Mario Tozzi



14
marzo

Sapiens, Mario Tozzi spiega l’uomo e l’ambiente su Rai3: «Io e Alberto Angela siamo diversi, nessuna somiglianza con Ulisse»

Mario Tozzi, Sapiens

Esplorazione e divulgazione. Sapiens, il nuovo programma del sabato sera di , utilizzerà un doppio registro con l’obiettivo di informare il pubblico sui legami tra l’evoluzione umana e le questioni ambientali. Il viaggio in otto puntate alla scoperta degli equilibri del Pianeta sarà condotto dal geologo e ricercatore del Cnr , che il 16 marzo alle 21.45 tornerà sulla terza rete nello spazio che fu di Alberto Angela (prima che questi migrasse su Rai1). Nessun parallelismo, però, tra i due: “Siamo differenti, i linguaggi sono diversi” assicura lo stesso Tozzi.




3
dicembre

Palinsesti Rai 3, inverno 2019: Mario Tozzi prende il posto di Alberto Angela al sabato. Torna Recalcati

Mario Tozzi

L’inverno 2019 di sarà all’insegna della continuità. Il recente cambiamento dei direttori di rete, infatti, non ha riguardato Stefano Coletta, che è stato confermato alla guida del terzo canale e che proseguirà quindi il proprio progetto. Il palinsesto che accompagnerà il pubblico da gennaio a marzo, di conseguenza, prevederà ritorni, conferme, ma anche qualche novità. A fine marzo, ad esempio, è in programma il debutto in prime time di un programma con Raffaella Carrà.


28
gennaio

FUORI LUOGO SPECIALE: MARIO TOZZI IN ABRUZZO PER SPIEGARE IL TERREMOTO

Mario Tozzi

Continua l’impegno del servizio pubblico per ‘coprire’ nel modo più esauriente ed esaustivo possibile le delicate fasi successive al terremoto dello scorso 18 gennaio, e soprattutto della nevicata straordinaria e della tremenda slavina che ha colpito l’Abruzzo. Oltre ai consueti appuntamenti quotidiani con l’informazione, stasera, alle 00.20, su Rai 1 andrà in onda uno speciale di ‘Fuori Luogo’, la trasmissione di approfondimento condotta da Mario Tozzi.





28
luglio

FUORI LUOGO: LA PIACEVOLE DIVULGAZIONE ON THE ROAD DEL MARIO TOZZI TUTTOFARE

Mario Tozzi, Fuori Luogo

Ma chi ha detto che la tv estiva è fatta solo da repliche e filmoni evergreen? Ogni martedì, in seconda serata su Rai1 va in onda una trasmissione che smentisce l’antico luogo comune e che si distingue per la pregevole fattura. Si tratta di Fuori Luogo, format d’approfondimento condotto per la seconda stagione dal geologo Mario Tozzi. Creato dallo stesso gruppo di lavoro che ideò Petrolio, il programma di Rai1 racconta la storia della terra e quella degli uomini che la abitano intrecciando conoscenze storiche e geologiche senza eccessive pedanterie.


20
luglio

FUORI LUOGO: MARIO TOZZI TORNA IN SECONDA SERATA SU RAI 1

Mario Tozzi - Fuori Luogo

Partenza dall’antica sede della Società Geografica Italiana a Villa Celimontana a Roma, e spostamenti in giro per l’Italia esclusivamente con mezzi pubblici, sono questi due dei tratti distintivi di Fuori Luogo, il programma di divulgazione scientifica a cura di Mario Tozzi, che tornerà, dopo l’esperimento della scorsa estate,  martedì 21 luglio alle 23.30 su Rai1. Forte dei buoni riscontri ottenuti le due puntate speciali dedicate alle città di Matera e L’Aquila, il noto geologo torna sulla prima rete Rai con un nuovo ciclo, composto questa volta da 6 appuntamenti, in onda sino al 25 agosto.

