Jim Parsons



9
novembre

THE BIG BANG THEORY: IN CANTIERE UNO SPIN-OFF SUL PERSONAGGIO DI SHELDON

Sheldon Cooper (Jim Parsons)

È presuntuoso, privo di tatto e decisamente poco comprensivo. Eppure, Sheldon Cooper è uno dei personaggi più amati di sempre nel mondo seriale, forse proprio per il perfetto tempismo dei suoi moti d’infantilismo e sarcasmo. Il suo universo è tanto singolare e ben delineato da costituire quasi una linea narrativa a sé stante all’interno di The Big Bang Theory, a tratti l’unica serie che valga ancora la pena seguire dopo 10 lunghe stagioni. Così, se la sua presenza ha costituito la risorsa principale attorno a cui far ruotare il grande successo della comedy, si può comprendere come CBS non intenda farsi sfuggire l’occasione di investire ulteriormente su di essa. Stando a quanto riportato dal sito Deadline.com e dalla rivista Variety, la rete americana sarebbe in trattativa per la creazione di uno spin-off dal titolo Sheldon.




19
marzo

THE BIG BANG THEORY: JIM PARSONS HA LA SUA STELLA. LA SETTIMA STAGIONE DAL 30 MARZO SU ITALIA 1

The Big Bang Theory, il cast sulla Walk of Fame

Un secchione tra le stelle. Dopo Kaley Cuoco, interprete di Penny, anche Jim Parsons meglio conosciuto come il geniale Sheldon Cooper di The Big Bang Theory si è aggiudicato la scorsa settimana la sua stella sulla mitica Walk of Fame di Hollywood. Un riconoscimento importante, arrivato dopo 8 stagioni in cui il successo della sitcom cult è andato in crescendo.

Alla cerimonia di premiazione Jim aveva al suo fianco il cast di TBBT, la madre Judy, il compagno Todd Spiewak, oltre a centinaia di fan in visibilio. Il personaggio di Sheldon è valso a Parsons anche un Golden Globe nel 2011 come miglior attore in una sitcom e un cachet record pari ad oltre 1 milione di dollari ad episodio.

The Big Bang Theory 8 torna il 19 maggio su Joi

Per vedere sul piccolo schermo nostrano le ultime esilaranti avventure di Sheldon e dei suoi amici nerd bisognerà attendere il prossimo martedì 19 maggio quando Joi trasmetterà la seconda parte dell’ottava stagione di The Big Bang Theory, attualmente in onda con successo negli States.

The Big Bang Theory 7: dal 30 marzo su Italia1 dopo I Simpson


26
agosto

EMMY AWARDS 2014: TUTTI I VINCITORI. BREAKING BAD FA INCETTA DI PREMI TRA I DRAMA! MODERN FAMILY MIGLIOR COMEDY. JESSICA LANGE E KATHY BATES VINCONO PER AHS COVEN. EXPLOIT DI SHERLOCK

Julia Louis Drefyus e Bryan Cranston

E’ stata la notte di Breaking Bad. L’ultima stagione della serie capolavoro di AMC trionfa agli Emmy Awards 2014 portandosi a casa i premi – nella macro categoria delle Serie Drammatiche – come miglior serie, miglior attore protagonista, miglior attore e attrice non protagonista e miglior sceneggiatura.

Emmy Awards 2014 vincitori (drama): delusione True Detective

La serie con Bryan Cranston surclassa la rivelazione di questa stagione televisiva, True Detective, che deve accontentarsi del premio per la miglior regia. Non è riuscita, dunque, a Matthew McConaughey l’impresa di conquistare in uno stesso anno Oscar ed Emmy Awards. Nella categoria drama spicca altresì il secondo Emmy come miglior attrice protagonista di Julianna Margulies, premiata per la sua interpretazione in The Good Wife.

