Il Senso della Vita



18
dicembre

PAOLO BONOLIS SFIORA L’INCIDENTE DIPLOMATICO CON LA DE FILIPPI E RIVELA: “MEDIASET NON VOLEVA TRASMETTERE LA MIA INTERVISTA A BENIGNI”.

Paolo Bonolis e Maria De Filippi

Un Paolo Bonolis a ruota libera, quello che hanno potuto apprezzare il 16 dicembre scorso gli studenti dell’Università Statale di Milano. Intervistato da Massimo Bernardini, nell’ambito della rassegna “Milano per Gaber”, la punta di diamante di Canale5 ha incantato la platea di ascoltatori facendo sfoggio del suo eloquio forbito ed esprimendo a chiare lettere giudizi graffianti sulla televisione del 2010, senza farsi mancare un incidente diplomatico con Maria De Filippi (immediatamente rientrato con un comunicato stampa per contestualizzare le dichiarazioni rilasciate) e raccontando un retroscena relativo all’intervista fatta a Roberto Benigni nel 2006.

In effetti, ad una prima lettura, le dichiarazioni del presentatore potrebbero essere interpretate come un attestato di disistima nei confronti della moglie di Costanzo: “Fa spettacoli che non le fanno onore, che possono non piacerle, ma ha un’azienda da mandare avanti. È un personaggio anomalo, è androgina, ha una voce come Sandro Ciotti, ma ha una bellezza particolare. È un Giano bifronte, donna di notevole sensibilità (a Sanremo era timida come una bambina) e grande imprenditrice, non è una show-woman ma sa scrivere benissimo le trasmissioni“. La sensazione è che Paolino, pur riferendosi alla collega, abbia voluto descrivere il proprio status (comune anche a quello della De Filippi) all’interno del Biscione: entrambi aziendalisti, si occupano di programmi dei quali forse farebbero a meno pur di garantire i risultati d’ascolto richiesti.

Si parla anche de Il Senso della vita che dopo essere stato più volte rinviato dovrebbe partire a marzo 2011, a cavallo tra prima e seconda serata. Non è difficile immaginare che sia proprio questa la trasmissione del cuore di Paolino: “Nelle interviste mi piace fare non uno ma più passi indietro. Mi piace una tv che fa le domande e sta ad ascoltare le risposte. Troppo spesso chi fa domande è troppo compiaciuto e non ascolta l’interlocutore” e non è difficile nemmeno pensare che i programmi più leggeri condotti in questi anni di Mediaset (vedi alla voce Ciao Darwin) siano una sorta di “tassa” da pagare in cambio della messa in onda del format. E proprio ricordando l’edizione del 2006 svela un retroscena davvero interessante con riferimento all’intervista fatta a Roberto Benigni: “È stata un’ora e venti che Mediaset non voleva mandare in onda e l’ha mandata alle due di notte. È sempre questa politica che rompe le scatole, che ha paura di se stessa”.




28
novembre

PAOLO BONOLIS RINVIA IL SENSO DELLA VITA A MARZO E LANCIA UNA FRECCIATA A FAZIO E SAVIANO

Paolo Bonolis

“Non ci sono i tempi tecnici”. A sorpresa, Paolo Bonolis annuncia a Libero che la prevista nuova edizione de Il Senso della Vita è stata posticipata. La trasmissione “filosofica”, su richiesta del conduttore all’azienda, non andrà in onda a gennaio ma a marzo sempre in prima serata e sempre la domenica. Bisognerà, dunque, aspettare ancora alcuni mesi per vedere quello che è sicuramente l’esperimento più curioso e auspicato di inizio 2011 di Canale 5.

Il Senso della Vita è infatti un talk gradevole e originale le cui caratteristiche hanno influenzato, come sottolineato dal padrone di casa, più di un programma, compreso Vieni Via Con Me. Ebbene sì, Paolino lancia una stoccata al duo Fazio-Saviano: “Diciamo che questo programma ha alcuni…stilemi del Senso della Vita (…) Fa piacere che alcuni colleghi prendano spunti.”

