Look



20
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO, IL LOOK DI ANTONELLA CLERICI: QUANDO LA REALTA’ SUPERA LA FANTASIA.

E chi l’avrebbe mai detto! Martedì scrivevo del “look antonelliano” e prevedevo che la Clerici ci avrebbe sorpreso con i suoi soliti effetti speciali ma non potevo immaginare quanto e, soprattutto come! Avevo criticato l’Antonella de no’artri perché in passato, nelle sue conduzioni serali, si era lasciata andare a look ridicoli, eccessivi, per niente glamour, ma non avevo capito niente!  Il Festival sta andando benissimo ed è vero, quest’anno zero contro-programmazione Mediaset, ma sta di fatto che 10/11 milioni di italiani (e chissà quanti fuori Italia) hanno scelto di non spegnere la tv ma di rimanere sintonizzati sullo show.  All’inizio non dev’essere stato facile per nessuno!

La prima puntata, riuscire ad orecchiare le canzoni, è stato un duro lavoro.

E far l’amore in tutti i modi, in tutti i luoghi, in tutti i laghi”. In tutti i laghi? Eeee? Ma come lo fai l’amore nei laghi, Scanu?

Io ti dico addio, tu mi dici ciao”  (Irene Grandi). In inglese forse rende, ma in italiano ricorda tanto il Cipollino di Massimo Boldi.

Io credo nella mia cultura, nella mia religione”  (no comment).

Tanto per citarne un altro: “Ci siamo rotti il pacco” di mugugni, vocalizzi su testi e parole che alla fine ci fanno rimpiangere Toto Cutugno con il suo banale ma sensato “stringimi le mani, si fa fatica a star così lontani”. Eppure, qualcosa ci ha tenuto lì nonostante le canzoni e  le interviste cioccolatose, e ha fatto sì che  alla quarta puntata, ci raggiungesse un altro milione di telespettatori. Che effetto gli effetti speciali di Antonella!

Ipotizzavo sul suo look e prevedevo lo sdognamento di tessuti e nuance mai visti in natura ma la realtà ha superato la fantasia.




19
febbraio

ANTONELLA CLERICI: LA UGLY BETTY DELLA TV ITALIANA

Lei non porta l’apparecchio dentale, così di moda oggi in tv (Christian Imparato lo  sta sublimando, guarda caso, nel programma che solo a parlargliene, le fa venire l’orticaria). Lei le lenti spesse le lascia ad Arisa. Non ha la fisicità destabilizzante e annichilente di Belen Rodiriguez  che, al solo apparire in video, fa alzare ascolti e quant’altro. Più che il personal trainer, lei probabilmente ha il personal chef, il suo amico Beppe Bigazzi che, nelle pause tra una canzone e l’altra, le  prepara meravigliosi sandwiches a base di salame felino. Lei non potrebbe mai fare la tronista a Uomini e Donne, se no  “Donna “ Maria dovrebbe chiamare la Protezione Civile o  farle  approntare  un Trono in cemento armato, a causa delle  sue rotondità che piu che mediterranee definiremmo “oceaniche”.

Se la Canalis è riuscita nell’ intento di far capitolare un bello e impossibile come George Clooney, se una Parietti qualsiasi ha trascorso il giorno di San Valentino, come riportano fonti gossippare informatissime, con lo Specialone portoghese, re del “Fado tutto mi”, l’ inarrivabile ed ego riferito Josè Mourinho o, come afferma Lei, semplicemente con Brad Pitt (sic), la Nostra Antonellona  il giorno di San Valentino l’ha passato con Oliver, un cane  canterino (d’altra parte siamo a Sanremo…) che non si è limitato a cantare una sola canzone ma, sembra, come Pupo de Pupis ha dichiarato, abbia cantato-abbaiato tutta la notte disturbando il sonno non solo del Re dei Raccomandati, ma anche quello  del Principe Emanuele Filiberto che, per l’occasione,  andando contro anche i libri di storia, ha deciso di tornare in esilio, fuggendo dall’Italia e dormendo  in un camping in Costa Azzurra. I soliti informati ci dicono che sembra  che, sotto la tenda che lo ospitava in quella magica  notte stellata, in Cote D’Azur, pare abbia scritto una seconda lettera-canzone da proporre per il Festival dell’anno prossimo in coppia con il Commissario Rex, la Contessa de Blanck e il mago Otelma.  Pare, inoltre, che – disperato - abbia chiamato la madre, Marina Biscotti Doria, per cercare di trovargli un nuovo tenore, visto che tutti quelli rimasti si rifiutano non solo di cantare con Lui,  ma anche di prendersi un Camogli  all’Autogrill di Bordighera.     

Pur con tutto questo ambaradan di imperfezioni simpaticamente fantozziane (ci si è messo pure quel sarto che utilizzando 50 metri di materiale, le ha confezionato su misura un Albero di Natale tutto d’oro senza luci e puntale per la serata di ieri sera) comunque  Antonella Clerici è riuscita ancora una volta ad elevarsi, comportandosi come una di noi, poveri tapini italici, cantando, come abbiamo fatto tutti, le canzoni della Storia del Festival; emozionandosi davanti alla grandezza (artistica) e alla magia del tocco del vero Gobbo di Notredame, quel Riccardo Cocciante dalla voce, dalla bravura e dalla teatralità davvero uniche, ma talmente basso che il vero Pupo al suo confronto potrebbe gareggiare agli All Star Games nella gara delle schiacciate. Insomma Lei, determinata, lucida e prorompente come una corazzata Potemkin ancorata al Porto di Sanremo, senza dare ascolto se non al suo sesto senso e al lavoro del suo team di autori e “consigliori”,continua a portare a casa, sera dopo sera, risultati eccezionali senza curarsi di  quei detrattori della prima ora, ma dando finalmente lo spazio che merita alla materia del contendere del Festival, la tanto vituperata musica, il tutto condito con leggerezza, un pizzico di sana maldestria e tanto cuore e professionalità.


16
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO: IL TOTO-LOOK ANTONELLIANO E’ UFFICIALMENTE APERTO. TUTTO IL RESTO E’ NOIA.

Abbiamo aspettato sei lunghi anni per rivedere una donna presentare Sanremo, la kermesse piu fané del nostro paese.

Dopo Simona Ventura (edizione 2004) col suo look fashion-victim, Pippo e Paolo, padri della tv, si erano alternati con doppipetti bleu troppo prevedibili. Ma ora finalmente, la regina è lei, Antonella, e quale Festival migliore per aprire un importante ed inquietante capitolo “toto-look”?

Per lei, la donna degli effetti speciali, colei che coi suoi abiti ha sdoganato nuance di colori non esistenti in natura e filati che voi umani non avete mai osato indossare: organze, pizzi sintetici, tulle, poliestere, balze fucsia,  lycra, e boa di Renato Zero rinvenuti nei trovarobato Rai. Questo il look Clerici  versione prime time, dove se non sei plastificata, nuda o anoressica, devi trovare un modo efficace per farti notare. E quanto è lontano il look da day-time! (vedi Prova del Cuoco): il jeans a vita alta, orlato anni 80 e il maglioncino pastello da catechista. E quanta nostalgia per quella presentatrice, femmina “verosimile”, con tutti i pezzi di ricambio originali e qualche rotolo di troppo, che ci aveva permesso di identificarci in un personaggio più simile a zia Gisella che ad una diva.





11
gennaio

DM LIVE24: 11 GENNAIO 2010. PIPPO SENTENZIA, SARAY, GERARDO, PIT E DONNA CAMMELA RINCASANO, L’EMISSIONE SBAGLIA E LA BISLACCA CAMBIA

DM Live24: 11 Gennaio 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • L’originale vince sempre

lauretta ha scritto alle 16:24

A Domenica In, ad una Milly Carlucci in collegamento telefonico Pippo Baudo dice: “mia cara Milly, ricordati che l’originale vince sempre!”. E anche Pippo ha detto la sua!

  • Back to Spain

pynky ha scritto alle 10:22

Alle 10 in punto Saray e Gerardo hanno lasciato la casa del Grande Fratello per tornare in Spagna. Unici svegli per salutarli Maicol Carmen e Giorgio. Maicol e Carmen piangevano ma ho un dubbio: tristezza per la partenza dei due o terrore del ritorno di Pit e Donna Carmela?

  • Back to Italy

lauretta ha scritto alle 14:59

Alle 14.40 circa Massimo e Carmela lasciano la casa del Gran Hermano per tornare nella loro casetta a Cinecittà!

  • ControCampo, bollino rosso

MetaMorph ha scritto alle 14:32

Ore 12.50: su Rete 4 passa il promo di Controcampo… con il “bollino rosso”! Errore tecnico o qualche ammiccamento di troppo delle vallette?

  • Mancava il frustino

NicolaPG88 ha scritto alle 14:51

NUOVO LOOK PER BARBARA A DOMENICA5

  • Tutti Fuori

lauretta ha scritto alle 16:50

A Domenica In, fuori tutti. Pippo baudo fa uscire tutto il pubblico in studio, orchestrali compresi, perchè deve intervistare un poliziotto della squadra catturandi boss di Palermo che non deve assolutamente essere riconosciuto. Onestamente mi è sembrata un pò una farsa! Bastava registrarla prima…e evitare tutto quel trambusto!

  • Sciopero

Marco82 ha scritto alle 23:26

Causa sciopero adetti Mediaset, Controcampo va in onda da Torino con mezzi privati. Domani (oggi, ndDM) come fara’ il GF?