Emmy Awards 2014 vincitori (comedy): Jim Parsons miglior attore

Miglior comedy è per l’ennesimo anno Modern Family, che batte Orange is The New Black e porta, altresì, a casa il premio per miglior attore non protagonista, andato a Ty Burrel. Migliore attore protagonista di una comedy è, invece, Jim Parsons, inconfondibile Sheldon Cooper di The Big Bang Theory (ruolo che gli vale anche il titolo di attore tv più pagato d’America) mentre Julia Louis Drefyus è la miglior attrice femminile in una sitcom. La protagonista di Veep, a sorpresa, prima di salire sul palco ha ricevuto un bacio appassionato (e organizzatissimo) da Bryan Cranston.

Emmy Awards 2014 vincitori (miniserie): Kathy Bates batte Julia Roberts

Miglior miniserie è Fargo mentre il miglior tv movie, come prevedibile, è The Normal Heart, con Mark Ruffalo e Julia Roberts. Quest’ultima – che ha annunciato la vittoria di Cranston – perde il confronto nella categoria miglior attrice non protagonista di una miniserie o tv movie, vinta da Kathy Bates per American Horror Story: Coven. La saga del terrore porta nuovamente un Emmy anche nelle mani della migliore attrice protagonista Jessica Lange.

Emmy Awards 2014: bocciato il commento di Gene Gnocchi

Se la serata americana è apparsa piacevole, snella e veloce nonostante i numerosi break pubblicitari, le ben 26 categorie e la durata 3 ore e mezza, lo stesso non può dirsi per il commento offerto da Rai4. La rete che, con merito, ha riportato in tv gli Emmy (e per di più in chiaro) non ha saputo scegliere le “voci” giuste per il commento della serata. Tralasciando il “povero” esperto Andrea Fornasiero (interpellato poche volte nel corso della serata), Joe Violanti è apparso volenteroso ma non abbastanza da risultare idoneo al contesto e Gene Gnocchi è stata una vera e propria nota dolente. Il comico si è lasciato andare a commenti inoppotuni e gaffes che denotavano una scarsa conoscenza dell’argomento seriale; se tra queste ultime c’è da annoverare American Horror Show, versione gnocchesca di American Horror Story, tra i commenti inopportuni c’è sicuramente l’ironica celebrazione della morte del leone della Metro Goldwin Mayer per alopecia, avvenuta dopo l’omaggio dedicato dall’Academy ai celebri attori scomparsi (Robin Williams su tutti). Vista la trasmissione su Rai4 e l’argomento seriale, non sarebbe stato più interessante affidarsi a giovani conduttori e comici?

Di seguito l’elenco di tutti i vincitori (indicati in grassetto).

Emmy Awards 2014: tutti i vincitori (elenco completo)





22
agosto

I PIU’ PAGATI DELLA TV AMERICANA: SVETTA IL TRIO DI THE BIG BANG THEORY, HARMON (525.000$) BATTE KEVIN SPACEY (500.000$)

Jim Parsons, Kaley Cuoco e Johnny Galecki

E poi c’è chi dice che studiare non serve a nulla! Sono, infatti, una giudice e dei secchioni i paperoni della tv a stelle e strisce. Come ogni anno, Tv Guide ha reso noti i compensi delle star catodiche, e al vertice dello speciale ranking troviamo ancora una volta Judy Sheindlin (protagonista di un seguitissimo court show), con 47 milioni di dollari a stagione. Sul fronte serie tv, invece, i più pagati della tv americana sono Jim Parsons, Kaley Cuoco e Johnny Galecki, protagonisti di The Big Bang Theory, freschi di un rinnovo contrattuale che li ha portati quasi a triplicare i compensi rispetto all’ultima stagione. Per loro 1 milione di dollari ad episodio più una percentuale sui profitti della serie.

I più pagati della tv americana: Mark Harmon primo nei drama

Se in ascolti The Big Bang Theory riesce di poco a superare NCIS, per i compensi c’è un abisso. Mark Harmon, anima della serie crime, porta, infatti, a casa poco più della metà dei protagonisti della sitcom preferita dai nerd. Per lui 525.000 dollari ad episodio e la soddisfazione di essere l’attore di drama più pagato. L’agente speciale Gibbs batte anche Kevin Spacey, che per il suo ruolo in House of Cards intasca 500.000 dollari ad episodio.