In ogni puntata di Fuori Luogo la storia della terra e la storia degli uomini saranno unite in un solo racconto. Mario Tozzi viaggerà nei luoghi chiave del nostro Paese per scovare e capire questo incontro e per spiegare come i mutamenti millenari del pianeta hanno determinato anche cambiamenti fondamentali nel nostro modo di vivere. In particolare si analizzerà il cruciale passaggio dalla società tradizionale agricolo-pastorale a quella moderna industriale e manifatturiera. Uno snodo avvenuto in diverse epoche, che si è declinato diversamente a seconda, appunto, della storia della Terra in quella regione o in quella città.

Tra gli argomenti trattati nel corso degli appuntamenti ci saranno gli sventramenti del Fascismo a Roma, le bonifiche delle paludi, l’interramento dei fiumi cittadini, la fine delle miniere sarde, le tracce degli arabi in Sicilia, e l’influenza del clima sulla Grande Guerra. Il racconto sarà arricchito da effetti speciali, e da immagini aeree girate dai droni. In ogni puntata, inoltre, Tozzi realizzerà degli esperimenti scientifici in strade e piazze. Gli esperimenti saranno semplici e rigorosamente analogici, effettuati con quanto si può trovare in casa.

Fuori Luogo – Si parte da Palermo

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





17
ottobre

ATLANTIDE: MARIO TOZZI E GRETA MAURO RACCONTANO LA TERRA IN PRIME TIME SU LA7

Greta Mauro

Atlantide approda al Circolo Polare Artico. E pure in prima serata. Alle 21.10 di oggi, mercoledì 17 ottobre, il programma di divulgazione targato La7 inaugurerà una nuova stagione di esplorazioni ed approfondimenti. La trasmissione, condotta dal geologo e ricercatore del CNR Mario Tozzi assieme a Greta Mauro, proverà a coniugare i tradizionali argomenti storici trattati a nuovi temi scientifici ed ambientali.

La prima puntata, in onda stasera, sarà ambientata alle isole norvegesi Svalbard, un luogo spettacolare con i suoi ghiacci e il suo sole bassissimo sull’orizzonte. A quella latitudine, Atlantide cercherà indizi per capire ed interpretare il futuro della Terra: le Svalbard, infatti, sono un luogo particolare, dove molte nazioni del mondo studiano il clima e ne tengono sotto controllo i cambiamenti. Tra di esse c’è anche l’Italia, con una postazione di ricerca del CNR.

Ma alle Svalbard non si parlerà solo di clima. Nel corso della serata, infatti, verrà dato spazio alla storia di queste isole e delle esplorazioni artiche ad esse legate, ma anche alla visita di uno degli edifici più incredibili della Terra: la banca delle sementi. Si tratta di una grotta scavata nella roccia per custodire i semi delle specie vegetali conosciute, una specie di arca di Noè delle piante. Mario Tozzi (che in un’intervista a DM aveva annunciato progetto futuri su La7) accompagnerà inoltre alcuni ricercatori italiani nelle loro spedizioni, assistendo con loro ad alcuni esperimenti.


10
aprile

MARIO TOZZI A DM: “IL PLASTICO DELLA CONCORDIA E’ FINE A SE STESSO, IO INVECE LO FACCIO IN 3D. IN TV HO CONOSCIUTO I NAUFRAGHI DI PROFESSIONE”

Mario Tozzi

Mario Tozzi non fa promesse da marinaio, soprattutto se parla di naufragi ed ‘inchini’, di tragedie ed abissi. Perciò viene da credergli quando, in un’intervista che ci ha concesso, assicura che racconterà l’affondamento della Costa Concordia senza speculazioni di sorta. Il 20 aprile prossimo, il popolare geologo condurrà in prime time su La7 lo “Speciale Atlantide: Titanic-Concordia, la notte dei naufragi”. Tozzi analizzerà due grandi incidenti nautici della Storia: 100 anni fa toccava al transatlantico inglese, oggi alla crociera di Schettino. Il divulgatore di La7 presenterà una sua inchiesta girata all’Isola del Giglio e introdurrà anche il docu-drama della BBC Inside The Titanic, basato su testimonianze reali. Il tutto, seguendo un filo rosso teso tra presente e passato.

