luciano rispoli



27
ottobre

LUCIANO RISPOLI: IL RICORDO DI ROBERTA CAPUA SU DAVIDEMAGGIO.IT

Luciano Rispoli con Rita Forte e Roberta Capua

Luciano Rispoli con Rita Forte e Roberta Capua

di Roberta Capua

Ciao Zio Luciano! Mio grande mentore, maestro di televisione e di vita. Ricordo come fosse ieri quando mi telefonasti per chiedermi di affiancarti, insieme a Rita Forte, al Tappeto Volante. Era il 1996 e io mi affacciavo molto timidamente al mondo della televisione. “Ti ho vista nel programma EuroPeo Show” mi dicesti “e secondo me nel mio salotto ci staresti proprio bene!”.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,




27
ottobre

E’ MORTO LUCIANO RISPOLI

Luciano Rispoli

Si è spento nella sua abitazione romana, a Casal Palocco, il veterano della tv Luciano Rispoli all’età di 84 anni. Nato a Reggio Calabria, classe 1932, è stato conduttore, giornalista e voce radiofonica nonché direttore del Dipartimento Scuola Educazione della Rai (l’attuale Rai Cultura) dal 1977 al 1987.  Fu assunto dalla Rai a 22 anni ed ha fatto parte del gruppo di ideatori di celebri programmi come Bandiera Gialla (di cui inventa il titolo), Chiamate Roma 3131 e la Corrida di Corrado.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


14
aprile

CANALE ITALIA ALL’ATTACCO DE LA7 CON UN PALINSESTO RIVOLUZIONATO

Canale Italia

Avete, sino ad ora abbinato il tasto “7” del vostro telecomando all’emittente del Gruppo Telecom Italia? Se la risposta è si, con ogni probabilità potreste, nei prossimi mesi, sentire la necessità di cedere il settimo posto della vostra “hit” a Canale Italia.

L’emittente nata nel 1976, come Serenissima Televisione opera di un gruppo di imprenditori veneti capitanati da Lucio Garbo, dopo aver smesso i panni di emittente regionale per vestire quelli più prestigiosi di emittente generalista nazionale, è pronta a fare un nuovo salto di qualità. Sabato 11 aprile, infatti, al circolo della stampa di Milano, il presidente dell’emittente ha ammesso di voler costruire una rete pronta a fare concorrenza a La7. «Abbiamo una rete di oltre 360 canali in analogico, usciamo sul canale 883 di Sky e presto saremo sul digitale. Sembra folle che in questo periodo di incertezza economica si cerchi di realizzare un progetto così importante, ma volgiamo contribuire alla ripresa del Paese. Il nostro target sono le famiglie e il pubblico generalista; dal punto di vista commerciale volgiamo dare un impulso a oltre 2 milioni di aziende che non si sono ancora affacciate alla platea televisiva.»

E proprio in barba alla crisi, Canale Italia ha già avviato il suo progetto istituendo una società apposita per la raccolta pubblicitaria (riprendendo l’intuizione che ebbe Berlusconi con Publitalia), ma soprattutto mettendo in piedi un allettante palinsesto che riesuma vecchie glorie del piccolo schermo italiano ed è pronto a lanciarne altrettante: Marco Predolin e Charlie Gnocchi condurranno CFactor, una parodia di tutti i format della tv generalista; Marta Flavi tornerà a condurre Agenzia Matrimoniale; Susanna Messaggio sarà in video con un programma dedicato benessere e salute. Ma si rivedranno anche Vittorio Sgarbi, Pino Campagna, Franco Oppini ed Enrico Beruschi, mentre Ciccio Graziani sarà il nuovo volto del calcio per Canale Italia e non si escludono sorprese per i mondiali del 2010. Paolo Brosio si occuperà di Santi con una serie creata ad hoc e Luciano Rispoli riprenderà con Tappeto Volante. La programmazione della rete prevede, come un vero canale generalista, anche serate dedicate ai film del grande schermo.





2
marzo

LUCIANO RISPOLI CONTAGIATO DALLA FEBBRE DEL TALENT SHOW

Luciano Rispoli

A tanti la notizia è sembrata quasi un colmo, da alcuni altri invece è stata accolta come una sorprendente ventata di modernità in una delle più longeve e prolifiche carriere televisive: anche Luciano Rispoli si appresta a misurarsi col talent show. Contrariamente alle colleghe Simona Ventura, Maria De Filippi e presto Lorella Cuccarini e Lucilla Agosti, “Zio Luciano” ha deciso di introdurre il fortunato genere all’interno de “Il tappeto volante”.

La storica trasmissione, dopo un dorato debutto su Telemontecarlo nel lontano 1993, dal 2000, con rinnovato successo, va in onda su Canale Italia ed è visibile, contemporaneamente, sul satellite, su Sky al canale 883. Dopo oltre quindici anni all’insegna di esigue novità, se non riconducibili al passaggio di testimone delle comprimarie di Rispoli, cambia finalmente parte della scaletta grazie all’aggiunta di un nuovo spazio che ha l’obiettivo di lanciare nuovi talenti nel mondo dello spettacolo. E la risposta del pubblico, in pochi giorni, è stata più che positiva: partiti da pochi giorni, gli annunci hanno già avuto un buon riscontro, considerate le centinaia di videocassette giunte in redazione.

“Sarebbe troppo proporci come la risposta ad Amici ed X Factor – ha raccontato all’Ansa il settantottenne giornalista e scrittore – pero’ siamo concorrenziali, considerando che il pubblico segue la nostra trasmissione da molti anni”. Una scelta coraggiosa, sicuramente da applaudire, che dimostra, almeno nelle intenzioni, che anche i rappresentanti della vecchia scuola televisiva, pur di reinventarsi e “sopravvivere”, tentano di stare al passo coi tempi cavalcando un’onda fino ad oggi abbastanza fortunata. Vedremo se il risultato sarà altrettanto godibile.


1
settembre

MOMENTI DA (NON) DIMENTICARE : GAFFE DI ROBERTA CAPUA E RITA FORTE AL TAPPETO VOLANTE

Tappeto Volante @ Davide Maggio .it

Quando andava in onda su TMC, era un appuntamento che cercavo di non perdere.

Uno dei salotti più educati e soft della nostra televisione, condotto con garbo e simpatia da Luciano Rispoli.

Parlo de Il Tappeto Volante che attualmente fa parte dei palinsesti di Canale Italia.

Ebbene, oltre 10 anni fa, il salotto di “Zio Luciano”, come veniva simpaticamente chiamato dalle presenze femminili che lo accompagnavano, fu teatro di una imbarazzante gaffe.

Rita Forte, storico volto del programma e Roberta Capua, all’epoca co-conduttrice, ridevano e scherzavano sui loro problemi con la vista.

Il “bello” è che l’ospite che sedeva sul divano e che sarebbe stato presentato di li a poco era il cantante non vedente Aleandro Baldi (chiamato, per giunta, Alessandro).

Ecco cosa successe il 1° Maggio del 1997 (col commento della Gialappa’s).

Fa sorridere che sul sito del programma, nonostante la migrazione a Canale Italia, faccia bella mostra di sè un’immagine di Aleandro Baldi. Ecco il link al sito.