Ha dovuto rinunciare al titolo di donna più pagata in assoluto per accontentarsi di quello di “regina dei drama”, Mariska Hargitay che, per dare il volto ad Olivia Benton in Law and Order: Unità Speciale, riceve 400.000 dollari ad episodio. Stabili i compensi di Patrick Dempsey e Ellen Pompeo, a quota 350.000 euro, pari al doppio della cifra che l’ex di Grey’s Anatomy, Kate Walsh, intascherà per la nuova comedy Bad Judge.


4
agosto

THE BIG BANG THEORY: 1 MILIONE DI DOLLARI AD EPISODIO PER I PROTAGONISTI

Parsons, Cuoco e Galecki

Bazinga! Alla fine ce l’hanno fatta. Non è ancora ufficiale ma con ogni probabilità Jim Parsons, Johnny Galecki e Kaley Cuoco sono i nuovi paperoni della televisione a stelle e strisce. Secondo quanto riporta Deadline, i tre protagonisti di The Big Bang Theory, dopo settimane di trattative, hanno trovato l’accordo economico con Warner Bros. Gli interpreti di Sheldon, Leonard e Penny intascheranno 1 milione di dollari ad episodio (contro i 350 mila percepiti nella scorsa stagione), per le prossime tre stagioni (dovrebbero essere complessivamente 72 episodi). Eguagliato, dunque, il record di Friends che per l’ultima annata aveva garantito ai sei protagonisti la cifra a sei zeri.

The Big Bang Theory: il compenso è destinato a salire a 90-100 milioni di dollari in tre anni

Il compenso di 72 milioni di dollari è destinato, però, a salire con una percentuale intorno all’1% (la precedente è dello 0.25%) dei profitti della serie. Si stima perciò che i guadagni dei tre attori potrebbero complessivamente toccare i 90-100 milioni di dollari.

The Big Bang Theory: in dirittura d’arrivo l’accordo per gli attori di Howard e Raj

Se per Parsons, Galecki e Cuoco è fatta, mancherebbe ancora l’accordo con Simon Helberg e Kunal Nayyar. Anche in questo caso però le cose pare stiano andando per il meglio. Vedremo se e quanto riusciranno a ridurre il “gap monetario” con le tre star della serie.





17
luglio

THE BIG “FRIENDS” SALARY: I PROTAGONISTI DI THE BIG BANG THEORY ANCORA SENZA CONTRATTO. SI PUNTA AL MILIONE DI DOLLARI

The Big Bang Theory

La caccia al milione di dollari è aperta. Mancano poco meno di due settimane all’inizio delle riprese della nuova stagione ma – come riporta il sito americano Deadline – nessuno dei cinque membri del cast originario ha firmato il rinnovo contrattuale. Per i protagonisti di The Big Bang TheoryJim Parsons, Johnny Galecki, Kaley Cuoco, Kunal Nayyar, Simon Helberg – questa è un’estate di fitte trattative.

The Big Bang Theory: saranno eguagliati i compensi record di Friends?

I 350 mila dollari circa ad episodio (uniti ad una percentuale sui profitti del back end) non bastano più agli interpreti di Sheldon, Leonard e Penny (considerati i veri protagonisti) che stanno tentando la carta al rialzo. L’obiettivo potrebbe essere quello di arrivare alla fatidica soglia del milione di dollari, raggiunta dall’intero cast di Friends per girare l’ultima stagione. Del resto The Big Bang Theory, il cui successo è stato un crescendo anno dopo anno, è la comedy più popolare dai memorabili tempi del Central Perk, e nella scorsa annata televisiva è risultata la serie tv più vista d’America con quasi 20 milioni di spettatori (qui la classifica completa).

The Big Bang Theory 8: solo le interpreti di Amy e Bernardette sono sotto contratto

Anche gli interpreti di Howard e Raj, che per le scorse stagioni percepivano rispettivamente 125 mila dollari e 75 mila dollari ad episodio, avrebbero chiesto un sensibile aumento. Le uniche sotto contratto (sono entrate nel cast più tardi) sono Melissa Rauch e Mayim Bialik che hanno rinnovato lo scorso anno per circa 60.000 dollari ad episodio che dovrebbero poi crescere progressivamente a 100.000 dollari.