Mario, ma c’è ancora qualcosa che non sappiamo della Concordia?

Noi quell’incidente lo ripercorriamo tutto, perché il Titanic è stato molto raccontato, sceneggiato, cinematografato e invece della Concordia abbiamo i video amatoriali, le telefonate vere, le tracce Gps… Però ancora non sappiamo delle cose. Innanzitutto ad oggi la scatola nera non è stata analizzata nel dettaglio, poi non sappiamo le ragioni, se il ritardo nell’abbandono della nave fosse dovuto solo a trascuratezza, non sappiamo come mai la Concordia si sia messa in quella posizione e cosa accadeva in plancia di comando. C’è ancora parecchio da dire…

Non ti sembra che nel racconto televisivo della tragedia ci stata un’eccessiva spettacolarizzazione?

Senz’altro. Tanto è vero che noi facciamo un programma molto più sobrio e misurato. Tanto per cominciare non ci occupiamo nel dettaglio delle storie dei singoli naufraghi, e questo è successo molto per la Concordia, pure troppo. Il nostro intendimento è quello di analizzare quello che è accaduto dal punto di vista dei fatti, senza lasciarci andare troppo a giudizi. Se c’è stato un errore lo mettiamo in luce, ma non stiamo a entrare nell’animo del comandante Schettino o a vedere se c’era la moldava.

Quindi da voi non ci saranno i cosiddetti naufraghi di professione?

No, per carità di Dio! Io ne ho conosciuti! Ho partecipato a una ventina di trasmissioni e vedevo sempre ricomparire gli stessi personaggi. Hanno pure scritto subito libri, fatto video… una cosa incredibile!

Quando sei stato ospite a Porta a Porta hai anche ammirato da vicino il tanto discusso ‘plastico’ della Concordia. Pensi che una simile rappresentazione possa aiutare il pubblico a capire meglio l’attualità?


13
maggio

COLPI DI TESTA (CHICCO) CONTRO MARIO TOZZI A COMINCIAMO BENE: “TI SPACCO LA FACCIA” – VIDEO

Tensione alle stelle negli studi di Raitre. L’aria è cosi pesante che la nube di cenere che sta tormentando gli aeroporti europei, in confronto è aria fresca. Così accade che anche la trasmissione Cominciamo bene che vanta uno dei più placidi e professionali conduttori della tv italiana, Fabrizio Frizzi, venga animata da una pseudo-rissa in stile Uomini e Donne.

“Galeotto” fu lo scottante tema dell’energia nucleare, capace di far infuocare gli animi degli ospiti Chicco Testa, ex leader di Legambiente, nonche’ ex Presidente di Acea ed Enel, e Mario Tozzi, geologo di casa Rai. Le opinioni sono agli antipodi: Chicco Testa è sostenitore dell’energia nucleare nonostante il suo passato da ambientalista convinto, Mario Tozzi, invece, è critico riguardo il ritorno delle centrali nucleari in Italia. Un dibattito come tanti, fatto di opinioni contrastanti entrambi rispettabili ed opinabili. Ma quando si lascia spazio ad un intervento telefonico, i due ospiti, in quel momento non inquadrati ma con i microfoni ancora aperti, si prendono (metaforicamente) per i capelli:

Testa, sottovoce, si rivolge al geologo: “Non ti permettere di dire che io guadagno dei soldi perché ti spacco la faccia, è chiaro?“. Tozzi risponde: “Qui c’è qualcuno che mi sta minacciando”. Dopo un primo momento di sconcerto, i due conduttori prendono in mano la situazione ed Elsa di Gati interviene: “Vabbè, quello che ho sentito non lo voglio più sentire. Mettiamola così, stop, basta!“.

VIDEO DOPO IL SALTO:


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »