Ludovico Di Meo



18
marzo

PALINSESTI 2014/2015: DI MARE TORNA A UNO MATTINA (FUORI GIAMMARIA), CONFERMATE ISOARDI E DANIELE (FUORI OSSINI)?

Eleonora Daniele e Franco Di Mare - Uno Mattina

Eleonora Daniele e Franco Di Mare - Uno Mattina

Sembra che il Direttore Generale della Rai, Luigi Gubitosi, sia stato categorico: entro Maggio i palinsesti della prossima stagione televisiva 2014/2015 devono essere pronti per essere discussi in CdA. Nessuna deroga ammessa, pare. E volete che non siano iniziati già i frenetici incastri delle tessere che andranno a comporre il nuovo puzzle dei palinsesti?!

Certo, siamo lontani dalla definitivà ma possiamo già rendervi partecipi di alcune mosse che riguarderanno la prima rete della tv pubblica. Il tutto, naturalmente, da prendere con le pinze poichè passibile di modifica.

Elisa Isoardi e Massimiliano Ossini

Elisa Isoardi e Massimiliano Ossini

Uno Mattina, stagione 2014/2015

Oggi parliamo di Uno Mattina e procediamo per punti. Questa potrebbe essere la situazione:

- Confermata Elisa Isoardi che pare conduca in solitaria dalle 10 alle 11 un nuovo segmento.

- Fuori Duilio Giammaria (che dovrebbe dedicarsi a Petrolio)

- Dentro Franco Di Mare che torna al mattino lasciando la Vita in Diretta.

- Confermata Eleonora Daniele a Uno Mattina Storie Vere.

- Probabile allontanamento di Massimiliano Ossini da Uno Mattina Verde.

- Non definita la situazione di Uno Mattina Magazine (rischia la cancellazione. Ma anche no).




11
novembre

LUDOVICO DI MEO (DIRIGENTE RESPONSABILE UNO MATTINA) A DM: ASCOLTI CALATI MA RESTIAMO LEADER ASSOLUTI. VA RIMODULATA LA COESISTENZA CON IL TG1.

Ludovico Di Meo

Ludovico Di Meo

Ama definirsi “socio fondatore” perchè fa parte – parole sue – del ristretto gruppo di ragazzi che sotto la guida di Brando Giordani, Michele Guardì e Giorgio Calabrese organizzarono la tv del mattino. Ora, dopo 25 anni, ne è diventato dirigente responsabile. Ma Ludovico Di Meo, ad Uno Mattina, ha fatto praticamente di tutto: da programmista regista, sua prima qualifica, a presentatore dell’edizione 96/97 e autore, passando per la conduzione del telegiornale all’interno dello stesso programma. Adesso, è Vice Direttore di Rai 1 con delega.

Ludovico, come si passa da programmista regista a vice direttore con delega?

Ci vogliono 25 anni (ride, ndDM). Ma adesso è un’altra cosa rispetto a ciò che era prima. Quando iniziammo era tutto artigianale: ricordo che all’inizio, quando invitavamo gli ospiti, in molti non ci credevano e altrettanti non venivano perchè al mattino non c’era nulla. Adesso è come una piccola azienda nella quale ci lavorano centinaia di persone. E’ organizzata alla perfezione, nei limiti della spending review.

A proposito di spending review, non pensi che i tagli stiano creando un’uniformazione dell’offerta? Stessi servizi, stessi ospiti, stessa formula…

La creatività non ha bisogno di soldi. Si ridurranno magari servizi e montaggi, ma non c’è un problema si sostanza. Credo che si possa fare tv con meno budget. Guarda, ad esempio, le tv minori: anche lì si fanno programmi carini. Come diceva Einstein “non c’è niente di meglio che la crisi, perchè la crisi porta progressi”. Certo, poi devi trovare terreno fertile e persone giuste.

Come mai UnoMattina è uno dei pochi programmi non intaccati dalla nuova linea editoriale impartita dai piani alti della Rai?

Secondo me perchè già prima rispondeva a determinati requisiti. E’ servizio pubblico. Anche con il segmento ‘Verde’, ad esempio. Forse soltanto su Rai 1 vanno bene argomenti legati alla gastronomia. Noi abbiamo un bacino d’utenza particolare: sino alle 8.30 sono persone che lavorano, professionisti. Dalle 8.30 cambia tutto. Rimane la casalinga.

Mi incuriosisce lo spezzatino nella conduzione. E’ un modo per collocare determinati artisti?

Sono 6 ore. Neanche batman può fare 6 ore di diretta. All’inizio erano 3 e alla conduzione c’erano un giornalista della rete e un conduttore; poi l’offerta si è ampliata ed è chiaro che per caratterizzare un segmento, c’è bisogno di un conduttore. Eleonora Daniele, per esempio, ha un pubblico molto fedele.

Qual è il segmento del quale sei più orgoglioso?