Gloria Guida



4
ottobre

Le Ragazze di Gloria Guida tornano in prima serata su Rai 3

Gloria Guida - Le Ragazze

Gloria Guida - Le Ragazze

Il sabato sera di Rai 3 si tinge di rosa. Da domani – 5 ottobre 2019 – in prima serata torna Le Ragazze, il programma nato per raccontare, attraverso gli occhi delle donne, periodi storici ed eventi cruciali del nostro paese. A guidare il racconto ci sarà nuovamente Gloria Guida, pronta ad accompagnare per la seconda volta i telespettatori in un viaggio nella memoria e nella storia sociale italiana.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,




18
ottobre

Le Ragazze: Gloria Guida debutta come conduttrice su Rai3

Gloria Guida, Le Ragazze

Per lei sarà un nuovo inizio. Un debutto. Dopo essere stata una delle più celebri icone della commedia sexy all’italiana, Gloria Guida si rimette in gioco ed esordisce su Rai3 alla conduzione di un programma tv. Stavolta, però, niente scene osé. L’ex showgirl sarà infatti il volto e la voce de Le Ragazze, il programma al femminile in onda in prima serata sulla rete diretta da Stefano Coletta a partire da domenica 28 ottobre. La trasmissione racconterà le donne attraverso un percorso intergenerazionale dagli anni ‘40 ad oggi.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


28
aprile

CIAO DARWIN 7, SFIDA AL FEMMINILE: GIOVANI CONTRO MATURE. CI SARA’ PADRE NATURA

Ciao Darwin 7

Nella prossima puntata, in onda domani, la sfida di Ciao Darwin 7 – La Resurrezione vedrà contrapporsi esclusivamente donne. Da un lato ci saranno le “giovani”, dall’altro le “mature”. E per l’occasione vedremo scendere dalle scale Padre Natura, la versione maschile della famosissima Madre Natura (clicca qui per le foto di Paola Di Benedetto – Madre Natura). Non si tratta in realtà della prima volta: già in qualche puntata nelle edizioni del 2000 e del 2007, a Ciao Darwin, fu un rappresentante dell’universo maschile il depositario del “meccanismo della casualità”.





17
dicembre

IL MONDO A 45 GIRI: RAI3 RICORDA LA MUSICA DELLA RCA CON LUCA BARBAROSSA E GLORIA GUIDA

Il mondo a 45 giri

Due prime serate per ricordare Il mondo a 45 giri. Sarà questo il nome del programma, in onda su Rai3 stasera e domani, che ripercorrerà la storia della RCA Italiana, la leggendaria casa discografica che ha prodotto dagli anni ‘50 agli anni ‘80 i più grandi successi del Bel Paese. Alla conduzione l’inedita (e azzardata) coppia composta da Luca Barbarossa e Gloria Guida.


26
maggio

LASCIAMI CANTARE: NESSUNA NOVITA’, TANTA APPROSSIMAZIONE.

Lasciami Cantare

E’ andato in onda ieri sera il primo dei tre appuntamenti previsti con Lasciami Cantare, il nuovo show di Rai 1 condotto da Carlo Conti. Il programma, che ammicca ai talent show nostrani, vede dodici concorrenti vip (sei uomini e sei donne) sfidarsi in una vera e propria gara di canto, con tanto di vocal coach al seguito e le giurie (di qualità e tecnica) chiamate a dare i voti. E fin qui nulla di male, a parte l’effetto novità pari a zero. Il problema, evidente fin dalle prime battute, è trovare una giustificazione al programma che ha tutta l’aria di un’improvvisata poco riuscita.

La prima nota dolente è rappresentata dalla giuria di qualità, composta da Camila Raznovich, Paolo Limiti, Patty Pravo, Gianni Boncompagni e Rosita Celentano. Danno i voti (anzi i numeri) come se fossero al bar: non riescono ad innescare ragionamenti sensati, non usano un criterio obiettivo nel giudicare le performance, risultando di una banalità quasi fastidiosa. Su tutti “spicca” la Celentano, un misto tra la più “famosa” Alessandra e la mamma Claudia Mori, che ricopre il ruolo della giurata cattiva, ormai ampiamente fuori moda. Gli altri passano quasi inosservati (per loro fortuna) eccetto Camilla Raznovich, che conferma la sua competenza. Impercettibile Patty Pravo. Cinque teste non bastavano e così c’è spazio anche per la giuria tecnica (due giornalisti e un dj radiofonico), che vede protagonisti Riccardo Alessi, Marco Mangiarotti e l’onnipresente Anna Pettinelli. I tre, sparati sul soffitto dell’angusto studio, tentano di fare il loro mestiere ma giocano praticamente da soli perchè nessuno è in grado di raccogliere i loro assist, costretti ad arrendersi subito alla monotonia dello show. Altro che versione canterina di Ballando con le Stelle, verrebbe da dire.

Non sembra trovarsi a proprio agio neppure Carlo Conti, sempre più ancorato a I Migliori Anni (tanto che ad ogni lancio della performance gli scappa inutilmente l’anno d’uscita della canzone). Poi ci sono i vocal coach (tra cui gli amici di Maria Maria Grazia Fontana e Luca Jurman) che in settimana avranno fatto un gran lavoro ma in puntata non si sono quasi mai visti e avrebbero sicuramente meritato almeno una degna presentazione. Insomma, tutto risulta molto sterile e incompiuto.






