Junior Cally



5
febbraio

Sanremo 2020, testi canzoni: «No grazie» di Junior Cally

Junior Cally

Il ‘cantante mascherato’ del Festival di Sanremo 2020 farà ancora discutere. No grazie, il brano con cui  gareggerà all’Ariston è un attacco alle idee populiste, che spesso veicolano demagogia e razzismo. Un brano dai risvolti politici. “Riconosco chi fa la voce grossa sempre e solo di nascosto” canta il rapper, puntando il dito contro il bullismo dei social. Nel testo, anche riferimenti a leader politici di primo piano, al “liberista di centro sinistra che perde partite e rifonda il partito” e a chi invece preferisce il mojito (evidenti i riferimenti a Renzi e Salvini).




4
febbraio

Sanremo 2020, Morgan contro Junior Cally a Vieni da Me: «Sono un rapper, le donne le violenterei tutte»

Vieni da Me

Vieni da Me

Una provocazione malriuscita di Morgan ha fatto ‘arrabbiare’ Caterina Balivo nel corso della puntata odierna di Vieni da Me. Il cantante, in gara al Festival di Sanremo 2020 in coppia con Bugo, ha infatti espresso in maniera ‘colorita’ il suo dissenso nei confronti di Junior Cally, il collega rapper entrato nel vortice delle polemiche per i versi – giudicati sessisti e violenti – di alcune sue vecchie canzoni, costringendo la padrona di casa a prendere le distanze dalle sue parole.


3
febbraio

Junior Cally a Sanremo 2020

Junior Cally

La sua partecipazione al Festival di Sanremo ha creato polemiche, ha diviso l’opinione pubblica e scomodato persino i leader politici. ha fatto discutere prima ancora di approdare all’Ariston, dove si esibirà e gareggerà con il controverso brano No grazie. Ecco chi è il rapper mascherato della discordia.





20
gennaio

Sanremo 2020, polemica sul rapper Junior Cally. «Testi pieni di violenza, sessismo e misoginia». Interviene Foa: «Scelta inaccettabile»

Junior Cally

Rai e Festival di Sanremosdoganano femminicidio e stupro” usando denaro pubblico. Matteo Salvini ci è andato pesante ed ha utilizzato parole durissime per protestare contro la partecipazione alla kermesse canora di , al centro della polemica per i contenuti shock di alcuni suoi brani. Ad accusare il rapper, chiedendone l’esclusione dalla popolare rassegna, in realtà non è stato solo l’ex Ministro ma anche 29 deputate di tutti gli schieramenti, che in una lettera hanno definito i testi del cantante “pieni di violenza, sessismo e misoginia. Il Presidente Rai, Marcello Foa, è stato costretto ad intervenire. La polemica è divampata a distanza di giorni dall’annuncio della presenza nel cast di Junior Cally e a poche ore dall’ascolto dei brani in gara al Festival, da cui è emersa la natura politica della nuova canzone di Antonio Signore (questo il vero nome di Junior Cally).


31
dicembre

Festival di Sanremo 2020: i 22 big in gara

Amadeus

Amadeus

Dopo le indiscrezioni degli ultimi giorni, culminate con una ‘presunta’ lista di nomi, Amadeus mette fine alle chiacchiere e ufficializza i 22 big in gara al Festival di Sanremo 2020.