E in effetti, come dargli torto; ma la frecciata al programma di Rai3 non è l’unica sferrata da Paolino che ne approfitta, altresì, per dire la sua sulla collocazione scelta da Mediaset per Chi ha Incastrato Peter Pan. Secondo l’ex mattatore di Affari tuoi, l’azienda di Cologno “ha venduto un ottimo frigorifero in Alaska anzichè in Africa“. Malgrado ciò, per il conduttore il programma è stato un successo perchè lui e i suoi autori non si sono limitati ad invitare nell’arena persone che mettono in scena battibecchi ogni due minuti (il riferimento a Santoro è evidente) ma hanno provveduto a riempirlo di idee.


17
novembre

PALINSESTI MEDIASET GENNAIO-MARZO 2011: CHIAMBRETTI PERDE UNA SERATA. SU ITALIA1, GLEE IN PRESERALE E RITORNO DELLA SERATA MEDICAL

Glee

Glee in preserale, Amici al martedi e Il Senso della Vita in prime time ma soprattutto la riduzione delle puntate, da due a una, per il Chiambretti Night. Ebbene sì prima vogliono convincerci del successo del programma e poi riducono ad uno solo l’appuntamento settimanale con il locale più cool della televisione. Capita anche questo a Cologno ma andiamo per ordine e vediamo quali sono le principali novità dei palinsesti gennaio-marzo 2011 per le tre reti generaliste Mediaset così come diramati, ieri, da Publitalia.





16
novembre

MARIA CARMELA PORTA DOMENICA CINQUE IN PRIMA SERATA? A CANALE 5 SI GIOCA A SPREMERE IL LIMONE

Barbara D'Urso

Che Barbara D’Urso tornasse al suo vecchio amore, la prima serata, un po’ ce l’aspettavamo. Che lo facesse con Domenica Cinque francamente no. E invece, secondo quanto riportato da Tv Sorrisi e Canzoni, pare proprio che la Bislacca del Biscione sia pronta a portare nello slot più prestigioso una versione riveduta e corretta del suo contenitore festivo. Lo sbarco sarebbe previsto in primavera, il 20 marzo, subito dopo la fine de Il Senso della Vita, in partenza con ogni probabilità a gennaio.

L’indiscrezione ci stupisce sia perchè Maria Carmela come “anchorwoman” rischia la saturazione sia perchè sembrerebbe il momento di rivederla nelle vesti, a lei più congeniali, di intrattenitrice. Forse, allora, più azzeccato sarebbe stato un clamoroso ritorno a Lo Show dei Record o un nuovo reality. Il programma del pomeriggio traghettato alla sera non è, però, una novità in casa Mediaset. In Spagna, Telecinco ha attuato con successo un’analoga operazione con Salvame. Da sottolineare che c’è più di una differenza nei toni e nelle atmosfere (più “scandalistiche”) tra Salvame e Pomeriggio Cinque.

Ragionando in termini di rete e palinsesti, il nuovo prime time bislacco porterebbe con sè due conseguenze La prima è che Maria De Filippi potrebbe finalmente collocare Amici in una serata meno complicata della domenica (a meno che non si decida saggiamente di immolarla al giovedi contro Santoro);


14
luglio

IPSE DIXIT, LE ULTIME PAROLE FAMOSE: PAOLO BONOLIS TORNA A MEDIASET PER PROVARE QUALCOSA DI NUOVO, MA IL BISCIONE LO “INCASTRA” CON I SOLITI PROGRAMMI

Paolo Bonolis

Paolo Bonolis

Torno a Mediaset per provare qualcosa di nuovo

[5 Giugno 2009, Conferenza stampa Mediaset]

Le qualità di un artista si misurano anche per la capacità di rinnovarsi nel tempo e di sperimentare nuove idee, per non cadere in un letargo creativo. Avrà pensato questo Paolo Bonolis, quando, reduce da un Festival di Sanremo 2009 coi fiocchi, ha deciso di ritornare a Mediaset, con la speranza di dedicarsi a nuovi format e nuovi programmi. Ma così non è stato, nonostante il suo “ipse dixit” all’ufficializzazione del contratto con il Biscione fino al 2011. Se, infatti, lo scorso anno è stato impegnato con Chi ha incastrato Peter Pan? e Ciao Darwin, pure per la stagione entrante di novità non c’è nemmeno l’ombra.

I palinsesti di Canale5 vedono Bonolis sì protagonista, ma con i soliti programmi. In autunno il nostro sarà alle prese, per il secondo anno consecutivo, con Chi ha incastrato Peter Pan? mentre nei primi mesi del 2011 è prevista una nuova edizione de Il senso della vita. Nessun nuovo progetto, nessun nuovo programma per un Bonolis al 70% del suo fasto creativo. Del resto gli ottimi ascolti di Peter Pan (media oltre il 28% di share) non potevano non far riproporre nell’immediato lo show, nonostante Bonolis mostrasse perplessità già alla fine dello scorsa edizione:

Il bambino spontaneo sarà inevitabilmente sostituito da un bambino che recita a fare il bambino in tv. Non c’è niente di peggio. Il programma ha funzionato anche perchè erano passati due lustri dall’ultima edizione e i bambini non lo conoscevano. Ma d’altra parte la trasmissione non è mia e la Rete decide come ritiene meglio“.

E con il Senso della vita, che rimane comunque un gioiello televisivo, si concluderanno i due anni di contratto, senza che Bonolis abbia avuto quel guizzo che avrebbe potuto sconvolgere il sistema televisivo, come avvenne con Affari tuoi nel 2004. Anche se con lo zampino di Maria De Filippi…





19
novembre

MEDIASET, PALINSESTI GENNAIO-FEBBRAIO 2010: NUOVE EDIZIONI PER BRAVO BRAVISSIMO E MATRICOLE E METEORE. AMICI RITORNA ALLA DOMENICA SERA E DR.HOUSE SU ITALIA1

Mediaset, palinsesti gennaio-febbraio 2010

Dopo avervi presentato le novità di inzio 2010 in casa Rai, tocca a Mediaset svelare i palinsesti per i mesi di gennaio e febbraio. Molte le conferme, qualche ritorno e poche, pochissime le novità: al ritorno dalle vacanze di Natale i telespettatori del biscione saranno invasi da produzioni d’intrattenimento (ben cinque per Canale5), molte serie tv (Italia1) e tanti film cult (che caratterizzano Rete4).

Partiamo dalla rete ammiraglia Canale5 che da giovedì 14 gennaio schiera Zelig con Claudio Bisio e Vanessa Incontrada, in una collocazione finora inedita contro la fiction di Raiuno e l’Annozero di Raidue. Una grande novità doveva essere la promozione in prima serata de Il senso della vita con Paolo Bonolis da mercoledì 13 gennaio, ma come vi abbiamo anticipato in anteprima esclusiva il programma è stato sospeso e posticipato alla primavera.  Il talent show Amici torna alla “vecchia” collocazione della domenica sera dopo Striscia la domenica: il serale partirà domenica 17 gennaio, anticipando le voci che lo davano al via verso febbraio/marzo. Ancora intrattenimento con il ritorno di Bravo Bravissimo condotto da Gerry Scotti al sabato sera (dal 9 gennaio). Il Grande Fratello concluderà il suo lungo ciclo di puntate sempre di lunedì, con una data di chiusura ancora non definitiva.

Le restanti serate del  martedì e del venerdì saranno dedicate alla fiction: da martedì 12 gennaio la seconda serie di Due imbroglioni e mezzo con Claudio Bisio e Sabrina Ferilli e a seguire il tv movie Caldo criminale sempre con la Ferillona nazionale affiancata da Gabriel Garko, ormai attore di punta della fiction Mediaset. Da venerdì 15 gennaio andrà in onda la nuova serie Tutti per Bruno, con Claudio Amendola nei panni di un particolare poliziotto. Non si segnalano novità nel day time di Canale5 se non Verissimo che anticipa la messa in onda alle ore 15.20, togliendo spazio allo speciale di Amici del sabato pomeriggio.

Da segnalare su Canale 5 la sospensione di tutte le produzioni di prima serata durante la settimana del Festival di Sanremo che si terrà dal 16 al 20 febbraio. Via libera, dunque, alla kermesse di Antonella Clerici.


18
novembre

ANTEPRIMA ESCLUSIVA DM! SOSPESO “IL SENSO DELLA VITA”

Il Senso della Vita

Qualora aveste dato un’occhiata ai palinsesti delle reti Mediaset per gennaio e febbraio 2010, pubblicati da Pubblitalia e consultabili a questo URL, dovrete tenere a bada il vostro entusiasmo. Se, infatti, non aspettavate altro che una nuova edizione de Il Senso della Vita dovrete pazientare ancora un po’.

Proprio così. Nonostante l’annuncio di una sfavillante promozione in prime time, con relativo debutto individuato nel 13 gennaio prossimo, sembra che per questioni di budget la premiata coppia BonolisLaurenti debba rimandare alla primavera il ritorno alla seconda serata di Canale5.

Primavera che li vedrà protagonisti anche di una nuova edizione di Ciao Darwin alla quale si sta già lavorando. L’arcano da risolvere resta soltanto uno: cosa verrà proposto nella prima serata del mercoledì? E voi, qualora poteste, cosa mettereste in palinsesto?


5
giugno

PAOLO BONOLIS, IGNORATO DALLA RAI PER IL SANREMO 2010, SI “ACCONTENTA” DI MEDIASET

Paolo BonolisLe conferenze stampa non mi sono mai piaciute. La “chiamata a raccolta” per la comunicazione di una notizia che diventa, così, di tutti non rientra tra le mie principali soddisfazioni professionali, preferendo, com’è noto, produrla autonomamente, come capita nella stragrande maggioranza dei casi per tutto ciò che si legge su questo blog. Se, poi, per poter assistere ad un incontro devi aspettare mezz’ora sotto il sole, la “chiamata a raccolta” mi piace ancora meno. Diciamo che è questione di educazione, anzi, di maleducazione. Ma questa è decisamente un’altra storia.

Fatto sta che la situazione, ieri, a Cologno Monzese, era ghiotta: Paolo Bonolis, Alessandro Salem e Massimo Donelli hanno convocato la stampa, sotto l’occhio vigile di Piersilvio, al 48 di Viale Europa per comunicare la firma di un contratto di esclusiva di Bonolis col Biscione e i relativi progetti legati al suo ennesimo “cambio di rete”.

Ma così come non mi piacciono le conferenze stampa, inizia a non piacermi nemmeno Paolo Bonolis. Pur riconoscendogli un’indiscussa vena artistica che lo rende uno dei migliori “animali da palcoscenico” della tv nostrana, in quanto a coerenza e a buoni propositi ci sarebbe da rivedere qualcosa. Se, infatti, sino a qualche mese fa il conduttore di un rinato Festival di Sanremo era pronto a dichiarare apertamente di escludere a priori la sola ipotesi di un Bonolis bis sul palco dell’Ariston, ieri, in quel di Mediaset, non solo si è lamentato della totale assenza di contatti per una sua eventuale presenza alla prossima edizione della kermesse canora, ma ha altresì affermato che sarebbe stato pronto a prendere in mano le redini del Sanremo 2010, dichiarandosi incazzato, testuali parole, per non aver ricevuto nemmeno una telefonata dalla dirigenza RAI. “È inimmaginabile che neppure una sola persona in azienda, dopo quello che è successo, mi telefonasse. Se qualcuno mi avesse chiesto di rifare Sanremo probabilmente lo avrei rifatto - dice Bonolis – ma “con il contratto firmato con Mediaset è chiaro che ho dichiaratamente chiuso l’ipotesi Sanremo”. 

Tralasciando lo scarso savoir faire di parlare, in casa d’altri, di delusioni personali legate ai mancati contatti con la concorrenza, proprio mentre si rende nota la firma di un contratto in esclusiva per due anni, le parole di Bonolis trovano un perchè, forse, in un orgoglio misto a vanità o, peggio ancora, le dichiarazioni di alcuni mesi fa del conduttore altro scopo non avevano se non quello di farsi desiderare, facendo ”lievitare” l’attesa e, contestualmente, l’eventuale cachet per le prestazioni nella cittadina ligure. Ma non è finita qui. L’entusiasmo maggiore, da parte del conduttore e della dirigenza Mediaset, sembra risiedere nella ventata di novità che il passaggio di Bonolis sembrerebbe garantire all’ammiraglia di Viale Europa. “Ogni volta che ho cambiato azienda – dichiara Bonolis - ho sempre portato qualcosa di nuovo e l’intendimento che ho avuto con tutto il ‘cucuzzaro’ di Mediaset è di consolidare quello che di importante va consolidato ma anche fare qualcosa di nuovo”.

Ecco, qualcosa di nuovo. Il ritorno di Chi ha incastrato Peter Pan, nato nel 1999, e la quarta edizione de Il Senso della Vita.