25
maggio

LASCIAMI CANTARE: STASERA IL DEBUTTO DEL BALLANDO CON LE STELLE DEL CANTO. CONDUCE CARLO CONTI

Carlo Conti

Carlo Conti

Avete la nausea dei programmi canterini? No problem, visto che dopo i Raccomandati e Ciak si Canta e dopo lo slittamento di qualche giorno causa flop di Vittorio Sgarbi (e fuggi fuggi dal temibile Squadra Antimafia) i piani alti di Rai1 hanno ben pensato di concludere il periodo di garanzia con un ennesimo programma musicale, stavolta con la conduzione di Carlo Conti: Lasciami Cantare, già My Way.

Nato come un Ballando con le stelle del canto, Lasciami Cantare sarà una sorta di talent show dove due squadre da 6 personaggi famosi ciascuna, assolutamente poco pratici con la voce, se le daranno di santa ragione cimentandosi sul palco del Teatro delle Vittorie con una “appassionante” gara di canto. Come per il programma di Milly Carlucci, anche in questo caso le squadre verranno seguite da esperti vocal coach che avranno il compito di migliorare, in meno di tre settimane (questa è la durata del test del programma), le ugole dei dodici vip, preparando per ogni puntata le loro performance musicali (tra l’altro tutte live con l’orchestra diretta da Pinuccio Pirazzoli).

Le performance verranno ovviamente giudicate da una apposita giuria composta da Patty Pravo, Gianni Boncompagni, Paolo Limiti e Camila Raznovich, due giornalisti e un dj radiofonico che cambieranno ad ogni puntata. I 12 concorrenti vip sono stati divisi in “maschi” e “femmine”, manco fosse un Furore qualsiasi. La squadra dei maschi è composta da: Massimo Ghini, Paolo Conticini, Francesco Pannofino, Massimo Ciavarro, Emanuele Propizio e Alessandro Borghese. Quella delle femmine da: Gloria Guida, Eleonora Giorgi, Licia Colò, Melissa Satta, Laura Barriales e Fanny Cadeo. I vocal coach (due a squadra) saranno Eric Buffet, Maria Grazia Fontana, Luca Jurman, Danila Satragno.


14
settembre

IO CANTO: GLORIA GUIDA NEW ENTRY DELLA GIURIA. AMENDOLA, FERILLI, VANONI, TOQUINHO E ALBANO OSPITI DELLA PRIMA PUNTATA.

Io Canto, Gerry Scotti con il vincitore della prima edizione Cristian Imparato

Partirà questa sera la nuova edizione di Io canto, il popolare baby talent show condotto da Gerry Scotti. Nessuna particolare novità per il baby talent di Canale5 che secondo il conduttore presenta una formula, in tutte le sue varianti, talmente forte da non necessitare di grandi cambiamenti. Si registra soltanto una new entry: accanto a un confermato Claudio Cecchetto, troveremo la presenza fissa di Gloria Guida che ha letteralmente fatto innamorare il padrone di casa dello show nella scorsa edizione. 

Io canto è allestito quest’anno, come DM anticipato, in una grande tensostruttura collocata a Sesto San Giovanni, alle porte di Milano, capace di ospitare oltre 500 persone.  Ospiti della prima puntata: Claudio Amendola, Sabrina Ferilli, Ornella Vanoni, Toquinho e Al Bano. Insomma si punta a un target over e ad un pubblico trasversale che va ben oltre il target commerciale Mediaset.

Entreranno nel cast oltre ai nuovi concorrenti, anche parecchi talenti della scorsa edizione ancora in gara ad esclusione di Cristian Imparato, presente comunque in tutte le puntate del programma in qualità di super-ospite. Insomma, anche in questo, le differenze rispetto all’originale di Rai1 sono pari a zero.


21
marzo

I FRATELLI BENVENUTI: “I CESARONI DI MILANO” IN UNA NUOVA FICTION DI CANALE5

La primavera è alle porte e, se dal punto di vista astronomico l’arrivo della mite stagione è indicato dall’intersezione tra l’eclittica e l’equatore celeste, per i teledipendenti della tv commerciale è segnato dal debutto sul piccolo schermo della fiction I Fratelli Benvenuti. Stasera, domenica 21 marzo, su Canale 5 assisteremo alle disavventure della nuova famiglia a cui Mediaset ha affidato la prima serata del dì di festa.

Il protagonista risponde al nome di Massimo Boldi, in arte Lorenzo, sembra avere le stesse caratteristiche del signor Fumagalli di Un Ciclone in Famiglia: uomo all’antica, di sani principi, tutto casa e lavoro, borbotta e sbotta ma darebbe l’anima per la sua famiglia.  A far da cornice alla storia sarà una cittadina del nord Italia, ma il nostro non dirigerà più il famoso Cinema Multiplex, bensì una pizzicheria a conduzione familiare. Tutti lo dicono e nessuno lo nega: I Fratelli Benvenuti sono praticamente i Cesaroni di Milano.

“Preferisco chiamarlo film per la televisione” - dichiara Massimo Boldi a Il Giornale che prosegue - “Lo trovo molto carino e non perché tra gli sceneggiatori ci sia io: un perfetto cocktail di umorismo e sentimento. L’idea è nata da un’idea mia e di Pipolo, quello del popolarissimo duo con Castellano, con cui negli anni Ottanta avevo girato Grandi magazzini. Poi Pipolo è morto, e io l’ho lasciata qualche anno nel cassetto, prima di riprenderla in mano. Mi vogliono bene tutti, dagli anziani ai bambini. Peccato che quelli più piccoli non mi possano vedere: le 21.30 è un po’ troppo tardi. Se Striscia si accorciasse…”.


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »