Il trono di spade



8
aprile

ASCOLTI TV USA (1-7/04/2012): RITORNO RECORD PER IL TRONO DI SPADE (3.85 MLN). DISCRETO RISULTATO PER IL FINALE DI ONE TREE HILL

Game of Thrones 2

In questa settimana della tv a stelle e strisce (dal 1 al 7 aprile 2012),  domenica sera C’era una volta tocca il minimo stagionale con 8.36 milioni di telespettatori e l’8% di share mentre Desperate Housewives è stabile al 6% con 8.49 milioni. Più tardi, la nuova serie GCB perde quota e scende a 5.63 milioni di telespettatori con il 5% di share. Per quanto riguarda le reti via cavo, su HBO la seconda stagione di Game of Thrones (Il Trono di Spade) debutta con il record di 3.85 milioni di telespettatori e più tardi su AMC la quinta stagione di Mad Men arriva a 2.93 milioni.

LUNEDI – The Voice cala con il primo live show. Nella serata di lunedì, il primo live show di The Voice è stato seguito da 10.83 milioni di americani con l’11% di share, in calo rispetto alle scorse settimane, mentre Dancing with the stars arriva all’8% con 16.87 milioni di telespettatori. Su Fox il ritorno di Bones (già rinnovato per un’ottava stagione) segna il 7% con 8.39 milioni di telespettatori e subito dopo l’ultima stagione di Dr. House si accontenta del 6% con 6.67 milioni, ben lontano dai fasti delle prime stagioni. Su NBC cala ancora Smash e tocca il minimo stagionale con 6.03 milioni di telespettatori e il 5% di share.

MARTEDI – New Girl ancora in calo. Il primo speciale di The Voice, con i risultati del televoto che ha decretato l’eliminazione di quattro concorrenti, ha raccolto solo 8.45 milioni di telespettatori con il 9% di share mentre lo speciale di Dancing with the stars che ha visto l’eliminazione di Jack Wagner, il Nick Marone di Beautiful, arriva al 7% con 15.61 milioni. Su Fox solo 4.59 milioni di telespettatori (6% di share) hanno seguito New Girl.




31
dicembre

DM CHARTS: GLEE E HOW I MET YOUR MOTHER SI DIVIDONO IL TITOLO DI MIGLIOR SERIE TV DEL 2011. SEGUE AMERICAN HORROR STORY

Glee e How I Met Your Mother sono le migliori serie tv del 2011

Per il popolo di DM sono GleeHow I Met Your Mother le due migliori serie tv del 2011. Il risultato dei voti raccolti nei due sondaggi (qui sul blog e sulla nostra pagina Facebook) decreta una secca parità nella sfida tra le dieci proposte della DM Chart. La popolare sitcom trasmessa negli Stati Uniti da CBS rimane al vertice delle preferenze nonostante le sue sette stagioni sulle spalle, affiancata dalla creatura di Ryan Murphy che conferma la sua enorme popolarità in rete più ancora che in tv. Proprio nel 2011, How I Met Your Mother ha avuto modo di conquistare il pubblico trovando spazio nel pomeriggio di Italia1 che ne ha trasmesso la quinta e sesta stagione in prima tv in chiaro.

Glee invece pur restando un pezzo forte del palinsesto di Fox Italia, è stata scelta sempre da Italia1 per riaccendere la fascia del preserale nei primi mesi del 2011, senza però sfondare negli ascolti come ci si poteva aspettare. La serie ambientata al McKinley High School, ha debuttato quest’anno al cinema e rimane un fenomeno televisivo per migliaia di appassionati anche in Italia. Resta un dato di fatto e cioè che nella classifica generale, How I Met Your Mother e Glee si portano a casa insieme il 42% delle preferenze, quasi la metà di tutti i voti pervenuti.

Terzo posto per American Horror Story: la terrificante serie creata da Ryan Murphy e Brad Falchuk conquista il 10% dei voti. Nonostante il recente debutto su Fox Italia e la collocazione in seconda serata, le vicende della famiglia Harmon hanno creato una platea di coraggiosi affezionati. Seguono a ruota tutte le altre: NCIS con l’8% supera di un solo voto The Mentalist, seguiti a breve distanza da I Pilastri della Terra (8%). Netta parità tra Game of Thrones e The Walking Dead: entrambe si accontentano del 7% nonostante il fiume di critiche positive che si sono garantite durante l’anno.

Dopo il salto la classifica completa.


30
dicembre

DM CHARTS, VOTA LA MIGLIOR SERIE TV DEL 2011

Vota la Miglior Serie Tv del 2011

Dai fasti di Friends, X-Files e ER, passando per Lost e Prison Break, fino ai più recenti successi: la storia della televisione e quella di molte generazioni passa anche per le serie tv che ancora oggi rimangono un’isola felice per chi non digerisce gli stereotipi della fiction italiana. Per premiare la miglior serie tv dell’anno, abbiamo selezionato i titoli più acclamati e quelli più popolari in rete ma soprattutto tra quelli che abbiamo ritenuto più meritevoli per senso critico, con un occhio di riguardo anche agli ascolti sia nel contesto italiano che internazionale.

Le votazioni sono aperte sia su DM che sulla nostra pagina Facebook. Per esprimere la vostra preferenza avete tempo fino alle 23.59 del 30 dicembre 2011. Ed ecco la Top 10 che abbiamo scelto per la DM Charts:

American Horror Story (FX) – Fox. Una coppia e la loro figlia adolescente si trasferiscono da Boston a Los Angeles, inconsapevoli che la loro nuova casa è stata in passato teatro di torture ed efferati omicidi. Creata da Ryan Murphy e Brad Falchuk, già autori del successo di Glee. Il pilot è colmo di urla e scene raggelanti, ma è lo stile uno dei punti di forza di questa serie coraggiosa almeno quanto i suoi intrepidi appassionati. E poi c’è Constance, la misteriosa vicina di casa interpretata da Jessica Lange. Ascolti: 229.000 spettatori per il primo episodio su Fox Italia.

Game of Thrones (Il trono di spade) (HBO) – Sky Cinema 1. Nel gioco dei troni, una guerra senza esclusione di colpi, si affrontano le dinastie dei Sette Regni di Westeros, dove le estati possono durare decenni e gli inverni un’intera vita. Nudi, sesso, violenza, tradimenti, sangue e decapitazioni: le scene crude, come i paesaggi in cui prendono vita, hanno fatto di questa serie uno degli eventi più attesi del 2011. La cura con cui sono stati realizzate le ambientazioni e l’abilità degli attori hanno garantito a Game of Thrones una pioggia di nomination e la vittoria, tra gli altri, di due Emmy Awards, tre Scream Awards e un Television Critics Association Awards come miglior nuovo programma. Ascolti: 358.000 telespettatori per i primi due episodi in onda su Sky Cinema 1.

Glee (FOX) – Fox e Italia 1. Alti e bassi per i talenti del Glee Club al McKinley High School. Un fenomeno non solo televisivo ma che è debordato nel campo musicale e ha addirittura invaso le sale cinematografiche. Lanciata da Fox, Italia 1 ha provato con evidente ritardo a farne uno dei suoi marchi di fabbrica per rilanciare la fascia del preserale, ma i risultati sono stati tutt’altro che incoraggianti. La critica è stata più tiepida nel giudicare gli episodi della seconda stagione, anche se non sono mancati nuovi riconoscimenti come le 12 nomination per i Primetime Emmy Awards 2011. Forse più all’estero che in Italia, Glee rimane una delle serie più popolari e ad alto tasso di affezione da parte del pubblico.

Qual è la migliore serie tv del 2011?

  • American Horror Story (10% con 74 Voti)
  • Game of Thrones (7% con 50 Voti)
  • Glee (21% con 145 Voti)
  • How I Met Your Mother (21% con 149 Voti)
  • I Pilastri della Terra (8% con 54 Voti)
  • Misfits (4% con 26 Voti)
  • NCIS (8% con 60 Voti)
  • The Mentalist (8% con 59 Voti)
  • The Walking Dead (7% con 50 Voti)
  • True Blood (6% con 39 Voti)

Voti Totali : 706

Loading ... Loading ...





11
novembre

IL TRONO DI SPADE: STASERA LA PREMIERE SU SKY CINEMA

Il Trono di Spade

Un po’ signore degli anelli, un po’ I Soprano dei tempi che furono. Sky Cinema lancia questa sera Il trono di Spade, la serie Hbo rivelazione della scorsa stagione, costata una cifra come 50 milioni di dollari. Politica, trame segrete e tradimenti sono alla base della trasposizione televisiva della saga best seller di George R.R. Martin, Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco.

La storia si svolge nei Sette Regni di Westeros, una terra misteriosa dove «le estati possono durare decenni e gli inverni un’intera vita». Qui impazza una lotta senza esclusione di colpi, in cui re e regine, cavalieri e ribelli, uomini leali e feroci traditori, si affrontano per la conquista del potere in un «gioco di troni» tra le principali dinastie. Il conflitto oppone in particolare le casate Stark, Lannister e Targaryen, che si affrontano senza pietà per il Trono di Spade.

Tutto è epico: luoghi e regni immaginari, infinite diramazioni genealogiche. E’ presente l’elemento magico senza mai però prevaricare il racconto, l’ambientazione è immaginaria ma l’intreccio appare sempre assolutamente contemporaneo. Tra gli attori, nel ruolo del nobile Eddard Stark, compare Sean Bean la cui immagine è legata al Boromir de ‘Il Signore degli Anelli’.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,