sono piaciuti molto, e hanno illustrato anche degli eventi che fino ad oggi non erano molto rilevanti.