Glee



26
luglio

GLEE THE 3D CONCERT MOVIE: ECCO IL TRAILER UFFICIALE.

Lea Michele e Chris Colfer

A pochi giorni dal debutto dell’attesissima terza stagione, previsto per il 20 settembre sui teleschermi americani di Fox (e subito dopo in Italia in contemporanea), Glee sbarca al cinema. Ebbene sì il tour mondiale (per maggiori info clicca qui) è diventato un film in 3d che mostrerà le esibizioni e il backstage del concerto. Glee The 3d Concert Movie uscirà in Italia il 16 settembre, soltanto per pochi giorni, e già si annuncia un evento per i tanti gleeks che non possono fare più a meno delle avventure di Rachel, Finn, Quinn e company.

Per tutti loro, e non solo, ecco il trailer del film diretto da da Kevin Tancharoen e distribuito da Fox:




25
luglio

COMIC-CON 2011: LE NOVITA’ DI GLEE, THE WALKING DEAD 2, DR. HOUSE, TERRA NOVA E ALCATRAZ

Comic-Con 2011: il cast di Glee

E’ calato ieri il sipario sull’edizione 2011 del Comic-Con, la convention che dal 1970 riunisce a San Diego gli appassionati di cinema, serie tv e fumetti. Per quattro giorni la città della California si riempie di persone di tutte le età, molti indossano gli abiti e i costumi dei loro personaggi preferiti e sopportano interminabili code pur di strappare un autografo ai protagonisti della serie che amano. La manifestazione è un anche un punto di incontro tra creatori, sceneggiatori e attori con il loro pubblico, per capire o alimentare le aspettative, sciogliere dubbi e smentire false voci.

Uno degli ultimi incontri che si è tenuto ieri pomeriggio ha visto protagonista il cast di Glee: a scatenare i fan è stato il rumors che circola da settimane riguardo all’uscita di Cory Monteith, Lea Michele e Chris Colfer dalla serie dopo la terza stagione (per maggiori info clicca qui). A questo proposito è intervenuto il co-creatore Brad Falchuk che ha voluto rassicurare i fan:

“Cory, Lea e Chris sono personaggi principali e si stanno per diplomare. Il fatto che si diplomino non vuol dire che lasceranno lo show. Se hai Lea Michele sotto contratto, non la puoi lasciare andare così. Vi garantisco che non lasceranno la serie dopo la terza stagione”.

Nell’incontro si è discusso della possibilità di uno spin-off di Glee: stando ad un’indiscrezione circolata sul web, i creatori della serie starebbero pensando ad uno spin-off con protagonisti Rachel e Kurt trasferiti a Broadway. L’ipotesi sembra essere stata già archiviata, secondo le parole di Brad Falchuck:

“Abbiamo esplorato quella possibilità, ma al momento non è nei nostri piani, penso che lasceremo perdere”.

Poche le anticipazioni sulla terza stagione: è stato detto che i personaggi verranno definiti con più precisione riguardo alla loro età e già dal primo episodio si capirà chi è in procinto di diplomarsi e chi invece è ancora una matricola. Si è parlato anche dell’abbandono di Chord Overstreet che nella seconda stagione ha interpretato il personaggio di Sam Evans:

“Per ragioni di cui è al corrente – ha detto Brad Falchuk – abbiamo deciso di non farlo diventare uno dei personaggi principali ma gli abbiamo chiesto di tornare per una parte della terza stagione. Lui ha rifiutato l’offerta e noi ne siamo dispiaciuti perché avevamo in mente delle storie per lui”.

Uno dei panel più affollati è stato quello di The Walking Dead, la serie rivelazione dell’ultima stagione che ha sconvolto San Diego con molti dei suoi fan travestiti da zombie. Saranno tredici gli episodi della seconda stagione, trasmessi in America dal 16 ottobre. Oltre ad uno spaventoso trailer, i membri del cast hanno parlato di sceneggiature ancora più intense e terrificanti. L’attore Jon Bernthal, che interpreta Shane Walsh, ha commentato:


16
luglio

GLEE: TRE ADDII NELLA TERZA STAGIONE. E A SETTEMBRE LO SPETTACOLO SBARCA AL CINEMA IN 3D

Glee

Preparate i fazzoletti perché al liceo McKinley la musica sta per cambiare. Come in ogni teen drama che si rispetti, anche i protagonisti di Glee dovranno affrontare il “graduation year”, l’ultimo indimenticabile anno di liceo prima della maturità. Il creatore della serie, Ryan Murphy, aveva annunciato tempo fa che al termine della terza stagione (al via il 20 Settembre su Fox America), alcuni dei principali personaggi di Glee si sarebbero diplomati lasciando la serie.

Per i fan del Glee Club sarà un colpo duro ma non inaspettato: Murphy vuole che il suo racconto continui ad essere realistico, per questo motivo i personaggi non potranno restare al liceo per sette o otto anni come se il tempo non passasse mai. Questa scelta pare fosse stata già messa in conto dagli sceneggiatori e dagli attori protagonisti che, dal canto loro, hanno voluto rassicurare il pubblico. A causare il panico tra i fan sono stati invece i nomi dei primi diplomandi: Rachel Berry (Lea Michele), Finn Hudson (Cory Monteith) e Kurt Hummel (Chris Colfer). Per quest’ultimo la vicenda è più amara: della sua prossima uscita dallo show ha saputo solo su Twitter.

Il loro peso nella storia sarà in parte riequilibrato già nel corso della terza stagione dall’ingresso di nuovi personaggi. Come già successo per un altro teen drama come Skins, la quarta stagione avrà così un cast parzialmente rinnovato. A Murphy e agli altri sceneggiatori di Glee spetterà il duro compito di rendere meno indigesta possibile la sostituzione dei volti storici con quelli nuovi. Intanto, in attesa dei nuovi episodi, il cast della serie si prepara al grande salto.





15
luglio

EMMY 2011, LE NOMINATIONS: MAD MEN, BOARDWALK EMPIRE E MODERN FAMILY I PIU’ NOMINATI.

Emmy 2011

Mad Men, Mad Men e ancora Mad Men. Passa il tempo, aumentano le stagioni ma la fortunata serie di AMC non accenna a mollare la presa e incassa anche quest’anno ben 19 nominations a fronte delle tredici statuette già portate a casa nelle ultime tre edizioni. E’ il primo “verdetto” della 63esima edizione degli Emmy Awards 2011, di cui sono stati annunciati ieri i nomi degli show in lista per la tanto ambita statuetta.

Esagerando potremmo dire che in Italia gli appassioni di Mad Men si contano sulle dita di una mano: trasmesse prima da Cult e FX sul satellite, poi da Rai4 sul digitale, le vicende dei pubblicitari di New York non hanno mai trovato spazio su una rete generalista per farsi ammirare dal grande pubblico. Stesso discorso per Boardwalk Empire, in onda su Sky Cinema dallo scorso gennaio, e premiato con ben 18 nominations.

Al terzo posto con 17 nominations spicca Modern Family, la serie targata Fox trasmessa in Italia da Fox Life e Cielo. Buon piazzamento anche per 30 Rock con 14 nominations, per la novità Game of Thrones della HBO che si aggiudica 13 nomination e per Glee a quota 12. Restano quasi a secco i grandi titoli come Grey’s Anatomy con 3 nominations, Dr. House con appena 2 nominations e poi Dexter, Desperate Housewives, Fringe e Community. 10 nominations, invece, per la miniserie The Kennedys (a fine agosto su La7) con Katie Holmes. Dopo il salto le nominations delle principali categorie.


4
luglio

GLEE LIVE TOUR, LONDON ARENA O2. DM C’ERA!

Glee Live

Oltre 20 mila persone in un’arena. E non era un concerto pop, o quasi. Musica, coreografie e uno straordinario mix di voci ma non era un musical, o quasi. Era semplicemente Glee. Gli ’sfigati di successo’ sono sbarcati nel vecchio continente e DM è volato per voi (o quasi) sino a Londra: destinazione O2 Arena, mastodontica cornice del Glee Live Tour 2011. Sì, mentre in Italia si celebrano telefilm sconosciuti o di quart’ordine, Oltremanica va in scena il fenomeno.

Orde di ragazzini vestiti come studenti della McKinley, genitori pazienti, ventenni, trentenni, e anche qualche coppia più agès hanno dapprima preso d’assalto le postazioni del merchandising – malgrado prezzi spropositati (dalle 8 sterline della mano di gomma ai 150 del giubbotto del liceo) – e poi riempito i vertiginosi (è proprio il caso di dirlo, vista l’altezza) spalti dell’Arena, non lasciando nessun posto libero. Tutti (compresi alcuni italiani giunti a Londra appositamente) in trepidante attesa per lo show che avrebbe reso i protagonisti tutt’altro che loser. Apertura dei cancelli alle 12,30, alle 14 è la volta dei ballerini The Lxd e dopo un’ora, alle 15 in punto, si spengono le luci ed ecco apparire  Rachel (Lea Michele), Finn (Cory Monteith) e tutti gli altri sulle note di Don’t stop believing (video dopo il salto), non un cavallo di battaglia ma qualcosa di piu’.

Combinato con Born this way – altro brano del repertorio proposto con i ragazzi che indossano magliette con stampati a caratteri cubitali i propri difetti (vedi fotogallery) - diventa la chiave per decriptare i codici emozionali che hanno determinato l’affermazione planetaria della serie.  La speranza, il non arrendersi mai, anche quando la vita non nasce perfetta, anche quando agli occhi degli altri sei uno sfigato è il vero leitmotiv di Glee. Su una sedia a rotelle, in sovrappeso, omosessuale, basso, grasso, balbuziente: non commiserarti ma vivi.

Per scoprire i momenti“loser” e “winner“ della tournèe inglese di Glee clicca su ‘continua a leggere’:





1
febbraio

ITALIA1: SMALLVILLE TORNA NEL POMERIGGIO (DAL 7/2), CSI MIAMI NEL PRESERALE (DAL 9/2)

Smallville (Italia1)

Il palinsesto del day time di Italia1, da qualche settimana a questa parte, pare non riesca a trovar pace. Molti sono stati i telefilm sperimentati nelle varie fasce orarie, altrettanti quelli soppressi dalla programmazione. Un esempio su tutti, la nuova serie Incorreggibili, dai creatori del più famoso Mondo di Patty, andata in onda per una sola settimana.

Da lunedì 7 febbraio si cambia ancora. Se nella mattinata resta confermata l’abbinata Una mamma per amica più film (fino all’edizione meridiana di Studio Aperto), nel pomeriggio Il mondo di Patty saluterà il suo pubblico per lasciare spazio a Smallville. Dal lunedì al venerdì alle ore 16.40 la rete giovane del Biscione proporrà un doppio episodio giornaliero della serie con Tom Welling.

Novità anche nel preserale. La serie fenomeno (in America) Glee continuerà la sua programmazione fino a martedì 8 febbraio, a conclusione della prima serie dai risultati deludenti nel nostro Paese (media attorno al 4% di share). Dal 9 febbraio alle ore 19.30 andranno in onda le repliche di CSI: Miami. Anche Italia1 si dà al poliziesco all’orario di cena, strizzando l’occhio alla rivale Rai2, che in queste settimane sta ottenendo ottimi risultati (2 milioni circa di spettatori, 7-8% di share medio) con Squadra speciale Cobra 11.


22
gennaio

ITALIA 1 RIVOLUZIONA IL PALINSESTO: CANCELLATI LA MATTINATA CRIME E GLI INCORREGGIBILI, WILD AL GIOVEDI.

Una Mamma per Amica

Un vero e proprio effetto domino quello provocato dalla chiusura anticipata di Stasera che sera. Il poco fortunato e tanto criticato show di Barbara D’Urso, sospeso dopo appena due appuntamenti, ha costretto i vertici Mediaset ad adottare nuove strategie per contrastare o quantomeno arginare la concorrenza della Rai. Ad arrivare in soccorso della domenica sera, come DM anticipato,  è Maria De Filippi con il suo Amici.

La presenza del talent di Canale 5, rivolto ad un target giovane, non può non disturbare l’appuntamento domenicale di Italia 1 con Wild – Oltrenatura, costretto perciò a traslocare al giovedì (dal 27 gennaio). La bella Fiammetta Cicogna lascerà lo spazio a dei film, andando a prendere il posto di Raz Degan e Mistero, ora previsto al martedi. Le novità non si fermano qui, una vera e propria rivoluzione riguarderà infatti, a partire da lunedì l’intero day time della rete giovane Mediaset, ultimamente in affanno in materia di ascolti. Dopo la cancellazione dal palinsesto della serie Life, anche Baywatch Hawaii saluterà il pubblico. Entrambi i telefilm verranno sostituiti da un doppio appuntamento con le repliche della serie Una mamma per amica. A chiudere i battenti, per via dello scarso riscontro di pubblico anche The Closer e Prison Break, sostituite in palinsesto da film tv.

Nel primo pomeriggio doppio appuntamento con I Simpson e con  Il mondo di Patty, pronto a sostituire la serie teen argentina Gli Incorreggibili, ferma nella sua prima settimana di messa in onda  a circa 650.000 spettatori di media. Dal 31 gennaio inoltre My name is Earl, giunta al termine della sua quarta ed ultima stagione, lascerà, come previsto, il posto alle repliche della prima stagione della sit-com E alla fine arriva mamma!. Cambiamenti in vista altresì in seconda serata, con il Saturday Night Live, che in barba, come sempre, al proprio titolo approda al giovedì. Il venerdì sera invece, la serata Doc proseguirà in compagnia di Dr.House e Grey’s Anatomy, senza però Nip/tuck, cancellato dopo una sola puntata per bassi ascolti (842.000 telespettatori 7,50% di share).


10
gennaio

GLEE! L’ATTESA E’ FINITA, STASERA SU ITALIA 1 IL DEBUTTO ALLE 19.25. SARA’ SUCCESSO ANCHE DI PUBBLICO?

GLEE

Habemus Glee. L’attesa era trepida ma finalmente il momento è arrivato. La serie osannata da pubblico e critica debutta stasera in chiaro su Italia 1 alle 19.25. Una fascia oraria difficile che alimenta la curiosità sull’accattivante mix di musical e comedy che il telefilm propone. Della ventata d’aria fresca portata grazie al telefilm nel panorama della fiction made in Usa, dominato dal procedural, ci siamo già occupati in occasione del debutto su Fox (per maggiori info clicca qui). Stavolta presenteremo la serie dando curiosità e numeri.

Inizialmente era stata concepita come un film da Ryan Murphy, il geniale creatore di Nip and Tuck e Popular.

Il 19 maggio 2009 la prima messa in onda in America su Fox.

In Italia ha debuttato su Fox il 25 dicembre dello stesso anno. Sulla stessa rete, da febbraio andrà in onda la seconda stagione a 48 ore dalla messa in onda Oltreoceano.

Glee significa gioia senso di entusiamo, mentre i seguaci delle avventure del liceo McKinley sono chiamati “gleeks”.

L’intero cast della serie è stato invitato dal Presidente Obama ad esibirsi alla Casa Bianca. La first lady Michelle Obama, ma anche Lady Gaga, Madonna, Paul McCartney sono alcuni dei fan più illustri. Oltre 10 milioni sono invece i fan su Facebook.

4 sono gli Emmy vinti nel 2010 (19 le nomination) tra cui spicca quello come miglior attrice non protagonista in una comedy assegnato a Jane Lynch, la “perfida” Sue Sylvester.